ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Forrest Gump

    FORREST GUMP

    New Entry - 'Celluloid Portraits Vintage' - I Bellissimi! - Vincitore di [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Cannes 72. - Concorso - Tra i più attesi!!! - Dopo Django Unchained .... [continua]

    A Hidden Life

    A HIDDEN LIFE

    New Entry - Cannes 72. - Concorso - Terrence Malick, il regista più .... [continua]

    Juliet, Naked - Tutta un'altra musica

    JULIET, NAKED-TUTTA UN'ALTRA MUSICA

    New Entry - Dal Sundance Film Festival 2018 - Tratto dall'omonimo romanzo di Nick .... [continua]

    Sorry We Missed You

    SORRY WE MISSED YOU

    New Entry - 72. Cannes - Concorso

    "Dopo 'Io, Daniel Blake', mi ....
    [continua]

    I morti non muoiono

    I MORTI NON MUOIONO

    72. Cannes - Dal 13 Giugno .... [continua]

    The Lighthouse

    THE LIGHTHOUSE

    New Entry - Cannes 72. - Quinzaine des Réalizateurs .... [continua]

    Stanlio e Ollio

    STANLIO E OLLIO

    RECENSIONE - Dalla XIII. Festa del Cinema (18 ottobre-28 ottobre 2018) - Selezione Ufficiale .... [continua]

    Ma cosa ci dice il cervello

    MA COSA CI DICE IL CERVELLO

    Ancora al cinema - Nuova commedia per la coppia, di vita e di lavoro, .... [continua]

    Avengers: Endgame

    AVENGERS: ENDGAME

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 24 Aprile

    "È stato ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Il professore e il pazzo

    IL PROFESSORE E IL PAZZO

    Tra i più attesi!!! - La prima volta insieme sul grande schermo di due pesi massimi del cinema mondiale: i premi Oscar Mel Gibson e Sean Penn, in una storia tratta dall’acclamato best-seller di Simon Winchester - RECENSIONE - Dal 21 Marzo

    "Quando Mel Gibson mi ha chiesto di adattare il libro di Winchester, mi sono sentito al contempo euforico e scoraggiato. È la storia più complessa, elettrizzante ed emozionante che abbia mai letto. E mentre stavo scrivendo la sceneggiatura, un pensiero si è fatto strada in me. Ai notiziari si parlava di Google che stava lanciando il suo progetto 'moon shot', quello di scansionare su Internet ogni libro esistente. Apple stava rilasciando il suo ultimo iPhone, un dispositivo tascabile che contiene tutte le informazioni del mondo. Facebook ci connetteva con ogni persona che noi avessi mai conosciuto. E Wikipedia ci chiedeva, a noi utenti comuni, di contribuire a creare (in gergo tecnico 'crowdsourcing') l'enciclopedia più completa mai concepita prima. Ciò che avevo di fronte a me era una storia intensa e molto contemporanea, come 'The Social Network' e 'The Imitation Game'. Le speranze, le ambizioni e le lotte del Professore e del suo collaboratore pazzo non hanno solo una sorprendente somiglianza con quelle di Zuckerberg, Jobs e Gates, ma sono quasi un loro presagio. Non è un film d'epoca, è un film completamente attuale che sembra essere ambientato in un periodo precedente, e deve essere raccontato proprio in questo modo. Il pubblico lo percepirà come molto recente, dal punto di vista del look, delle riprese, delle scenografie e delle performance dei singoli attori. Nessuna ampollosità o sguardi languidi ad ornamento. Questa storia commuoverà... Abbiamo ereditato molte fotografie dell'epoca e molti film prima di noi, ambientati nello stesso periodo, hanno utilizzato questo materiale per ricreare l'aspetto del tempo. Il nostro approccio è stato diverso. Abbiamo creato un look che presupponeva il modo in cui quelle persone apparissero nei momenti 'non fotografati' della loro vita. I veri vestiti quotidiani che indossavano, le acconciature naturali, il caos in un salotto o in un ufficio o in una cucina che non era stata pulita e ordinata per gli occhi di una telecamera. Questo è stato il nostro metodo per trasportare il pubblico direttamente nelle vite dei nostri personaggi".
    Il regista e co-sceneggiatore P. B. Sherman

    (The Professor and the Madman; IRLANDA 2016; Drammatico; 124'; Produz.: Fastnet Films/22h22/Icon Entertainment International; Distribuz.: Eagle Pictures)

    Locandina italiana Il professore e il pazzo

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Short Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: Il professore e il pazzo

    Titolo in lingua originale: The Professor and the Madman

    Anno di produzione: 2016

    Anno di uscita: 2019

    Regia: P. B. Shemran

    Sceneggiatura: P.B. Shemran, John Boorman, Todd Komarnicki e Simon Winchester

    Soggetto: Basato sul romanzo bestseller del 1998 di Simon Winchester: la storia, rimasta segreta fino a pochi anni fa, è quella di un’incredibile ed inaspettata amicizia tra il professor James Murray, filologo britannico a cui venne affidato l’incarico di redigere l’Oxford English Dictionary, e un colto e visionario assassino rinchiuso in un manicomio criminale londinese.

    Cast: Mel Gibson (James Murray)
    Sean Penn (Dr. William Chester Minor)
    Eddie Marsan (Mr. Muncie)
    Natalie Dormer (Eliza Merrett)
    Jennifer Ehle (Ada Murray)
    Steve Coogan (Frederick Furnivall)
    Stephen Dillane (Richard Brayn)
    Ioan Gruffudd (Henry Bradley)
    Jeremy Irvine (Charles Hall)
    Laurence Fox (Phili Lyttelton Gell)
    Anthony Andrews (Benjamin Jowett)
    Lars Brygmann (Max Mueller)
    Bryan Murray (Henry Liddell)
    David O'Hara (Church)
    Sean Duggan (Tom Coleman)
    Cast completo

    Musica: Bear McCreary

    Costumi: Eimer Ni Mhaoldomhnaigh

    Scenografia: Tom Conroy

    Fotografia: Kasper Tuxen

    Montaggio: John Gilbert

    Casting: Daniel Hubbard

    Scheda film aggiornata al: 05 Maggio 2019

    Sinossi:

    Gibson interpreta il professor James Murray, che nel 1857 intraprese la realizzazione del celebre Oxford English Dictionary. Sean Penn interpreterà Dr WC Minor, responsabile di oltre 10.000 voci del dizionario pur essendo ricoverato al manicomio di Broadmoor.

    Il film è la storia vera del Professor James Murray (Mel Gibson) al quale viene affidata la redazione del primo dizionario al mondo che racchiuda tutte le parole di lingua inglese. Per far ciò il Professore avrà l’idea di coinvolgere la gente comune invitandola a mandare via posta il maggior numero di parole possibili. Arrivato però ad un punto morto, riceve la lettera di William Chester (Sean Penn) un ex professore ricoverato in un manicomio perché giudicato malato di mente. Le migliaia di parole che il Dr. Chester sta mandando via posta sono talmente fondamentali per la compilazione del dizionario che i due formeranno un’insolita alleanza che si trasformerà in una splendida amicizia.

    Short Synopsis:

    Professor James Murray begins work compiling words for the first edition of the Oxford English Dictionary in the mid 19th century and receives over 10,000 entries from a patient at Broadmoor Criminal Lunatic Asylum , Dr William Minor

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Londra 1872. Conosciamo prima il suo respiro. Un respiro ansimante in cui è possibile riconoscere, con il senno di poi alla fine del film, la metafora dell’iconica sofferenza di una mente disturbata. Gli scalini discesi a fatica a causa delle catene che limitano i movimenti, i flashback che si annidano nel tragico ed inutile omicidio di un padre di famiglia innocente, tradiscono la ragione del processo in corso in una sala di tribunale. Si può scambiare un fantasma con una persona reale? Ebbene si. Il Dr. William Chester Minor, subliminale ritratto in celluloide di un immenso, monumentale, Sean Penn, realizza uno scambio di persona all’ombra della sua mente traumatizzata da certe esperienze vissute a pelle in tempo di guerra. Ce lo raccontano numerose schegge dei suoi strazianti flashback, e i tratti di un volto dilaniato da una sofferenza interiore alimentata dai sensi di colpa. Il suo atto insensato lascia senza

    risorse una giovane vedova (la Eliza Merrett di un’incisiva Natalie Dormer) e sei bocche da sfamare. Su un altro campo prende vita il sedicente Professor James Murray di Mel Gibson, lessicografo e filologo britannico che si propone ad Oxford per l’affido di un’opera magna come la redazione del celebre Oxord English Dictionary, il primo dizionario al mondo a racchiudere tutte le parole in lingua inglese. Quel che si intuisce essere stata un’impresa titanica, eppure realizzata davvero nella realtà. Impresa che d’altra parte non avrebbe mai visto la luce senza il fondamentale contributo dell’ ex chirurgo schizofrenico e omicida Dr WC Minor di Sean Penn, autore di oltre 10.000 voci del dizionario, dal cuore della sua cella di detenzione nel manicomio di Broadmoor. Come i due siano venuti in contatto al punto da maturare persino un’amicizia solida e fruttuosa per entrambi, diventa l’anima del film Il professore e il pazzo del

    regista iraniano P. B. Shemran (pseudonimo di Farhad Safinia, già sceneggiatore dell'Apocalypto diretto da Mel Gibson), basato sul romanzo bestseller del 1998 di Simon Winchester. Una storia rimasta segreta fino a pochi anni fa che è stata riesumata dal passato, prima dalla pagina scritta e poi dalla celluloide, con la premura di rispettarne la coerenza cronologica - lo testimoniano scenografie e costumi – senza rinunciare all’ambizione di abbracciare il timbro narrativo contemporaneo.

    Quel che emerge gradualmente sul filologo Murray del granitico ed imponente Gibson, scorre sul grande schermo, in mezzo alle mille difficoltà incontrate dal suo personaggio tra i professoroni di Oxford, non estranei ad insidiose dietrologie comportamentali, e pure in mezzo alle titubanze della sua fedele moglie, con una gragnola di figli da accudire. Quello che affiora sul conto del colto e visionario assassino di Sean Penn, invece, oltre alle visioni dello stesso personaggio, trova spesso coloriture integrative nella voice

    over dell’ambiguo psichiatra, mentre relaziona i vari tentativi di cura del suo paziente, tratteggiandone fobie, visioni ed alterazioni comportamentali. I campi strettissimi della macchina da presa su tutti volti, in particolare sul Minor di Penn, vanno a sigillare francobolli espressivi di rara intensità e bellezza figurativa, elevando l’attore sul regale piedistallo del climax interpretativo. All’immensità del monumentale Sean Penn, qui tradotto nell’ex dottore William Chester Minor, si è pure dedicato uno ‘speciale Ritratti in celluloide’ integrativo nella rubrica ‘Speciali’ (https://www.celluloidportraits.com/editoriale.php?id=544). E’ un personaggio il suo, a tutto campo, che pervade ogni spazio anche quando non è presente in scena. E mentre si delineano con chiarezza sia il suo rapporto con il Murray Di Gibson per le voci del dizionario, in una sorta di comunione culturale, sia la sua volontà di redenzione donando i suoi introiti alla giovane vedova come risarcimento del mal tolto, si rendono meno

    plausibili le dinamiche che coinvolgono Minor/Penn e la stessa vedova Eliza/Dormer: in particolare come l’iniziale e comprensibilissimo rifiuto assoluto maturi addirittura sul piano affettivo amoroso. Stupendo invece il tratteggio di mezzo che estorce da ognuno dei personaggi la diversa sofferenza fino all’aiuto reciproco. Interessante anche il ruolo della compassionevole guardia del manicomio criminale, indulgente e comprensiva nei confronti di Minor/Penn e della sua disgraziata condizione.

    Una storia che fa dunque perno sui diversi tormenti di un manipolo di personaggi, ristretto tanto quanto l’occhio della macchina da presa puntato su di loro. Mentre intanto il Frederick Furnivall di Steve Coogan, nei paraggi di Oxord, getta qua e là uno sguardo di sana ironia su certi contraddittori e controversie d’epoca da cui prende le distanze per diffondere il buon senso mancante. Contraddittori e controversie che, in altra veste, sembrano aver comunque raggiunto la contemporaneità. La tendenza a misconoscere l’impegno di altri e

    farlo proprio è familiare a nessuno?!

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)








    trailer ufficiale:



    clip 'L'incontro':



    clip 'Ho bisogno di libri':



    clip 'Volontario':



    clip 'L'offerta':



    clip 'Libertà':

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de IL PROFESSORE E IL PAZZO

    Links:

    • Mel Gibson

    • Sean Penn

    • Natalie Dormer

    • Steve Coogan

    • Jennifer Ehle

    • Jeremy Irvine

    1 | 2

    Galleria Video:

    Il professore e il pazzo - trailer

    Il professore e il pazzo - trailer (versione originale) - The Professor and the Madman

    Il professore e il pazzo - clip 'L'incontro'

    Il professore e il pazzo - clip 'Ho bisogno di libri'

    Il professore e il pazzo - clip 'Volontario'

    Il professore e il pazzo - clip 'L'offerta'

    Il professore e il pazzo - clip 'Libertà'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Dolor Y Gloria

    DOLOR Y GLORIA

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Cannes 2019 - Concorso: VINCITORE della .... [continua]

    John Wick 3 - Parabellum

    JOHN WICK 3 - PARABELLUM

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 16 Maggio

    Si vis pacem, para bellum (Se vuoi ....
    [continua]

    Attenti a quelle due

    ATTENTI A QUELLE DUE

    Anne Hathaway e la 'strabordante' Rebel Wilson (Pitch Perfect, Le amiche della sposa, Single ma .... [continua]

    Pokémon Detective Pikachu

    POKÉMON DETECTIVE PIKACHU

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 9 Maggio

    "Sono davvero nervoso, voglio che sia fatto ....
    [continua]

    Pet Sematary

    PET SEMATARY

    RECENSIONE - Il ritorno al cinema di Stephen King - Dal 9 Maggio .... [continua]

    Red Joan

    RED JOAN

    RECENSIONE - 40 anni sotto copertura. Ha tradito per cambiare il nostro destino. Un’incredibile storia .... [continua]

    I fratelli Sisters

    I FRATELLI SISTERS

    RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'argento - Miglior regia alla 75. Mostra del .... [continua]