ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Voyagers

    VOYAGERS

    New Entry .... [continua]

    Frammenti dal passato-Reminiscence

    FRAMMENTI DAL PASSATO-REMINISCENCE

    New Entry - Un thriller Sci-Fi come debutto alla regia di Lisa Joy (cognata .... [continua]

    No Sudden Move

    NO SUDDEN MOVE

    New Entry - USA: Dal 1° Luglio .... [continua]

    Eternals

    ETERNALS

    New Entry - Angelina Jolie e Salma Hayek tra gli altri 'eroi', nel nuovo .... [continua]

    Mothering Sunday

    MOTHERING SUNDAY

    New Entry - In anteprima mondiale a Cannes 2021 .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Don Jon

    DON JON: STAVOLTA JOSEPH GORDON-LEVITT NON TIRA PUGNI A NESSUNO, MA SCRIVE, DIRIGE E INTERPRETA UNA COMMEDIA SULL'AMORE, PROVOCATORIA E NELLO STESSO TEMPO ONESTA

    RECENSIONE - Dal 63. Festival del Cinema di Berlino (7-17 Febbraio 2013) - Panorama Special - Dal 28 NOVEMBRE

    "Volevo raccontare una storia romantica. Ma ho notato che spesso quello che si frappone all’amore è la tendenza a trasformare l’altra persona nell’oggetto dei nostri bisogni... La mia intenzione era anche quella di equiparare la pornografia al resto dei media, anche ai prodotti generalmente convenzionali. Lo vediamo continuamente nei film, in TV o nelle pubblicità, specialmente nelle pubblicità. Una persona – spesse volte una donna – è ridotta a una cosa, a un oggetto sessuale. Non importa se l’immagine sia vietata ai minori o accessibile al grande pubblico, il messaggio è lo stesso. Ecco volevo parlare proprio di questo, scherzarci su in qualche modo... Ho pensato che la relazione tra un maniaco del porno e una fanatica di film d’amore fosse esilarante per una commedia romantica, andava dritta al punto. Così è cominciato tutto".
    Il regista, sceneggiatore e attore Joseph Gordon-Levitt

    (Don Jon's Addiction; USA 2013; Commedia; 90'; Produz.: Ram Bergman Productions/Voltage Pictures; Distribuz.: Good Films)

    Locandina italiana Don Jon

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Don Jon

    Titolo in lingua originale: Don Jon's Addiction

    Anno di produzione: 2013

    Anno di uscita: 2013

    Regia: Joseph Gordon-Levitt

    Sceneggiatura: Joseph Gordon-Levitt

    Cast: Joseph Gordon-Levitt (Jon 'Don Jon' Martello Jr.)
    Scarlett Johansson (Barbara Sugarman)
    Julianne Moore (Esther)
    Tony Danza (Jon Martello)
    Glenne Headly (Angela Martello)
    Brie Larson (Monica Martello)
    Rob Brown (Bobby)
    Jeremy Luke (Danny)

    Musica: Nathan Johnson

    Costumi: Leah Katznelson

    Scenografia: Meghan C. Rogers

    Fotografia: Thomas Kloss

    Montaggio: Lauren Zuckerman

    Makeup: Elena Arroy e Kentaro Yano

    Casting: Venus Kanani e Mary Vernieu

    Scheda film aggiornata al: 18 Dicembre 2013

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Jon (Joseph Gordon-Levitt) è un moderno don Giovanni, dipendente dal porno ed egocentrico, che non ha mai avuto problemi nel conquistare le donne fino a quando ha incontrato Barbra (Scarlett Johansson), una ragazza idealista alla ricerca dell'uomo giusto. La passione per Barbra spinge Jon a non dar peso alle loro differenze ma sulla sua strada presto trova Esther (Julianne Moore), una donna di qualche anno più grande rimasta recentemente vedova. Esther sembra capire Jon più di quanto Jon stesso si capisca, spingendolo a guardarsi dentro e a intraprendere un viaggio interiore per realizzare ciò che vuole veramente.

    SYNOPSIS:

    Jon Martello is the best puller in the disco and can, at the end of any given evening, take home the women to whom his mates have given the highest scores on a scale of one to ten. But Jon doesn’t get down to his real passion until his weekend conquests have disappeared. That's when he opens up his laptop and treats himself to one wank after another. So far so good. But then he comes so deeply under the spell of one young woman that he allows her to overturn his life. His passion for pornography, lack of enthusiasm for his family and even his aggressive driving – all change. And no wonder, when the beautiful new woman in his life is played by none other than Scarlett Johansson. In record time she transforms Jon into a bourgeois average joe. If only there wasn't the secret porn addiction - even after a breathtaking night with his dream woman. Joseph Gordon-Levitt, lead actor and director of this gaudy satire about sex, eroticism and middle-class mores, pushes self-mockery to the limits until his hero finally falls into the arms of a woman who loves him.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Persino il titolo del film, che sopraggiunge dopo una prima manciata di fotogrammi, è sfocato. Così come è sfocata, nel senso di 'fuori centro', alquanto distorta, l'ottica del nostro protagonista: il Don Jon messo in piedi - in tutti i sensi, giacché lo ha interpretato dopo aver scritto la sceneggiatura ed essersi qui avventurato nella sua opera prima di regia - da Joseph Gordon-Lewitt (Lincoln, Looper). Gordon-Lewitt sceglie per il suo Don Jon una veste moderna, coloratissima e psichedelica, di stampo 'indie', in un certo senso: una storia che tratta essenzialmente della dipendenza dal sesso - 'meglio il porno virtuale che una fica vera', parole sue - per aprire l'ennesima riflessione sull'amore, i vari modi di intenderlo e di gestirlo fino a scoprirne, quasi per caso, l'autentico valore. E' passando dalla voce fuori campo di questo ragazzotto di bell'aspetto, tanto palestrato quanto coatto, superficiale e completamente incanalato nei circuiti informatici

    dei video porno come in un vicolo cieco a senso unico, dal tramestìo intrecciato di fotogrammi balzellanti sul grande schermo in una sorta di 'lap dance', che ci ritroviamo introiettati nella sua vita tristemente limitata e davvero 'fuori fuoco'. E l'intermittente voce fuori campo non è che la prima confessione del nostro protagonista, che 'si racconterà' per l'intera pellicola, cavalcando ironia ed umorismo - altrimenti staremmo freschi! - nel linguaggio parlato così come in quello figurativo, dove un montaggio fluido e sempre in anticipo sulle situazioni, dà il la ad un canovaccio di 'dramedy' abbastanza inusuale, a dispetto dell'epilogo da commedia romantica per quanto anch'esso rivisto e corretto.

    Un canovaccio in cui, ritroviamo una voluttuosa e super sexy Scarlett Johansson nei panni della 'grande conquista di Jon', Barbara Sugarman, apparentemente contrapposta al nostro Don Jon, in punta di sognatrice tradizionalista sull'amore, in realtà coatta predatrice amante del pieno controllo. Jon,

    dal canto suo, è tutto un programma, in assiduo contatto con la chiesa e la confessione settimanale, con la reiterata assoluzione 'a gettone', le preghiere recitate durante l'allenamento in palestra, gli amici di suo pari e, naturalmente, quotidianamente a tu per tu con la propria famiglia: padre dipendente dalle partite, madre tradizionalista e una sorella totalmente votata al 'messaggiamento' sul suo cellulare anche a tavola, apparentemente estraniata da tutti salvo dimostrare l'esatto contrario in una particolare sequenza, l'unica, in cui alzerà gli occhi e dirà la sua in merito alla fidanzata del fratello, con una tale acuminata lungimiranza da spiazzare tutti.

    In una siffatta giostra di dipendenza ad oltranza - e pensare quante star di Hollywood ben più attempate hanno sofferto di tale 'malattia'! - a dispetto di fidanzata sexy e di tutto il 'carnaio' di contorno, virtuale e non, chi salverà il nostro Jon? Oltretutto, la 'donna-oggetto' sex symbol

    compare alla sua vista in ogni dove, in campagne pubblicitarie alla tv, oltre che in carne ed ossa nei locali, là dove tra amici ci si diverte - senza mai stancarsi - a dare il voto all'elemento femminile più 'dotato' in fatto di sole misurazioni corporee, prima di tentare l'approccio diretto del cacciatore di sesso. Ben introdotto, per quanto con un ingresso in campo calcolato sulla distanza, il personaggio della donna matura, Esther, interpretato da Julianne Moore. Le sue osservazioni, benevole, quasi ingenue, sono in grado di sconvolgere le false certezze perché hanno il sapore genuino ed implacabile della verità e per la prima volta in vita sua, il riluttante Jon si sentirà obbligato a fare i conti con se stesso, senza lasciarsi trascinare dalla corrente dell'oblio, sull'onda del godi e fuggi, andata e ritorno ad oltranza e, per di più, ispirata da ridicola finzione. Tranquilli, nessun legame per la

    vita - chi mai può saperlo!? - e niente matrimonio. Solo una provocatoria, simpaticamente canzonatoria, riflessione sull'amore, per raggiungere, nel modo più schietto ed onesto possibile, quel genere di amore in grado di far finalmente sbocciare un immaturo ragazzo in uomo.

    Perle di sceneggiatura








    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di DON JON

    Links:

    • Scarlett Johansson

    • Julianne Moore

    • Joseph Gordon-Levitt

    • Brie Larson

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Don Jon - trailer

    Don Jon - trailer (versione originale) - Don Jon's Addiction

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    La vita che verrà - Herself

    LA VITA CHE VERRÀ - HERSELF

    Dal 17 Giugno - Dalla 15. Festa del Film di Roma - Selezione Ufficiale .... [continua]

    Valley of the Gods

    VALLEY OF THE GODS

    Dal 3 Giugno - L’uomo più ricco sulla terra. Un giovane scrittore in crisi. Un’ancestrale .... [continua]

    Comedians

    COMEDIANS

    Dal 10 Giugno - Gabriele Salvatores traspone sul grande schermo l'omonima e celebre pièce teatrale .... [continua]

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    Dal 24 Giugno - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Quelli che mi vogliono morto

    QUELLI CHE MI VOGLIONO MORTO

    Dal 3 Giugno in esclusiva digitale - RECENSIONE - Adattamento cinematografico del romanzo di Michael .... [continua]

    Crudelia

    CRUDELIA

    Craig Gillespie dirige Emma Stone nei panni di una giovane Crudelia De Mon. L'origin story, .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    Dal 20 Maggio al cinema in versione originale e dal 27 in italiano - RECENSIONE .... [continua]