ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Tenet

    TENET

    Dal 26 Agosto

    "Partiremo dal punto di vista di un film di spionaggio, ma ....
    [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Joaquin Phoenix

    Il cinema di Joaquin Phoenix

    Biografia

    (A cura di PATRIZIA FERRETTI)

    (San Juan - PUERTO RICO, 28 ottobre 1974 - )

    JOAQUIN RAFAEL BOTTOM in arte JOAQUIN PHOENIXcomincia la sua carriera di attore all’età di otto anni. Da ragazzo lavora molto in televisione, in serie di successo come Hill Street, giorno e notte, Professione pericolo e La signora in giallo. Nel 1986 è una presenza fissa nella serie della CBS durata un solo anno Morningstar/Eveningstar, e nello stesso anno ricopre il suo primo ruolo al cinema nel film Space Camp – gravità zero. L’anno successivo è nel film Russkies- Gli acchiapparussi con sua sorella Summer e Carole King. Due anni dopo, ancora adolescente, viene scritturato dal regista Ron Howard per interpretare il figlio di Dianne Wiest nella popolare commedia Parenti amici e tanti guai. Ma è solo nel 1996 che il giovane attore fa poi ritorno sul grande schermo con una straordinaria performance apprezzata dalla critica al fianco di Nicole Kidman nel film Da morire di Gus Van Sant. La giornalista del “New York Times” Janet Maslin, critica cinematografica, parla di questo giovane talento come di “un attore da tenere d’occhio”. Nel successivo film del 1997, Innocenza infranta è al fianco di Liv Tyler, Billy Crudup e Jennifer Connelly. E quello stesso anno recita con Claire Danes, Sean Penn e Jennifer Lopez in U-Turn- Inversione di marcia di Oliver Stone.

    Nel 1998 Phoenix è al fianco di Vince Vaughn in due ruoli molto diversi: quello di un americano imprigionato in Malaysia perché in possesso della droga spacciata dal suo complice Vaughn in Il tempo di decidere, e quello del credulone al seguito del suadente serial killer Vaughn nella black comedy Il sapore del sangue.
    Proseguendo nella sua ascesa come star del cinema, Phoenix ottiene poi apprezzamenti per il ruolo di uno sveglio commesso di una libreria per soli adulti che aiuta il detective Nicolas Cage nella sua ricerca della verità dietro quello che sembra solo uno 'snuff movie' nel thriller di Joel Schumacher 8MM.

    Nel 2000, anno fondamentale per la sua carriera, Phoenix è interprete di tre film. Riceve la sua prima candidatura all’Oscar® per la sua interpretazione al fianco di Russell Crowe del complesso personaggio di Commodo, nel film di Ridley Scott vincitore dell’Oscar® come 'Miglior Film' Il Gladiatore. Oltre alle candidature all’Oscar®, al Golden Globe e ai British Academy (BAFTA) Awards, riceve premi come 'Miglior Attore Non Protagonista' dal National Board of Review e dalla Broadcast Films Critics Association.
    A questo si aggiunge il ruolo nel film candidato agli Oscar di Philip Kaufman Quills interpretato al fianco di Kate Winslet e Geoffrey Rush e tratto da una pièce di Douglas McGrath sul Marchese de Sade, grazie al quale vince il Broadcast Film Critics Award come 'Miglior Attore Non Protagonista'. Quello stesso anno è nel cast con Mark Wahlberg, James Caan, Faye Dunaway, Ellen Burstyn e Charlize Theron nel film di James Gray The Yards.

    Phoenix prosegue poi nella sua impegnata attività di attore con il ruolo del fratello di Mel Gibson nel blockbuster di M. Night Shyamalan Signs, film che fa registrare un incasso di mezzo milione di dollari in tutto il mondo. Ritrova poi Shyamalan due anni dopo nel thriller gotico The Village, in cui interpreta il giovane membro di un villaggio isolato del XIX° secolo, il cui desiderio di scoprire il mondo esterno minaccia di rompere il patto stretto dalla comunità con le misteriose creature che vivono nella foresta attorno al villaggio. Presta poi la sua voce a Kenai nel film di animazione della Disney Koda, fratello orso, a cui fa seguito il dramma sentimentale Le forze del destino, con Claire Danes, storia di due amanti e del loro tentativo di salvare il loro rapporto in un mondo futuro sull’orlo di un collasso cosmico. E’ anche protagonista della dark comedy Buffalo Soldiers con Ed Harris, in cui veste i panni di un contorto e intelligente soldato americano di stanza a Berlino; ed è il protagonista di Squadra 49, con John Travolta, in cui interpreta un pompiere che riflette sulla sua vita, i suoi amori e il suo lavoro mentre attende soccorso in un incendio. E nel 2004 ottiene grandi apprezzamenti per il ruolo completamente diverso di un cinico giornalista che assiste all’orribile genocidio dei Tutsi nel film di Terry George Hotel Rwanda.

    Nel 2006 Joaquin Phoenix è molto apprezzato per la sua incantevole performance nei panni del leggendario cantautore Johnny Cash (al fianco della vincitrice dell’Oscar® Reese Witherspoon) nell’efficace biopic di James Mangold Walk the Line-Quando l’amore brucia l’anima. Per questa sua interpretazione ottiene la sua seconda candidatura agli Oscar® (questa volta come 'Miglior Attore Protagonista') e vince il Golden Globe come 'Miglior Attore Protagonista', oltre a ricevere candidature ai BAFTA, SAG, BFCA e Chicago Film Critics Awards.

    Nell’ottobre del 2007 Phoenix appare sul grande schermo in I padroni della notte, sul set del quale ritrova Mark Wahlberg e il regista James Gray mentre per la Focus Features lavora con il regista Terry George e nuovamente con l’attrice Jennifer Connelly nel commovente dramma Reservation Road. Torna poi sul set con Gray per Two Lovers, al fianco di Gwyneth Paltrow e Isabella Rossellini.

    Il 27 ottobre 2008 Phoenix, stando a quanto si dice, annuncia il suo ritiro dal mondo del cinema per concentrarsi sulla sua musica rap, ma l’annuncio si rivela far parte del ruolo che Phoenix ha poi nel film I’m still here-Io sono qui!, diretto dal cognato, l’attore Casey Affleck. Il film è proiettato alla Mostra del Cinema di Venezia e al Festival di Toronto nel 2010 ed esce nelle sale nell’estate del 2010 distribuito da Magnolia Pictures.

    Il candidato all’Oscar® Joaquin Phoenix lavora poi in tre film prodotti nel 2012. In The Master, scritto e diretto da Paul Thomas Anderson, Phoenix è Freddie Sutton, un ventenne scapestrato, con problemi di alcolismo che diventa il braccio destro di una sorta di Maestro di cerimonie, noto come 'The Master', appunto (un immenso Philip Seymour Hoffman), per poi iniziare a mettere in dubbio il Credo e le finalità del Culto cui si è avvicinato ed il suo stesso mentore. E' questo un ruolo che consente a Phoenix di eccellere sul piano introspettivo in una sorta di personaggio
    che potrebbe essere uscito benissimo da qualche fotogramma di Pier Paolo Pasolini o da alcune delle pagine più illuminate e illuminanti, sia pure dall'alto degli intimistici chiaroscuri delle tragedie personali, di Cesare Pavese. Phoenix si guadagna la Nomination sia ai Golden Globe che agli Oscar 2013 mentre il film stesso ne colleziona altre 2 sia ai Golden Globe che agli Oscar 2013 al 'Miglior Attore Non Protagonista' (Philip Seymour Hoffman) e alla 'Miglior Attrice Non Protagonista' (Amy Adams). The Master vince inoltre il - Leone d'Argento, oltre alla Coppa Volpi ex aequo a Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman, alla 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (Lido di Venezia, 29 agosto – 8 settembre 2012).

    Oltre a The Master Phoenix è anche il protagonista, nel ruolo di Bruno Weiss, al fianco di Marion Cotillard e Jeremy Renner, del nuovo film di James Gray The Immigrant (C'era una volta a New York), mentre nell'eccentrico film di Spike Jonze Her (Lei), recita al fianco di Rooney Mara e si innamora della voce di un computer (la voce del sistema operativo Samantha è quella di Scarlett Johansson).

    Oggi (2015) torna a farsi dirigere dal regista di The Master Paul Thomas Anderson in Inherent Vice (Vizio di forma), tratto dall'omonimo romanzo di Thomas Pynchon. In Vizio di forma Phoenix veste i panni di Larry "Doc" Sportello, un investigatore privato tossicodipendente che vive in una cittadina balneare della California. E' il ritratto di un uomo - ruolo particolarmente nelle corde di Phoenix, giacché è solito eccellere con i personaggi strascicati e complessi sul piano psicologico - costantemente intento a fumare, sniffare o soffrire per le crisi di astinenza. Ciò nonostante, quando la sua ex fidanzata torna da lui a chiedere aiuto visto che il suo nuovo amante si è cacciato in guai molto grossi, Doc non le nega una mano.

    Attivista in campo sociale, Phoenix dà il suo sostegno a diverse organizzazioni umanitarie e ad attività di beneficenza, in particolare Amnesty International, The Art of Elysium, HEART, The Peace Alliance (un’organizzazione che si batte per l’istituzione di un Dipartimento degli Stati Uniti per la pace) ed è nel consiglio di amministrazione del Lunchbox Fund. Phoenix è la voce narrante di Earthlings for Nation Heart, un video di denuncia degli abusi sugli animali perpetrati nelle fattorie, negli allevamenti, nell’industria e nel settore della ricerca. Nel 2005 gli viene assegnato l’“Humanitarian Award” al San Diego Film Festival per il suo lavoro e per il suo contributo ad Earthlings. Nel 2005 presta la sua voce per il documentario I’m stille here: Real diaries of young people who lived during the Holocaust.

    Phoenix dirige anche video musicali per Ringside, She Wants Revenge, People in Planes, Arckid, Albert Hammond, Jr e i Silversun Pickups.

    Aggiornata al: (27 Gennaio 2015)

    <- torna alla pagina principale di Joaquin Phoenix

    The Old Guard

    THE OLD GUARD

    Dalla regista Gina Prince-Bythewood, Charlize Theron e Kiki Layne guidano un gruppo segreto di mercenari .... [continua]

    Inception

    INCEPTION: MODERNISSIMO THRILLER AMBIENTATO NEI MEANDRI DELLA MENTE UMANA

    10° Anniversario: nuova uscita al cinema: il 17 Luglio 2020 - RECENSIONE IN ANTEPRIMA .... [continua]

    Onward - Oltre la magia

    ONWARD - OLTRE LA MAGIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 22 Luglio .... [continua]

    La sfida delle mogli

    LA SFIDA DELLE MOGLI

    HAPPY 4 Luglio!!! - Al cinema: le uscite della settimana 29 Giugno-5 Luglio: .... [continua]

    Bombshell - La voce dello scandalo

    BOMBSHELL - LA VOCE DELLO SCANDALO

    Al cinema: le uscite della settimana 29 Giugno-5 Luglio: (dal 1° Luglio) - RECENSIONE .... [continua]

    High Life

    HIGH LIFE

    Robert Pattinson, Mia Goth e Juliette Binoche protagonisti in un'avventura Sci-Fi diretta da Claire Denis .... [continua]

    The Turning

    THE TURNING

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dall'11 Agosto

    "Mi è piaciuto interpretare ....
    [continua]