ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Bikeriders

    Dal 19 Giugno - Il regista, sceneggiatore e soggettista Jeff Nichols ha rivelato che da ..

    Shoshana

    Dal 27 Giugno - Dal 48. Toronto International Film Festival (7-17 Settembre 2023) - ..

    Hit Man - Killer per caso

    Dal 27 Giugno - Designato 'Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – ..

    Horizon: An American Saga- Capitolo 1

    Da Cannes 77. - Fuori Concorso: Anteprima Mondiale domenica 19 Maggio - Ancora alle prese ..

    Home Page > Movies & DVD > Quando tutto cambia

    DEBUTTO ALLA REGIA PER HELEN HUNT CON UNA COMMEDIA DRAMMATICO-ROMANTICA. MA NON PER QUESTO RINUNCIA AL RUOLO DI PROTAGONISTA

    Stasera, 17 Giugno, in TV, su 5, Canale 30, ore 21.10 - Dal Toronto International Film Festival 2007 - Uscito il 6 Giugno 2008

    "La voglia di cimentarmi con la macchina da presa è cresciuta con il mio percorso di attrice e da una semplice sensazione è diventata necessità... Ero consapevole del fatto che ciò in cui mi stavo dedicando era una storia che sentivo pienamente mia, connessa alla mia natura più intima. Alcuni cineasti vogliono semplicemente dirigere, invece a mio avviso, un regista deve tenere per mano i suoi attori, accompagnare ogni singolo passo attraverso cui il film prende forma. Nel corso del lungo processo di riscrittura del film, la mia empatia con esso è diventava ogni giorno più forte e stretta, tanto da riuscire a dar forma a personaggi che sentivo vivi. Consapevolmente intuii che sarebbe stato molto più faticoso illustrare la mia visione del film a un altro regista, piuttosto che dirigerlo da me. In linea con le tante contraddizioni del processo di sviluppo del film, mi sono sempre ripromessa che mai e poi mai avrei fatto l'errore che ogni attore fa, quello di essere in un film che dirigo io stessa. Ma alla fine l'attrazione verso il personaggio di April è stata troppo forte e cosi ho ceduto".
    La regista, sceneggiatrice e attrice Helen Hunt

    (The She Found Me USA 2007; commedia drammatico-romantica; 100'; Produz.: Blue Rider Pictures/John Wells Productions/Killer Films/Less Is More Pictures; Distribuz.: Medusa)

    Locandina italiana Quando tutto cambia

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Quando tutto cambia

    Titolo in lingua originale: Then She Found Me

    Anno di produzione: 2007

    Anno di uscita: 2008

    Regia: Helen Hunt

    Sceneggiatura: Helen Hunt, Alice Arlen e Victor Levin

    Soggetto: Quando tutto cambia rappresenta la prima prova dietro la macchina da presa di Helen Hunt. Il film è tratto dal romanzo di Elinor Lipman Then she found me.

    Cast: Helen Hunt (April Epner)
    Colin Firth (Frank Harte)
    Bette Midler (Bernice Graves)
    Matthew Broderick (Ben)
    Lynn Cohen (Trudy Epner)
    Ben Shenkman (Freddy)
    John Benjamin Hickey (Alan)
    Salman Rushdie (Dr. Masani)
    Janeane Garofalo (nella parte di se stessa)
    Tim Robbins (nella parte di se stesso)
    Edie Falco (nella parte di se stesso)

    Musica: David Mansfield

    Costumi: Donna Zakowska

    Scenografia: Stephen Beatrice

    Fotografia: Peter Donahue

    Scheda film aggiornata al: 18 Giugno 2024

    Sinossi:

    IN BREVE:

    April Epner (Helen Hunt) insegna in una scuola di Philadelphia e vive una vita tranquilla fin quando non viene letteralmente travolta da tutta una serie di imprevisti avvenimenti: al dolore per l’abbandono del marito si aggiunge quello della morte della madre, di fatto adottiva. Ma lo sconvolgimento maggiore per April sarà l’improvvisa comparsa della madre naturale Bernice, conduttrice di un celebre talk-show e in cerca di riscatto per averla abbandonata...

    IN ALTRE PAROLE:

    "... Il film è l'ironica e toccante storia dell'insegnante April Epner (Helen Hunt), raccontata attraverso il difficile percorso con il quale riuscirà a trovare se stessa. In seguito alla separazione dal marito (Matthew Broderick) e la morte della madre adottiva, April viene contattata dalla sua apparente madre naturale (Bette Midler), che si rivela essere una conduttrice di talk show locali, Bernice Graves. Mentre Bernice tenta di recuperare il tempo passato e quindi di diventare la madre che non è mai riuscita ad essere, April trova conforto tra le braccia del padre (Colin Firth) di uno dei suoi studenti, solo per scoprire che il mistero delle domande insolute della vita non è in grado di essere risolto con una semplice rivelazione".

    Dal >Press-Book< di Quando tutto cambia.

    IN DETTAGLIO:

    "In Quando tutto cambia Helen Hunt interpreta April Epner, insegnante trentanovenne la cui tranquilla e stabile vita subirà di lì a poco un completo sconvolgimento. Un anno prima April sposa Ben, il ragazzo più giovane della porta accanto, che lavora nella sua scuola. Cosciente di non aver più molto tempo per rimanere incinta, April è seriamente intenzionata a realizzare questo suo desiderio, anche a costo di mettere sottopressione il suo matrimonio. Sorda ai consigli della madre, che le consiglia l’adozione, April è decisa ad avere un figlio suo. Lei stessa è stata adottata e ha sempre sentito che qualcosa mancasse, e non vuole assolutamente che il suo bambino debba provare lo stesso sentimento. Tuttavia i tentativi di pianificazione familiare di April subiranno un brutto arresto così come tutti i suoi piani. In primo luogo, Ben le confessò che il matrimonio è stato un errore per lui e che vuole il divorzio. Ad aggravare la situazione sopraggiunge l'improvvisa morte della madre lasciandola cosi da sola, senza un genitore, un uomo accanto o un bambino. La vita di April viene sconvolta nuovamente, quando, di punto in bianco, viene contattata dalla sua madre naturale: qualcuno che non ha mai voluto incontrare che però in un certo senso le è sempre mancato. Bernice Graves (Bette Midler) è tutto ciò che la madre adottiva di April non era, e tutto quello che April non è. Una conduttrice di talk show locali che vuole subito instaurare un rapporto molto intimo con la figlia, cosi da recuperare il tempo perduto; April in tal modo deve subire una raffica di domande di tutti i tipi e prestare ascolto ai consigli dispensati ma non richiesti. È lontanissima dal carattere di April sotto tutti i punti di vista in quanto Bernice è molto socievole, loquace e opulenta come la vita stessa; al contrario la figlia è cauta, taciturna e ritrosa nel modo di porsi alla vita. Bernice appare come uno di quei personaggi usciti dalle fiabe, anche se April non è sicura che lei rappresenti la fata madrina o la strega malvagia. Proprio come una madre si succede all'altra, è lo stesso per la figura maschile nella vita di April. In seguito alla improvvisa partenza di Ben, April, per puro caso, incontra Frank (Colin Firth), l'affabile e attraente padre di uno dei suoi giovani studenti. Come April, anche Frank è stato recentemente abbandonato dalla moglie, e quindi entrambi affrontano il romanticismo con un misto di desiderio e amarezza. Chiaramente i due si completano e potrebbero avere un lieto fine se non fosse che April scopre di essere incinta a causa del rapporto avuto con Ben il giorno della sua dipartita, (o come lo chiama Bernice 'sesso da rottura'). Ancora una volta la vita dei personaggi di Quando tutto cambia si rimescola e si riaccende fino a giungere al tanto agognato epilogo".

    Dal >Press-Book< di Quando tutto cambia

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    FILM DI NICCHIA PER HELEN HUNT, AL SUO ESORDIO COME REGISTA, SENZA RINUNCIARE ALLA PERFORMANCE INTERPRETATIVA, ESTREMAMENTE INTROSPETTIVA. NEL SEGNO DI UN’IMPRONTA MARCATAMENTE FEMMINILE, INTIMAMENTE ATTENTA AI DETTAGLI, PRENDE AVVIO UNA RIFLESSIONE, IN CHIAVE PER LA VERITA’ MOLTO LEGGERA, LA’ DOVE LA COMMEDIA FLIRTA CON IL DRAMMA IN MANIERA TALORA STRIDENTE E SURREALE, SU UN TEMA CRUCIALE: ‘QUALE MATERNITA’. CON ‘QUANDO TUTTO CAMBIA’ LA HUNT APRE COSI’ UNA PICCOLA FINESTRA SU ALCUNI ASPETTI ED EFFETTI COLLATERALI IN MATERIA DI ADOZIONI, INSEMINAZIONE ARTIFICIALE E MATERNITA’ NATURALE. E SALTANO FUORI I DISAGI DI ALLEVARE I FIGLI DA PARTE DI UN SOLO CONIUGE ALLA LUCE DI SEPARAZIONI E DIVORZI, NONCHE’ LE COMPLICATE DINAMICHE DECISIONALI DI ENORME RESPONSABILITA’ PER CHI SI RITROVA NELLA SCOMODA POSIZIONE DI DOVER SCEGLIERE SE TENERE O ABBANDONARE IL PROPRIO FIGLIO. E LE RAGIONI POSSONO ESSERE LE PIU’ DISPARATE, COMPRESA QUELLA DI FAR CARRIERA, CASO IN CUI UN FIGLIO,

    INASPETTATO, E’ SENTITO COME UN IMPEDIMENTO, UNA CASTRAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA PROPRIA VITA PERSONALE. RESPONSABILITA’ CHE INEVITABILMENTE RICADONO SU CHI SUBISCE TALE SCELTA: I FIGLI STESSI. UN UNIVERSO DI PROBLEMATICHE IMPONENTE CHE TRASPARE APPENA TRA LE RIGHE DA QUESTO FILM, PROPRIO PERCHE’ CAMUFFATO DA COMMEDIA CON LA TARDA CONTAMINAZIONE DEL DRAMMA. PROBLEMATICHE LAMBITE E SCOPERTE CON LEGGEREZZA ATTRAVERSO LA VICENDA PERSONALE DELLA PROTAGONISTA APRIL (HELEN HUNT), INCONSAPEVOLE, IN PRIMA ISTANZA, DI ESSERE STATA A SUA VOLTA ADOTTATA. COSI’, IN TUTTA LA PRIMA PARTE DEL FILM SI TENDE A NON PRENDERE NULLA TROPPO SUL SERIO SULLA SCIA DEI ‘PERSONAGGI MACCHIETTA’ CHIAMATI IN CAUSA A SOSTENERE APPUNTO, UN DRAMMA-COMMEDIA: DAL MARITO FANTOCCIO PIU’ INFANTILE DEL BAMBINO CHE NON SI RIESCE A CONCEPIRE, PRONTO A FARE SESSO CON LA PROPRIA MOGLIE CON LA STESSA FACILITA’ CON CUI LA ABBANDONA (ANZI, PRIMA LE COMUNICA LA RICHIESTA DI SEPARAZIONE E POI FA SESSO CON

    LEI SOLO PERCHE’ L’HA VISTA IN SOTTOVESTE SEXY SOTTO L’IMPERMEABILE E, PIU’ TARDI, QUANDO QUESTO COMPORTA IL MIRACOLO DEL CONCEPIMENTO DEL FIGLIO, SONO SEPARATI E LEI SI VEDE CON IL TIZIO SEDUTTORE, FANNO DI NUOVO SESSO IN AUTO DOPO ESSER USCITI DALLO STUDIO MEDICO PER L’ECOGRAFIA). ALTRETTANTO MACCHIETTISTICA SI SCOPRE LA FIGURA STESSA DEL SEDUTTORE, PADRE DI DUE FIGLI ABBANDONATO DALLA MOGLIE, CHE ‘ARLECCHINEGGIA’ FIN DALL’INIZIO IN MERITO AD INTRAPRENDERE UNA RELAZIONE CON LEI O MENO. L’ALTRO PERSONAGGIO-MACCHIETTA E’ LA MADRE NATURALE, ESAGERATAMENTE ESUBERANTE ED EFFERVESCENTE (BETTE MIDLER) CHE IN MANIERA UN PO’ASSURDA CERCA LA FIGLIA QUANDO ORMAI QUESTA HA QUASI QUARANT’ANNI, LE MENTE ALL’INIZIO DICENDOLE CHE SUO PADRE E’ STEVE MCQUEEN E ALTRE NUMEROSE ‘SORTITE’ AFFINI. COSI’ CHE QUANDO I TONI DIVENTANO PIU’ SERI PER TUTTI IL CONTRAPPOSTO E’ FORTE E PURE STRIDENTE DAL MOMENTO CHE PERMANGONO RESIDUE SCHEGGE UMORISTICHE. PERCIO’, CON IL RISPETTO VERSO LE SICURE BUONE INTENZIONI,

    CHE CONDURRANNO LO SPETTATORE DRITTO VERSO UN FINALE PREVEDIBILE SENZA NULLA VOLER TOGLIERE ALLA SUA CONNATURATA TENEREZZA, IL FILM HA SOLO IL MERITO DI AVER AFFRONTATO LA DIFFICLE SFIDA DI AMALGAMARE DRAMMA E COMMEDIA PER PARLARE DI PROBLEMI DAVVERO SERI. UN GENERE DI SFIDA PARTICOLARMENTE DIFFICILE CHE NON SEMPRE DA’ I MIGLIORI RISULTATI SPERATI

    Links:

    • Helen Hunt (Regista)

    • Helen Hunt

    • Colin Firth

    • Tim Robbins

    • John Benjamin Hickey

    1

    Galleria Video:

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Una doppia verità

    Stasera, 20 Giugno, in TV, su RAI Movie, Canale 24, ore 21.10 - RECENSIONE - ..

    The Terminal

    Stasera, 20 Giugno, in TV, su 4, Canale 4, ore 21.25 - L'Omaggio di ..

    Civiltà perduta

    Stasera, 20 Giugno, in TV, su IRIS, Canale 22, ore 21.10 -RECENSIONE - Dalla Berlinale ..

    Fuga in Normandia

    Dal 20 Giugno - Michael Caine al centro di una vicenda ispirata ad una storia ..

    C'é ancora domani

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - 8 Marzo 2024: Festa della ..

    Un mondo a parte

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - RECENSIONE - Riccardo Milani torna sul ..

    Cento domeniche

    Cinema sotto le stelle - Estate 2024 - RECENSIONE - Dalla 18. Festa ..