ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sleeping Dogs

    ANTEPRIMA - Russell Crowe detective della omicidi in pensione affetto da Alzheimer che torna su ..

    Un mondo a parte

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Riccardo Milani torna sul grande schermo con una storia che ..

    Cult Killer

    New Entry - Antonio Banderas ed Alice Eve in coppia sulla scia di un thriller ..

    Estranei

    Dal 24 Aprile in streaming su Disney+ - Dalla 21. Festa del Cinema di Roma ..

    Fly Me To The Moon: Le due facce della luna

    New Entry - Una storia d'amore ambientata negli anni Sessanta, durante la corsa allo spazio ..

    The Bikeriders

    New Entry - Il regista, sceneggiatore e soggettista Jeff Nichols ha rivelato che da cinque ..

    Untitled Noah Baumbach

    New Entry - Riprese a Montalcino (Siena) Toscana-Italia (Aprile 2024) ..

    Mothers' Instinct

    New Entry - Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye, Zero Dark City, The Help) ..

    Home Page > Ritratti in Celluloide > L'intervista > COME UN GATTO IN TANGENZIALE - INTERVISTA all'attore ANTONIO ALBANESE

    L'INTERVISTA

    COME UN GATTO IN TANGENZIALE - INTERVISTA all'attore ANTONIO ALBANESE

    28/12/2017 - COME UN GATTO IN TANGENZIALE INTERVISTA all'attore ANTONIO ALBANESE

    Che cosa l'ha spinta a ricreare il sodalizio artistico con Riccardo Milani e Paola Cortellesi dopo la vostra recente commedia 'Mamma o papà?'

    "La mia idea era di replicare quella felice esperienza in cui avevo rivisto con grande piacere Riccardo e avevo incontrato per la prima volta su un set Paola, un’attrice dal talento più che versatile, che ho sempre apprezzato. La comicità è fatta di ritmi, colori, sguardi e conoscenze e noi abbiamo avuto l'ambizione di creare nuove combinazioni per offrire al pubblico qualcosa di nuovo ed interessante. L’ambizione sta nel fatto di raccontare la realtà del Paese in un film che fa anche molto ridere”.

    Chi è Giovanni, il suo personaggio?

    "Giovanni vive nel centro di Roma dove dirige un cosiddetto 'think tank' dove un gruppo di persone che lavora per migliorare la vita nelle periferie studia e cerca di risolvere vecchie e nuove problematiche. La sua unica figlia si innamora di un ragazzino che vive nell'estrema periferia romana, figlio di una donna che si arrangia con lavori precari (Paola Cortellesi) e di un mezzo criminale piuttosto rude (Claudio Amendola). Giovanni dovrà allora forzatamente e faticosamente iniziare a frequentare da vicino quelle periferie che fino ad allora aveva solo teorizzato senza averle mai vissute e forse nemmeno mai osservate da vicino. Scoprirà, così, che sono luoghi molto diversi dall’immagine stereotipata. Grazie al forzato ma necessario scambio reciproco di conoscenza con una donna schietta e verace come Monica si ritroverà così a disposizione una sorta di sapere in più che gli permetterà di trovare idee e soluzioni e soprattutto di umanizzarsi. L'incontro/scontro con Monica si concluderà con un arricchimento reciproco: quando gli estremi opposti si incrociano possano portare ad una combinazione salvifica e positiva e a raggiungere un'intesa di buon senso, inaspettata e impensabile, romantica e vera".

    La sua intesa, in scena, con Paola Cortellesi è evidente

    "C'è stato un naturale sviluppo che nasce dalla nostra esperienza precedente, un accordo più immediato e naturale: sembriamo una coppia affiatata che recita insieme da decenni, credo che abbiamo centrato pienamente quello che volevamo raccontare e cioè due mondi diversi che si possono ritrovare, rinforzare e di conseguenza aiutare con un arricchimento reciproco"

    E con Milani com’è andata?

    "La sua ambizione è portare al cinema il nostro Paese e lo fa benissimo. Sa raccontare la realtà e questo è molto interessante, da un punto di vista drammaturgico. Noi tutti siamo figli di un genere, la commedia all’italiana, che ha raccontato in modo egregio il presente. Paolo Villaggio, che reputo un genio, con il suo "Fantozzi" ha raccontato il nostro Paese in profondità, se lo si analizza con attenzione antropologica racconta un personaggio e un contesto mostruosamente drammatico…".

    Che tipo di film è secondo lei 'Come un gatto in tangenziale'?

    "Nel nostro film aleggia una sana leggerezza comica perché non c'è niente di più efficace dell'ironia per indebolire un malessere o un certo tipo di malaffare. Temi che, descritti con tono documentaristico, a volte creano un effetto controproducente. Nella mia carriera ho avuto la fortunata opportunità di spaziare tanto, diretto da autori come Gianni Amelio o Francesca Archibugi. Il semplice disimpegno, fine a sé stesso è riduttivo, mentre la commedia è una mia passione. Cerco di raccontare in questo modo la realtà anche nei miei spettacoli, nel mio ultimo libro 'Lenticchie alla julienne' - una satira sulla mania per l'alta cucina – e nel mio prossimo film 'Contromano', che sarà in sala a marzo”.

    Ha qualche ricordo particolare dei momenti della lavorazione?

    "Ricordo con grande emozione il rapporto forte e speciale che si è creato durante le riprese con gli abitanti di Bastogi, che si sono resi subito disponibili perché hanno captato e capito il nostro impegno e il nostro desiderio di rappresentare il loro contesto sociale con rispetto. Dopo l'esperienza già condivisa sul set di "Mamma o papà?" ho ritrovato una troupe di tecnici molto professionali che ispirano fiducia e ti danno sicurezza, sono stati fortunato a condividere il set con intensità e leggerezza con un gruppo di persone tutte impegnate e animate da belle intenzioni verso il film, è nata una bella famiglia allargata"

    LA REDAZIONE


     
    1

    <- torna all'elenco delle interviste

    Cattiverie a domicilio

    RECENSIONE - Olivia Colman e Jessie Buckley - di nuovo insieme dopo La figlia oscura, ..

    Ex Machina

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - VINCITORE di 1 Premio OSCAR ai ..

    Cento domeniche

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 18. Festa del Cinema di ..

    Coincidenze d'amore

    Meg Ryan torna alla regia dopo Ithaca (2015) e mantiene anche il ruolo di interprete ..

    Ghostbusters: Minaccia Glaciale

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'11 Aprile

    "Quello che ho imparato entrando in questo mondo ..

    Highwaymen - L'ultima imboscata

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un film drammatico sui Texas Ranger che ..

    Priscilla

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Da Venezia 80.: Coppa Volpi a Cailee Spaeny - ..