ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Voyagers

    VOYAGERS

    New Entry .... [continua]

    Frammenti dal passato-Reminiscence

    FRAMMENTI DAL PASSATO-REMINISCENCE

    New Entry - Un thriller Sci-Fi come debutto alla regia di Lisa Joy (cognata .... [continua]

    No Sudden Move

    NO SUDDEN MOVE

    New Entry - USA: Dal 1° Luglio .... [continua]

    Eternals

    ETERNALS

    New Entry - Angelina Jolie e Salma Hayek tra gli altri 'eroi', nel nuovo .... [continua]

    Mothering Sunday

    MOTHERING SUNDAY

    New Entry - In anteprima mondiale a Cannes 2021 .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Appaloosa

    APPALOOSA: IL REGISTA, ATTORE E PRODUTTORE ED HARRIS VESTE I PANNI DA SCERIFFO AFFIANCATO DAL SUO 'VICE' VIGGO MORTENSEN. SULL'ONDA DEL WESTERN NON MANCA L'EROINA FEMMINILE CON L'ANTICONFORMISTA RENEE ZELLWEGER

    Dal III. Festival Internazionale del Film di Roma

    (Appaloosa USA 2008; western; 114'; Produz.: New Line cinema presenta in associazione con Axon Films una produzione Groundswell; Distribuz.: 01 Distribution)

    Locandina italiana Appaloosa

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    (See Flash Review by Todd McCarthy, "www.variety.com", here - Voice: 'Il giudizio della critica' - 'International Press')
    Trailer

    Titolo in italiano: Appaloosa

    Titolo in lingua originale: Appaloosa

    Anno di produzione: 2008

    Anno di uscita: 2009

    Regia: Ed Harris

    Sceneggiatura: Robert Knott & Ed Harris

    Soggetto: Tratto dal romanzo di Robert B. Parker

    Cast: Ed Harris (Virgil Cole)
    Viggo Mortensen (Everett Hitch)
    Renée Zellweger (Allison French)
    Jeremy Irons (Randall Bragg)
    Timothy Spall (Phil Olson)
    Lance Henriksen (Ring Shelton)
    Tom Bower (Abner Raines)
    James Gammon (Earl May)
    Ariadna Gil (Katie)

    Musica: Jeff Beal

    Costumi: David Robinson

    Scenografia: Waldemar Kalinowski

    Fotografia: Dean Semler (A.C.S./A.S.C.)

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Ambientato nel 1882 nei territori del New Mexico, “Appaloosa” racconta la storia dello sceriffo Virgil Cole (Harris) e del suo vice Everett Hitch (Mortensen), che si sono fatti la fama di pacificatori nelle città senza legge sorte in quelle terre selvagge.
    Nella piccola comunità di minatori di Appaloosa, uno spietato e potente ranchero, Randall Bragg (Irons), ha permesso alla sua banda di fuorilegge di spadroneggiare in tutta la città. Dopo l’assassinio a sangue freddo dello sceriffo di Appaloosa, Cole and Hitch vengono incaricati di assicurare il colpevole alla giustizia.
    Mentre impongono la loro autorità usando in parti uguali fermezza e pistole, Cole e Hitch conoscono la bella nuova arrivata Allison French (Zellweger), i cui modi anticonformisti mettono a rischio il loro lavoro e l’amicizia che li lega da anni.

    Dal >Press-Book< di Appaloosa

    Commento critico (a cura di ERMINIO FISCHETTI)

    La polvere di un mondo scomparso rivive nella splendida pellicola di Ed Harris, opera seconda di un eccellente attore che non è da meno neanche come regista. La base da cui si parte, come in tutti i western, è quella del singolo, o, come in questo caso, di due individui che creano un'unità indistruttibile per preservare la legge e su cui si è costruita apparentemente quell'identità nazionale e sociale degli Stati Uniti d'America. La violenza è la chiave di lettura di due vite passate a ripulire e mettere ordine tramite essa stessa nel corso della nascita e dello sviluppo della società del West. Con questo passato, nel 1882, lo sceriffo Virgil Cole e il suo amico e vice Everett Hitch arrivano ad Appaloosa, località del New Mexico dove un ricco ranchero domina la città a spese di tutti e della vita dell'ultimo sceriffo e del suo vice. Quindi i loro

    sostituti si trovano di fronte a questa drammatica situazione quando vengono assunti allo scopo di arrestare e catturare il criminale in questione. Nel mettere ordine nella cittadina, i due uomini fanno la conoscenza di Allison, una vedova appena arrivata di cui Virgil scopre subito di essere attratto. Ma la donna, in realtà, ha bisogno solo di un uomo che la protegga.

    Harris trae spunto da Gli spietati di Clint Eastwood e dai western del cinema classico per costruire un film che scardina quegli stessi meccanismi narrativi e linguistici, creando così un'opera straordinariamente atipica. Infatti, per questo motivo, affondando le sue radici nelle leggende dei miti del tempo, circa le abitudini e i comportamenti tipici dei pistoleri e degli uomini di legge, Appaloosa si rivela fortemente proiettato verso una loro bonaria presa in giro, ma allo stesso tempo con un senso di forte realismo psicologico. Ne esce così un film ibrido

    che mescola le carte di più generi cinematografici, mascherandone la struttura di origine a cui, però, resta legato.
    Il regista, produttore e protagonista lavora alla sceneggiatura con Robert Knott, basandosi su un romanzo di Robert B. Parker, costruendo personaggi solidissimi e un'ambientazione sintetica, ma, proprio per questo, molto efficace. La macchina da presa di Harris non compie molti movimenti e si affida ad una fotografia scura e piena di toni grigi, ma più di ogni altra cosa dimostra di saper esprimere e seguire i rapporti intimi e i sentimenti (come lo aveva già saputo fare al suo debutto con il sottovalutato Pollock). Il ritratto fatto sull'amicizia virile fra Virgil ed Everett è quasi commovente. L'uno diventa il completamento dell'altro, elemento esplicitato dal fatto che il secondo finisce le parole del primo. L'ironia è l'arma migliore dello stile del racconto di cui è particolarmente dotato Cole, che prima di freddare con

    la pistola lo fa con la lingua. Ma, l'uomo, dentro di sé, è timido e non ha mai avuto una relazione con una donna “educata” e “raffinata” come Allie, quindi quando la incontra ne diviene la sua “vittima”, pur essendo ben consapevole dei suoi limiti affettivi. Tra l'uomo, la donna e Hitch si costruisce uno strano rapporto dove Allison cerca in tutti i modi di mettersi al centro, come viene messo in evidenza dalle loro posizioni sulla scena (come viene sottolineato dal vice, lui ed Allison sono in qualche modo entrambi sposati con lo sceriffo). Hitch rappresenta, invece, la ragione, la coscienza, il pensiero e, di conseguenza, il punto di vista.

    La pellicola, inoltre, porta alla luce il ritratto di una donna “vigliacca” che farà inquietare non poco le associazioni femministe. Allison è una figura capace soltanto di aggrapparsi agli uomini ed è così che, quando la situazione si fa

    critica per Virgil, si concede alle braccia del nemico. Renée Zellweger le dà, qua e là, note di assoluto interesse motivazionale circa la sua natura caratteriale perché la dipinge come una donna triste e sola che non può fare altrimenti. Denuncia, in questo modo, la mancanza di possibilità che le generazioni femminili del passato, costrette a vivere come appendici maschili perché impossibilitate di provvedere da sole a se stesse. Ed Harris, all'interno della sua lunga galleria interpretativa, si concede in una delle prove più malinconiche e complete della sua carriera.

    Links:

    • Ed Harris

    • Renée Zellweger

    • Viggo Mortensen

    • Jeremy Irons

    • Timothy Spall

    • Lance Henriksen

    • Festival Internazionale del Film di Roma - III. edizione (22-31 Ottobre 2008) - INCONTRO con VIGGO MORTENSEN (A cura dell'inviato ERMINIO FISCHETTI) (Interviste)

    1

    Galleria Video:

    appaloosa (versione originale).mov

    Il giudizio della critica

    The Best of Review

    International Press

    (FLASH REVIEW by TODD MCCARTHY, “www.variety.com”

    "Appaloosa" is a decent Western made in an era when a Western has to be pretty darn good to rope people into a theater to see it. With genial performances from Ed Harris and Viggo Mortensen as good guys and a snakey Jeremy Irons as the chief baddie, Harris’ first directorial outing since his impressive and entirely different Pollockbiopic bears echoes of many genre predecessors, especially Howard Hawks’ Rio Bravo - but echoes they remain. With a sometimes goofy sense of humor as its main distinguishing mark, this New Line title fed into the Warner Bros. distribution mill looks poised for modest fall biz.
    )

    Italian Press

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    La vita che verrà - Herself

    LA VITA CHE VERRÀ - HERSELF

    Dal 17 Giugno - Dalla 15. Festa del Film di Roma - Selezione Ufficiale .... [continua]

    Valley of the Gods

    VALLEY OF THE GODS

    Dal 3 Giugno - L’uomo più ricco sulla terra. Un giovane scrittore in crisi. Un’ancestrale .... [continua]

    Comedians

    COMEDIANS

    Dal 10 Giugno - Gabriele Salvatores traspone sul grande schermo l'omonima e celebre pièce teatrale .... [continua]

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    Dal 24 Giugno - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Quelli che mi vogliono morto

    QUELLI CHE MI VOGLIONO MORTO

    Dal 3 Giugno in esclusiva digitale - RECENSIONE - Adattamento cinematografico del romanzo di Michael .... [continua]

    Crudelia

    CRUDELIA

    Craig Gillespie dirige Emma Stone nei panni di una giovane Crudelia De Mon. L'origin story, .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    Dal 20 Maggio al cinema in versione originale e dal 27 in italiano - RECENSIONE .... [continua]