ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Old Oak

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dal 76. Locarno Film Festival e dal 76. Festival del ..

    Spaceman

    Berlinale 2024 il 20 Febbraio - Dal 1° Marzo in streaming su Netflix ..

    Napoleon

    Dal 1° Marzo su Apple TV+ - RECENSIONE - Joaquin Phoenix torna al registro storico ..

    Estranei

    Dalla 21. Festa del Cinema di Roma - Alice nella Città - Dal 29 Febbraio ..

    Ci sei Dio? Sono io, Margaret

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 2 Marzo - Rachel McAdams, Kathy Bates alle prese con ..

    Madame Web

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Spin-off di Spider-Man incentrato su una mutante chiaroveggente di nome Madame ..

    Wild Four O'Clocks

    New Entry - Michelle Pfeiffer nonna vivace di due giovani ragazzi per Peter Craig, qui ..

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Stefano Accorsi

    Il cinema di Stefano Accorsi

    Biografia

    (Bologna, ITALIA, 2 marzo 1971 - )

    La prima opportunità cinematografica gli giunge nel 1990, quando ha appena terminato gli studi al Liceo Scientifico: è il regista Pupi Avati a volerlo per l’interpretazione del coprotagonista Matteo, con Franco Nero e Anna Bonaiuto, nel film Fratelli e sorelle. Subito dopo il suo debutto cinematografico si iscrive alla Scuola di Teatro a Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone, e dove si diploma nel 1993. Successivamente entra a far parte della Compagnia del Teatro Stabile dell’Arena di Bologna che lo vede impegnato sui registri classici di Pirandello e Goldoni. Ma a portare Accorsi sul podio della grande popolarità è lo spot pubblicitario di un noto gelato diretto da Daniele Luchetti nel 1994. E’ dell’anno seguente il suo secondo ruolo cinematografico con il protagonista Alex nel film Jack frusciante è uscito dal gruppo diretto da Enza Negroni. Nel 1996 torna al teatro con il testo Naja di Angelo Longoni, poi trasposto e interpretato anche in celluloide e nello stesso anno lavora con Wilma Labate in La mia generazione. Nel 1997 torna a lavorare con il regista Daniele Luchetti interpretando il ruolo del protagonista Gigi nel film I piccoli maestri. Nel 1998 è protagonista del pluripremiato film Radiofreccia diretto da Luciano Ligabue (‘David di Donatello, Premio Amidei e Ciak d’Oro come ‘Miglior Attore Protagonista’). Alternando Cinema a TV, nello stesso anno lavora per RAI 2 in Più leggero non basta, film diretto da Elisabetta Lodoli con Giovanna Mezzogiorno nel cast, nel film di Enzo Monteleone Ormai è fatta, interpretando il ruolo dell’anarchico Horst Fantazzini (Grolla d’Oro all’’Attore Protagonista’; Nomination ai ‘David di Donatello Awards’ come ‘Migliore Attore Protagonista’), e nel film portoghese Capitani d’Aprile diretto da Maria de Medeiros, con il ruolo dell’ufficiale Salgueiro Maya, uno dei leaders dell’insurrezione del 1974, passata alla storia come la “Rivoluzione dei Garofani”. Il proseguo della carriera lo vede presente in un novero di film importanti, spesso premiati con riconoscimenti ufficiali: da Un uomo perbene (1999) di Maurizio Zaccaro (Grolla d’Oro all’Attore Protagonista’), film ispirato al ‘Caso Tortora’, con Michele Placido, a La stanza del figlio di Nanni Moretti (Palma d’Oro al Festival di Cannes 2001), al film TV per RAI 1 diretto da Mario Monicelli Come quando fuori piove, a Le fate ignoranti di Ferzan Ozpetek, con Margherita Buy (film pluripremiato tra cui il Silver Ribbon direttamente a Stefano Accorsi come ‘Migliore Attore Protagonista’), infine L’ultimo bacio di Gabriele Muccino con Giovanna Mezzogiorno (Nomination ai ‘David di Donatello Awards’ come ‘Migliore Attore Protagonista’). Il 2001 lo vede impegnato a Londra, per il film Tabloid TV diretto da David Blair, con John Hart e Mary Elisabeth Mastrantonio, in cui Accorsi interpreta il ruolo di un calciatore italiano amante della ‘dolce vita’; a Venezia e Parigi per il ruolo di interprete protagonista nel film di Giacomo Battiato Il giovane Casanova; a Torino per Santa Maradona di Marco Ponti. Il ruolo dello scrittore Dino Campana a fianco di Laura Morante in Un viaggio chiamato amore diretto da Michele Placido, presentato in concorso nel 2002 alla 59a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica a Venezia, vale ad Accorsi la Coppa Volpi come ‘Migliore Attore Protagonista’.

    Bibliografia: Press-Book L’amore ritrovato 2004.

    <- torna alla pagina principale di Stefano Accorsi

    La zona d'interesse

    RECENSIONE - Bafta 2024: 'Miglior Film Britannico'; 'Miglior Film in Lingua Straniera'; 'Miglior Sonoro' ..

    Anatomia di una caduta

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - VINCITORE di 6 Premi César 2024; VINCITORE ..

    The Boys in the Boat

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - George Clooney torna alla regia con biopic sportivo degli anni Trenta ..

    L'imprevedibile viaggio di Harold Fry

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Una celebrazione della vita, un ritratto sincero ..

    Emma e il giaguaro nero

    Dai creatori dei successi Il lupo e il leone e Mia e il leone bianco ..

    Land of Bad

    RECENSIONE - Russell Crowe nella terra dei cattivi con Liam e Luke Hemsworth - Dal ..

    Sound of Freedom - Il canto della libertà

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Quando il cinema fa eco ad una storia vera! Alejandro Monteverde ..