ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Black Panther: Wakanda Forever

    Dal 1° Febbraio in Streaming su Disney+ - Golden Globes 2023 VINCITORE come 'Miglior Attrice ..

    The Fabelmans

    Oscar 2023: Sette Nominations: 'Miglior Film'; Miglior Regista (Steven Spielberg); Miglior Attrice Protagonista (Michelle Williams); ..

    The Menu

    RECENSIONE - Dal 4 Gennaio in streaming su Disney+ - Dai produttori Adam McKay e ..

    Fratello Sole, Sorella Luna

    New Entry - 'Celluloid Portraits Vintage' - I Bellissimi! - RECENSIONE - Una pietra miliare ..

    The Pale Blue Eye - I delitti di West Point

    RECENSIONE - Christian Bale, Robert Duvall, Gillian Anderson, Charlotte Gainsbourg, Timothy Spall, Toby Jones nel ..

    Quando Dio imparò a scrivere

    RECENSIONE - dal 9 Dicembre su Netflix ..

    Avatar: La via dell'acqua

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Sequel del primo Avatar di James Cameron con ..

    Dante

    I recuperati di CelluloidPortraits - RECENSIONE - Pupi Avati narra la vita del padre della ..

    Home Page > Movies & DVD > Quel posto nel tempo

    QUEL POSTO NEL TEMPO

    Leo Gullotta incarna la malattia dell'Alzheimer: 'la memoria è una porta con cui attraversare il tempo, ma la chiave per aprire quella porta è l'amore...' - Dal 21 Settembre

    "Raccontare una malattia, l’Azheimer, attraverso la poesia del tempo che passa, dei ricordi che si cancellano e quelli che riemergono, incoerenti e irrazionali. La malattia come metafora di un viaggio, nel tempo e nell’immaginazione del protagonista, Mario (Leo Gullotta), direttore d’orchestra di fama internazionale. Nella sua mente Mario ricrea un 'posto nel tempo' dove rifugiarsi con i suoi affetti, nei suoi ricordi che si confondono e si mescolano con il presente.
    Quattro assi narrativi scandiscono il tempo, forse vero protagonista del film, non cronologico della narrazione, un’esperienza cinematografica per lo spettatore che, come ogni puzzle film che si rispetti, solo nel finale riuscirà ad avere a disposizione tutti i tasselli per comporre il quadro della storia. Attraverso questo film invece di declinare, come solitamente accade, la malattia attraverso gli occhi del caregiver, colui che assiste l’ammalato, ho lasciato recitare l’avanzamento della stessa attraverso il vivavoce del protagonista che racconta le sue paure attraverso una lunga lettera forse scritta per anni. Ma il film nasce anche dall’esigenza di raccontare l’Amore, di quello ossessivo di Mario verso sua moglie Amelia (Giovanna Rei), morta improvvisamente quando era incinta, e di quello ritrovato per sua figlia Michela (Beatrice Arnera), abbandonata al suo destino e preferita al lavoro e alla musica per colmare il vuoto che Mario ha accumulato dalla morte della moglie. Ma l’Amore può e riesce a superare qualsiasi barriera anche quella atroce della perdita della memoria, il dissolversi dei ricordi, attraverso l’immaterialità dei sentimenti e dell’immaginazione, della poesia e della scommessa.
    Un amore che oltrepassa i limiti imposti da una patologia che esiste ma si nasconde, l’Alzheimer. Raccontare attraverso le immagini di una malattia così delicata non è stato facile; altrettanto complesso è stato scrivere la storia, insieme con Eitan Pitigliani e Giovanni Mazzitelli, che non parla della malattia, ma la vive, l’attraversa, la tocca e poi l’oltrepassa in un misto di sentimenti contrastanti ma veri: Amore e dolore, coscienza ed incoscienza, perdita e riacquisizione, immaginazione e follia. Ho ritenuto necessario far trasparire sin dai primi script il rispetto della dignità della persona in quanto tale cercando collaborazione da parte di scienziati ed esperti in materia nella stesura del lavoro grazie ad anni di studi e ricerche anche personali. Un film fatto di distanze, tamponi, mascherine e, per l’attualità in cui è stato realizzato, privato della cosa più autentica di un set, le carezze, gli abbracci e gli immancabili assembramenti cinematografici. Queste difficoltà non hanno però snaturato l’autenticità e la verità della narrazione, forse potenziate dalla voglia di tornare a raccontare storie. La macchina da presa, quindi, esplora una storia estremamente delicata e attuale, poetica e metaforica ma mai metafisica, che mira a imprimere una storia da vivere finalmente sul grande schermo
    ".
    Il regista e co-sceneggiatore Giuseppe Alessio Nuzzo

    (Quel posto nel tempo ('Sad Letters' titolo internazionale); ITALIA 2021; Drammatico sociale storico; 87'; Produz.: AN.TRA.CINE, in associazione con Ferone Pietro Srl, con il sostegno di: Regione Campania, Film Commission Regione Campania in collaborazione con: Paradise Pictures, Giovanna Rei, Anna Cuocolo, Conseratorio di Musica 'Framcesco Venezze', Dipartimento di Neurosceinze dell'Università di Padova, Reggia di Caserta; Distribuz.: Nexo Digital)

    Locandina italiana Quel posto nel tempo

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Quel posto nel tempo

    Titolo in lingua originale: Quel posto nel tempo ('Sad Letters' titolo internazionale)

    Anno di produzione: 2021

    Anno di uscita: 2022

    Regia: Giuseppe Alessio Nuzzo

    Sceneggiatura: Giuseppe Alessio Nuzzo e Eitan Pitigliani

    Soggetto: Giovanni Mazzitelli, Giuseppe Alessio Nuzzo, Eitan Pitigliani

    Ispirato al pluripremiato cortometraggio Lettere a mia figlia - vincitore di oltre 120 riconoscimenti in tutto il mondo tra cui i Nastri d'Argento, Giffoni Film Festival, Premio Ettore Scola alla Casa del Cinema di Roma - e al docufilm Manuale sull’Alzheimer, entrambi dedicati al racconto della Malattia di Alzheimer.

    Cast: Leo Gullotta (Mario)
    Giovanna Rei (Amelia)
    Beatrice Arnera (Michela)
    Erasmo Genzini (Sergio)
    Tina Femiano (Gisella)
    Gigi Savoia (Raffaele)
    Tomas Arana (Dr. Bennet)

    Musica: Adriano Aponte

    Costumi: Annalisa Ciaramella

    Scenografia: Pasquale Garofalo e Valerio Vallante

    Fotografia: Antonio De Rosa

    Montaggio: Diego Liguori

    Scheda film aggiornata al: 24 Settembre 2022

    Sinossi:

    Mario (Leo Gullotta), direttore d'orchestra in pensione, trascorre i suoi giorni in un resort di lusso nel sud dell'Inghilterra. Soffre da tempo di Alzheimer e viene spesso assalito da ricordi improvvisi che poi, puntualmente, dimentica. Vive con la paura che la malattia possa cancellare il suo passato, fatto di fama e successi. Ma soprattutto dell'amore di sua moglie Amelia (Giovanna Rei), morta anni prima, e di sua figlia Michela (Beatrice Arnera) che spera un giorno di ritrovare in un posto lontano dal tempo...

    La realtà si confonde tra flashback e visioni immaginarie, fino a portare lo spettatore a vivere in prima persona, attraverso gli occhi del protagonista, il terrore della malattia.

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)
















    trailer ufficiale:



    featurette 'Backstage':

    Links:

    Altri Links:

    - Sito ufficiale

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Quel posto nel tempo - trailer

    Quel posto nel tempo - featurette 'Backstage'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Poker Face

    I recuperati di CelluloidPortraits - RECENSIONE - Dalla 17. Festa del Cinema di ..

    Asterix & Obelix - Il regno di mezzo

    RECENSIONE - Dal 2 Febbraio ..

    Un matrimonio esplosivo

    RECENSIONE - Dal 27 Gennaio su Prime Video ..

    Babylon

    Tra i più attesi!!! - Brad Pitt e Margot Robbie per Damien Chazelle (La ..

    Lamborghini - L'uomo dietro la leggenda

    Dalla 17. Festa del Cinema di Roma (13-23 Ottobre, Auditorium della Musica) - Alice ..

    Siccità

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Da Venezia 79 Fuori Concorso - ..

    Everything Everywhere All At Once

    RECENSIONE - Golden Globes 2023: VINCITORE come 'Miglior Attrice in una Commedia o Musical ..