ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Pronti a morire

    MOVIE RETRÒ – SHARON STONE, GENE HACKMAN, LEONARDO DICAPRIO, RUSSELL CROWE, GARY SINISE - RECENSIONE ..

    C'é ancora domani

    Film d'Apertura (il 18 Ottobre) alla 18. Festa del Cinema di Roma (18-29 Ottobre 2023), ..

    Eileen

    New Entry - 18. Festa del Cinema di Roma (18-29 Ottobre 2023) - Grand Public ..

    L'imprevedibile viaggio di Harold Fry

    Dal 5 Ottobre - Una celebrazione della vita, un ritratto sincero dell'amore universale interpretato dal ..

    L'esorcista - Il credente

    Dal 5 Ottobre - Torna Ellen Burstyn nel sequel de L’Esorcista (1973) diretta oggi (2023) ..

    Il mio grosso grasso matrimonio greco 3

    Dal 5 Ottobre - Nia Vardalos torna a scrivere e questa volta anche a dirigere ..

    In the Land of Saints and Sinners

    Dal 12 Ottobre - Da Venezia 80. - Orizzonti Extra - Liam Neeson in cerca ..

    Dogman

    Dal 12 Ottobre - Da Venezia 80. - Luc Besson, racconta la storia di un ..

    Pain Hustlers-Il business del dolore

    Emily Blunt sogna una vita migliore per David Yates - Dal 27 Ottobre ..

    Home Page > Movies & DVD > First Reformed - La creazione a rischio

    FIRST REFORMED - LA CREAZIONE A RISCHIO

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Da Venezia 74. - In DVD e BLU RAY

    (First Reformed; USA 2017; Thriller; 113'; Produz.: Production Companies Killer Films/Arclight Films/Omeira Studio Partners; Distribuz.: Universal Pictures)

    Locandina italiana First Reformed - La creazione a rischio

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis

    Titolo in italiano: First Reformed - La creazione a rischio

    Titolo in lingua originale: First Reformed

    Anno di produzione: 2017

    Anno di uscita: 2019

    Regia: Paul Schrader

    Sceneggiatura: Paul Schrader

    Cast: Ethan Hawke (Reverendo Ernst Toller)
    Amanda Seyfried (Mary Mensana)
    Cedric the Entertainer (Reverendo Joel Jeffers)
    Victoria Hill (Esther)
    Philip Ettinger (Michael Mensana)
    Michael Gaston (Edward Balq)
    Bill Hoag (Elder)
    Michael Metta (Figlio di Balq)
    Elanna White (Corista)
    Frank Rodriguez (Sceriffo)
    Satchel Eden Bell (Cynthia)

    Musica: Nicci Kasper e Brian Williams

    Costumi: Olga Mill

    Scenografia: Grace Yun

    Fotografia: Alexander Dynan

    Montaggio: Benjamin Rodriguez Jr.

    Makeup: Eldo Ray Estes (direttore)

    Casting: Susan Shopmaker

    Scheda film aggiornata al: 21 Aprile 2023

    Sinossi:

    In breve:

    Dopo la morte del figlio, un ex cappellano militare è distrutto dal dolore ma trova conforto nell'incontro con una donna che ha da poco perso il marito, suicidatosi qualche tempo prima. La sua chiesa non è però quello che sembra e piano piano vengono a galla alcuni segreti inconfessabili.

    In dettaglio:

    Ernst Toller, pastore della First Reformed Church di Snowbridge (New York) alle prese con una crisi di fede, scrive i suoi pensieri in un diario, che intende tenere per un anno e poi distruggere. Ernst guida una chiesa riformata olandese di 250 anni che una volta era una fermata della ferrovia sotterranea. Sotto la guida di Toller, la chiesa affronta un calo di presenze che l'ha allontanata dalla sua storica focalizzazione sulla teologia calvinista; ora serve soprattutto come attrazione turistica. Toller, un ex cappellano militare, sta anche lottando con la morte di suo figlio Joseph, ucciso nella guerra in Iraq, e con l'alcolismo. Toller cerca una comprensione spirituale più profonda attraverso la lettura di scrittori cattolici (G. K. Chesterton e Thomas Merton) e libri mistici (The Cloud of Unknowing). Questo lo porta a cercare sostegno da Abundant Life, la megachiesa evangelica di Albany che possiede First Reformed.

    Viene avvicinato da Mary, che sta cercando una consulenza per Michael, suo marito radical-ambientalista. Michael sfida ulteriormente le convinzioni di Toller: spiega che vuole che Mary abortisca, perché non vuole portare un bambino in un mondo che sarà reso quasi inabitabile dal cambiamento climatico. Mary trova nel loro garage un gilet da suicidio appartenuto al marito. Toller lo prende, promettendo di consigliarlo a Michael. Mary e Toller discutono di andare alla polizia, ma Toller ritiene che ciò peggiorerebbe lo stato di Michael. Poco prima del loro prossimo appuntamento, Michael invia a Toller un messaggio di testo chiedendo di incontrarsi in un parco locale. Toller arriva e trova Michael morto per una ferita autoinflitta da un fucile da caccia. In conformità con la volontà di Michael, viene celebrata una funzione presso una discarica locale di rifiuti tossici, dove vengono sparse le sue ceneri.

    Nel frattempo, i piani sono in corso per celebrare il 250º anniversario della First Reformed con una funzione a cui partecipano il sindaco, il governatore e Edward Balq, uno dei principali finanziatori di Abundant Life e il proprietario di una fabbrica inquinante. Durante un incontro in una tavola calda, Balq si oppone al fatto che Toller onori il testamento di Michael e lo considera un atto politico, e i due discutono sul cambiamento climatico: Balq lo liquida come "complicato", ma Toller lo vede come una semplice questione di gestione cristiana.

    Provando dolore fisico, Toller si reca con riluttanza da un medico, che sospetta un cancro allo stomaco e programma alcuni esami. Toller ha il computer portatile di Michael, che ha preso dopo il suicidio di Michael per evitare che la polizia scopra il radicalismo di Michael e crei problemi a Mary. Lo usa per fare ricerche sulle preoccupazioni di Michael, compresi i materiali sulla fabbrica di Balq che gli hanno ispirato il giubbotto esplosivo. Una notte, Mary fa visita a Toller nella canonica della chiesa, e lui interpreta il ruolo di Michael in un rito non sessuale di intimità fisica che la coppia era solita compiere.

    Toller prega Mary di non partecipare alla funzione di anniversario. Preparandosi per il suo ruolo nella cerimonia, indossa il giubbotto esplosivo e lo arma. Quando vede Mary entrare per la cerimonia, si toglie il giubbotto e si avvolge invece nel filo spinato sotto il camice. Toller versa un bicchiere pieno di detersivo e sta per berlo quando Mary lo interrompe e i due si abbracciano e si baciano appassionatamente.

    Synopsis:

    A priest (Hawke) of a small congregation in upstate New York grapples with mounting despair brought on by tragedy, worldly concerns and a tormented past.

    Forty-six year old Reverend Ernst Toller is the pastor at the historic First Reformed Church in upstate New York. It is seen as the "tourist" church or the "souvenir shop" (its historical significance partly it being a stop on the underground railroad before the slaves crossed into Canada) by Abundant Life, which owns the church and which operates a modern self-named five thousand seat church overseen by Reverend Joel Jeffers. First Reformed is celebrating its two hundred fiftieth anniversary this year, for which a major event is planned, modest in size only at First Reformed itself although the dignitaries like the governor and mayor will be at attendance there, while the event will be simulcast at Abundant Life. Most of the speech-making will be done by local industrialist Ed Balq, a major benefactor of Abundant Life and who is the major donor for the necessary upgrades at First Reformed to be able to hold the event there, and for the event itself, while Toller's participation will ...

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    "E' facile parlare di preghiera per chi non ha mai veramente pregato"

    Una lenta carrellata in avvicinamento verso una Chiesa al limitare di una stradina boschiva, fino a raggiungerla e celebrarla in un primo piano raccolto in piano sequenza: è la prima protagonista del titolo di questa storia in celluloide, la chiesa ‘First Reformed’ di Snowbridge (New York). Storia intrisa di conflitti interiori che derivano da contraddittori esterni in cui confluiscono spiritualità, società e politica, aprendo il varco ad un campo fin da subito ristretto alla voce fuori campo del protagonista, intento a scrivere un diario, mentre ne condivide con lo spettatore i pensieri, vergati a mano. Con il proposito di distruggere quello stesso diario al termine di un anno da quel momento. Una sorta di autoconfessione per scritto per scavarsi dentro con la sincerità più schietta: “quando si scrive di se stessi non dovremmo essere indulgenti” e dunque, “questo

    diario è un modo di parlare, una comunicazione… un modo di pregare”. Soprattutto quando la Fede non sembra poi così stabile e i dubbi danno l’impressione di superare le certezze.

    Il navigatissimo ed eccentrico regista e sceneggiatore Paul Schrader (American Gigolò, Il bacio della pantera, The Walker, The Canyons, Il nemico invisibile, Cane mangia cane) si è guadagnato una Nomination agli Oscar 2019 con First Reformed per la ‘Migliore Sceneggiatura Originale’. E, in effetti, l’ampia esternazione delle accorate riflessioni intime del giovane Reverendo Ernst Toller (un convinto Ethan Hawke, eclettico e sempre intenso interprete), diventano il collante di tutto quel che succede nel film. Ma la parte più interessante, che riguarda il tragico background del Reverendo/Hawke, ex cappellano militare che ancora sta facendo i conti con la morte di suo figlio Joseph in Iraq, cui è approdato su suo incoraggiamento, resta sullo sfondo privilegiandone gli effetti collaterali sfociati nell’alcolismo e nella

    guida alquanto fiacca di questa Chiesa riformata olandese di 250 anni, un tempo già fermata di una ferrovia sotterranea. Ed è per l’appunto sotto la sua guida che questa chiesa registra un significativo calo di presenze, con il conseguente allontanamento dalla storica teologia calvinista, diventando prioritaria attrazione turistica con tanto di vendita di souvenir. Ma quel che finisce per diventare davvero centrale, è la richiesta d’aiuto di Mary (Amanda Seyfried), preoccupata per il marito Michael (Philip Ettinger), che non vuole accettare la nascita del loro bambino: in quanto radical-ambientalista esprime una visione nichilista e senza futuro del mondo che si ostina a non prendere provvedimenti in proposito, paventando l’autodistruzione, più prossima di quanto ci si possa immaginare.

    Fin qui, il film mantiene il filo di una sua logica, ma ben presto, con il peggiorare degli eventi, fino al tracollo segnato dal suicidio di Michael - cui era già stato sottratto

    un giubbotto con esplosivi kamikaze - sembra perdere il controllo e deragliare, così come lo stesso protagonista principale: il Reverendo Toller di Ethan Hawke. Il declino psicologico di quest’ultimo, con lo strano rapporto che si crea tra lui e Mary/Seyfried, dopo l’iniziale sostegno deraglia definitivamente sulle scorie dei suoi tentati suicidi: esteticamente avvincente ed ammiccante new age la sequenza della levitazione cosmica quanto sostanzialmente discutibile post-it sulla narrazione in corso. Tentati suicidi che si collocano in coda all’imminente cerimonia del 250° anniversario della First Reformed, con una funzione a cui partecipano il sindaco, il governatore e Edward Balq, uno dei principali finanziatori di Abundant Life, nonché proprietario di una fabbrica inquinante. Il contraddittorio è evidente e sappiamo bene che vive in buona salute nel nostro presente, ma non giustifica lo smarrimento totale del Reverendo, peraltro presunto malato di cancro, di cui d’altra parte non si definiscono i termini e si

    lasciano decadere gli esiti definitivi. La scelta di scartare dal suicidio con il giubbotto kamikaze di Michael e il ripiego sul filo spinato intorno al corpo - ovvio fino al banale il rimando alla corona di spine e alla sofferenza della croce - mentre si versa del detersivo da bere, inscenando un modo alternativo di farla finita, naufraga definitivamente sulla scia di un bacio appassionato condiviso con Mary/Seyfried, sopraggiunta a sorpresa in canonica, nel segno di una salvezza reciproca dal baratro comune.

    Non proprio il finale che ci si aspetterebbe quando in realtà poco o nulla ha trovato una vera definizione nei suoi contorni. Si direbbe piuttosto un’eccentrica provocazione per la denuncia di un sistema politico corrotto e fallimentare, di cui qui, in un modo un può slabbrato, si intende farne una questione di fede cristiana. E’ comunque vero che, anche la coerenza ha il suo valore, tanto quanto la

    sacralità della vita: fattore peraltro rimarcato dal titolo italiano ‘la creazione a rischio’.

    Links:

    • Paul Schrader (Regista)

    • Ethan Hawke

    • Amanda Seyfried

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    First Reformed-La creazione a rischio - trailer

    First Reformed-La creazione a rischio - trailer ufficiale (V.O.) - First Reformed

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Asteroid City

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - dal 28 Settembre - Da 76. Cannes (16-27 Maggio 2023) ..

    Retribution

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dai produttori de L’Uomo Sul Treno il remake dell’adrenalinico film spagnolo ..

    The Palace

    Da Venezia 80. - Dal 28 Settembre - Mickey Rourke nel nuovo dramma di ..

    Assassinio a Venezia

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dopo Assassinio sull'Orient Express (2017) e Assassinio sul Nilo (2022), Kenneth ..

    Felicità

    Dal 21 Settembre - Da Venezia 80. - Orizzonti - Debutto alla regia di ..

    Oppenheimer

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Cillian Murphy, nel ruolo del celebre scienziato ..

    In The Fire

    Dal 14 Settembre - Dal 69. Taormina Film Festival - Il thriller soprannaturale segna ..