”. Matt Damon MATT DAMON veste i panni dell'agente governativo La Boeuf ne IL GRINTA (TRUE GRIT), il western rivisitato da JOEL & ETHAN COEN. MATT DAMON è David Norris, un ambizioso uomo politico disposto a cambiar rotta per amore dopo aver visto il futuro cui sembra destinato ne I GUARDIANI DEL DESTINO di GEORGE NOLFI. Ma qualcuno sul suo percorso sembra fermamente deciso ad intracciargli la via, verso quell'irrinunciabile amore per la ballerina Elise Sellas (EMILY BLUNT). Nonostante la natura affabile e l’atteggiamento diretto di David Norris facciano di lui un personaggio amato dalla gente, lui è comunque un essere umano e dunque ben predisposto a fare errori, così come evidenzia il suo stesso interprete MATT DAMON, ma è anche vero che l'amore fa miracoli: "Tende a mettersi nei pasticci. A volte è semplicemente troppo onesto… una caratteristica che non si accorda bene con la politica... Lui si innamora di lei dopo una conversazione di solo pochi minuti. E’ lei che gli suggerisce di essere semplicemente se stesso quando farà il suo discorso, e lui lo fa. Ed il discorso riscuote talmente tanto successo che lui immediatamente diventa il favorito nella prossima corsa per diventare il Senatore di New York". Matt Damon" />

ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sleeping Dogs

    ANTEPRIMA - Russell Crowe detective della omicidi in pensione affetto da Alzheimer che torna su ..

    Un mondo a parte

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Riccardo Milani torna sul grande schermo con una storia che ..

    Cult Killer

    New Entry - Antonio Banderas ed Alice Eve in coppia sulla scia di un thriller ..

    Estranei

    Dal 24 Aprile in streaming su Disney+ - Dalla 21. Festa del Cinema di Roma ..

    Fly Me To The Moon: Le due facce della luna

    New Entry - Una storia d'amore ambientata negli anni Sessanta, durante la corsa allo spazio ..

    The Bikeriders

    New Entry - Il regista, sceneggiatore e soggettista Jeff Nichols ha rivelato che da cinque ..

    Untitled Noah Baumbach

    New Entry - Riprese a Montalcino (Siena) Toscana-Italia (Aprile 2024) ..

    Mothers' Instinct

    New Entry - Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye, Zero Dark City, The Help) ..

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Matt Damon

    Il cinema di Matt Damon

    The Matt Damon Touch

    SCHEGGE DI STILE IN CELLULOIDE

    "Io e Ben Affleck, inizialmente, non trovavamo una parte come attori; così abbiamo pensato di costruircela scrivendo la sceneggiatura di 'Will Hunting'. Poi, sul set, quando vedi le mille cose che si possono fare, ne resti affascinato e vorresti provare ogni cosa".
    Matt Damon
    Attenti all'informatore MATT DAMON! Potrebbe non essere affidabile quanto sembra. E' difatti Mark Whitacre, manager in rapida ascesa del gigante agro industriale (ADM), il nuovo personaggio di MATT DAMON in THE INFORMANT! di STEVEN SODERBERGH. Ruolo che peraltro segna la quinta collaborazione DAMON-SODERBERGH dopo le commedie d'azione Ocean Eleven, Ocean's Twelve, Ocean's Thirteen e un cammeo nel biopic in due parti Che. Ma questa volta il 'genio' DAMON da 'ribelle' si è fatto patologicamente bugiardo.(P. F., "www.celluloidportraits.com")
    MATT DAMON è il capitano della squadra di rugby Francois Pienaar al fianco di Nelson Mandela interpretato da MORGAN FREEMAN in INVICTUS-L’INVINCIBILE di CLINT EASTWOOD. Ecco alcune delle sue impressioni:

    In pratica Mandela gli (a Francois Pienaar, il suo personaggio) di rispondere alle aspettative del suo Paese e di vincere la Coppa del Mondo. E’ una richiesta enorme, ma Francois sa che la posta in gioco è molto più alta. E nel tempo anche la squadra capisce di avere nelle mani uno strumento che può unire il Paese. E’ una bella storia che mette in luce il lato migliore degli esseri umani, ma la cosa più incredibile è che è successa veramente”.
    Matt Damon
    MATT DAMON aveva mille buone ragioni per tornare a lavorare con PAUL GREENGRASS, in GREEN ZONE dopo The Bourne Supremacy e The Bourne Ultimatum, e una sopra tutte:

    "Oltre a lavorare con Paul (Greengrass), che io ammiro e i cui film mi piacciono veramente, l‘opportunità di lavorare con un gruppo di reduci tornati di recente dall‘Iraq e dall‘Afghanistan era imperdibile. Sono loro che hanno formato veramente il nostro cast e con la loro presenza hanno contribuito a creare un ambiente che sapeva di autentico. Stare con delle persone in stato di allerta che hanno vissuto già prima quelle situazioni è qualcosa di inestimabile per un attore".
    Matt Damon
    Con il ruolo del primo maresciallo luogotenente Roy Miller, MATT DAMON ritrae sullo schermo un soldato di carriera che nel 1990 aveva prestato servizio nella Guerra del Golfo e che adesso compie il proprio dovere in un Iraq completamente diverso. Nel 2003, torna nella regione a capo di un‘esaltata squadra di ricercatori di ADM nota come MET D (Mobile Exploitation Team Delta). I suoi soldati hanno un solo obiettivo: sgomberare una lunga lista di siti nei quali si reputa siano custodite ADM.
    Proprio come Jason Bourne, Roy Miller vuole solamente trovare la verità nella situazione precaria in cui si trova. E MATT DAMON elabora a partire da qui le motivazioni del proprio personaggio:

    "Miller diventa ossessionato nello scoprire che cosa sta succedendo, vuole arrivare fino in fondo a tutta quanta la questione. Si assegna autonomamente il compito di lavorare per il capo della CIA a Baghdad e comincia a collaborare con lui per cercare di scoprire dove sono le armi… se esistono".
    MATT DAMON interpreta George Lonegan, un operaio americano che ha un rapporto speciale con l’aldilà, in HEREAFTER di CLINT EASTWOOD, che si svela attraverso gli occhi di tre persone in diverse parti del mondo e anche se le loro vite finiscono con l’intrecciarsi, iniziano il loro percorso da soli. Il personaggio di MATT DAMON medium riluttante, che tenta di sfuggire alla gente disperata che cerca un contatto con le persone amate che sono morte, incarna un ruolo con una 'missione-chiave' in seno ad una storia importante quanto i temi che tratta, a cominciare dai due perni opposti e complementari di vita e morte:

    “(il mio personaggio è) ... una persona molto sola. Negli ultimi tre anni la sua vita è cambiata radicalmente per la sua capacità di parlare con i morti. E’ qualcosa che non voleva, che considera più una maledizione che un dono. Interferisce con il suo entrare in relazione con gli altri, a causa di quello che prova quando ha qualche tipo di contatto fisico con loro... Il punto non è diventare un nichilista solitario. Il punto è aiutare le altre persone che sono sulla terra con te. E credo che questo sia l’unico messaggio veramente a favore della vita... i>”.
    Matt Damon
    MATT DAMON è James Granger - ispirato al reale James Rorimer che divenne direttore del Metropolitan Museum of Art di New York - in MONUMENTS MEN di GEORGE CLOONEY:

    "Non sapevo nulla di questa vicenda e sono rimasto sorpreso di scoprire che è vera. È la storia incredibile di un gruppo di persone disposte a sacrificare tutto per salvare le più importanti opere che abbiamo, il patrimonio artistico dell’umanità. Andare all’inseguimento dei tesori culturali e cercare di recuperarli, salvarli, proteggerli e preservarli… L’arte è l’anima della società, rappresenta il meglio che abbiamo realizzato. Distruggere i capolavori artistici significa distruggere qualcosa in modo irreversibile... Lei (Claire Simone/Rose Valland interpretata da Cate Blanchett) pensa: ‘Perché dovrei dirvi dove si trovano le opere? Ve le prendereste immediatamente’. Per lei si tratta di proteggere i capolavori artistici e Granger deve conquistare la sua fiducia, convincendola che, mantenendo il segreto, lei non protegge l’arte, ma anzi la mette in pericolo. Alla fine, Claire comprende che gli uomini di quel gruppo sono spiriti affini al suo".
    Matt Damon
    MATT DAMON veste i panni dell'agente governativo La Boeuf ne IL GRINTA (TRUE GRIT), il western rivisitato da JOEL & ETHAN COEN.
    MATT DAMON è David Norris, un ambizioso uomo politico disposto a cambiar rotta per amore dopo aver visto il futuro cui sembra destinato ne I GUARDIANI DEL DESTINO di GEORGE NOLFI. Ma qualcuno sul suo percorso sembra fermamente deciso ad intracciargli la via, verso quell'irrinunciabile amore per la ballerina Elise Sellas (EMILY BLUNT).

    Nonostante la natura affabile e l’atteggiamento diretto di David Norris facciano di lui un personaggio amato dalla gente, lui è comunque un essere umano e dunque ben predisposto a fare errori, così come evidenzia il suo stesso interprete MATT DAMON, ma è anche vero che l'amore fa miracoli:

    "Tende a mettersi nei pasticci. A volte è semplicemente troppo onesto… una caratteristica che non si accorda bene con la politica... Lui si innamora di lei dopo una conversazione di solo pochi minuti. E’ lei che gli suggerisce di essere semplicemente se stesso quando farà il suo discorso, e lui lo fa. Ed il discorso riscuote talmente tanto successo che lui immediatamente diventa il favorito nella prossima corsa per diventare il Senatore di New York".
    MATT DAMON è Benjamin Mee al fianco di SCARLETT JOHANSSON (Kelly Foster) in LA MIA VITA E' UNO ZOO di CAMERON CROWE.
    MATT DAMON è ancora nelle sale cinematografiche nei panni di Mr. Aaron in MARGARET di KENNETH LONERGAN:

    In LA MIA VITA E' UNO ZOO la storia inizia con Benjamin in alla ricerca di un nuovo equilibrio e alle prese con il difficile compito di crescere i due figli, di quattordici e sette anni:

    "Benjamin decide che hanno tutti bisogno di un cambiamento, si mette in cerca di un nuovo posto in cui vivere e trova questa magnifica proprietà, come fosse un destino. Dopodiché scopre che la proprietà comprende uno zoo. Benjamin non sa nulla di zoo ma, assecondando lo spirito d’avventura che la defunta moglie ha sempre apprezzato, decide di acquistare la proprietà con annesso zoo".
    Matt Damon
    MATT DAMON è Steve Butler in PROMISED LAND di GUS VAN SANT:

    "Il mio personaggio, Steve Butler, è un uomo comune di oggi. Ha abbandonato la comunità agricola dove è cresciuto perché la sua città stava morendo. Come molte persone, si è trasferito in una metropoli in cerca di maggiori opportunità. E ora ha un buon lavoro e guadagna bene".
    Matt Damon
    MATT DAMON è la figura umana chiamata Management in THE ZERO THEOREM di TERRY GILLIAM mentre è ancora al cinema nelle vesti di Max in ELYSIUM di NEILL BLOMKAMP
    MATT DAMON è Mark Watney in SOPRAVVISSUTO-THE MARTIAN di RIDLEY SCOTT:

    "Il tono spiritoso della storia non è mai fuori luogo e fa da complemento al dramma intenso della vicenda, cosa che non accade mai nel genere fantascientifico... Watney è un botanico e un ingegnere meccanico, inviato su Marte per studiare e rilevare campioni di terreno, nella speranza di scoprire la sua composizione e se è possibile renderlo coltivabile. È stato addestrato a sopravvivere, ma non ha molto tempo a disposizione. Immagina che ci vogliano 3 o 4 anni prima che possano soccorrerlo. Nella lotta fra uomo e natura, di solito è la natura ad avere la meglio"
    Matt Damon
    Matt Damon è William Garin in The Great Wall di Zhang Yimou:

    "La nostra storia comincia con un gruppo di mercenari inseguiti da una comitiva di nomadi nel nord della Cina attorno al 1100 d.C. Il film è sviluppato sull’idea che la Grande Muraglia era stata eretta a difesa dalla minaccia di alcuni leggendari mostri chiamati Tao Tei, che si palesavano ogni 60 anni ed erano capaci di attacchi di assoluta ferocia. Si tratta di figure terribili mai viste nell’Occidente, una qualcosa di incredibile fra dragone, grifone e orso. Il mostro più spaventoso che possiate mai aver visto. Quando attaccano in gruppo sono capaci di distruggere qualsiasi cosa si frapponga al loro cammino. Nella prospettiva di combattere e difendersi, i Cinesi hanno messo in piedi un esercito di guerrieri che dalla nascita non è stato educato a fare altro che difendere il proprio paese sulla Grande Muraglia dall’attacco di queste
    bestie. Così la nostra storia ha inizio con questi due mercenari che vanno praticamente a sbattere contro la Grande Muraglia. Inseguiti dai briganti
    caschiamo nelle mani dell’Ordine Senza Nome, alla vigilia del trentunesimo anniversario dell’attacco dei Tao Tei. Ci imbattiamo in una società così avanzata da aver inventato la polvere da sparo. Abbiamo sentito parlare della polvere da sparo e non ci dispiacerebbe provare a rubarne un po’. Al nostro arrivo, però, rimaniamo colpiti da questo incredibile esercito organizzato per combattere in un modo che non avevamo mai visto. E così rimaniamo incastrati nella difesa della muraglia
    "
    Matt Damon
    New Photo Gallery - MATT DAMON è Gardner Lodge in SUBURBICON di GEORGE CLOONEY:

    "C’è qualcosa nella consapevolezza nazionale che vuole guardare quegli anni con gli occhiali rosa. Vogliamo credere che tutti fossero in qualche modo più felici, ma ovviamente non era così e c’erano molte cose che non andavano... Il film inizia con una serie di certezze sul mio personaggio. Certezze che iniziano a incrinarsi quando lo vediamo tentare ripetutamente di tenere la situazione sotto controllo e fallire... Ho messo su qualche chilo. Gli uomini degli anni ‘50 non si tenevano in forma come facciamo oggi, o erano magrissimi o erano belli grassi. Mio nonno era uno di quelli grassi e io ho voluto assomigliargli, quindi ho dovuto modificare la linea del mio fisico. E’ un piccolo dettaglio, ma è molto tipico di quegli anni... 'Suburbicon' parla al periodo in cui viviamo. I vicini costruiscono un muro intorno alla casa dove si è appena trasferita la famiglia afro americana, cercando di impadronirsi del loro piccolo spazio. Ma la vera follia è proprio dietro l’angolo"
    Matt Damon
    Matt Damon è Bill Baker ne La ragazza di Stillwater di Tom McCarthy:

    "Ogni genitore è disposto a fare di tutto per i propri figli, anche violare la legge, ma Bill proviene da una regione precisa degli USA, di cui condivide la mentalità, e questo complica la situazione perché non capisce cosa stia accadendo intorno a lui... L'Oklahoma è un red state che vive dell'industria petrolifera. La loro esistenza dipende da quello, sono Repubblicani e trumpiani. Bill proviene da lì e ne condivide mentalità e caratteristiche. Non si scusa per chi è, sostiene il possesso delle armi, ma è stato costruito in modo critico. Abbiamo viaggiato su e giù per lo stato, tutto è lontano, le strade sono enormi, i camion sono enormi, è un posto molto specifico, assai diverso da dove sono cresciuto io. Le persone ci hanno accolto, ci hanno aiutato moltissimo a capire il personaggio, anche il tipo di Jeans che indossa influenza il mondo in cui cammina, la corporatura riflette il loro modo di vivere. Ogni dettaglio era fondamentale"
    Matt Damon
    Matt Damon è Jean de Carrouges in The Last Duel di Ridley Scott:

    "Ci abbiamo messo molto tempo ad acquistare i diritti del film, quando ho letto il libro ho capito subito che doveva essere fatto da Ridley, che riesce a raccontare quest'epoca come nessun altro"
    Matt Damon

    <- torna alla pagina principale di Matt Damon

    Cattiverie a domicilio

    Olivia Colman e Jessie Buckley - di nuovo insieme dopo La figlia oscura, opera prima ..

    Ex Machina

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - VINCITORE di 1 Premio OSCAR ai ..

    Cento domeniche

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 18. Festa del Cinema di ..

    Coincidenze d'amore

    Meg Ryan torna alla regia dopo Ithaca (2015) e mantiene anche il ruolo di interprete ..

    Ghostbusters: Minaccia Glaciale

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'11 Aprile

    "Quello che ho imparato entrando in questo mondo ..

    Highwaymen - L'ultima imboscata

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un film drammatico sui Texas Ranger che ..

    Priscilla

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Da Venezia 80.: Coppa Volpi a Cailee Spaeny - ..