ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Ella & John - The Leisure Seeker

    In Omaggio a DONALD SUTHERLAND (Miami, 20 Giugno 2024) - Categoria 'film da non perdere'!!! ..

    Shoshana

    Dal 27 Giugno - Dal 48. Toronto International Film Festival (7-17 Settembre 2023) - ..

    Hit Man - Killer per caso

    Dal 27 Giugno - Designato 'Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – ..

    Horizon: An American Saga - Capitolo 1

    Da Cannes 77. - Fuori Concorso: Anteprima Mondiale domenica 19 Maggio - Ancora alle prese ..

    Home Page > Movies & DVD > Alien

    ALIEN

    'Celluloid Portraits Vintage' - Cult Movie-I Bellissimi! - TORNA AL CINEMA solo il 29,30 e 31 Maggio 2023 - Uscito il 31 Ottobre 1979

    "La cosa più importante in un film come 'Alien' non è quello che si vede ma l'impressione prodotta da quello che si crede di vedere".
    Il regista RIDLEY SCOTT

    (Alien; REGNO UNITO/USA 1979; Sci-Fi; 117'; Produz.: Brandywine Productions; Distribuz.: 20th Century Fox (Lucky Red reditribuzione 2023))

    Locandina italiana Alien

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Alien

    Titolo in lingua originale: Alien

    Anno di produzione: 1979

    Anno di uscita: 2023

    Regia: Ridley Scott

    Sceneggiatura: Dan O'Bannon

    Soggetto: Dan O'Bannon e Ronald Shusett.

    Preliminaria - Un soggetto fortunato:

    Capostipite di una fortunata serie di pellicole, nonché di libri, fumetti e videogiochi, è considerato uno dei migliori film del regista Ridley Scott nonché tra i capolavori della storia del cinema di fantascienza. Le vicende ruotano attorno a una specie aliena che nella storia viene identificata con la generica definizione xenomorfa, costituita da feroci predatori dotati di intelligenza ma incapaci di provare emozioni, che si riproducono come parassitoidi annidandosi nei corpi di altri esseri viventi provocandone la morte.

    Preliminaria - I sequel:

    Alien ha avuto tre sequel, tutti con Sigourney Weaver come protagonista: Aliens - Scontro finale, Alien³ e Alien - La clonazione. Sono stati inoltre prodotti due film ispirati al soggetto originale e con ambientazione anteriore, Alien vs. Predator e Aliens vs. Predator 2, collegati con un'altra serie cinematografica, Predator. Nel 2012 è uscito Prometheus, un prequel più pertinente all'universo di Alien, seguito nel 2017 da Alien: Covenant.

    Cast: Tom Skerritt (Dallas)
    Sigourney Weaver (Ripley)
    Harry Dean Stanton (Brett)
    John Hurt (Kane)
    Veronica Cartwright (Lambert)
    Ian Holm (Ash)
    Yaphet Kotto (Parker)
    Bolaji Badejo (Alien)
    Helen Horton (Mother) (Voce)

    Musica: Jerry Goldsmith

    Costumi: John Mollo

    Scenografia: Michael Seymour

    Fotografia: Derek Vanlint

    Montaggio: Terry Rawlings e Peter Weatherley

    Effetti Speciali: Nick Allder e Brian Johnson (supervisori effetti speciali); Carlo Rambaldi (creatore dello xenomorfo Alien)

    Makeup: Tommie Manderson (supervisore)

    Casting: Mary Goldberg

    Scheda film aggiornata al: 14 Giugno 2023

    Sinossi:

    In breve:

    In un lontano futuro, l'equipaggio dell'astronave commerciale Nostromo sta tornando sulla Terra quando riceve una chiamata di soccorso da un lontano pianeta. L'equipaggio ha l'obbligo contrattuale di indagare, così Mother, il computer di bordo, lo risveglia dal sonno criogenico ed interrompe la navigazione per consentire la discesa sul pianeta sconosciuto dove verificare la richiesta di soccorso. Dopo un atterraggio accidentato, tre membri dell'equipaggio lasciano la nave stellare ed individuano un'astronave aliena rimasta lì da tempo immemorabile. Durante la perlustrazione dell'interno dell'astronave si imbattono in una colonia alveare di qualche creatura sconosciuta. Quando una delle uova viene disturbata dalla vicinanza di un membro della spedizione ne esce una forma aliena che gli si avvinchia costringendo gli altri a ricondurlo frettolosamente sull'astronave dove soccorrerlo con le strumentazioni di bordo. Il computer di bordo dell'astronave decifra il messaggio come un avvertimento, non una chiamata di soccorso. L'equipaggio si rende conto solo allora di dover affrontare le conseguenze di aver portato a bordo dell'astronave una creatura aliena micidiale e praticamente indistruttibile.

    In dettaglio:

    «Nello spazio nessuno può sentirti urlare»

    Anno 2122. La gigantesca astronave da trasporto Nostromo è in viaggio di ritorno verso la Terra dal pianeta Thedus con un carico di minerali. L'equipaggio, in stato di ipersonno, è formato da cinque uomini e due donne, ossia il capitano Dallas, il vice Kane, l'ufficiale scientifico Ash, il capo-tecnico Parker, il suo collega Brett, più il terzo ufficiale Ellen Ripley, la navigatrice Lambert e la loro mascotte Jones, un gatto rosso.

    MOTHER, il computer di bordo, riceve improvvisamente un misterioso segnale di soccorso proveniente dal satellite naturale di un pianeta sconosciuto e risveglia gli occupanti. L'equipaggio, alquanto riluttante, è obbligato ad adempiere alla procedura di indagine, pena la perdita dei dividendi. Atterrati con una navicella sulla superficie del satellite, Dallas, Kane e Lambert indossano le tute spaziali ed escono in perlustrazione per scoprire l'origine del segnale, mentre Ripley e gli altri membri rimangono a bordo a seguire l'operazione. Dopo un breve tragitto i tre in avanscoperta s'imbattono in un enorme relitto alieno. Ripley intanto, nell'operazione di traduzione del segnale, scopre che quella che sembrava essere una trasmissione di soccorso è in realtà una specie di segnale d'allerta. La squadra è entrata nei resti della nave, dove rinviene il grande cadavere fossilizzato di un extraterrestre con un impressionante squarcio nel petto; in seguito Kane, calandosi nella stiva della nave, trova una moltitudine di strani oggetti simili a uova. Una di queste, però, si apre all'improvviso e ne schizza fuori un parassita alieno che gli si attacca al volto sciogliendo il casco della tuta. Dallas e Lambert soccorrono il compagno e lo riconducono alla nave.

    Ripley, rendendosi conto della pericolosità della situazione, insiste per applicare il protocollo di quarantena che comporterebbe l'impedire al contaminato di salire sulla navicella, evitando così un eventuale contagio. Su comando di Dallas, però, Ash li fa entrare a bordo, contravvenendo al regolamento. In seguito Dallas e Ash conducono Kane nella sala medica della nave e analizzano il parassita, scoprendo che lo sta mantenendo in uno stato comatoso e ogni tentativo di rimuoverlo si svela vano e letale poiché l'alieno possiede un sangue verde composto da un potentissimo acido corrosivo. Dopo un po' di tempo il parassita si stacca da solo e viene ritrovato privo di vita. Ultimate le riparazioni la navetta decolla dal planetoide, tornando nel Nostromo. La squadra rimane sorpresa nel vedere un Kane del tutto incolume e sveglio, privo di qualsivoglia effetto lasciato dall'alieno. Ormai convinti di avere scampato il pericolo la squadra si raduna per cena prima di ritornare in ibernazione e riprendere il viaggio per la Terra. Durante il pasto, però, Kane inizia a tossire violentemente fino a manifestare forti convulsioni ed emorragie interne. Dopodiché una mostruosa creatura aliena fuoriesce dal suo torace uccidendolo, per poi fuggire via per l'astronave.

    Dopo avere espulso il cadavere fasciato di Kane nello spazio l'equipaggio inizia una disperata caccia all'alieno piazzando inseguitori di movimento per la Nostromo e girando armati di fucili taser. Brett, intanto, viene incaricato di cercare e trovare il gatto Jones. Dopo varie ricerche Brett riesce a trovare il gatto, ma quest'ultimo è visibilmente spaventato, e non intende avvicinarsi a lui. Nonostante i suoi affettuosi richiami Brett viene colto di sorpresa, morso alla testa e trascinato nei condotti dalla creatura aliena, che nel breve tempo passato è cresciuta di proporzioni inaspettate cambiando la pelle come un serpente. Dallas, deciso a spingere il mostro nella camera di compensazione ed espellerlo nel cosmo, entra nei condotti di aerazione monitorato da Lambert, ma viene raggiunto e assalito dall'alieno, mentre Ripley e il resto dell'equipaggio non possono fare altro che assistere impotenti alla sua fine. Lambert implora di fare esplodere la nave e fuggire con la scialuppa di salvataggio, ma Ripley, ora al comando, ordina di rimandare la fuga, dal momento che la scialuppa non può ospitare quattro persone.

    Fra i file del computer di bordo MOTHER, Ripley scopre che per una direttiva prioritaria della "Compagnia" Ash è incaricato di prendere in consegna l'alieno, nonché di proteggerlo a ogni costo (anche a danno dell'equipaggio definito come "sacrificabile") fino all'arrivo sulla Terra, dove sarà studiato. Ash, ritenendo Ripley una minaccia, tenta di ucciderla, ma viene colpito più volte da Parker con un estintore finché non viene decapitato, rivelando così di essere un androide. Ripley lo riattiva temporaneamente per cercare di avere risposte ai suoi quesiti, ma ciò che ottiene non lascia buone speranze: secondo Ash, infatti, si tratterebbe di un "essere perfetto" nato per uccidere, quasi del tutto privo di punti deboli ma anche di pietà o di emozioni umane e le possibilità di uscirne vivi sono pressoché nulle. Ripley decide di seguire il suggerimento di Lambert e ordina l'abbandono della nave per fuggire con la scialuppa. Parker, reso furioso dalle ultime parole scoraggianti e orribili di Ash, brucia i suoi resti con un lanciafiamme.

    Mentre Ripley recupera il gatto, Parker e Lambert cercano di accumulare sufficienti bombole di refrigerante per tutti e tre, ma l'alieno li aggredisce e li uccide. Ripley sente le loro urla e cerca di raggiungere la loro postazione per aiutarli, ma arriva troppo tardi e trova i corpi dei suoi compagni smembrati. Ripley attiva l'autodistruzione della Nostromo e si reca con Jones verso la navetta di salvataggio, ma il mostro le blocca l'entrata. Quindi è costretta a lasciare la cassa con il gatto di fronte alla creatura e ad annullare l'autodistruzione ma MOTHER le concede solo cinque minuti per fuggire. Ripley, infuriata, distrugge il computer colpendolo con il lanciafiamme e si reca ad affrontare il mostro a qualsiasi costo. L'alieno però non è più davanti all'entrata della scialuppa e la cassa di Jones è rimasta dove l'aveva mollata. Convinta che l'alieno si sia allontanato, Ripley entra nella scialuppa con il gatto e parte poco prima dell'esplosione della Nostromo.

    Dopo aver ibernato il gatto, Ripley si spoglia e si accinge a ibernarsi, con indosso solo il suo abbigliamento intimo, nella vasca criogenica. Ma, proprio mentre sta controllando gli ultimi impianti di bordo, si accorge con orrore che l'alieno si è insediato nella capsula mimetizzandosi in un angolo dietro un groviglio di tubi neri. Ripley riesce comunque a mantenere il sangue freddo e a indossare la tuta spaziale, per poi depressurizzare l'abitacolo in modo da asfissiare l'alieno. Tuttavia il mostro si avvicina al sedile di comando di Ripley per aggredirla. Ripley apre velocemente il portello della capsula e il mostro è così risucchiato fuori verso il cosmo. Ma l’alieno ha ancora la forza e l’agilità per risalire a bordo della capsula aggrappandosi al tubo di scarico dei propulsori. A questo punto Ripley attiva il motore della capsula, incenerendo l’alieno. Dopo una registrazione in cui narra con voce scossa gli eventi accaduti, Ripley si iberna con il gatto Jones e riprende la rotta verso la Terra.

    (Trama tratta da Wikipedia)

    Commenti del regista

    "Alcuni lamentano che in 'Alien' i personaggi non siano sufficientemente caratterizzati. Non sono del tutto d'accordo. Penso che ne sappiate abbastanza sui personaggi in relazione alla storia. Non si è tenuti a sapere da dove viene Ripley, chi è suo padre, sua madre. Ciò non ha nulla a che vedere con la storia. Ma nei due minuti di una conferenza voi sapete su di lei quello che dovete sapere. È quello che apprezzo nelle forti narrazioni americane, quando funzionano, che si resta agganciati alla storia e non ci si distrae".

    "Le star non sono una garanzia di successo commerciale. Non volevo che gli attori fossero troppo conosciuti, ciò sarebbe stato in contrasto col film quale lo concepivo. Volevo una osmosi totale con i personaggi. Ora, le grandi star, se le utilizzi, ostacolano generalmente le tue intenzioni".

    "I film che amo vedere hanno storie presentate in maniera molto semplice. Scelgo di fare questo: semplificare lo scritto al punto della comunicazione più diretta possibile. 'Alien' è molto semplice. È quasi come la buona musica popolare, come il rock'n'roll. Se ascolti le parole non sono mai sofisticate. Le implicazioni ci sono, se desideri approfondirle. Infine, ciò che cerco di fare, anche nel caso che inizi con una storia molto complicata, è di ricondurla alla sua primitiva linearità, poi scelgo di modificarla con altre cose. (...) La dinamica essenziale è la storia".

    "Volevo che ci fosse un senso di documentario in 'Alien'. È per questa ragione che praticamente tutto il film è stato girato con la macchina a mano. L'immagine balla sempre un pò; ugualmente, quando l'operatore è immobile, respira e ciò dona questa struttura particolare al film; il gioco può essere molto naturale, per niente enfatico. Nella scena della nascita del mostro che esce dal corpo di John Hurt, in particolare, volevo che si avesse il senso di assistere a una storia di film sulla medicina e tutto a un tratto, boom! Da allora in poi il realismo era acquisito e il racconto era molto più inquietante".

    Bibliografia:

    PAUL SCANLON e MICHAEL GROSS, La storia di Alien, Milano, Bompiani, 1979.

    HUBERT NIOGRET, Entretien avec Ridley Scott, Positif, n.295, 1985.

    A cura di DIDIER PERRIN e LUCIEN DAHAN, Entretien avec Ridley Scott, Cinématographe, n.50, Settembre 1979.

    FRANÇOIS GUÉRIF e ALAIN GAREL, Ridley Scott: l'obsession de l'environnement, La revue du cinéma, n.409, ottobre 1985, pp. 55-60.

    OLIVIER ASSAYAS e SERGE LE PERON, Ridley Scott cinéaste du décor, Cahiers du cinéma, n.339, 1982, pp. VII-VIII.

    Links:

    • Ridley Scott (Regista)

    • Yaphet Kotto

    • Sigourney Weaver

    • Ian Holm

    • Harry Dean Stanton

    • John Hurt

    • Veronica Cartwright

    • Tom Skerritt

    • CON 'AVATAR' ATTORI SENZA BARRIERE: 'PERFORMANCE CAPTURE' MEGLIO DI 'TRUCCO E PARRUCCO' (CineSpigolature)

    • Mostre - LO SGUARDO DI MICHELANGELO ANTONIONI E LE ARTI (A cura di MARIA PAOLA FORLANI) (CineSpigolature)

    • X-MEN: GIORNI DI UN FUTURO PASSATO - TRA I MUTANTI DEL PASSATO E I VENDICATORI DEL FUTURO (A cura di FRANCESCO ADAMI) (CineSpigolature)

    • STAR WARS: EPISODE VIII’ NEW PHOTOS SHOW OFF SHIP, VINTAGE HELMET (by Maria Cavassuto, www.variety.com) (CineSpigolature)

    • 'THE MUMMY': UNA LUNGA PUNTATA PILOTA DELLA DARK UNIVERSE (A cura dell'inviato FRANCESCO ADAMI) (CineSpigolature)

    • 'Blade Runner 2049': Genesi di un sequel (A cura di Francesco Adami) (CineSpigolature)

    • Il miglior cinema dell'anno 2018/The best movies of 2018 Year (CineSpigolature)

    • 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick: Il mio sguardo sul film (parte 1.) - A cura di Carlo Emilio Michelassi (CineSpigolature)

    • 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick: Il mio sguardo sul film (parte 2.) - A cura di Carlo Emilio Michelassi (CineSpigolature)

    • L'amore ritrovato (Interviste)

    • KUNG FU PANDA - INTERVISTA a: DUSTIN HOFFMAN (voce di Shifu), JACK BLACK (Po), FABIO VOLO (Po nella versione italiana) e JEFFREY KATZENBERG (CEO Dreamworks) (A cura di PATRIZIA FERRETTI) (Interviste)

    • ULTIMATUM ALLA TERRA - INTERVISTA al regista SCOTT DERRICKSON e all’attore protagonista KEANU REEVES (Interviste)

    • COCO AVANT CHANEL - L'AMORE PRIMA DEL MITO - INTERVISTA alla regista ANNE FONTAINE (Interviste)

    • IL TEMPO CHE CI RIMANE - INTERVISTA al regista, sceneggiatore e attore ELIA SULEIMAN (Interviste)

    • SPLICE - INTERVISTA in ANTEPRIMA al regista VINCENZO NATALI (Interviste)

    • TRANSFORMERS 3 (TRANFORMERS: DARK OF THE MOON) - INTERVISTA all'attrice protagonista ROSIE HUNTINGTON-WHITELEY (ITALIANO/ENGLISH) (Interviste)

    • THE IRON LADY - INTERVISTA alla regista PHYLLIDA LLOYD (Interviste)

    • THE IRON LADY - INTERVISTA all'attrice MERYL STREEP (Interviste)

    • LA SORGENTE DELL'AMORE - INTERVISTA al regista RADU MIHAILEANU (I. PARTE) (Interviste)

    • UN PICCIONE SEDUTO SU UN RAMO RIFLETTE SULL'ESISTENZA - INTERVISTA al regista e sceneggiatore ROY ANDERSSON (Interviste)

    1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13

    Galleria Video:

    Alien - nuovo trailer ufficiale

    Alien - trailer ufficiale

    Alien - trailer ufficiale (V.O.)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Cielo d'Ottobre

    Stasera, 22 Giugno, in TV, su TV 2000, Canale 28, ore 21.23 - I ..

    La musica nel cuore

    Stasera, 22 Giugno, in TV, su Sky Family, Canale Sky, ore 21.00 - 'CELLULOID ..

    The Bikeriders

    Dal 19 Giugno - Il regista, sceneggiatore e soggettista Jeff Nichols ha rivelato che da ..

    Fuga in Normandia

    Dal 20 Giugno - Michael Caine al centro di una vicenda ispirata ad una storia ..

    C'é ancora domani

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - 8 Marzo 2024: Festa della ..

    Un mondo a parte

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - RECENSIONE - Riccardo Milani torna sul ..

    Cento domeniche

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - RECENSIONE - Dalla 18. Festa ..