ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Nuremberg

    New Entry - Un trittico di interpreti doc per il dramma storico di James Vanderbilt ..

    The Substance

    New Entry - Un 'Body Horror' per Demi Moore, Dennis Quaid e Margaret Qualley (C’era ..

    Ezra-Viaggio di famiglia

    Aggiornamenti freschi di giornata! (7 Dicembre 2023) - ..

    Reunion

    New Entry - 2024 (?) ..

    Love Child

    New Entry - 2024 (?) ..

    Nyad - Oltre l'oceano

    RECENSIONE - Annette Bening interpreta la nuotatrice Diana Nyad, protagonista di un'impresa incredibile realmente vissuta ..

    Home Page > Movies & DVD > Nyad - Oltre l'oceano

    NYAD - OLTRE L'OCEANO

    RECENSIONE - Annette Bening interpreta la nuotatrice Diana Nyad, protagonista di un'impresa incredibile realmente vissuta e raccontata in un'autobiografia, mentre nei panni della sua allenatrice e amica Bonnie c'è Jodie Foster - Su Netflix dal 3 Novembre

    "Nyad non era disposta ad accettare che il mondo avesse finito con lei. Aveva questa visione audace e si è impegnata davvero con tutto il suo team per realizzare questa nuotata da Cuba a Key West"
    La co-regista Elizabeth Chai Vasarhelyi

    Diana Nyad, figura poliedrica, è stata protagonista di notevoli imprese nel nuoto di lunga distanza. Nel 1975, ha ottenuto notorietà nazionale stabilendo un record nuotando intorno a Manhattan. Nel 1979, ha nuotato dalla Bahamas a Juno Beach, in Florida. Tuttavia, il suo più grande successo è avvenuto nel 2013, quando, al quinto tentativo e all’età di 64 anni, è riuscita a compiere la terza nota traversata dello Stretto di Florida, da L’Avana a Key West, senza l’ausilio di gabbie anti-squalo, ma indossando una tuta anti-medusa, assistita da sommozzatori anti-squalo e dispositivi repellenti elettronici per gli squali. È importante notare che questa impresa non è stata ufficialmente ratificata da organizzazioni riconosciute nel nuoto di lunga distanza, ma un report dell’Associazione Mondiale di Nuoto in Acque Libere suggerisce che Nyad abbia compiuto la traversata con le proprie forze.

    (Nyad; USA 2022; Biopic sportivo dramatico; 121'; Produz.: Black Bear Pictures, Mad Chance in associazione con SPG3 Entertainment ; Distribuz.: Netflix)

    Locandina italiana Nyad - Oltre l'oceano

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis

    Titolo in italiano: Nyad - Oltre l'oceano

    Titolo in lingua originale: Nyad

    Anno di produzione: 2022

    Anno di uscita: 2023

    Regia: Jimmy Chin ed Elizabeth Chai Vasarhelyi

    Sceneggiatura: Ann Biderman e Julia Cox

    Soggetto: Il film è tratto dall'autobiografia Find A Way di Diana Nyad in cui si racconta l'incredibile storia della nuotatrice che, all'età di 64 anni, con l'aiuto della sua migliore amica e un gruppo di 35 sostenitori, ha sconfitto ogni ostacolo diventando la prima persona a nuotare da Cuba alla Florida, evitando rischi come meduse e squali. Come dire la conquista dell''Everest del nuoto'!

    Preliminaria - Diana Nyad:

    Diana Nyad, figura poliedrica, è stata protagonista di notevoli imprese nel nuoto di lunga distanza. Nel 1975, ha ottenuto notorietà nazionale stabilendo un record nuotando intorno a Manhattan. Nel 1979, ha nuotato dalla Bahamas a Juno Beach, in Florida. Tuttavia, il suo più grande successo è avvenuto nel 2013, quando, al quinto tentativo e all’età di 64 anni, è riuscita a compiere la terza nota traversata dello Stretto di Florida, da L’Avana a Key West, senza l’ausilio di gabbie anti-squalo, ma indossando una tuta anti-medusa, assistita da sommozzatori anti-squalo e dispositivi repellenti elettronici per gli squali. È importante notare che questa impresa non è stata ufficialmente ratificata da organizzazioni riconosciute nel nuoto di lunga distanza, ma un report dell’Associazione Mondiale di Nuoto in Acque Libere suggerisce che Nyad abbia compiuto la traversata con le proprie forze.

    Cast: Annette Bening (Diana Nyad)
    Jodie Foster (Bonnie Stoll)
    Rhys Ifans (John Bartlett)
    Karly Rothenberg (Dee Brady)
    Jeena Yi (Angel Yanagihara)
    Luke Cosgrove (Luke Tipple)
    Eric T. Miller (Coach Jack Nelson)
    Garland Scott (Jon Rose)
    Johnny Solo (Aris Nyad)
    Anne Marie Kempf (Candace)
    Ethan Jones Romero (Nico)

    Musica: Alexandre Desplat

    Costumi: Kelli Jones

    Scenografia: Kara Lindstrom

    Fotografia: Claudio Miranda

    Montaggio: Saar Klein

    Effetti Speciali: Jaime Castillo (supervisore) Jeremy Hays (supervisore Los Angeles)

    Makeup: Daniel Curet (direzione)

    Casting: Valerie Daniella, Hernandez Oloffson, Avy Kaufman

    Scheda film aggiornata al: 05 Dicembre 2023

    Sinossi:

    Si racconta la vera storia della nuotatrice Diana Nyad (Annette Bening), che a 60 anni decide di compiere un’impresa destinata a rimanere nella storia.
    Allenata dalla sua migliore amica Bonnie Stoll (Jodie Foster) e scortata dalla nave di John Bartlett (Rhys Ifans), Diana attraversa a nuoto il tratto che separa Cuba dalla Florida. Oltre alla fatica fisica dovuta all’età, la donna deve affrontare il pericolo di essere attaccata dai feroci squali che vivono in quelle acque.
    Determinata fino all’ossessione, non darà ascolto a chi proverà a farle cambiare idea. Lungo il racconto, ripercorriamo insieme a lei le tappe fondamentali del suo passato che l’hanno portata a compiere questa incredibile traversata.

    Synopsis:

    64-year-old marathon swimmer, Diana Nyad, attempts to become the first person ever to swim from Cuba to Florida.

    When Diana Nyad arrived on the shore of Key West after fifty-three hours of grueling swimming across an epic ocean, she not only set a world record becoming the first person to swim the shark-infested waters between Cuba and Florida with no cage for protection she also succeeded in fulfilling a dream she first chased at age twenty-eight and at long last achieved when she was sixty-four.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    "Non é forse vero che ogni cosa muore e muore troppo presto?" Diana Nyad

    Con l’ambizione di essere il più accurato possibile e di porre sullo stesso binario la protagonista reale e quella rievocata, il biopic Nyad Oltre l’oceano di Jimmy Chin ed Elizabeth Chai Vasarhelyi (il pluripremiato Free Solo-Sfida estrema, The Rescue-Il salvataggio dei ragazzi), rischia di non risultare sempre scorrevole e chiaro, soprattutto nella prima parte, simpatizzante con la matrice documentarista. Ma ad un certo punto il montaggio sceglie la via prioritaria delle proiezioni mentali come training autogeno e qualcosa scatta nell’ingranaggio per tenerci incollati ad una vicenda da Guinness dei primati. Vicenda che fatto la storia del nuoto e della sua eccentrica protagonista. Stiamo parlando di Diana Nyad, campionessa mondiale di maratona di nuoto, cui evidentemente piacevano le sfide impossibili. E non si dice delle prime, seppure già notevoli, imprese, di nuoto a lunga distanza: intorno a

    Manhattan, o dalla Bahamas a Juno Beach, in Florida. Il film ne tratteggia, tramite telecronache d’epoca, le dinamiche di gioventù, quando “la ventottenne Diana Nyad nuota per conquistare un altro corpo d’acqua”, così come le interviste, motivo di ritorno intermittente durante l’intera storia. Si dice dell’ultima sfida, una di quelle ufficialmente dichiarate “umanamente impossibili”, quando al quinto tentativo e all’età di 64 anni, Diana Nyad è finalmente riuscita a compiere la terza nota traversata dello stretto di Florida, da L’Avana a Key West: ovvero, Cuba-Florida, 60 ore di nuoto continuato! Di come ci sia riuscita, in groppa ad una volontà ferrea, confinante con l’ostinazione che gareggia con un carattere davvero complesso, egocentrico ed arrogante quanto basta ad ottenere quello che vuole, e che le occorre per l’impresa, ne documenta, bracciata dopo bracciata, in punta di registratore cronologico, questo film. Impresa d’altra parte davvero improbabile senza quel sostanziale ed imprescindibile team

    di affiancamento.

    “Ho firmato un contratto con la mia anima per non arrendermi mai”

    ‘Nyad’, in greco, ‘ninfa dell’acqua’. E’ lei stessa, logorroica donna, alle soglie dei Sessanta, che lo ricorda, a chiunque le si pari davanti, come simbolo di una predestinazione. Ma da tempo sono ormai finiti gli anni di gloria e Nyad non se la sente di adagiarsi sugli allori di una vita fatta di mediocrità, senza uno scopo importante da perseguire nella vita. Ed ecco che torna a tormentare l’amica del cuore - e anche di più! - la persona che tutt’oggi, nella realtà, la protagonista vede ogni giorno, per una sorta di bisogno reciproco che fa la differenza. Beh, è quello che ricreano a meraviglia sul grande schermo: Annette Bening, nell’ingrato ruolo di vestire le urticanti pinne della nuotatrice Diana Nyad e Jodie Foster, nella paziente e devota amica Bonnie Stoll. Due monumenti attoriali che gareggiano

    nel catturare l’attenzione dello spettatore, e se a tratti abbiamo l’impressione che Foster surclassi la collega Bening è perché il personaggio della protagonista Nyad, sa essere spesso una persona antipatica, al di là dell’indiscutibile primato. Quasi dietro le quinte, c’è poi il crepuscolare personaggio maschile dell’esperto ‘navigatore’: il John Bartlett di Rhys Ifans. Il personaggio dominante sul corollario di staff assistenziale che costeggia la traversata, costituito da sommozzatori anti squalo, coadiuvati da dispositivi repellenti elettronici e da tuta anti meduse per la protagonista. Come abbiamo modo di costatare ben presto, in coda a ben quattro estenuanti tentativi, variamente falliti, il problema non è solo la distanza, ma la fauna marina poco conciliante oltre alle finestre metereologiche spesso poco clementi anche solo per poterci provare.

    Tra gli aspetti più accattivanti del film, oltre alla speciale chimica tra il tandem protagonista delle interpreti, Bening-Foster - peraltro alquanto somiglianti a quelle reali, sul piano

    fisico così come su quello caratteriale - sono gli innumerevoli scorci della traversata in notturna: riprese ad effetto infrarossi a risultanza psichedelica, per lo più accompagnati da quella voce interiore della protagonista a pelo d’acqua che, in una sorta di training autogeno, conta le bracciate mentre la mente la riporta a scorci degli anni di formazione. Voce interiore mai sola, perché sostenuta costantemente dall’allenatrice ed amica Bonnie/Foster, disposta a tuffarsi lei stessa per tamponare un momento di crisi acuta di Nyad/Bening, peraltro in dirittura di arrivo. Ma i momenti di crisi saranno innumerevoli e non solo in corpo ai 4 fallimenti, e il film ci tiene a darne contezza in ogni sua spigolatura - dalle allucinazioni al vomito compulsivo per fare solo qualche esempio - così come a rivelare schegge di personalità delle protagoniste reali alla fine della storia. Personalità che sembrano spalmarsi di buon grado sul celebre motto

    americano When the going gets tough, (Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare). E quando la determinazione e il coraggio non sono esattamente sulla stessa lunghezza d’onda, l’amicizia senza limiti e confini fa il resto.

    Links:

    • Annette Bening

    • Jodie Foster

    • Rhys Ifans

    1 | 2

    Galleria Video:

    Nyad-Oltre l'oceano - trailer

    Nyad-Oltre l'oceano - trailer ufficiale (V.O.) - Nyad

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Wish

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 21 Dicembre

    "Con 'Wish' siamo tornati alle origini. Volevamo ..

    Prendi il volo

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 6 Dicembre ..

    Un colpo di fortuna

    Dal 6 Dicembre - Da Venezia 80. - Con il suo nuovo dramedy romantico ..

    Il mondo dietro di te

    Julia Roberts, Ethan Hawke, Kevin Bacon, Mahershala Ali sono i protagonisti di un dramma familiare ..

    The Burial-Il caso O'Keefe

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dal 10 Ottobre in streaming ..

    Il fuggitivo

    Corre il TRENTENNALE di un classico intramontabile, con Harrison Ford, Tommy Lee Jones & ..

    C'é ancora domani

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 18. Festa del Cinema di ..