ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Small Things Like These

    Berlinale 2024 (Film d'Apertura il 15 Febbraio) "Con 'Small Things Like These', Tim Mielants racconta la ..

    Spaceman

    Berlinale 2024 il 20 Febbraio - Dal 1° Marzo in streaming su Netflix ..

    Seven Veils

    Berlinale 2024: il 22 Febbraio ..

    Love Lies Bleeding

    Berlinale 2024 il 18 Febbraio ..

    The Outrun

    Berlinale 2024 - Panorama ..

    Longlegs

    New Entry - Il regista Oz Perkins - figlio d'arte dell'attore Anthony Perkins, già protagonista ..

    The Instigators

    New Entry - Matt Damon e Casey Affleck nel cast - Affleck anche co-sceneggiatore - ..

    L'imprevedibile viaggio di Harold Fry

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Una celebrazione della vita, un ritratto sincero dell'amore universale interpretato ..

    Anatomia di una caduta

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - VINCITORE della Palma d'Oro a Cannes 2023 - Dalla Festa ..

    Yesterday

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal Taormina Film Festival 2019 - Dal 26 ..

    Home Page > Movies & DVD > Il Dittatore

    IL DITTATORE: SACHA BARON COHEN SATIREGGIA COME AL SOLITO SU SPINOSISSIME QUESTIONI INDOSSANDO LA MASCHERA DI UN PERSONAGGIO PIUTTOSTO... 'INDIGESTO'!

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 15 GIUGNO

    (The Dictator; USA 2012; Commedia; Produz.: Four by Two Films/KanZaman Services/Kanzaman; Distribuz.: Universal Pictures International Italy)

    Locandina italiana Il Dittatore

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Il Dittatore

    Titolo in lingua originale: The Dictator

    Anno di produzione: 2012

    Anno di uscita: 2012

    Regia: Larry Charles

    Sceneggiatura: Sacha Baron Cohen, Alec Berg, Jeff Schaffer e David Mandel

    Soggetto: Liberamente ispirato al romanzo best seller Zabibah and The King di Saddam Hussein.

    Cast: Sacha Baron Cohen (Generale Aladeen)
    Ben Kingsley (Tamir)
    Anna Faris (Zoey)
    Jason Mantzoukas (Nadal)
    Fred Melamed (capo scienziato nucleare)
    Michele Berg (madre di Aladeen)
    Aasif Mandvi (dottore)
    Rizwan Manji (paziente)
    Chris Gethard (Clark)
    Cuco Usín (assassino)
    Megan Fox (se stessa)
    Anna Katarina (Angela Merkel)
    Kevin Corrigan (Slade)
    Rocky Citron (Aladeen bambino)
    Liam Campora (Aladeen a 6 anni)
    Cast completo

    Musica: Erran Baron Cohen

    Costumi: Jeffrey Kurland

    Scenografia: Victor Kempster

    Fotografia: Lawrence Sher

    Montaggio: Greg Hayden e Eric Kissack

    Effetti Speciali: Andrew Mortelliti

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Il film racconta l’eroica storia di un dittatore che ha rischiato la sua vita per fare in modo che la democrazia non prenda piede nel Paese che sta amorevolmente opprimendo.

    IN DETTAGLIO:

    Sacha Baron Cohen entra nelle scarpe autocratiche e molto lucide dell’Ammiraglio Generale Haffaz Aladeen, un dittatore che rischia la propria vita per assicurarsi che la democrazia non arrivi mai nel paese che opprime con tanto amore, ne Il Dittatore.

    Ricco di petrolio e isolato, lo stato nord africano di Wadiya è governato dalla veemenza dell’anti-occintentale Aladeen, fin da quando aveva sei anni, quando fu nominato Supremo Leader in seguito alla sfortunata morte del padre, tristemente ucciso in un incidente di caccia, raggiunto da 97 proiettili vaganti e da una bomba a mano. Fin dalla sua ascesa al potere assoluto, il consulente di fiducia di Aladeen è sempre stato lo Zio Tamir (Sir Ben Kingsley), che è capo della polizia segreta, capo della sicurezza e procuratore di donne. Sfortunatamente per Aladeen ed i suoi consiglieri, il tanto disprezzato Occidente ha iniziato a ficcare il naso negli affari di Wadiya, e le Nazioni Unite hanno ripetutamente sanzionato il paese negli ultimi dieci anni, il Dittatore non è assolutamente intenzionato a far scorazzare un ispettore del consiglio di sicurezza nel suo impianto segreto di armi… forse non conoscono il significato della parola ‘segreto’? Ma dopo un tentativo di assassinio, la vita prenderà un’altra piega per il Supremo Leader, Tamir convince Aladeen ad andare a New York per parlare alle Nazioni Unite delle loro preoccupazioni. Così il Generale Aladeen, Tamir e il loro entourage arrivano a New York, con un’accoglienza a dir poco tiepida in quanto i molti esiliati da Wadiya che sono in città non vorrebbero altro che vedere il proprio paese liberato dal dispotico dominio di Aladeen. Ma ci sarà molto di più di esiliati arrabbiati e indesiderate (e ingiustificate!) sanzioni ad attendere Aladeen nella Terra della Libertà…

    Commento critico (a cura di ROSS DI GIOIA)

    Nord Africa. Sua Eccellenza l’Ammiraglio Generale Hafez Aladeen (Sasha Baron Cohen) spadroneggia come meglio crede nella Repubblica di Wadiya. Di ingiustizia in ingiustizia, il Generale rimpolpa così a piene mani il rodato canovaccio del dittatore: un arsenale nucleare in divenire, eliminazione sistematica degli oppositori, discriminazioni razziali e sessiste, antisemitismo, continue (e deliranti) minacce all’Occidente. Pur costretto a servirsi di una pletora di sosia - per evitare l’assassinio ad ogni uscita pubblica - costringe il suo popolo all’amore incondizionato e centellina il proprio potere con tale arguzia da meritarsi gli strali della comunità internazionale con tanto di embargo e ritorsioni di vario genere. Quel che però il Generale non immagina è che, come tradizione vuole, la serpe si nasconde proprio in seno: lo zio Tamir (Ben Kingsley), infatti, convinto a togliere il potere al nipote (non per altruismo politico-sociale ma per interessi personali), assolda un sosia di immane stupidità e sostituisce

    Aladeen a Manhattan, proprio alla vigilia di uno storico discorso al Palazzo di Vetro. Abbandonato, incapace di gestire alcunché senza le guardie del corpo, preda sei suoi deliri da despota, il Generale verrà in qualche modo “aiutato” da Zoey (Anna Faris), una trentenne antivista-femminista-ecologista, la quale vuole rovesciare la dittatura nella Repubblica di Wadiya e liberare la popolazione dalla tirannia dell’Ammiraglio Generale Hafez Aladeen.

    Da Borat a Brüno, una cosa su Sasha Baron Cohen l’avevamo capita da subito: o si fa a modo suo o non si fa. La differenza però, rispetto ai due precedenti titoli da protagonista assoluto, è che il trucco cinematografico del mokumentary gli consentiva quasi una iper-realtà che alla lunga si trasfigurava in qualcosa di inedito e mai visto. Stavolta invece, ne Il Dittatore, di sicuro permane la ferma intenzione di vituperare temi sensibili alla comunità internazionale (dall’antidemocraticità all’antisemitismo, dalla discriminazione razziale/sessuale alla guerra di religione), ma

    la messa in scena è rivestita di tutto punto con gli indumenti della finzione prettamente filmica. Se è un passo in avanti o un passo indietro è difficile da dire. Quel che si intravede in filigrana è la ormai consueta capacità di Baron Cohen (anche stavolta diretto da Larry Charles) di impadronirsi di un personaggio e renderlo anche più vero del vero. E dopo un reporter kazako ingenuo e un anchorman-gay “doppio sensista”, ora è la volta di un viziato despota, il quale fa in proprio le Olimpiadi - organizza, partecipa, (stra)vince - conquista Oscar a profusione nei film a cui prende parte - interpreta, dirige, produce - invita star di Hollywood a dividere il letto a palazzo con tanto di polaroid quale trofeo di caccia, e usa la Wii come farebbe solo Ahmadinejad (con ogni probabilità). Insomma, dare a Baron Cohen del politicamente scorretto è come dire che l’acqua

    bagna, tanto che solo lui può permettersi il lusso di inscenare bizze sul cui sfondo c’è la tragedia dell’11 settembre e il corpo in mare di Bin Laden (!?). Ma anche se Il Dittatore non sarà il sostituto del più vecchio (e a cui è aggiunto un Grande) di Charlie Chaplin, un Occidente sempre più schizofrenico, indeciso tra la chiusura totale verso certi mondi (arabi, ebrei, musulmani) e il fanatismo delle braccia aperte (il personaggio della Faris, ma soprattutto la scena del volo in elicottero sopra New York), si sentirà comunque tirare un fendente dritto allo stomaco.

    N.B. La presente recensione (positiva, sia chiaro) non è stata scritta sotto dettatura dell’Ammiraglio Generale Haffaz Aladeen. Quindi la mia famiglia può essere rilasciata.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de IL DITTATORE

    Links:

    • Ben Kingsley

    • John C. Reilly

    • Anna Faris

    • Sacha Baron Cohen

    • Megan Fox

    • Aasif Mandvi

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Il Dittatore - trailer 2

    Il Dittatore - trailer

    Il Dittatore - trailer HD

    Il Dittatore - trailer (versione originale) - The Dictator

    Il Dittatore - trailer 2 HD

    Il Dittatore - clip 'Scimmie sullo skate'

    Il Dittatore - clip 'America come dittatura'

    Il Dittatore - clip 'Documentari'

    Il Dittatore - clip 'News Report'

    Il Dittatore - clip 'L'Ammiraglio Generale Aladeen saluta gli italiani'

    Il Dittatore - clip 'Intervista di Larry King all'Ammiraglio Generale Aladeen'

    Il Dittatore - intervista video ad Anna Faris (versione originale sottotitolata)

    Il Dittatore - intervista video a Jason Mantzoukas (versione originale sottotitolata)

    Il Dittatore - spot TV '9 milioni'

    Il Dittatore - spot TV 'Esecuzioni'

    Il Dittatore - spot TV 'Numero 1'

    Il Dittatore - spot TV 'Partita'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    La zona d'interesse

    Bafta 2024: 'Miglior Film Britannico'; 'Miglior Film in Lingua Straniera'; 'Miglior Sonoro' (Johnnie Burn ..

    Emma e il giaguaro nero

    Dai creatori dei successi Il lupo e il leone e Mia e il leone bianco ..

    Land of Bad

    RECENSIONE - Russell Crowe nella terra dei cattivi con Liam e Luke Hemsworth - Dal ..

    Madame Web

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Spin-off di Spider-Man incentrato su una mutante chiaroveggente di nome Madame ..

    This Is Me... Now: A Love Story

    Dal punto di vista di Jennifer Lopez, questa è una storia d'amore come non ne ..

    Upgraded - Amore, Arte e Bugie

    San Valentino 2024 - RECENSIONE - Dal 9 Febbraio in streaming - Commedia romantica ..

    Argylle - La super spia

    RECENSIONE - Tra le varie spie, letterarie - l'Argylle di Henry Cavill - o reali ..