ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    La sfida delle mogli

    LA SFIDA DELLE MOGLI

    Aggiornamenti freschi di giornata! (19 Febbraio 2020) - Dalla 14. Mostra del Cinema .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE 4 Premi OSCAR 2020: Miglior film; Miglior film .... [continua]

    Dolittle

    DOLITTLE

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il regista e sceneggiatore Stephen Gaghan .... [continua]

    Figli

    FIGLI

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea nell'ultimo film di .... [continua]

    Il diritto di opporsi

    IL DIRITTO DI OPPORSI

    Ancora al cinema - Dal Toronto International Film Festival il 6 settembre 2019 .... [continua]

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    Ancora al cinema - Il quasi novantenne regista Clint Eastwood scova e pone sotto .... [continua]

    Judy

    JUDY

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - VINCITORE Premio Oscar .... [continua]

    Piccole donne

    PICCOLE DONNE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - VINCITORE di un [continua]

    1917

    1917

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Tra i più attesi!!! - OSCAR .... [continua]

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Oscar 2020 - Sei Nominations tra cui .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Una ragazza a Las Vegas

    UNA RAGAZZA A LAS VEGAS: TRA SCOMESSE SPORTIVE E TRIANGOLI AMOROSI, REBECCA HALL, CATHERINE ZETA JONES E BRUCE WILLIS SEGUONO LE DRITTE DELLA NUOVA 'DRAMEDY' DI STEPHEN FREARS

    Dal SUNDANCE FILM FESTIVAL 2012 - RECENSIONE - Da 13 GIUGNO

    (Lay the Favorite; USA 2012; dramedy; 94'; Produz.: Emmett/Furla Films/Random House Films/Likely Story/Ruby Films; Distribuz.: BIM)

    Locandina italiana Una ragazza a Las Vegas

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Una ragazza a Las Vegas

    Titolo in lingua originale: Lay the Favorite

    Anno di produzione: 2012

    Anno di uscita: 2013

    Regia: Stephen Frears

    Sceneggiatura: D.V. DeVincentis

    Soggetto: Tratto dal romanzo autobiografico di Beth Raymer Lay the Favorite.

    Cast: Bruce Willis (Dink Heimowitz)
    Laura Prepon (Holly)
    Catherine Zeta-Jones (Tulip Heimowitz)
    Rebecca Hall (Beth Raymer)
    Vince Vaughn (Rosie)
    Joshua Jackson (Jeremy)
    Frank Grillo (Frankie)
    John Carroll Lynch (Dave Greenberg)
    Corbin Bernsen (Jerry)
    Joel Murray (Darren)
    Lara Grice (Cameriera)
    Al Brown (Vecchio Gambler)

    Musica: James Seymour Brett

    Costumi: Christopher Peterson

    Scenografia: Dan Davis

    Fotografia: Michael McDonough

    Montaggio: Mick Audsley

    Makeup: Samantha M. Capps

    Scheda film aggiornata al: 17 Luglio 2013

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Un gruppo di geni della matematica cinquantenni tenta di sbancare il sistema delle scommesse sportive di Las Vegas per arricchirsi. Tra loro vi è una giovane donna che ha fatto una serie di scelte sbagliate nella vita, ma troverà la redenzione dopo aver incontrato sul suo cammino i giocatori attempati.

    Lay the favorite segue l’imprevedibile sognatrice Beth (Rebecca Hall), mentre da spogliarellista a Tallahassee diventa assistente per giocatori d’azzardo a Las Vegas lavorando per Dink (Bruce Willis), uno dei giocatori di maggior successo nel business dello sport. Il lavoro le viene naturale, ma lei rende la scommessa rischiosa innamorandosi di Dink, con grande dispiacere di sua moglie, l’ex-showgirl Tulip (Catherine Zeta-Jones). Ne consegue un battagliero triangolo amoroso..

    SYNOPSIS:

    Lay the Favorite follows unpredictable dreamer Beth (Rebecca Hall) as she goes from in-home stripper in Tallahassee to gambler's assistant in Las Vegas, working for Dink (Bruce Willis), one of the most successful sports gamblers in the business. She takes to the work like a natural, but makes the risky bet of falling for Dink, much to the chagrin of his retired showgirl wife Tulip (Catherine Zeta-Jones). That bet goes south, and a triangular war ensues.

    Against Dink's protests, Beth goes to work for the flamboyant, unstable Rosie who runs a less-than-legal operation in New York City, then for his doomed hyper-speed online sportsbook in the betting Babylon that is Curacao. When Beth's risky gambles result in her innocent boyfriend Jeremy (Joshua Jackson) threatened with prison, she must reunite with Dink, face up to the fearsome Tulip, risk jail, and return to New York City to confront her responsibilities. Can she beat the odds and win the day?

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    ALTRE 'RELAZIONI PERICOLOSE' E 'RISCHIOSE ABITUDINI' PER STEPHEN FREARS, QUESTA VOLTA IN QUEL DI LAS VEGAS, LA' DOVE UN'INEDITA REBECCA HALL, UN CAMALEONTICO BRUCE WILLIS, UN'ALLAMPANATA CATHERINE ZETA JONES E LO SBRUFFONE VINCE VAUGHN, INCROCERANNO I LORO DESTINI, TRA UNA SCOMMESSA E L'ALTRA, MOSSE AZZARDATE, NEL GIOCO COSI' COME NELLA VITA. QUALCUNO OTTERRA' L'AGOGNATA SECONDA OCCASIONE, E NON PER FINTA

    Stephen Frears (Le relazioni pericolose, Rischiose abitudini, Piccoli affari sporchi, The Queen, Cheri, Tamara Drewe-tradimenti all'inglese) ci teneva a metterlo in evidenza: così la prima ad entrare in scena è proprio la voce fuori campo sui titoli di testa, che, con sollecita premura, avverte lo spettatore che quel che sta per vedere non è esattamente una storia di pura fiction in e per la celluloide, quasi a sottintendere: 'Non ci crederai ma... si tratta di una storia vera'. In effetti, il rocambolesco viaggio di Rebecca Hall (The Town, 1921-Il mistero di

    Rockford), star mattatrice di Una ragazza a Las Vegas nelle disinibite vesti di Beth, a quanto pare, sembra ispirato al romanzo autobiografico di Beth Raymer Lay the Favorite (nella pellicola originale Frears mantiene anche il titolo letterario). Non so dire, non avendo letto il romanzo, se nel corso degli eventi Frears si sia preso qualche licenza interpretativa, fatto sta che il respiro di pellicola e personaggi è friabile come un frou frou inzuppato in una bibita light no gas. Ma non per questo non sostiene, anzi, e diverte pure! Vediamo perché.

    Frears è ben noto per la sua sottile autoironia e per divertire anche pattinando sulla pista della leggerezza, là dove, anche quando non è, per così dire, esattamente in primo piano, l'argomentazione sostanziale di fondo. Se avete l'impressione di essere stati introiettati in un ambiente non propriamente tra i più solidi, cercate di ricordare - non appena vi sarete

    rinvenuti dalle ammiccanti performance osé della nostra Beth/Hall, spogliarellista intrattenitrice privè per soli uomini - che di lì a poco vi troverete in quel di Las Vegas e che proprio lì, la nostra protagonista, alquanto alla ventura come i vecchi cercatori d'oro in terra straniera - e con tanto di benedizione paterna che fino a quel momento l'ha creduta 'dog sitter' - andrà in cerca della sua seconda occasione. Rebecca Hall ha fatto un gran lavoro per questo suo personaggio che domina le scene in un cotè sexy ma mai vamp perché sotteso da un sostrato di pseudo-ingenuità tra lo svampito e l'impacciato, sottoscritto da una sorta di tic (il torturarsi i ricci dei capelli) che mantiene costantemente per tutto il film. Ma di fatto è grazie ad un incontro chiave procuratole da una tizia suo pari che l'esperienza di Beth prende una piega interessante, sull'onda delle dinamiche interattive con

    un personaggio come Dink, il boss n. 1 delle scommesse in ambito sportivo. Personaggio cui Bruce Willis non fa mancare nulla, paradossalmente più sul piano della vulnerabilità che altro: un essere tanto generoso quanto lunatico e superstizioso, sorprendentemente integerrimo sul piano morale come non ci si aspetterebbe, soprattutto da un personaggio come quello, in un ambiente come quello, con una moglie che è tutto un programma e che raccoglie tutte le ironie possibili del genere di donna possessiva e gelosa, spasmodicamente devota a vacanze e radicali lifting. A tal proposito si direbbe che il personaggio di Tulip abbia qualcosa in comune con l'interprete: ma che cosa ha fatto Catherine Zeta Jones, oltre ad una dieta da fame nera?! Dai lineamenti tirati e il volto smagrito in cui quasi non la si riconosce più - già all'altezza del precedente film, Effetti collaterali per Steven Soderbergh - sembrerebbe a sua volta reduce

    da un lifting sostenuto, ma almeno qui serve al meglio il suo personaggio, un pò tra le righe, non troppo emergente, così come il resto del cast, tra cui il collega avversario Rosie (Vaughn), rispetto al duo dominante di Dink/Willis- Beth/Hall, entrambi in grado di bucare lo schermo. Anche se la breve incursione nella nuova agenzia di scommesse di Rosie/Vaughn ha dato a Frears tempi e modi per acquerellare sarcasticamente umori e respiri, vale a dire 'andazzi', di certi ambienti. Come mai li sentiamo così familiari a certi nostrani entourage politici? Ma questo sarebbe un altro film, del genere 'spaghetti-horror'!

    Quanto a Una ragazza a Las Vegas, spassoso, non certo esaltante, viene anche da chiedersi se, quando si dice 'beh, siamo ad Hollywood!', per cui è ammesso fantasticare, dove stia la linea di confine tra la vita vera e la fiction. Perchè voi non ci crederete ma, la vera Beth Raymer,

    a Las Vegas non solo ha trovato la sua seconda occasione ma anche di più, fino a cambiare radicalmente il proprio destino (vedi l'incontro galeotto, veramente all'americana, devo dire, con il giovane giornalista) e diventare, appunto, scrittrice! L'America è ancora l'America?! La famosa terra delle opportunità anche in tempi di crisi?! Per qualche temeraria dai talenti nascosti, evidentemente si! Resta comunque il fatto che, almeno sui nostri orizzonti, non sembra un esempio da seguire, anzi, tutt'altro!

    Links:

    • Stephen Frears (Regista)

    • Catherine Zeta-Jones

    • Bruce Willis

    • Rebecca Hall

    • Vince Vaughn

    • John Carroll Lynch

    • Frank Grillo

    1 | 2

    Galleria Video:

    Una ragazza a Las Vegas - trailer

    Una ragazza a Las Vegas - trailer (versione originale) - Lay the Favorite

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Il richiamo della foresta

    IL RICHIAMO DELLA FORESTA

    Dal 20 Febbraio

    "'Il Richiamo della Foresta' è entrato a far parte del grande ....
    [continua]

    Cattive acque

    CATTIVE ACQUE

    In questo 'legal thriller green' sull'ambiente di Todd Haynes, ispirato da una storia vera, Mark .... [continua]

    Cats

    CATS

    Trasposizione contemporanea del celebre musical di Broadway - Dal 20 Febbraio .... [continua]

    Gli anni più belli

    GLI ANNI PIU' BELLI

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dal 13 Febbraio

    "'Gli anni più ....
    [continua]

    Sonic - Il film

    SONIC - IL FILM

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 13 Febbraio

    "Mi sono assicurato che ci fossero alcune ....
    [continua]

    Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

    BIRDS OF PREY E LA FANTASMAGORICA RINASCITA DI HARLEY QUINN

    Una sorta di 'sequel-ma-non-proprio', piuttosto 'spin-off', al femminile di Suicide Squad con protagonista Margot Robbie .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Di nuovo al cinema dal 6 Febbraio 2020 - VINCITORE di 2 Premi OSCAR .... [continua]