ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Instigators

    Aggiornamenti freschi di giornata! (14 Giugno 2024) - Dal 9 Agosto - Matt Damon e ..

    The Room Next Door

    New Entry - Il primo lungometraggio interamente in lingua inglese di Pedro Almodóvar vede protagonisti ..

    It Ends With Us-Siamo noi a dire basta

    New Entry - Il regista e attore Justin Baldoni porta sul grande schermo il best ..

    The Legend of Ochi

    In questa avventura fantasy, esordio alla regia di Isaiah Saxon, Willem Dafoe, Finn Wolfhard ed ..

    Inside Out 2

    Dal 19 Giugno ..

    Death of Unicorn

    New Entry - Nella dark comedy di Alex Scharfman, con cui debutta alla regia, Tea ..

    The Bikeriders

    Dal 19 Giugno - Il regista, sceneggiatore e soggettista Jeff Nichols ha rivelato che da ..

    Fuga in Normandia

    Dal 20 Giugno - Michael Caine al centro di una vicenda ispirata ad una storia ..

    Shoshana

    Dal 27 Giugno - Dal 48. Toronto International Film Festival (7-17 Settembre 2023) - ..

    Hit Man - Killer per caso

    Dal 27 Giugno - Designato 'Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – ..

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Natalie Portman

    Il cinema di Natalie Portman

    The Natalie Portman Touch

    SCHEGGE DI STILE IN CELLULOIDE

    NATALIE PORTMAN (Golden Globe come ‘Migliore Attrice Non Protagonista’ e Nomination all’Oscar per Closer, 2004) è Grace, moglie del Capitano Sam Cahill (TOBEY MAGUIRE ), e cognata del fratello minore di Sam Tommy (JAKE GYLLENHAAL) nel film BROTHERS di JIM SHERIDAN (Il mio piede sinistro, Nel nome del padre, The Boxer, In America). Qui la PORTMAN attraverso il suo personaggio - moglie e madre di due bambine, l’esempio perfetto di ‘sposa militare’, sempre di buon umore e di grande supporto al marito, che ha conosciuto e di cui si è innamorata ai tempi del liceo - mette a fuoco il dissestamento delle fondamenta di una famiglia, dove i ruoli vengono travolti da un ribaltamento inatteso, alla luce del conflitto afgano e delle sue conseguenze. Protagonista femminile di un dramma su cui riflette lei stessa, dopo aver visitato numerose basi militari per prepararsi al ruolo, vale a dire comprendere a fondo le responsabilità e le esigenze richieste alla moglie di un militare:

    Io ero interessata alla possibilità di interpretare una madre e una moglie. Grace è una persona che ha deciso la direzione da dare alla sua vita quando era molto giovane e ha voluto puntare sulla stabilità. Ci sono molte sfide nello stare lontani dai propri mariti per un anno e averli a casa soltanto per tre mesi alla volta. Bisogna condurre la casa e prendersi cura dei figli, che si chiedono sempre perché il papà se n’è andato, cosa sta facendo e quali sono le ragioni. Inoltre, devono occuparsi dei mariti quando loro tornano e affrontare quello che questi uomini hanno vissuto quando non c’erano”.
    Natalie Portman
    PREMIO OSCAR 2011 per la 'MIGLIOR ATTRICE' e 'MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA in un Film Drammatico' ai GOLDEN GLOBES 2011 per la sua performance come Nina in IL CIGNO NERO (BLACK SWAN)

    NATALIE PORTMAN (Golden Globe come ‘Migliore Attrice Non Protagonista’ e Nomination all’Oscar per Closer, 2004, Brothers, 2009) è Nina, una ballerina professionista in IL CIGNO NERO (BLACK SWAN) di DARREN ARONOFSKY.
    NATALIE PORTMAN è Jane Foster in THOR: THE DARK WORLD di ALAN TAYLOR:

    "Sono stata contenta di aver ripreso il personaggio di Jane. È raro poter interpretare una scienziata donna in questo genere di film, ed è bello recitare al fianco di un supereroe!... Jane si è trasferita a Londra, non vive più a Santa Fe. Le manca molto Thor e le dispiace che non sia andato a trovarla quando è tornato sulla Terra. Ma ha cercato di superare la delusione e di andare avanti... Ovviamente all’inizio è turbata ma lui le spiega perché non l’ha più cercata. Si fa perdonare salvandole la vita ed insieme sono straordinari".
    Natalie Portman
    NATALIE PORTMAN è Jacqueline Kennedy in JACKIE di PABLO LARRAÍN:

    "Di lei sapevo più o meno quello che sanno tutti, ma non l’avevo mai guardata da vicino, come essere umano. Ho trovato molto commovente il modo in cui, durante quella situazione terribile, ha dovuto tenere insieme il pubblico e il privato, essere il simbolo di una nazione, mentre era una donna annientata dalla sofferenza... La sua voce e la sua presenza erano molto diverse quando faceva pubbliche interviste, diventava più impostata, e forse un po' timida. La sua voce era un po' più alta. C'erano tanti piccoli dettagli che erano diversi nel modo in cui si presentava quando faceva un'intervista come moglie di un politico... È un film di finzione, la mia non doveva essere una Jackie troppo realistica, ho lavorato piuttosto sull’immaginario, sulla maniera con cui veniva percepita della gente".
    Natalie Portman

    mentre veste anche i panni di Laura Barlow in PLANETARIUM (Proiezione Speciale Fuori Concorso sempre alla 73. Mostra del Cinema di Venezia) di REBECCA ZLOTOWSKI
    NATALIE PORTMAN è Laura Barlow in PLANETARIUM di REBECCA ZLOTOWSKI:

    "Desideravo lavorare con Rebecca (Zlotowski) da molto tempo. La conoscevo prima che diventasse regista. Eravamo insieme quando ha ottenuto il finanziamento del suo primo film, 'Belle Epine'. È stato molto emozionante vederla diventare una cineasta in diretta! A partire da quel momento ho seguito la sua carriera e in
    particolare ho visto i suoi due primi film, che mi sono piaciuti molto. Sono stata fortemente toccata dal fatto che lei metta così tanto di se stessa nei suoi film, che arrivi a essere così personale - e questo è particolarmente presente in 'Planetarium'. In questo momento della mia vita, in cui ho la grande fortuna di poter vivere a Parigi, Rebecca mi propone questo ruolo incredibile in uno scenario così pazzesco! E il fatto di recitare in francese era una sfida magnifica per me. Quindi ho accettato la sua proposta con grande entusiasmo. In studio, è incredibile vedere fino a che punto lei diventi il capo, trascinando tutti nella sua energia e nella sua visione. Nella vita lei ha già una personalità forte. Ma in studio ognuno può davvero sentire fino a che punto lei sappia ciò che vuole. Un capo dunque, ma un capo sexy! E poi arriva a far sì che l'équipe si senta come una famiglia, il che è un po' l'ideale nel nostro mestiere. E ciò era ancora più importante dal momento che le regole sindacali per le riprese sono molto diverse in Francia rispetto agli Stati Uniti: si può girare molte meno ore al giorno, quasi la metà! Ciò mi ha dato la possibilità di avere anche una vita di famiglia durante le riprese, il che è molto raro negli Stati Uniti. Ma dall'altro lato, si ha molto meno tempo per lavorare: là dove si fanno una dozzina di riprese negli Stati Uniti, qui, non se ne possono fare che un paio! Quindi era necessario che Rebecca sapesse esattamente ciò che voleva affinché potessimo proseguire rapidamente. È vero che mi sono permessa di inviare a Rebecca una foto di Lily-Rose Depp nel momento in cui cercava l'attrice che avrebbe interpretato mia sorella. Vedendo quella foto, mi ero detta che si potrebbe credere a questa sorellanza. E Lily-Rose si è rivelata un'attrice molto talentuosa: adoro il modo in cui interpreta la paura di parlare a dei fantasmi. Poi ho visto il film finito, che si è rivelato estremamente potente per me. Questa idea sublime, irragionevole, che si possa continuare a comunicare con il passato, che si possa parlare ai nostri defunti, nel contesto del retaggio così tenebroso della Shoah, questo mi tocca profondamente. Tanto più che vivendo in Europa durante le riprese, non smettevo di pensare ai cimiteri che ci sono dappertutto sotto le città. Credo che ciò che mi tocca di più in 'Planetarium' sia questa dimensione spirituale
    ".
    Natalie Portman
    NATALIE PORTMAN è Rhonda in SONG TO SONG di TERRENCE MALICK:

    "la sua famiglia ha un disperato bisogno di denaro; sua madre, alla quale vuole molto bene, sta passando un brutto periodo. Improvvisamente, arriva quest’uomo che ai suoi occhi diventa una specie di salvatore; invece, sarà proprio colui che la porterà a smarrirsi... La sua vita si trasforma quando lo conosce. Regala una casa a sua madre e le compra tante bellissime cose. Sente di avere qualcuno che finalmente si prende cura di lei. Grazie a lui, ora riesce ad aiutare le persone che ama. Malick ci ha sempre detto che Cook è una sorta di diavolo, un serpente, che vuole far cadere in tentazione tutti quelli che incontra e che ha il potere di farti precipitare nell’oscurità"
    Natalie Portman

    <- torna alla pagina principale di Natalie Portman

    Paradiso amaro

    Stasera, 15 Giugno in TV, su Canale 5, ore 21.21 - RECENSIONE ITALIANA IN ANTEPRIMA ..

    Duplicity

    Stasera, 15 Giugno, in TV, su IRIS, Canale 22, ore 21.10 - "I dati statistici ..

    Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni (già 'Incontrerai uno sconosciuto alto e bruno')

    Stasera, 15 Giugno in TV, su Sky Romance, Canale Sky, ore 21.00 - 63. ..

    La leggenda del pianista sull'oceano

    Stasera, 15 Giugno in TV, su Cine 34, Canale 34, ore 21.16 - Giuseppe Tornatore ..

    C'é ancora domani

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - 8 Marzo 2024: Festa della ..

    Un mondo a parte

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - RECENSIONE - Riccardo Milani torna sul ..

    Cento domeniche

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - RECENSIONE - Dalla 18. Festa ..