ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Comedians

    COMEDIANS

    New Entry - Gabriele Salvatores traspone sul grande schermo l'omonima e celebre pièce teatrale .... [continua]

    Casa della notte

    CASA DELLA NOTTE

    New Entry - Dal Sundance Film Festival 2020 in prima mondiale - Rebecca .... [continua]

    Swan Song

    SWAN SONG

    New Entry - .... [continua]

    Valley of the Gods

    VALLEY OF THE GODS

    New Entry - L’uomo più ricco sulla terra. Un giovane scrittore in crisi. Un’ancestrale .... [continua]

    Another Round Remake

    ANOTHER ROUND REMAKE

    New Entry - Leonardo DiCaprio acquisisce i diritti per il remake americano dell'originale danese .... [continua]

    The Nest - L'inganno

    THE NEST - L'INGANNO

    New Entry - Dal 14 Maggio on demand su: Sky Primafila, Chili, Google Play, .... [continua]

    Blacklight

    BLACKLIGHT

    New Entry - Liam Neeson torna a collaborare con il regista Mark Williams dopo .... [continua]

    Nomadland

    NOMADLAND

    Oscar 2021 - VINCITORE di 3 Premi: 'Miglior Film'; 'Miglior Regia' (Chloé Zhao), 'Miglior .... [continua]

    The Song of Names - La musica della memoria

    THE SONG OF NAMES-LA MUSICA DELLA MEMORIA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal SAN SEBASTIÁN 2019 - Clive Owen .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La fuga di Martha

    LA FUGA DI MARTHA

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - VINCITORE del PREMIO per la 'MIGLIOR REGIA' al FESTIVAL SUNDANCE 2011, e del 'PRIX DE LA JEUNESSE' a CANNES - Dal 25 MAGGIO

    "Ho voluto fare qualcosa imperniato sui personaggi, contemporaneo e naturalistico. Trovo che d’abitudine i culti sono tratteggiati in modo che alla fine risultano caricature di se stessi. Ho perciò preso a fare un sacco di ricerche, e ho letto un passaggio che mi è letteralmente saltato addosso e mi ha detto ‘questa è la storia che voglio raccontare.’ Trattava di una ragazza che aveva lasciato un gruppo che stava crescendo sempre più violento. Mi chiedevo come fossero per lei le settimane successive alla sua fuga. Come ci si riadatta alla normale società dopo quello che si è vissuto?."
    Il regista e sceneggiatore Sean Durkin

    (Martha Marcy May Marlene; USA 2011; Thriller psicologico; 101'; Produz.: Searchlight Pictures/Maybach Cunningham/Filmhaven Entertainment/Borderline Films in associazione con This is That ; Distribuz.: 20th Century Fox)

    Locandina italiana La fuga di Martha

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: La fuga di Martha

    Titolo in lingua originale: Martha Marcy May Marlene

    Anno di produzione: 2011

    Anno di uscita: 2012

    Regia: Sean Durkin

    Sceneggiatura: Sean Durkin

    Cast: Elizabeth Olsen (Martha)
    Christopher Abbott (Max )
    Brady Corbet (Watts )
    Hugh Dancy (Ted )
    Maria Dizzia (Katie )
    Julia Garner (Sarah )
    John Hawkes (Patrick)
    Louisa Krause (Zoe )
    Sarah Paulson (Lucy )
    Adam David Thompson (Bartender)

    Musica: Saunder Jurriaans & Danny Bensi

    Costumi: David Tabbert

    Scenografia: Chad Keith

    Fotografia: Jody Lee Lipes

    Montaggio: Zac Stuart-Pontier

    Casting: Susan Shopmaker, C. S. A. & Randi Glass

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Storia di una giovane donna che cade in una grave crisi di identità dopo avere lasciato i confini di una comunità-setta rurale. Intrappolata tra sconvolgenti sprazzi di ricordi dal passato e visioni di un futuro pericoloso, viene sopraffatta da un confuso senso di timore che la getta in preda a paranoie e misteriosi sensi di colpa.

    Martha (Elizabeth Olsen) scappa da un’idilliaca fattoria verso i boschi dell'Upstate dello Stato di New York. Spaventata e senza posto ove andare, chiama la sorella lontana che non vede da anni (Sarah Paulson), e si trova improvvisamente nel Connecticut in una lussuosa casa estiva in riva al lago, con Lucy e il suo nuovo marito Ted (Hugh Dancy). Bellezza e comodità del nuovo ambiente di Martha si scontrano con tutto ciò che prova come segreta fuggiasca da un mondo inspiegabile e tanto lontano dalle regole della società, al punto che lei non è in grado di avere comportamenti che per gli altri sono normali.
    Martha può anche essere fuggita, ma resta prigioniera di ricordi che lentamente e in modo devastante cominciano a possederla, infiltrandosi nella sua nuova vita, portando alla luce tutto ciò che ha vissuto (a partire dal desiderio innocente di vita familiare che l’ha condotta a una comune agricola isolata e alla gelida relazione con il paterno e plagiatore capo della comunità Patrick (John Hawkes), e accumulandosi sino a rivelare la fonte straziante del suo crescente terrore.

    SYNOPSIS:

    Haunted by painful memories and increasing paranoia, a damaged woman struggles to re-assimilate with her family after fleeing an abusive cult.

    Martha has run away from an abusive hippie-like cult where she was living as Marcy May for two years. She turns to her sister and brother-in-law who take her in and want to help her. The problem is Martha is having a hard time separating dreams from reality and when haunting memories of her past keep resurfacing, she may need more help than anyone is able to give her.

    Commento critico (a cura di ERMINIO FISCHETTI)

    Una fattoria desolata in mezzo al nulla. Una piccola comune dove un guru sinistro gestisce le vite dei suoi abitanti. Da quel rigoglioso mondo, all’apparenza così puro e incontaminato, dove si vive dei frutti della terra e la vita sembra semplice, una ventenne fugge improvvisamente e torna a casa dalla sorella più grande - appena sposata ad un uomo di successo - preoccupata per la sua scomparsa. Due linee temporali (composte di flashback e flashforward spesso sovrapposti e volutamente confusi) per raccontare il disagio interiore di una giovane donna che diventa sempre più amplificato attraverso una dimensione di paura e paranoia, follia e solitudine, che la condurranno nei più intricati labirinti della mente. Un thriller dai contorni horror e sotterranei affidati allo sfondo di un’America dall’apparente natura incontaminata e rigogliosa (intervallata dal bosco, e quindi dal verde, nella fattoria della setta, mentre dal lago, e quindi dall’azzurro e dall’acqua,

    nella casa della sorella) dove la follia di un guru senza scrupoli trasforma la Martha, Marcy May, Marlene del titolo originale nelle tre facce della stessa medaglia di un’unica anima il cui ribollirsi interiore diventa un surplus di crudele introspezione psicologica.

    L’esordiente Sean Durkin (produttore di quell’inquietante Afterschool di Antonio Campos uscito un paio di anni fa), vincitore l’anno scorso del premio alla regia al prestigioso Sundance, nonché di una valanga di premi della critica, non concretizzati poi nella vetrina degli Oscar (delusione maggiore per la splendida protagonista Elizabeth Olsen, la sorella minore e artisticamente più dotata delle famose gemelle, che sembrava avere più chance del film, troppo permeato nella struttura del cinema indie per rientrare nei gusti dell’Academy), sviluppa una pellicola affascinante sotto l’aspetto psicologico e registico, che però non sempre si rivela comprensibile preferendo così una linea narrativa estremamente criptica. È il mistero della storia che connatura tutta

    la pellicola, spesso sfociata in una deriva priva di evoluzioni narrative portando così l’incedere delle immagini verso una dimensione circolare poco propensa alla risoluzione. Di conseguenza, La fuga di Martha si rivela proprio un film che non rispecchia per nulla gli schemi esaurienti ed esplicativi, fino all’eccesso, del cinema americano (sembra in questo più un thriller nordeuropeo), anche se al contrario lo è profondamente nel taglio psicologico dei personaggi, nei suoi temi e nelle sue inquietudini, nei suoi crimini e nelle sue violenze. Una pellicola che si focalizza in maniera agghiacciante su quell’America fatta di estremismi, sette, guru e follia dove iniziazione è sinonimo di stupro e volontà di paura, dove pure la famiglia, che dovrebbe associarsi alle espressioni sicurezza, salvezza e porto sicuro, si trasforma in un rituale di incomprensioni, silenzi e sensi di colpa.

    Straordinarie performance di recitazione (la già citata Elizabeth Olsen, meravigliosamente inceppata nel lavaggio del

    cervello di regole e comportamenti della comune tanto da essere incapace di ribellarsi a se stessa, l’attore indie John Hawkes, nelle vesti del padre spirituale cinico e sottilmente sadico, la sottovalutata Sarah Paulson, affettuosa quanto fredda sorella dall’animo borghese) per uno script di pochi dialoghi e splendide immagini. Una pellicola già destinata ad essere un cult in America e a cadere nel silenzio in Italia. Se non altro, sarebbe da vedere anche solo per avere un’idea di un altro (e più interessante) aspetto del cinema americano a cui troppo poco siamo abituati.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de LA FUGA DI MARTHA

    Links:

    • John Hawkes

    • Sarah Paulson

    • Elizabeth Olsen

    1 | 2

    Galleria Video:

    La fuga di Martha - trailer

    La fuga di Martha - trailer (versione originale) - Martha Marcy May Marlene

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Una donna promettente

    UNA DONNA PROMETTENTE

    Oscar 2021: VINCITORE del Premio alla 'Miglior Sceneggiatura Originale' (Emerald Fennell) - Oscar .... [continua]

    Un altro giro

    UN ALTRO GIRO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: VINCITORE del Premio al 'Miglior Film Internazionale' (dedicato .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (8 Maggio 2021) - Oscar 2021 - VINCITORE di .... [continua]

    The Invisible Woman

    THE INVISIBLE WOMAN: RALPH FIENNES TORNA ALLA REGIA CON UN DRAMMA NEL QUALE INTERPRETA CHARLES DICKENS

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - La segretissima storia d'amore di Charles Dickens .... [continua]

    Honest Thief

    HONEST THIEF

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Liam Neeson rapinatore di banche pronto a .... [continua]

    L'amico del cuore

    L'AMICO DEL CUORE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 18 Marzo .... [continua]

    Morgan

    MORGAN

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un essere artificiale a rischio pone un .... [continua]