ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Bones And All

    BONES AND ALL

    Dalla 79. Mostra del Cinema di Venezia - Timothée Chalamet e Taylor Russell sono .... [continua]

    Glass Onion - Knives Out

    GLASS ONION - KNIVES OUT

    Sequel del film Cena con delitto-Knives Out (2019) con il ritorno del bizzarro detective Benoit .... [continua]

    Poker Face

    POKER FACE

    Dalla 17. Festa del Cinema di Roma (13-23 Ottobre, Auditorium della Musica) - Alice .... [continua]

    Black Beauty: Autobiografia di un cavallo

    BLACK BEAUTY: AUTOBIOGRAFIA DI UN CAVALLO

    I recuperati di CelluloidPortraits - Nell'ennesimo adattamento di un romanzo del 1877 scritto da .... [continua]

    Il colore dei soldi

    IL COLORE DEI SOLDI

    I recuperati di CelluloidPortraits - Sequel de Lo spaccone (1961) di Robert Rossen, a .... [continua]

    Saint Omer

    SAINT OMER

    New Entry - NOMINATION OSCAR 2023 come 'Miglior Film Straniero (Francia)' - VINCITORE .... [continua]

    Air Jordan

    AIR JORDAN

    New Entry - Ben Affleck torna alla regia, abbracciando anche la co-sceneggiatura con l'amico .... [continua]

    May December

    MAY DECEMBER

    New Entry - Il regista di Carol Todd Haynes torna a dirigere Julianne Moore .... [continua]

    Causeway

    CAUSEWAY

    RECENSIONE - VINCITORE come 'Miglior Opera Prima BNL BNP PARIBAS' alla 17. Festa del .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > L'intervista > XXI. Courmayeur NOIR InFestival (5-11 Dicembre 2011) - IL CINEMA A TUTTO... GENERE DI STEPHEN FREARS - INCONTRO a Courmayeur con il regista STEPHEN FREARS

    L'INTERVISTA

    XXI. Courmayeur NOIR InFestival (5-11 Dicembre 2011) - IL CINEMA A TUTTO... GENERE DI STEPHEN FREARS - INCONTRO a Courmayeur con il regista STEPHEN FREARS

    11/12/2011 - Courmayeur, 10 Dicembre 2011 - IL CINEMA A TUTO... GENERE DI STEPHEN FREARS

    È diretto e schietto, senza peli sulla lingua e con una raccolta di aneddoti talmente lunga da competere con quella di Andrea Camilleri, il regista STEPHEN FREARS, che il Festival ha deciso quest’anno di omaggiare. Oltre a vedere sul grande schermo due lavori di FREARS, GUMSHOE (SEQUESTRO PERICOLOSO) e FAIL SAFE (A PROVA D'ERRORE), il pubblico lo ha incontrato al Jardin de l’Ange, in un appuntamento affollato e moderato da Adrian Wootton.

    Il regista britannico ha alle sue spalle una carriera ricchissima di lavori cinematografici e televisivi, che rappresentano un punto di riferimento nella produzione audiovisiva inglese; si va dai recenti TAMARA DREWE e THE QUEEN ai più datati SEQUESTRO PERICOLOSO, RISCHIOSE ABITUDINI ed EROE PER CASO, passando per lavori televisivi come A prova d'errore e The Deal. Un autore prolifico, umile e non facilmente inquadrabile in etichette, come i suoi film. Ma, soprattutto, un uomo di cinema. Infatti, parlando di GUMSHOE, nel loro saggio dedicato a FREARS, rears, Stefano Boni e Massimo Quaglia affermano: «Frears e il suo sceneggiatore Neville Smith, più che interessarsi a operazioni di metacinema e di riflessione sui linguaggi, appaiono lucidamente vogliosi di fare cinema con il cinema, di lavorare sul corpo mitico che il noir rappresenta, di nutrirsene e ricrearlo con passione».

    Di fronte alle domande di critica e pubblico, che lo incalzano su temi come la sua segreta visione del cinema, i motivi per cui fa un film piuttosto che un altro, Frears sorride e con semplicità afferma: «Non ho alcun piano nel dirigere i miei film. Sono più che altro guidato dal mio inconscio; quando mi guardo alle spalle capisco il perché della scelta di alcune sceneggiature piuttosto che di altre. All’inizio cercavo solo di imparare a fare il regista. Facevo il regista di quello che mi chiedevano di dirigere. Poi ho cominciato a fare dei film che mi interessavano veramente. Ad ogni modo funziona più o meno così: io sto a casa, la gente mi manda delle sceneggiature. E lavoro a un progetto per volta, è già abbastanza difficile così!».

    Rimarcando la linearità con cui affronta il proprio lavoro, di FAIL SAFE, elogiato durante l’incontro come un esercizio di stile, FREARS, racconta, ridendo: «Ero a casa. Mi ha chiamato George Clooney, domandandomi se avessi mai fatto televisione live. Pensai subito a Mike Newell; l’idea di fare un film dal vivo, in presa diretta, mi divertiva molto. Decidemmo di fare un remake del buon film di Sidney Lumet del 1964. È interessante che lo definiate un esercizio di stile, perché non lo fu affatto!».

    Ricordando uno dei suoi film più famosi, THE GRIFTER, tratto dall’omonimo romanzo di Jim Thompson e con Anjelica Huston, John Cusack e Annette Bening, FREARS, racconta: «Martin Scorsese vide me, questo stupido inglese che faceva film eccentrici, e pensò che fossi la persona giusta per portare questo romanzo su grande schermo. Quando mi è stato chiesto di fare questo film, mi sono domandato: come faccio? Bisognava trovare innanzitutto qualcuno in grado di realizzare la sceneggiatura. Lo proposi a Donald E. Westlake, che si convinse solo dopo aver saputo che la storia trattava quasi esclusivamente di donne!».

    Per quanto riguarda, invece, i suoi progetti sognati e quelli non ancora realizzati, dice: «Avrei voluto lavorare su una fantastica sceneggiatura sul movimento dei diritti civili in America, è un delitto che quel film non sia stato girato! Al momento, invece, sono al lavoro su Lay the Favorite, che racconta delle memorie di una giovane donna americana, che va a Las Vegas per fare la barista e finisce per essere coinvolta in una storia di gangster».

    Conclude con una piccola confessione divertita: «Stamattina avete dedicato alla figura di Charles Dickens un incontro, in vista del bicentenario dalla sua nascita. Non ho mai incontrato un regista in Gran Bretagna che volesse rappresentare Dickens; solo i produttori amano proporlo. Ve lo dico: sono già depresso all’idea dei festeggiamenti del prossimo anno!».

    LA REDAZIONE

    Nota: Dal Sito Ufficiale del Festival: http://www.noirfest.com/home.asp


     
    1

    <- torna all'elenco delle interviste

    Silent Night

    SILENT NIGHT

    Aggiornamenti freschi di giornata! (25 Novembre 2022) - Keira Knightley protagonista - al fianco .... [continua]

    Come per disincanto - E vissero infelici e scontenti

    COME PER DISINCANTO - E VISSERO INFELICI E SCONTENTI

    Dal 18 Novembre in streaming su Disney+ - Sequel metà animato e metà live action .... [continua]

    Mother and Child

    MOTHER AND CHILD

    I recuperati di CelluloidPortraits - RECENSIONE - Pianeta maternità a 360°: anche Naomi Watts .... [continua]

    She's So Lovely - Così carina

    SHE'S SO LOVELY - COSI' CARINA

    I recuperati di CelluloidPortraits - RECENSIONE - Robin Wright e Sean Penn disadattati folli... .... [continua]

    The Menu

    THE MENU

    Dai produttori Adam McKay e Betsy Koch di Don't Look Up e Fresh, un nuovo .... [continua]

    Medieval

    MEDIEVAL

    RECENSIONE - Nella Boemia del XIV secolo il debole re Venceslao di Lussemburgo fatica a .... [continua]

    Black Panther: Wakanda Forever

    BLACK PANTHER: WAKANDA FOREVER

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 9 Novembre

    "Distruggi una cosa che non conta solo ....
    [continua]