ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Indiana Jones V° (Titolo provvisorio)

    INDIANA JONES V°

    Aggiornamenti freschi di giornata! (28 Novembre 2022) - Harrison Ford nella prima immagine .... [continua]

    Longing

    LONGING

    New Entry - Richard Gere protagonista della pluripremiata dramedy - Longing alla lettera .... [continua]

    The Making of

    THE MAKING OF

    New Entry - Richard Gere in una storia romantica che intreccia vita reale e .... [continua]

    Proxy

    PROXY

    New Entry - Blake Lively protagonista in un Sci-Fi che inscena una nuova vita .... [continua]

    Bones And All

    BONES AND ALL

    Dalla 79. Mostra del Cinema di Venezia - Timothée Chalamet e Taylor Russell sono .... [continua]

    Glass Onion - Knives Out

    GLASS ONION - KNIVES OUT

    Sequel del film Cena con delitto-Knives Out (2019) con il ritorno del bizzarro detective Benoit .... [continua]

    Poker Face

    POKER FACE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (28 Novembre 2022) - Dalla 17. Festa del Cinema .... [continua]

    Black Beauty: Autobiografia di un cavallo

    BLACK BEAUTY: AUTOBIOGRAFIA DI UN CAVALLO

    I recuperati di CelluloidPortraits - Nell'ennesimo adattamento di un romanzo del 1877 scritto da .... [continua]

    Medieval

    MEDIEVAL

    RECENSIONE - Nella Boemia del XIV secolo il debole re Venceslao di Lussemburgo fatica a .... [continua]

    Causeway

    CAUSEWAY

    RECENSIONE - VINCITORE come 'Miglior Opera Prima BNL BNP PARIBAS' alla 17. Festa del .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Silent Night

    SILENT NIGHT

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Keira Knightley protagonista - al fianco di Lily-Rose Depp, Annabelle Wallis, Matthew Goode, Roman Griffin Davis - nel film d'esordio di Camille Griffin - Presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival 2021 (il 16 settembre 2021) ed è stato distribuito il 3 dicembre 2021 nel Regno Unito da Altitude Film Distribution e negli Stati Uniti da AMC + / RLJE Films.

    "Innanzitutto, penso che sia molto importante sapere che ho scritto questo prima che esistesse la pandemia. Ci sono molte ragioni per questa storia. Prima di tutto: sono una donna bianca della classe media, e sembro molto elegante, ma ho avuto un'educazione semi-elegante. Ma, in periferia, avevo alcune cose eleganti, e poi altre no. La mia famiglia sarebbe stata mescolata in quel modo, background misti. Ho sempre lottato con questo tipo di non so se sia il tipo di anti-sistema o anti-autorità, ma lotto con i privilegiati nel Regno Unito o in tutto il mondo che ricevono il potere. Non penso che siano sempre necessariamente responsabili del potere che hanno. Quindi, tutto il mio materiale ha sempre riguardato la classe media disfunzionale. Ho cercato di fare un film per anni, e non ci sono riuscita, non sono riuscita a ottenere il finanziamento del film. Ero stata sul set di 'Jojo Rabbit' perché ovviamente c'era mio figlio Roman, e ho visto Taika usare la commedia in questo modo. Taika mi ha ispirato. Non voglio essere un nome, ma dopo ho pensato, wow, puoi fare qualsiasi cosa con la commedia! Non mi era venuto in mente. Penso di poter essere divertente, ma pensavo di non sapere davvero che la commedia fosse un'opzione per me se avesse senso. Quindi, questo è quello che sto facendo di sbagliato! Non lo sto rendendo divertente! Questo sarebbe stato un film a basso budget, quindi ho pensato, ok, volevo fare una location e non chiedere finanziamenti (perché non mi avrebbero finanziato). Poi i miei figli guardavano Warhorse e dicevano: 'Cosa succederebbe se ci fosse una guerra?' E io dissi, Beh, sarebbe piuttosto brutto; Ci sarebbe stata una guerra nucleare, avremmo dovuto vivere in un bunker e saremmo semplicemente marciti, ed è stata una conversazione orribile da avere!... Ho detto, finiremo nella foresta a spararci o mangiarci l'un l'altro. [ride] Oppure semplicemente ci sdraiamo, prendiamo alcuni farmaci e andiamo a dormire. E loro mi hanno detto: 'Wow, non lo stiamo facendo!' Quindi, penso che nella mia famiglia, parliamo di molte cose. E suppongo di usare l'umorismo in tutto questo. Penso che fosse solo un'estensione della conversazione del tipo, cosa facciamo quando siamo privilegiati? Quanto siamo responsabili? Come trattiamo i nostri figli? Ne sappiamo di più? Suppongo che la maggior parte di ciò fosse una sfida allo status delle classi privilegiate..."
    La regista e sceneggiatrice Camille Griffin

    (Silent Night; REGNO UNITO 2020; Dark Comedy; 92'; Produz.: Maven Screen Media e Marv Films; Distribuz.: Plaion)

    Locandina italiana Silent Night

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Short Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: Silent Night

    Titolo in lingua originale: Silent Night

    Anno di produzione: 2020

    Anno di uscita: 2022

    Regia: Camille Griffin

    Sceneggiatura: Camille Griffin

    Cast: Keira Knightley (Nell)
    Matthew Goode (Simon)
    Roman Griffin Davis (Art)
    Annabelle Wallis (Sandra)
    Lily-Rose Depp (Sophie)
    Kirby Howell-Baptiste (Alex)
    Sope Dirisu (James)
    Rufus Jones (Tony)
    Lucy Punch (Bella)
    Davida McKenzie (Kitty)
    Gilby Griffin Davis (Thomas)
    Hardy Griffin Davis (Hardy)
    Trudie Styler (Nicole)
    Holly Aird (Susie)
    Dora Davis (Dani)

    Musica: Lorne Balfe

    Costumi: Stephanie Collie

    Scenografia: Franckie Diago

    Fotografia: Sam Renton

    Montaggio: Pia Di Ciaula

    Effetti Speciali: Matthew Strange (supervisore)

    Makeup: Lisa Zipper (supervisore)

    Casting: Daniel Hubbard

    Scheda film aggiornata al: 29 Novembre 2022

    Sinossi:

    In breve:

    Una famiglia allargata si riunisce per una cena di Natale in campagna.

    Nell (Keira Knightley), Simon (Matthew Goode) e il loro figlio Art (Roman Griffin Davis) sono pronti ad accogliere amici e parenti per quello che promette di essere un perfetto raduno di Natale. Perfetto tranne per una cosa: tutti moriranno.

    In dettaglio:

    Paradossalmente il film si apre come una normale commedia natalizia. Si avvicina la vigilia e un gruppo di amici intende festeggiare insieme in una bellissima villa nelle campagne inglesi. Nell (Keira Knightley) si affretta nei preparativi prima dell’arrivo dei suoi invitati. In cucina, Art (Roman Griffin Davis, vero figlio della regista, come pure i due gemelli) affetta le carote, mentre la madre prepara i letti delle stanze degli ospiti. Fuori, il marito Simon (Matthew Goode) insegue le galline nel cortile e i gemelli Thomas (Gilby Griffin Davis) e Hardy (Hardy Griffin Davis) giocano nel bosco dietro casa, sfuggendo il più possibile al doveroso bagno e ai preparativi.

    L’atmosfera è di lieto bisticcio e all’insegna di una colorita familiarità, mentre gli ospiti iniziano ad arrivare alla spicciolata. L’altezzosa e capricciosissima adolescente Kitty (Davida McKenzie) pretende pudding di tofu, punzecchia i suoi coetanei, viene insultata giustamente e va a lamentarsi dalla madre, la snob Sandra (Annabelle Wallis). Quest’ultima si è presentata strizzata in un attillato vestitino rosso di paillette e scarpe griffate, ammettendo candidamente di averne finanziato lo shopping dispendiosissimo con il fondo per il college della figlia.

    Qualcuno insinua anche che la mise – decisamente troppo sexy per una cena informale tra compagni di college di vecchia data – sia tesa a impressionare una sua ex fiamma, l’affascinante cardiologo James (Sope Dirisu), che però si presenta accompagnato dalla giovanissima Sophie (Lily-Rose Depp). Le affiatatissime Bella (Lucy Punch) e Alex (Kirby Howell-Baptiste) scherzano invece con Nell e Sandra sull’età della ragazza e si lasciano sfuggire qualche malignità, per poi concludere con un paio di battute sulla loro intensa vita sessuale.

    Tra scherzi e freddure in linea col tipico humor inglese, compito e tagliente, si arriva alla cena senza nessuna avvisaglia, se non la ‘clamorosa’ assenza di patate (ne è servita soltanto una per commensale), alcune informazioni lette di sfuggita su un cellulare o qualche frammento di dialogo che lascia trasparire una allarmante e indefinita verità.

    Poi, una volta arrivati al dolce, la rivelazione agghiacciante. Tra lo scontento generale, Art menziona ciò che tutti gli altri vogliono solo dimenticare, almeno per qualche ora: una nube tossica, letale quanto inevitabile, incombe su tutti loro, mietendo inesorabilmente vittime ovunque in UK durante il suo passaggio. È una questione di tempo, poi anche la villa sperduta nelle campagne inglesi verrà inglobata senza possibilità di fuggire. Il destino che aspetta i protagonisti è quindi orribile, e la soluzione ai limiti del paradossale. Il Governo suggerisce il ricorso a una pillola – prontamente fornita a ogni cittadino 'regolare’ – che conceda una morte veloce e indolore...

    Short Synopsis:

    An extended family come together for a Christmas dinner in the country.

    Nell, Simon and their son Art host a yearly Christmas dinner at their country estate for their former school friends and their spouses. It is gradually revealed that there is an imminent environmental catastrophe and that this dinner will be their last night alive

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Non prenderò la pillola… Non mi voglio arrendere, e penso che nessuno dovrebbe farlo

    Silent Night è l’opera prima di Camille Griffin, girata per diversi Festival, tra cui in anteprima mondiale al Toronto Film Festival 2021, ma sostanzialmente inedita in Italia. E al primo impatto si ha l’impressione di trovarsi nei paraggi di una di quelle ‘commedie natalizie’ corali all’inglese, condite con un sano humour, prettamente british, appunto. Se non fosse per certe argomentazioni pungenti e scomode, che proprio il più piccolo della combriccola - tra parenti e amici convenuti in una bella villa nella campagna inglese per festeggiare il Natale - tira fuori ad ogni occasione, per mettere il dito in piaghe ambientali e sociali di ben altra portata. Questioni che gli adulti cercano di evitare. A vestire i panni di questo ragazzino, è il bravissimo Roman Griffin Davis (Jojo Rabbit), reale figlio della regista - così come i gemelli

    Gilby Griffin Davis (Thomas) e Hardy Griffin Davis (Hardy) - che nel film è Art, figlio di Nell (Keira Knightley) e Simon (Matthew Goode). La storia apre difatti con i preparativi per accogliere gli ospiti, con Nell/Knightley dentro casa a sfaccendare, mentre, curiosamente, il marito Simon/Goode è alle prese con le galline da cortile, che gli sfuggono abilmente, come non mai. La prescelta, con tanto di nome, Belinda, avrà il privilegio di trovarsi servita su un piatto d’argento, dal ragazzino di cui sopra, l’improbabile via di fuga per non avere più grattacapi. Ma quel che è certo, di contro alla partenza, è che di grattacapi non ne avrà mai più, perché moriranno tutti, contro ogni più… ‘nera’ previsione.

    Ma come è possibile? Beh, diciamo che lo si è reso possibile con una ‘sterzata narrativa’ che tira in ballo imprevedibilmente catastrofi climatiche e ambientali: quel che garantisce l’approdo certo ad uno stadio

    di avvelenamento irreversibile. Irreversibile al punto che, tutti gli adulti intervenuti, al di là delle apparenze, sono più che consapevoli, che quello sarà il loro ultimo Natale. Un ‘artificio’ previsto con tanto di appuntamento sul calendario, puntuale come una previsione metereologica. Il che è tutto dire! Ma qui forse è più appropriato appellarsi al detto ‘puntuale come… la morte’, appunto! Ora, in tutto questo, dopo i preamboli, ben poco scoppiettanti, in groppa ai canonici scandali sessuali e alle liti consuete proprio nelle reunion natalizie, l’unico rimedio alla debacle universale è il sistema - si direbbe un revival di marca nazista! - di inghiottire una pillola che almeno non li farà soffrire. La fine è per tutti, ma lo scarto tra atroci sofferenze e la dolce morte sta in una questione di classe. La società abbiente può permettersi la pillola antidolore, agli altri non resta che una morte sofferta tra atroci

    tormenti. Eppure, mentre tutti sembrano essersene fatta una ragione, il piccolo Art/Griffin Davis manifesta un’avversione vera e propria con la linea collettiva e non se la sente proprio di inghiottire la pillola. E, per come andranno le cose, con la nube tossica che avanza sempre più, si può affermare che sia l’unico ‘dritto’ dell’intera squadra. Uno che non si fa convincere così facilmente e che sa come far valere i propri diritti e le proprie scelte, anche fingendo, se necessario: la ‘recitazione nella recitazione’, come un ‘quadro nel quadro’, o, nella fattispecie, ‘il suo film nel film’.

    Lo sconvolgente finale si annida solo nell’ultimo fotogramma, proprio quando si crede che sia davvero tutto finito. Mai dire mai! E mai sottovalutare le risorse di un piccolo in famiglia, perché potrebbe sorprendervi! E non poco!

    Ora, alla luce della piega che prende la commedia, mentre si citano persino Greta Thumberg e Leonardo Di Caprio,

    notoriamente impegnato in questioni ambientali, ogni riferimento non ci sembra affatto ‘puramente casuale’. Anzi, al contrario, si direbbe piuttosto alquanto mirato ed ammiccante. E questo malgrado la regista Camille Griffin, abbia fermamente negato ogni aggancio alla catena di anelli impostata in seno alla famigerata pandemia (con il vaccino-non vaccino, cura-non cura, contagio-non contagio, con morte certa e via di quel passo), dichiarando che il film è stato congegnato in precedenza. Beh! Meglio negare e poter dire, ammiccando tra le righe di una sceneggiatura pure a firma della stessa regista, che ammettere l’ardimento e guadagnarsi la gogna mediatica pubblica come è stato il caso dello ‘stellatissimo’ Don’t Look Up di Adam McKay, di gran lunga superiore per comicità ed ironia: qualità di cui Silent Night sembra decisamente ben più sguarnito.

    Ma… comunque, tranquilli…”andrà tutto bene!”. Non si dice sempre così?

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)






    trailer ufficiale (V.O.):

    Links:

    • Keira Knightley

    • Matthew Goode

    • Lucy Punch

    • Annabelle Wallis

    • Lily-Rose Depp

    • Roman Griffin Davis

    1 | 2

    Galleria Video:

    Silent Night - trailer (versione originale)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Silent Night

    SILENT NIGHT

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Keira Knightley protagonista - al fianco di Lily-Rose Depp, Annabelle Wallis, .... [continua]

    Spirited - Magia di Natale

    SPIRITED-MAGIA DI NATALE

    Dal 18 Novembre su Apple TV+ - RECENSIONE - Nell'adattamento in chiave musicale del racconto .... [continua]

    Come per disincanto - E vissero infelici e scontenti

    COME PER DISINCANTO - E VISSERO INFELICI E SCONTENTI

    Dal 18 Novembre in streaming su Disney+ - Sequel metà animato e metà live action .... [continua]

    Mother and Child

    MOTHER AND CHILD

    I recuperati di CelluloidPortraits - RECENSIONE - Pianeta maternità a 360°: anche Naomi Watts .... [continua]

    She's So Lovely - Così carina

    SHE'S SO LOVELY - COSI' CARINA

    I recuperati di CelluloidPortraits - RECENSIONE - Robin Wright e Sean Penn disadattati folli... .... [continua]

    The Menu

    THE MENU

    Dai produttori Adam McKay e Betsy Koch di Don't Look Up e Fresh, un nuovo .... [continua]

    Black Panther: Wakanda Forever

    BLACK PANTHER: WAKANDA FOREVER

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 9 Novembre

    "Distruggi una cosa che non conta solo ....
    [continua]