ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Frammenti dal passato-Reminiscence

    FRAMMENTI DAL PASSATO-REMINISCENCE

    New Entry - Un thriller Sci-Fi come debutto alla regia di Lisa Joy (cognata .... [continua]

    No Sudden Move

    NO SUDDEN MOVE

    New Entry - USA: Dal 1° Luglio .... [continua]

    Mothering Sunday

    MOTHERING SUNDAY

    New Entry - In anteprima mondiale a Cannes 2021 .... [continua]

    Lei mi parla ancora

    LEI MI PARLA ANCORA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Pupi Avati torna dietro la macchina da .... [continua]

    Eternals

    ETERNALS

    New Entry - Angelina Jolie e Salma Hayek tra gli altri 'eroi', nel nuovo .... [continua]

    The Ice Road

    THE ICE ROAD

    New Entry - USA: Dal 25 Giugno .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Casanova

    IL MITO DI ‘CASANOVA’ RIVISITATO DA LASSE HALLSTRÖM

    Dalla 62a Mostra del Cinema di Venezia

    "Venezia! Mi sono follemente innamorato di questa città nel momento in cui vi sono arrivato due anni fa per trasformare la storia di Casanova in un film. Mi sentivo come se dopo un lungo viaggio fossi tornato a casa, finalmente a casa. Lo scorso novembre ho dovuto dirle addio, ma da allora custodisco gelosamente i suoi ricordi e le sue sfumature desiderandola ardentemente, e contando i giorni che mi separano dal momento in cui potrò ritornarvi e mostrarle il frutto del nostro lavoro d’amore: Casanova, la commedia romantica, il divertimento puro. Il film può non rispecchiare sempre la verità dei fatti biografici di Casanova, ma vuole essere fedele allo spirito del luogo e alla passione di quei tempi. Mi auguro che l’ispirazione e la bellezza che Venezia ci ha offerto si riflettano sullo schermo, attraverso l’interpretazione, la scena, la fotografia, attraverso tutto l‘amore e la cura che il cast e la troupe hanno messo in questo film”.
    Il regista Lasse Hallström

    (Casanova, USA 2005; commedia romantico-satirica; Durata: 108’; Produz.: Touchstone; Distribuz.: Buena Vista International)

    Locandina italiana Casanova

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Casanova

    Titolo in lingua originale: Casanova

    Anno di produzione: 2005

    Anno di uscita: 2005

    Regia: Lasse Hallström

    Sceneggiatura: Jeffrey Hatcher, Kimberly Simi

    Soggetto: Kimberly Simi e Michael Cristofer

    Cast: Heath Ledger (Casanova)
    Sienna Miller (Francesca)
    Lena Olin (Andrea)
    Natalie Dormer (Victoria)
    Charlie Cox (Giovanni Bruni)
    Jeremy Irons (Pucci)
    Oliver Platt (Paprizzio)
    Phil Davies (Guardi)
    Stephen Greif (Donato)
    Omid Djalili (Lupo)
    Paddy Ward (Vittorio)
    Ken Scott (Dalfonso)
    Tim McInnerny (Il Doge)
    Helen McCrory (la madre di Casanova)
    Leigh Lawson (Tito, l’amante della madre di Casanova)
    Cast completo

    Musica: Alexandre Desplat

    Costumi: Jenny Beavan

    Scenografia: David Gropman

    Fotografia: Oliver Stapleton

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    “E’ il più grande seduttore del mondo. Uno spavaldo, un maestro del travestimento e dell’ingegno, alle cui sofisticate tecniche di seduzione amorosa nessuna donna può resistere. Ma le cose stanno per cambiare.
    Per la prima volta nella sua vita, il leggendario Casanova (Heath Ledger) sta per fare la conoscenza di una donna che gli renderà la pariglia, la bella veneziana Francesca (Sienna Miller), che farà ciò che il seduttore aveva ritenuto fino ad allora impossibile: rifiutarlo. Con una serie di brillanti travestimenti e astuti stratagemmi, Casanova cerca di avvicinarsi a Francesca ma il gioco si fa pericoloso, poiché il grande seduttore rischia di perdere non solo la vita e la reputazione ma anche l’unica chance di vivere una autentica passione…”.

    Commento critico (a cura di Patrizia Ferretti)

    UN DELIZIOSO E SPUMEGGIANTE AFFRESCO SETTECENTESCO IN VENA SATIRICO-FARSESCA, OMAGGIO ALLA COMMEDIA DELL’ARTE E ALL’ATMOSFERA BRIOSA E ‘GODERECCIA’ DELLA VENEZIA DELL’EPOCA. MA SI SA CHE, SCHERZANDO, SCHERZANDO ARLECCHINO SI CONFESSA. COSI’ CON ‘CASANOVA’ IL REGISTA LASSE HALLSTRÖM CI OFFRE SU UN PIATTO D’ARGENTO UNA DIVERTENTISSIMA CHICCA DOVE NEL GUARDARE CON SOTTILE E COMPIACIUTA IRONIA AL PALCOSCENICO DELLA VITA DI ALLORA, STRIZZA L’OCCHIO A QUELLO DI OGGI, CHE CONTINUA A METTERE IN SCENA LE PROPRIE STORIE DI QUOTIDIANE CONTRADDIZIONI, SUL PIANO MORALE, SOCIALE OLTRE CHE PERSONALE. IN TAL SENSO, QUESTO ‘ CASANOVA’ RISCHIA DI ESSERE UNA FELICE E BURLESCA OPERA D’ARTE, MA ANCHE UNA DENUNCIA DI VERA E BRUCIANTE ATTUALITA’.

    Ci si chiede come un regista non italiano come Lasse Hallström (Le regole della casa del sidro, Chocolate), sia stato così superbamente capace di catturare l’autentica essenza dello spirito veneziano dell’epoca, nella sua globale complessità, condito con precisi e opportuni riferimenti culturali,

    dalla commedia dell’arte alla pittura settecentesca tra ‘vedutismo’ e ‘capriccio’ di Canaletto, Guardi ecc., agli usi e costumi, passioni e contraddizioni appuntate come un fiore all’occhiello e perfettamente aderenti al luogo e all’epoca di riferimento, inclusa la felice esaltazione per l’evasione d’amore col mezzo più moderno e bizzarro di quegli anni, qui tradotto in una coloratissima mongolfiera-arlecchina dal tocco più pittorico che fotografico. Per non dire dell’amorevole sguardo con cui il regista carezza, più con il cuore che con l’occhio della macchina da presa, i vari calle e scorci lagunari della città, alla quale egli sembra aver giurato amore eterno. Questo Casanova, onorato peraltro da un cast da fuochi d’artificio (Jeremy Irons/Picci e Oliver Platt /Paprizzio in testa), risulta essere tuttavia molto di più che un film tra il biografico e il romanzato sul seduttore più chiacchierato di tutti i tempi - sono dichiarate le licenze che il film si

    prende sulla verità storica intorno al personaggio - quanto piuttosto uno spaccato d’epoca che tradisce un messaggio di grande attuale modernità, nello stile identificabile in un’indiscussa opera d’arte sul piano cinematografico. Quante velleità occultate sotto veli in multistrato di ciprie e parrucche! Il make up ideale dell’imperante e lezioso perbenismo! Il Casanova di Lasse Hallström sembra soprattutto il pretesto per una storia personale (del personaggio in questione) da coniugarsi sulle corde di una satira socio-morale, fatta di convenzioni e compromessi dove la donna risulta indubbiamente la vittima sacrificale elettiva.
    Evidentemente ogni società nella propria epoca di riferimento ha sempre avuto e magari occultato qualche ‘eroina’ femminile, qualche spirito eletto tra la massa delle ‘condizionate’ dal sistema di turno. Donne animate da un mix di intelligenza, combattività indomita, capaci di duellare con il corpo, con la mente e con lo spirito. E qui, nel caso di Casanova, la donna d’eccezione è senz’altro

    Francesca (Sienna Miller), anche se pure Victoria (Natalie Dormer) o Andrea (Lena Olin) hanno a loro modo assi nella manica per ottenere alla fine ciò che vogliono, disposte ad auto smascherarsi, alla fine, dell’identità di circostanza imposta loro. Attraverso questa ‘satira recitata in farsesco’ sulla mitica figura di Casanova nello scenario di una Venezia che non si limita a fare da sfondo ma si impone all’attenzione come co-protagonista a tutti gli effetti, quale complice elettiva di inganni e astuzie varie, di quella sorta di giostra dello spettacolo nello spettacolo che è il palcoscenico della vita, si mette il dito nelle piaghe di tutti i tempi. Quel palcoscenico della vita e quello spettacolo dove abbondano le repliche, e dove non si sa mai fino in fondo chi è chi, che la maschera sia visibile e apertamente manifesta o, più o meno deliberatamente, più o meno accuratamente, celata. Dove le donne vergini,

    se e quando realmente lo sono di fatto, è tutto da dimostrare che lo siano nel cuore, magari fa comunque loro onore schiettezza e bontà d’animo. Dove il compromesso e il ‘protezionismo’ reale’, ‘ventilato’ o di ‘circostanza’, di persone dalla integrità morale discutibile da parte dei potenti di turno regnava sovrano allora così come oggi. Qui, in questo Casanova, ogni personaggio recita la sua parte o le sue parti multiple finché stanchi delle ‘convenzioni’ scelgono di buttar giù la maschera a favore dell’autentica verità della propria identità e dei propri reali desideri e aspirazioni. Un messaggio di positività e di speranza dunque, che ci giunge paradossalmente proprio dall’epoca più leziosa e contraddittoria che si conosca: il Settecento.

    Links:

    • Lasse Hallström (Regista)

    • Heath Ledger

    • Jeremy Irons

    • Sienna Miller

    • Lena Olin

    • Natalie Dormer

    • Oliver Platt

    • Naike Rivelli

    • INTERSTELLAR: FORSE CHE SI, FORSE CHE NO! (A cura di ROSS DI GIOIA) (CineSpigolature)

    • 62a Mostra: Lido di Venezia, 3 settembre 2005 PRESS CONFERENCE & DINTORNI : Casanova per la regia di LASSE HALLSTRŐM (Interviste)

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    BUENAV_casanova.mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Comedians

    COMEDIANS

    Dal 10 Giugno - Gabriele Salvatores traspone sul grande schermo l'omonima e celebre pièce teatrale .... [continua]

    Una donna promettente

    UNA DONNA PROMETTENTE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: VINCITORE del Premio alla 'Miglior Sceneggiatura Originale' (Emerald .... [continua]

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), di cui il regista .... [continua]

    Quelli che mi vogliono morto

    QUELLI CHE MI VOGLIONO MORTO

    Dal 3 Giugno in esclusiva digitale - RECENSIONE - Adattamento cinematografico del romanzo di Michael .... [continua]

    Crudelia

    CRUDELIA

    Craig Gillespie dirige Emma Stone nei panni di una giovane Crudelia De Mon. L'origin story, .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    Dal 20 Maggio al cinema in versione originale e dal 27 in italiano - RECENSIONE .... [continua]

    Un altro giro

    UN ALTRO GIRO

    Dal 20 Maggio al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: VINCITORE del .... [continua]