ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Killers of the Flower Moon

    76. Cannes (16-27 Maggio 2023) - Fuori Concorso - Tra i più attesi!!! - Nuovo ..

    La chimera

    76. Festival del Cinema di Cannes (16 al 27 Maggio 2023) - Concorso - Alice ..

    May December

    76. Festival del Cinema di Cannes (16 al 27 Maggio 2023) - CONCORSO - ..

    The Zone of Interest

    New Entry - 76. Cannes (16-27 Maggio 2023) - Concorso - Primo film non in ..

    Indiana Jones e il Quadrante del Destino

    76. Cannes (16-27 Maggio 2023) - Palma d'Oro Onoraria ad HARRISON FORD - Tra i ..

    Jeanne du Barry - La Favorita del Re

    In ANTEPRIMA MONDIALE al 76. Festival del Cinema di Cannes (16 al 27 Maggio 2023) ..

    The Old Oak

    76. Festival del Cinema di Cannes (16 al 27 Maggio 2023) - Concorso - Kean ..

    Home Page > Movies & DVD > Infinity Pool

    INFINITY POOL

    New Entry - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal Sundance Film Festival 2023; CANADA: Dal 27 Gennaio; Ancora inedito in ITALIA

    (Infinity Pool; CANADA/CROAZIA/UNGHERIA 2022; Horror Sci-Fi del mistero; 118'; Produz.: Film Forge, Elevation Pictures, 4film, Hero Squared, Telefilm Canada, Eurimages, The Croatian Audiovisual Centre, Celluloid Dreams)

    Locandina italiana Infinity Pool

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis

    Titolo in italiano: Infinity Pool

    Titolo in lingua originale: Infinity Pool

    Anno di produzione: 2022

    Anno di uscita: 2023

    Regia: Brandon Cronenberg

    Sceneggiatura: Brandon Cronenberg

    Soggetto: Brandon Cronenberg ha scritto la sceneggiatura originale di Infinity Pool con l'intenzione di dirigere il film. Ha sviluppato la storia da esperienze reali che ha avuto in vacanze insoddisfacenti e una storia di fantascienza sull'uccisione di cloni che aveva scritto. A maggio 2019 era stata creata una coproduzione internazionale tra Canada, Ungheria e Francia. L'inizio delle riprese era previsto per la fine del 2019. A novembre 2020 sono state selezionate le location delle riprese in Croazia e Ungheria, ma la produzione è stata rinviata al 2021. Nel giugno 2021, è stato annunciato che la distribuzione sarebbe stata gestita da Elevation Pictures in Canada e Neon negli Stati Uniti.

    Cast: Alexander Skarsgård (James Foster)
    Mia Goth (Gabi Bauer)
    Cleopatra Coleman (Em Foster)
    Jalil Lespert (Alban Bauer)
    Amanda Brugel (Jennifer)
    John Ralston (Dr. Bob Modan)
    Jeff Ricketts (Charles)
    Caroline Boulton (Bex)
    Thomas Kretschmann (Detective Thresh)
    Zijad Gracic (Dro Thresh)
    Dunja Sepcic (Anna la donna delle pulizie)
    Adam Boncz (Ketch)
    Amar Bukvic (Poliziotto del resort)
    Alan Katic (Agente della Polizia di Stato)
    Katalin Lábán (Capo infermiera)
    Cast completo

    Musica: Tim Hecker

    Costumi: Mária Fatér

    Scenografia: Zosia Mackenzie

    Fotografia: Karim Hussain

    Montaggio: James Vandewater

    Effetti Speciali: Paul Stephenson (supervisore effetti speciali); Andy Robinson (supervisore effetti visivi)

    Makeup: Rita Spragg (direttrice)

    Casting: Mark Bennett e Deirdre Bowen

    Scheda film aggiornata al: 06 Marzo 2023

    Sinossi:

    Il romanziere James Foster e sua moglie Em trascorrono del tempo in un resort nell'immaginaria regione balneare di Li Tolqa, dove è in corso un festival locale. Il conflitto coniugale cronico della coppia è esacerbato quando Gabi, una fan dell'unico romanzo che James ha pubblicato fino ad oggi, li invita a trascorrere del tempo con lei e suo marito Alban. I quattro cenano e decidono di trascorrere il giorno successivo guidando in campagna, anche se sono stati avvertiti che i turisti devono rimanere sempre sul complesso del resort.

    In spiaggia, mentre James urina dietro un albero, Gabi lo afferra inaspettatamente da dietro e procede a dargli una mano. Dopo una lunga giornata di sole e cucina, i turisti intraprendono un viaggio di ritorno al loro hotel, annebbiati dai fumi dell'alcol. Durante il tragitto, James investe accidentalmente un uomo del posto, uccidendolo. Gabi insiste sul fatto che non possono chiamare la polizia, poiché il paese è corrotto e non saranno al sicuro.

    Il giorno dopo, James viene arrestato e gli viene detto che la pena per il suo crimine è la morte per mano del figlio primogenito del morto. Tuttavia, il paese ha un sistema giudiziario unico in base al quale i colpevoli, per una tassa pesante, possono essere clonati e far uccidere i loro duplicati al loro posto. James, che si è sposato in denaro, paga la tassa per avere una doppia uccisione davanti ai suoi occhi. Em è inorridita dall'intera faccenda e vuole andarsene immediatamente, ma James è attirato dallo spettacolo e vuole rimanere. Nasconde il suo passaporto, sostenendo di averlo perso, e incoraggia Em a tornare negli Stati Uniti.

    James prolunga la sua permanenza di una settimana e incontra di nuovo Gabi e Alban. Lo presentano a un piccolo gruppo di turisti occidentali che sono stati tutti condannati per gravi crimini e hanno pagato per vedere i loro doppi uccisi. Queste persone tornano al resort ogni anno, commettono crimini efferati e pagano per vedere i loro doppi massacrati. Nei giorni successivi, incoraggiano James a trasformarsi in un criminale libertino, incoraggiandolo a uccidere la gente del posto, impegnarsi in orge intossicate e abusare del personale del resort.

    James viene scosso una notte quando viene indotto con l'inganno a brutalizzare un clone di se stesso che era stato portato a credere fosse il detective della polizia che inizialmente lo aveva arrestato. In un momento di lucidità e panico, James recupera il suo passaporto nascosto e tenta di fuggire, ma il gruppo turistico lo accompagna e lo rapisce dall'autobus che lo trasporta all'aeroporto. Gabi rivela che lo trova patetico e che il gruppo sta abusando di lui per il proprio divertimento, sperando di trasformarlo in un turista assassino. Scappa in un deserto vicino. Gabi gli spara a una gamba mentre fugge.

    Dopo ore di vagabondaggio, James crolla in una fattoria, dove una famiglia locale lo accoglie per riprendersi. Nel suo stato di droga, sperimenta una serie di allucinazioni. Una volta riacquistate le forze, si trova di nuovo di fronte al gruppo di Gabi, che gli ordina di uccidere un duplicato di se stesso per completare la sua trasformazione. Inizialmente rifiuta, ma quando il clone tenta di ucciderlo, James lo picchia a morte. Come ricompensa, Gabi espone il suo seno nudo a James per 'allattarlo'.

    Il giorno dopo, mentre tornano negli Stati Uniti, gli altri turisti chiacchierano casualmente delle prossime commissioni, mentre James è visibilmente scosso dagli eventi degli ultimi giorni. Aspettando in aeroporto il suo volo, decide invece di rimanere indietro. Ritorna al resort chiuso, dove si siede da solo in mezzo all'acquazzone del monsone.

    Synopsis:

    Novelist James Foster and his wife Em spend time at a resort in the fictional seaside country of Li Tolqa, where a local festival is underway. The couple's chronic marital strife is exacerbated when Gabi, a fan of the only novel James has published to date, invites them to spend time with her and her husband Alban. The four have dinner and decide to spend the next day driving in the countryside, even though they have been warned that tourists are to remain on the resort compound at all times.

    At a beach, as James urinates behind a tree, Gabi unexpectedly grabs him from behind and proceeds to give him a handjob. After a long day of sunbathing and cooking, the tourists embark on a drunken drive back to their hotel. En route, James accidentally runs over a local man, killing him. Gabi insists that they cannot call the police, as the country is corrupt and they will not be safe.

    The next day, James is arrested and is told that the penalty for his crime is death at the hand of the dead man's firstborn son. However, the country has a unique system of justice whereby the guilty, for a hefty fee, can be cloned and have their duplicates killed in their place. James, who married into money, pays the fee to have a double killed before his eyes. Em is horrified by the entire affair and wants to leave immediately, but James is titillated by the spectacle and wants to stay. He hides his passport, claiming that he has lost it, and encourages Em to return to the United States.

    James extends his stay by a week and encounters Gabi and Alban again. They introduce him to a small group of Western tourists who all have been convicted of serious crimes and have paid to watch their doubles killed. These people return to the resort annually, commit heinous crimes, and pay to watch their doubles get slaughtered. Over the next several days, they encourage James to transform into a libertine criminal, encouraging him to kill locals, engage in intoxicated orgies, and abuse the resort staff.

    James is rattled one night when he is tricked into brutalizing a clone of himself he had been led to believe was the police detective who initially arrested him. In a moment of clarity and panic, James retrieves his hidden passport and attempts to flee, but the tourist group accosts him and abducts him from the bus transporting him to the airport. Gabi reveals that she finds him pathetic and that the group is abusing him for their own amusement, hoping to turn him into a fellow murder tourist. He runs off into a nearby wilderness. Gabi shoots him in the leg as he flees.

    After hours of wandering, James collapses at a farm, where a local family takes him in to recuperate. In his drugged state, he experiences a series of hallucinations. Once he has regained his strength, he is again confronted by Gabi's group, who order him to kill a duplicate of himself to complete his transformation. He initially refuses, but when the clone attempts to kill him, James beats him to death. As a reward, Gabi exposes her bare breast to James, inviting him to breastfeed.

    The next day, as they head back to the United States, the other tourists casually chat about upcoming errands, while James is visibly shaken from the events of the past few days. Waiting in the airport for his flight, he resolves to remain behind instead. He returns to the closed resort, where he sits alone amidst the downpour of the monsoon.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Brandon Cronenberg inscena l’inquietante prospettiva di un ‘turismo’ con ‘licenza di uccidere’, un gioco macabro reso possibile ed impunibile con l’utilizzo indiscriminato di cloni come vittime sacrificali

    Buon sangue non mente! Così Brandon Cronenberg, figlio d’arte del Maestro David, sembra aver imparato la lezione d’autore, dove la violenza nuda e cruda, allucinatoria e splatter, la fa da padrone anche in questo dissacrante e dissacratorio horror del mistero Infinity Pool, in cui subentra una certa vena Sci-Fi, declinata sul motivo dei cloni, vittime sacrificali per uno strano concetto di divertimento. Motivo che apre tante finestre quante sono i punti di domanda che ne sortiscono, a grappolo, nel corpo di quel che si dice ‘una vacanza da incubo’ - anche se il gruppo di turisti seriali del film sembra di ben altro avviso - così come in prossimità del suo epilogo: un loop allucinogeno o una realtà in cui l’etica non è contemplata?

    Ma anche un estremo, paradossale modo, per aprire gli innumerevoli, possibili, altro da sé, e poter disporre liberamente del loro infausto destino, arrivando pesino a mettere in dubbio la propria identità: “temi che abbiano ucciso l’uomo sbagliato? Non saprò mai se sono me stesso fino alla fine dei miei giorni”. Motivo ribadito sui titoli di coda con il vezzo giocoso per cui ogni protagonista, regista e produzione compresi, vede il proprio nome ripetuto quanto basta a riempire a striscia seriale.

    Si potrebbe dunque dire tale padre tale figlio, tale Maestro, tale allievo, ma Brandon Cronenberg, com’era giusto che fosse, sembrava tenerci a mettere qualcosa di proprio, di personale. Ne è uscita una pellicola scioccante, tanto quanto le superbe interpretazioni dei protagonisti, in particolare di Alexander Skarsgård, qui tradotto nello scrittore James Foster, in cerca di ispirazione, frustrato per aver pubblicato un solo libro a cura della casa editrice del suocero.

    In vacanza con la moglie Em (Cleopatra Coleman) presso un resort nell'immaginaria regione balneare di Li Tolqa, James/Skarsgård viene abbordato da Gabi - Mia Goth sembra nata per i ruoli estremi come questo in cui brilla di tutta la dark light possibile, cadenzata da sfrontatezza e crudeltà beffarde, al punto da intimorire persino lo spettatore. Dal canto suo, Brandon Cronenberg si dimostra già navigato maestro nei particolari movimenti di macchina, con i minimalisti, primissimi piani, di parti anatomiche, un generoso e talora singolare uso del rallenti, così come nel parafrasare per immagini i ‘viaggi’ allucinanti e allucinatori dei protagonisti, talora provvisti di maschere orripilanti, tanto per aggiungere pepe ad una pietanza già notevolmente speziata.

    Incredibile come un incidente d’auto in piena notte, in circostanze di scarsa visibilità, causi non solo la morte di un pedone, ma inneschi un tunnel misterioso, presto in odore di domino horror. A cominciare dallo stato

    feudale che guida la giustizia per mano della polizia locale. Il nostro malcapitato James sarebbe passibile di pena di morte a causa dell’incidente mortale causato dalla sua disavveduta guida ma, su lauto pagamento, un suo clone, un surrogato, può essere giustiziato al posto suo. Surreale e privo di etica, il procedimento puzza di bieca corruzione come un cadavere in abbandono per lungo tempo. Ma con questa chiave Brandon Cronenberg apre moltissime porte, e il viaggio, così come quello dei protagonisti, non sarà affatto una passeggiata, tra orge intossicate da droghe, sanguinolente risse, percosse e torture e chi più ne ha più ne metta. Così come il padre, ma forse anche ben di più, a Brandon Cronenberg non piace lasciare alcunché di non detto, ed esibito a dovere, usando un frasario visivo che declina con grande fantasia e dovizia di mezzi, sguazzando nell’eccesso per una sua questione di principio e di

    stile.

    La musica, cadenzata con rintocchi inquietanti, accompagna questo percorso sapientemente allestito, aggressivamente visionario, in cui si lamenta un’eccessiva fiducia e persino ingenuità del protagonista James/Skarsgård, letteralmente adescato da Gabi/Goth in un modo alquanto esplicito, oltreché volgare, in una sequenza che non lascia dubbi né spazio alcuno all’immaginazione. Lo splatter è un diktat a regola d’arte, anche in questo caso, e il seguito può solo confermarlo. Ben presto gli eventi si infittiscono tanto quanto l’assurda faciloneria del protagonista, mansueto come un agnellino nell’assecondare le neppure troppo velate costrizioni di una banda di pazzi criminali scatenati, sia pure per particolari - ovviamente più che discutibili, o per meglio dire, inammissibili - ‘gusti turistici’, capitanati da questa affascinante mantide Gabi, cui Mia Goth conferisce una marcia in più.

    Ma questi, di fatto, almeno per copione, dovrebbero rappresentare dei turisti che del crimine seriale per svago fanno il cuore di un divertimento che sanno

    non venir mai punito, potendo contare sulla consuetudine della ‘morte al clone’. E, appagati dal macabro spettacolo della morte variamente inflitta ai loro cloni, tornano in quella stessa location ogni anno, per consumare lo stesso genere di intrattenimento. Per questo James/Skarsgård viene preso di mira: in quanto novizio, deve essere iniziato e addestrato ad uccidere i suoi cloni, in quanto provocato in ogni modo possibile. La sequenza in cui il nostro protagonista si rifiuta di farlo, salvo poi, dopo essere stato aggredito, lasciarsi andare a picchiare selvaggiamente, a morte, un suo clone a guinzaglio come un cane, è una tra le tante a stimolare disgusto tanto quanto a sollecitare punti di domanda. Ma è anche vero che queste sono forse le scene più facili da comprendere mentre si fa più fatica a comprenderne appieno altre, tra cui l’allattamento come ricompensa.
    L’interrogativo più sconcertante però, si concentra sul perché James/Skarsgård, dopo

    il calvario cui è stato sottoposto, deciso ad andarsene, lo si ritrovi da solo, davanti al resort ormai chiuso per l’inizio della stagione delle piogge, ad inzupparsi ben bene nel bel mezzo di un torrenziale acquazzone monsonico.

    Peccato che l’idea di fondo, che Brandon Cronenberg dice ispirata da ben altre fonti (vedi la voce ‘Soggetto’ della scheda film) abbia di fatto radici antiche e ben note: in primis il racconto distopico di fantascienza sociologica a firma di Robert Sheckley, Seventh Victim (1953), da cui nel 1965 è stato tratto il soggetto del film La decima vittima per la regia di Elio Petri, titolo poi acquisito anche dal racconto stesso. Laddove lo scopo non era sotteso ma, al contrario, perfettamente delineato e dichiarato, sotto l’egida della cosiddetta ‘catarsi emotiva’. Tanto per rinfrescarsi la memoria: “Dopo l'ennesimo conflitto mondiale, i sociologi scoprono che la violenza è innata nell'uomo. Si decide quindi che, per

    scongiurare una futura guerra, tale violenza debba trovare sfogo. Questo è lo scopo della cosiddetta ‘catarsi emotiva’, un gioco che vede contrapposti, su base volontaria, delle vittime designate contro dei cacciatori con l’obiettivo di eliminarsi a vicenda…”. Beh, solo per dire che la ‘licenza di uccidere’ per gioco non può dirsi certo inedita! E l’introduzione dei cloni, già variamente considerati ‘sacrificabili’ in altre storie e in altri film, non fa che aggravare la prospettiva!

    Links:

    • Alexander SkarsgÃ¥rd

    • Mia Goth

    1 | 2

    Galleria Video:

    Infinity Pool - trailer ufficiale (V.O.)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Marlowe

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Ancora inedito in Italia - 2023 (?) ..

    The Last Song

    MOVIE RETRÒ – MILEY CYRUS; Greg Kinnear; Liam Hemsworth - Greg Kinnear padre poco ..

    L'esorcista del Papa

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Russell Crowe affronta il tema spinoso dell'esorcismo ..

    Grazie ragazzi

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Riccardo Milani apre una nuova finestra a ..

    Renfield

    Nicolas Cage può dire di aver finalmente realizzato il suo sogno nel cassetto di interpretare ..

    Alice, Darling

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 4 Maggio - Dal Toronto Film Festival 2022 - ..

    Guardiani della Galassia: Vol. 3

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 3 Maggio ..