ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Spaceman

    Berlinale 2024 il 20 Febbraio - Dal 1° Marzo in streaming su Netflix ..

    Napoleon

    Dal 1° Marzo su Apple TV+ - RECENSIONE - Joaquin Phoenix torna al registro storico ..

    Estranei

    Dalla 21. Festa del Cinema di Roma - Alice nella Città - Dal 29 Febbraio ..

    Ci sei Dio? Sono io, Margaret

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 2 Marzo - Rachel McAdams, Kathy Bates alle prese con ..

    The Old Oak

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dal 76. Locarno Film Festival e dal 76. Festival del ..

    Madame Web

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Spin-off di Spider-Man incentrato su una mutante chiaroveggente di nome Madame ..

    Wild Four O'Clocks

    New Entry - Michelle Pfeiffer nonna vivace di due giovani ragazzi per Peter Craig, qui ..

    Home Page > Movies & DVD > Dante

    DANTE

    I recuperati di CelluloidPortraits - RECENSIONE - Pupi Avati narra la vita del padre della Divina Commedia raccontato da Giovanni Boccaccio, primo biografo del padre della lingua italiana, nel suo Trattatello in Laude di Dante - Dal 29 Settembre

    "Che si realizzi nell'Italia di oggi in cui le gerarchie di cosa e di chi conti è dettato da ben altro, un film sulla vita di Dante Alighieri, ha dell'inverosimile. Non oso ancora crederci... Nei miei tanti film ho raccontato quanto possa essere eccezionale, addirittura eroica, la normalità degli esseri umani. Ora invece ho cercato di dire che, per quanto sublime, il genio, condivide, come farebbe ognuno di noi, le angustie che ci riserva la vita. Poter narrare Dante Alighieri per la sua umanità, è stato quel dono che attendevo da vent'anni"
    Il regista e sceneggiatore Pupi Avati

    (Dante; ITALIA 2021; Biopic; 94'; Produz.: Duea Film, RAI Cinema con il sostegno di Emilia Romagna Film Commission; Distribuz.: 01 Distribution)

    Locandina italiana Dante

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Dante

    Titolo in lingua originale: Dante

    Anno di produzione: 2021

    Anno di uscita: 2022

    Regia: Pupi Avati

    Sceneggiatura: Pupi Avati

    Soggetto: Dal saggio Trattatello in Laude di Dante di Giovanni Boccaccio: il film racconta la tormentata vita di Dante Alighieri, dall'infanzia solitaria alla morte in esilio, vista attraverso il viaggio di Giovanni Boccaccio per riabilitarne la memoria.

    Cast: Sergio Castellitto (Giovanni Boccaccio)
    Alessandro Sperduti (Dante Alighieri)
    Enrico Lo Verso (Donato degli Albanzani)
    Alessandro Haber (Abate di Vallombrosa)
    Gianni Cavina (Piero Giardina)
    Leopoldo Mastelloni (Bonifacio VIII)
    Ludovica Pedetta (Gemma Donati)
    Morena Gentile (Donna gozzuta)
    Romano Reggiani (Guido Cavalcanti)
    Carlotta Gamba (Beatrice)
    Paolo Graziosi (Alighiero di Bellincione)
    Mariano Rigillo (Meneghino Mezzani)
    Eliana Miglio (Badessa Santo Stefano degli Ulivi)
    Valeria D'Obici (Suor Beatrice)
    Giulio Pizzirani (Dante anziano)
    Cast completo

    Musica: Lucio Gregoretti e Rocco De Rosa

    Costumi: Andrea Sorrentino

    Scenografia: Laura Perini e Mattia Federici

    Fotografia: Cesare Bastelli

    Montaggio: Ivan Zuccon

    Effetti Speciali: Fabio Tomassetti (supervisore effetti visivi)

    Scheda film aggiornata al: 31 Gennaio 2023

    Sinossi:

    Si racconta la vita di Dante Alighieri (Alessandro Sperduti e Giulio Pizzirani), il sommo poeta italiano. È Giovanni Boccaccio (Sergio Castellitto), uno dei maggiori cultori e promotori dell'autore della "Divina Commedia", nonché primo biografo di Dante, a racconta la sua storia. Il film vede Boccaccio impegnato nella stesura del "Trattatello in Laude di Dante" e, durante la scrittura, ripercorre la vita del padre della lingua italiana, soffermandosi sugli eventi che maggiormente hanno segnato la sua esistenza.

    È il 1321 quando Dante muore a Ravenna, lontano dalla sua patria, Firenze. Circa trent'anni dopo, di preciso nel 1350, a Boccaccio viene assegnato il compito di viaggiare fino a Ravenna per condurre nelle mani di Suor Beatrice, figlia di Alighieri, 10 fiorini d'oro a nome dei capitani della compagnia di Orsanmichele. Partendo da Firenze, diretto a Ravenna, il poeta del Decameron ripercorre parte del cammino fatto da Dante negli ultimi anni del suo esilio.

    Durante il tragitto verso il monastero di Santo Stefano degli Ulivi, Boccaccio ha modo di incontrare diverse persone più o meno vicine a Dante, tra cui chi lo ha accolto durante l'esilio, chi, invece, lo ha allontano e, infine, la figlia del poeta. È in questo modo che il Boccaccio viene a conoscenza di maggiori dettagli della vita di Alighieri e riesce a ricostruire la sua esistenza e a narrare la storia del sommo poeta fino ai posteri.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Anch’io sono una fan di Dante Alighieri, assimilato verso per verso negli anni di formazione fino alla Laurea in Lettere, e per questo attendevo con ansia il film annunciato da tempo da Pupi Avati, altro evidente entusiasta dell’immortale poeta. Il popolo italiano e il mondo intero venera l’immensità letteraria di Dante Alighieri, eredità universale di civiltà e cultura che sono anche il respiro concitato di un’epoca, oltre che, com’è ben noto, di un tormentato sentimento personale. Ma se il Dante - semplicemente ‘Dante’, com’era giusto che fosse - di Pupi Avati ha il pregio di ispirarsi ad una fonte più o meno contemporanea e, come dire, quasi defilata, come il Trattatello in laude di Dante di Giovanni Boccaccio (ispirazione pure per il romanzo di Avati, L’alta Fantasia, il viaggio di Boccaccio alla scoperta di Dante), gli errori nell’approccio generale si direbbero superare di gran lunga i pregi. A cominciare dalla

    scelta dell’attore interprete del sommo poeta da giovane, Alessandro Sperduti (sperduto di nome e di fatto) che stride non poco con il levarsi dei versi che la sua mente illuminata ed anima tormentata arriveranno a comporre. Versi declamati fin dall’inizio dalla voce narrante fuori campo che pervade ogni piega di una storia fin troppo ancorata alla elementare quotidianità del giovane Dante & dintorni: voglio dire che si potevano indubbiamente risparmiare le sequenze con l’evacuazione in bella mostra in aperta campagna o del sesso occasionale con le figlie di qualcuno, prostitute consuetudinarie.

    E dico figlie di qualcuno non a caso, perché in questo trastullarsi tra il ben noto su cui, ahimè si sorvola lasciando allo spettatore la voglia di saperne di più, per tutto il resto si dà per scontato quel che scontato non è. Viene da chiedersi quale sarebbe stato l’approccio di Roberto Benigni, da innamorato pazzo, studioso elettivo nonché

    superbo divulgatore del sommo poeta, ma potrebbe anche sorprenderci con regalo futuro. Ad ogni modo, nulla andrebbe dato per scontato su questo fronte, a meno che non ci si rivolga ad una circoscritta platea di nicchia, e per di più fresca di lettura di queste fonti letterarie ‘dimesse’, che trovano il suo portavoce per l’appunto nel biografo di Dante per eccellenza, Giovanni Boccaccio: colui che narra e dà senso al film, in quanto orchestrato per lo più sulle sue schegge di memoria e di ricerca sul poeta. Schegge condivise ed arricchite di inediti dettagli, con chi incontra in questo viaggio ‘on the road’, sulle tracce dello stesso percorso di Dante in esilio, mentre punta all’indirizzo della figlia, alla volta della Romagna, per un ‘risarcimento tardivo’ - trent’anni dopo la morte, avvenuta a Ravenna nel 1321 - da parte dei capitani di Orsanmichele. ‘Risarcimento tardivo’ quantificato in 10 fiorini d’oro, che

    risuona tutt’oggi comunque imperdonabile, per quella tanto amata Firenze che lo ha lasciato morire in esilio, senza possibilità di appello. La storia politica e le responsabilità della Chiesa (con la particolare accezione di Papa Bonifacio VIII) è ben nota, per quanto superficialmente liquidata nel film in poche battute, cui va ad aggiungersi la naufragata amicizia con Guido Cavalcanti.

    La declamazione dei versi danteschi dalla voce narrante di Boccaccio, tiene volutamente una cadenza sommessamente teatrale, nell’appassionato fremito di Sergio Castellitto che se ne fa carico, mentre la struttura circolare del film che inizia e chiude con la morte di Dante ne celebra, per così dire, la perdita. A cominciare dalla morte della madre di Dante bambino, fino alla sua stessa da adulto. Nel mezzo ci sta quell’elegia amorosa per Beatrice Portinari (Carlotta Gamba), cui non è stata qui resa giustizia, guadagnando persino incongruenze inaccettabili in occasione del precoce matrimonio di lei e

    il comportamento del giovane Dante, presente all’avvenimento. A tutto favore di questo affresco d’epoca concorrono invece scenografie - delle case, dei monasteri e ambientali in esterni - costumi ed iconografie dei personaggi, allineati anima e corpo con lo spirito figurativo già ricreato dalla produzione pittorica dell’epoca. Ma è la parte finale che, seppur tardivamente, respira finalmente a pieni polmoni elevandosi sino a quelle alte sfere che vedono concludersi la missione di Boccaccio/Castellitto. L’incontro tanto agognato, sulle prime negato, con la figlia di Dante, suor Beatrice (Valeria d’Obici), poco incline a perdonare l’onta perpetrata ai danni del padre, è per Boccaccio il fine ultimo e l’appagamento personale di tanta venerazione e affetto per Dante, nonché la sequenza più nobile di tutto il film.

    Perle di sceneggiatura


    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di DANTE

    Links:

    • Pupi Avati (Regista)

    • Sergio Castellitto

    • Alessandro Haber

    • Alessandro Sperduti

    • Mariano Rigillo

    • HARRY POTTER, WITH LOVE! (CineSpigolature)

    • 64A MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA: 75 ANNI E NON DIMOSTRARLI! (CineSpigolature)

    • EFFETTO BLADE RUNNER: DECKARD E' UN REPLICANTE? (CineSpigolature)

    • 'ORIZZONTI A VENEZIA '67' - SEZIONE APERTA E POSITIVAMENTE INCERTA (CineSpigolature)

    • 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (28 agosto – 7 settembre 2013) - QUALE PROGRAMMA! LA PRESENTAZIONE UFFICIALE (Servizio a cura dell'inviata ELISABETTA VILLAGGIO) (CineSpigolature)

    • Libri - LA GUERRA DENTRO (le emozioni dei soldati) di Barbara Schiavulli (CineSpigolature)

    • X-MEN: GIORNI DI UN FUTURO PASSATO - TRA I MUTANTI DEL PASSATO E I VENDICATORI DEL FUTURO (A cura di FRANCESCO ADAMI) (CineSpigolature)

    • 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick: Il mio sguardo sul film (parte 2.) - A cura di Carlo Emilio Michelassi (CineSpigolature)

    • OLIVER TWIST di ROMAN POLANSKI - PRESS CONFERENCE: 20 OTTOBRE 2005 - ROMA, Cinema Warner Moderno (Interviste)

    • 63a Mostra: Lido di Venezia 30 agosto 2006 ROUND TABLE & DINTORNI: The Black Dahlia per la regia di BRIAN DE PALMA (Interviste)

    • INCONTRO DEGLI STUDENTI DELLA FACOLTA' DI LETTERE DELL'UNIVERSITA' DI PISA COL REGISTA VITTORIO DE SETA (A cura di MARCELLO CELLA) (Interviste)

    • INTERVISTA INEDITA AL REGISTA VITTORIO DE SETA (1°) (A cura di MARCELLO CELLA) (Interviste)

    • MIRACOLO A SANT'ANNA - INTERVISTA al regista SPIKE LEE, lo scrittore e sceneggiatore JAMES MCBRIDE e al cast italo-americano (A cura dell'inviato ERMINIO FISCHETTI) (Interviste)

    • WOLFMAN - INTERVISTA al truccatore RICK BACKER (Interviste)

    • ANIMALS UNITED 3D - INTERVISTA con il regista e produttore HOLGER TAPPE (Interviste)

    • LE AVVENTURE DI TINTIN - IL SEGRETO DELL'UNICORNO - INTERVISTA a JAMIE BELL (Interviste)

    • CESARE DEVE MORIRE - INTERVISTA a PAOLO e VITTORIO TAVIANI & CO. tra cui NANNI MORETTI (A cura dell'inviata SARA MESA) (Interviste)

    • E SE VIVESSIMO TUTTI INSIEME? - INTERVISTA al regista STÉPHANE ROBELIN (Interviste)

    • LA GRANDE BELLEZZA - INTERVISTA all'attore TONI SERVILLO (Interviste)

    • CAPTAIN PHILLIPS - ATTACCO IN MARE APERTO - INTERVISTA al CAST (Interviste)

    • UN FANTASTICO VIA VAI - INTERVISTA al regista, co-sceneggiatore e attore LEONARDO PIERACCIONI (Interviste)

    • LA MOSSA DEL PINGUINO - INTERVISTA all'attore RICKY MEMPHIS (Interviste)

    • GEMMA BOVERY - INTERVISTA alla regista ANNE FONTAINE (Interviste)

    • UN PICCIONE SEDUTO SU UN RAMO RIFLETTE SULL'ESISTENZA - INTERVISTA al regista e sceneggiatore ROY ANDERSSON (Interviste)

    • L'ULTIMO LUPO - INTERVISTA (PARTE 1a) al regista JEAN-JACQUES ANNAUD (Interviste)

    • 80. Mostra del Cinema di Venezia (30 Agosto-9 Settembre 2023) - 'Comandante' di Edoardo De Angelis è il nuovo Film d’Apertura della Biennale Cinema 2023 (Speciali)

    • Dante (BLU-RAY + DVD)

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Dante - trailer ufficiale

    Dante - clip 'Boccaccio e Degli Albanzani in convento'

    Dante - clip 'Tanto gentile e tanto onesta pare'

    Dante - clip 'Il primo incontro tra Dante e Beatrice'

    Dante - clip 'La morte di Beatrice'

    Dante - clip 'Il dialogo tra Boccaccio e Degli Albanzani'

    Dante - clip 'Boccaccio nella Torre del Guardamorto'

    Dante - clip 'Dante e Guido Cavalcanti'

    Dante - clip 'Il perdono'

    Dante - clip 'Papa Bonifacio VIII incontra Dante'

    Dante - featurette 'Backstage'

    Dante - featurette 'Première'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    La zona d'interesse

    RECENSIONE - Bafta 2024: 'Miglior Film Britannico'; 'Miglior Film in Lingua Straniera'; 'Miglior Sonoro' ..

    Anatomia di una caduta

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - VINCITORE di 6 Premi César 2024; VINCITORE ..

    The Boys in the Boat

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - George Clooney torna alla regia con biopic sportivo degli anni Trenta ..

    L'imprevedibile viaggio di Harold Fry

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Una celebrazione della vita, un ritratto sincero ..

    Emma e il giaguaro nero

    Dai creatori dei successi Il lupo e il leone e Mia e il leone bianco ..

    Land of Bad

    RECENSIONE - Russell Crowe nella terra dei cattivi con Liam e Luke Hemsworth - Dal ..

    Sound of Freedom - Il canto della libertà

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Quando il cinema fa eco ad una storia vera! Alejandro Monteverde ..