ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Longlegs

    Aggiornamenti freschi di giornata! (23 Maggio 2024) - Il regista Oz Perkins - figlio d'arte ..

    Horizon: An American Saga- Capitolo 1

    Aggiornamenti freschi di giornata! (23 Maggio 2024) - Cannes 77. - Fuori Concorso: Anteprima Mondiale ..

    The Substance

    Cannes 77. - Un 'Body Horror' per Demi Moore, Dennis Quaid e Margaret Qualley (C’era ..

    Parthenope

    Cannes 77. (Concorso) - Paolo Sorrentino torna nella sua Napoli e porta sul grande schermo ..

    The Shrouds

    Cannes 77. In Concorso - Dopo Crimes of the Future (2022) David Cronenberg ingaggia di ..

    I tradimenti

    Aggiornamenti freschi di giornata! (19 Maggio 2024) -Cannes 77. - Concorso - Jacob Elordi, Richard ..

    Megalopolis

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Maggio 2024) - Cannes 77. - Concorso - Nel dramma ..

    The Surfer

    Cannes 77. - Midnight Screening - Nicolas Cage surfista perseguitato. ..

    Sotto accusa

    'Celluloid Portraits Vintage' - Jodie Foster e Kelly McGillis Retrò - RECENSIONE - VINCITORE Oscar ..

    Official Secrets - Segreto di Stato

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Uscito in Home Video il 18 Novembre 2020 ..

    Home Page > Movies & DVD > Erano ragazzi in barca

    ERANO RAGAZZI IN BARCA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - George Clooney torna alla regia con biopic sportivo degli anni Trenta - Dal 29 Marzo in Streaming

    "Penso fosse in un certo senso folle perché, se si stesse guardando questo film o leggendo lo script e si vedessero cose come 'Oh, il coach ha dato loro i soldi e loro non ne avevano' e 'Oh, il ragazzo si è ammalato al punto tale da perdere quasi 7 chili prima della grande gara', o 'li hanno messi nella corsia esterna e non hanno sentito lo sparo della partenza'. Tutto è accaduto realmente... Se si leggesse lo script e fosse una storia inventata si direbbe: 'Non puoi mettere tutte queste cose nel film, semplicemente non è realistico'. Quello è stato divertente, è tutto vero. Si tratta inoltre di una responsabilità perché devi renderlo cinematografico e non farlo sentire goffo lungo il percorso. Ma la verità è che avevamo degli attori realmente meravigliosi per affrontare tutto questo".
    Il regista George Clooney

    (The Boys in the Boat; USA 2022; biopic drammatico-sportivo; 124'; Produz.: Tempesta Films, Lantern Entertainment, Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), Smokehouse Pictures, Spyglass Entertainment, Spyglass Media Group, Solas Mind; Distribuz.: Amazon Mgm Studios (Usa))

    Locandina italiana Erano ragazzi in barca

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis

    Titolo in italiano: Erano ragazzi in barca

    Titolo in lingua originale: The Boys in the Boat

    Anno di produzione: 2022

    Anno di uscita: 2024

    Regia: George Clooney

    Sceneggiatura: Jon Hartmere, Mark L. Smith, Chris Weitz

    Soggetto: Basato sull'omonimo romanzo di Daniel James Brown.

    Cast: Callum Turner (Joe Rantz)
    Joel Edgerton (Coach Al Ulbrickson)
    Hadley Robinson (Joyce Simdars)
    James Wolk (Coach Tom Bolles)
    Courtney Henggeler (Hazel Ulbrickson)
    Peter Guinness (George Pocock)
    Chris Diamantopoulos (Royal Brougham)
    Dominic Tighe (Coach Brown)
    Alec Newman (Harry Rantz)
    Jack Mulhern (Don Hume)
    Sam Strike (Roger Morris)
    Thomas Elms (Chuck Day)
    Tom Varey (Johnny White)
    Luke Slattery (Bobby Moch)
    Tom Claxton (Nathan Coy)

    Musica: Alexandre Desplat

    Costumi: Jenny Eagan

    Scenografia: Kalina Ivanov

    Fotografia: Martin Ruhe

    Montaggio: Tanya M. Swerling

    Casting: Rachel Tenner

    Scheda film aggiornata al: 17 Aprile 2024

    Sinossi:

    Ambientata nel 1930, la storia si incentra sulla squadra di canottaggio dell'Università di Washington, dai loro inizi dell'era della depressione alla vittoria dell'oro alle Olimpiadi di Berlino del 1936.

    L'equipaggio a otto remi dell'Università di Washington del 1936 e la loro epica ricerca di una medaglia d'oro olimpica, una squadra che ha trasformato lo sport e attirato l'attenzione di milioni di americani. Figli di taglialegna, operai dei cantieri navali e contadini, i ragazzi sconfissero i rivali d'élite prima delle università orientali e britanniche e infine l'equipaggio tedesco che remava per Adolf Hitler nei giochi olimpici di Berlino, 1936.

    Synopsis:

    A 1930s-set story centered on the University of Washington's rowing team, from their Depression-era beginnings to winning gold at the 1936 Berlin Olympics.

    The University of Washington's 1936 eight-oar crew and their epic quest for an Olympic gold medal, a team that transformed the sport and grabbed the attention of millions of Americans. The sons of loggers, shipyard workers, and farmers, the boys defeated elite rivals first from eastern and British universities and finally the German crew rowing for Adolf Hitler in the Olympic games in Berlin, 1936

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Tocca ammettere che da George Clooney regista ci saremmo aspettati qualcosa di più di un affresco cronachistico, per quanto da Guinness sportivo, nella sfera canottaggio degli Anni Trenta. Una piccola perla, orgoglio a stelle e strisce in un’epoca tra le più problematiche, da ogni punto di vista. Il protagonismo per lo più corale, poi, non consente particolare slancio, nelle interpretazioni, né particolare profondità nella conoscenza dei singoli personaggi, per lo più sbozzati nel loro background personale. Ma ho come l’impressione che, in questo caso, la sua sia stata una scelta di fondo, nutrita dall’anima più da giornalista che abita, almeno in parte, la sua formazione. The Boys in the Boat è perciò il ritratto d’epoca, di una speciale eccezione alla regola, che ha portato un manipolo di otto studenti dell’Università di Washington, selezionati tra decine e decine, nell’inimmaginabile percorso sulla via della vittoria alle Olimpiadi di Berlino. Trattasi di uno

    speciale fatto di cronaca raccolto in prima istanza dal romanzo di Daniel James Brow, cui si è ispirato poi il regista George Clooney per la sua versione cinematografica. Ma Clooney non ha d’altra parte mancato di scavare nei meandri del lato più umano dei ragazzi e dei coach, marcandone stretto gli enormi sacrifici, speculari alle enormi motivazioni, radicate in difficoltà economiche, tali da non essere in grado di pagare la retta all’Università.

    Tutto ha inizio a Seattle, Washington nel 1936. “Bisogna essere in grado di costruire ciò che si immagina”. Una frase come questa suona come miccia di partenza: i sogni ci sono tutti, tanto quanto i buchi nelle scarpe e nei calzini. E’ incredibile la valenza dello sport - qualsiasi sport - in quegli anni! Mi viene in mente il Cinderella Man-Una ragione per lottare di Ron Howard con Russell Crowe e Renée Zellweger, laddove l’ambito pugilistico abitava nel

    bel mezzo della Grande Depressione. Anno più, anno meno, la carenza di mezzi, la fame e la sopravvivenza trovavano spesso, all’epoca, una chance in ambito sportivo, sempre che se ne avesse le capacità. Oggi Clooney apre quest’altra finestra degli Anni Trenta, sul canottaggio: una storia vera, di ragazzi che, per quanto reduci da dure selezioni e ancor più duri addestramenti, restano una squadra di riserve contro professionisti. Una squadra che avrà modo di distinguersi in mezzo a mille difficoltà, ma a un passo dal fallimento di raggiungere Berlino, per mancanza, non di determinazione o di talento, ma di denaro: e cinquemila dollari all’epoca non erano noccioline. Ma, come già nel caso del pugile Braddock/Crowe, anche in The Boys in The Boat, interviene la solidale colletta pubblica, con uno speciale climax all’altezza di una donazione-prestito dei 300 dollari mancanti alla cifra finale, nientemeno che da parte del coach dei professionisti della

    squadra ‘California’. Una lezione che insegna davvero molto alla contemporaneità su quali fossero i veri valori e l’umanità più nobile, ingredienti indispensabili per fare la differenza, in ogni senso. Meglio non addentrarsi su quanto succede oggi.

    Pur non perdendosi più di tanto nell’affinare i tratti del singolo protagonismo, in The Boys in The Boat c’è comunque particolare attenzione sulla vicenda di Joe Rantz (Callum Tarner), motivato ad entrare nella squadra di canottaggio per l’appunto per pagare la retta universitaria. Con una ragazza che rinnova il filo-flirt iniziato in età infantile, orfano di madre e, se vogliamo, anche di padre, che se n’è andato abbandonandolo al suo destino, Joe/Turner è taciturno, distaccato, ma motivato, e viene assoldato tra i canottieri della squadra Washington. Neppure in quell’occasione esulta, ma eccelle in gara, deragliando solo quando, ben più tardi, incontra casualmente il padre per strada. E’ questo il momento che perde il controllo, rischiando

    di perdere l’opportunità di andare a Berlino e comunque di destabilizzare anche l’intera squadra, perché viene sostituito in coda al suo dichiarato disinteresse. Solo la figura dell’anziano costruttore di canoa da gara, che Joe/Turner aiuta spesso e di cui si fida, riesce a scalfire la coltre di amarezza che avvolge il suo cuore in quel momento. Una figura paterna, tanto surrogata quanto provvidenziale!

    Dell’importanza dei rapporti umani e delle difficili interazioni per portare avanti un obiettivo parla anche la realtà personale del Coach Al (Joel Edgerton), che deve vedersela, e lottare, con i capi dell’Associazione con i soldi, generosi solo con chi ne ha già. Mai cambiato nulla in tal senso! Ci sarebbe piaciuto sapere qualcosa di più dell’introverso e timido ragazzo pianista, attivo in squadra anche con un virus che debilita le sue forze naturali, ma pazienza! Lo scenario è più o meno questo, il resto parla da solo

    nel cuore delle singole gare. Un altro tributo necessario ai sogni raggiunti con onestà e valori autentici in cui il singolo cede il passo alla squadra, tesa in ogni fibra, a far planare la canoa all’unisono. Una sinergia fisica e mentale esemplare inquinata dal macchiettismo di un Hitler sul palco a Berlino, congelato e strafottente come al solito. Uno che decisamente non sopporta di perdere, com’è tragicamente ben noto!

    Links:

    • George Clooney (Regista)

    • Joel Edgerton

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    The Boys in the Boat - trailer ufficiale (sub ITA)

    The Boys in the Boat - trailer ufficiale (V.O.)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    L'esorcismo - Ultimo atto

    Horror su un esorcismo interpretato da Russell Crowe e Sam Worthington - Dal 30 Maggio ..

    The Penitent

    Da Venezia 80. - Di nuovo insieme Luca Barbareschi e David Mamet con un film ..

    If-Gli amici immaginari

    Recomended International Preview by Si Jia, ''Geek Culture'' - Dopo l’horror A Quiet Place Part ..

    Il regno del pianeta delle scimmie

    Dal'8 Maggio - Recommended Reviews - Il regista Wes Ball (trilogia di Maze Runner) dà ..

    Mothers' Instinct

    Dal 9 Maggio - Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye, Zero Dark City, The ..

    The Fall Guy

    RECENSIONE - (il 26 Aprile l'Anteprima Nazionale) - Dal 1° Maggio - Nella storia di ..

    The Idea of You

    Da 2 Maggio su Prime Video - RECENSIONE - E' la storia d'amore di Solène ..