ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Flag Day

    FLAG DAY

    New Entry - Sean Penn dietro (Il tuo ultimo sguardo, Into the Wild, La .... [continua]

    Stillwater

    STILLWATER

    New Entry - Matt Damon padre disposto a tutto per amore della figlia Abigail .... [continua]

    The Operative-Sotto copertura

    THE OPERATIVE-SOTTO COPERTURA

    New Entry - Dal 4 Marzo in DVD e Blu Ray .... [continua]

    Things Heard & Seen

    THINGS HEARD & SEEN

    New Entry - (2021 ?) .... [continua]

    Possessor

    POSSESSOR

    New Entry - .... [continua]

    News of the World

    NEWS OF THE WORLD

    New Entry - Paul Greengrass torna a dirigere Tom Hanks dopo Captain Phillips - .... [continua]

    The Bay of Silence

    THE BAY OF SILENCE

    New Entry - 2020 (?) .... [continua]

    Ammonite

    AMMONITE

    New Entry - Storia privata della Paleontologa Mary Anning (Kate Winslet) e l'incontro cruciale .... [continua]

    Wild Mountain Thyme

    WILD MOUNTAIN THYME

    New Entry - TURCHIA: Dall'8 Gennaio 2021 .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Il diritto di opporsi

    IL DIRITTO DI OPPORSI

    Dal Toronto International Film Festival il 6 settembre 2019 - RECENSIONE - Dal 30 Gennaio

    (Just Mercy; USA 2019; Drammatico; 136'; Produz.: Endeavour Content, One Community, Participant Media, Macro Media, Gil Netter Productions, Outlier Society; Distribuz.: Warner Bros. Pictures Italia)

    Locandina italiana Il diritto di opporsi

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: Il diritto di opporsi

    Titolo in lingua originale: Just Mercy

    Anno di produzione: 2019

    Anno di uscita: 2020

    Regia: Destin Daniel Cretton

    Sceneggiatura: Destin Daniel Cretton e Andrew Lanham

    Soggetto: Tratto dal libro del 2014 Just Mercy: a story of justice and redemption scritto dall'avvocato e attivista per i diritti sociali Bryan Stevenson, il film si basa su fatti realmente accaduti, raccontando le vicende di Walter McMillian che, con l'aiuto del giovane avvocato difensore Bryan Stevenson, fa appello contro la condanna per omicidio.

    Cast: Michael B. Jordan (Bryan Stevenson)
    Jamie Foxx (Walter McMillian)
    Brie Larson (Eva Ansley)
    Tim Blake Nelson (Ralph Myers)
    Rafe Spall (Tommy Champan)
    O'Shea Jackson Jr. (Anthony Ray Hinton)
    Rob Morgan (Herbert Richardson)

    Musica: Joel P. West

    Costumi: Francine Jamison-Tanchuck

    Scenografia: Sharon Seymour

    Fotografia: Brett Pawlak

    Montaggio: Nat Sanders

    Makeup: Patrice Coleman (direzione); Jennifer Denise Bennett, Natalie Johnson

    Casting: Carmen Cuba

    Scheda film aggiornata al: 05 Marzo 2020

    Sinossi:

    Una storia vera potente e stimolante, "Il diritto di opporsi" segue il giovane avvocato Bryan Stevenson (Jordan) e la sua storica battaglia per la giustizia. Dopo essersi laureato ad Harvard, Bryan avrebbe potuto scegliere fin da subito di svolgere dei lavori redditizi. Al contrario, si dirige in Alabama con l’intento di difendere persone condannate ingiustamente, con il sostegno dell'avvocatessa locale Eva Ansley (Larson). Uno dei suoi primi casi, nonché il più controverso, è quello di Walter McMillian (Foxx), che nel 1987 viene condannato a morte per il famoso omicidio di una ragazza di 18 anni, nonostante la preponderanza di prove che dimostrano la sua innocenza, e il fatto che l'unica testimonianza contro di lui sia quella di un criminale con un movente per mentire. Negli anni che seguono, Bryan si ritroverà in un labirinto di manovre legali e politiche, di razzismo palese e sfacciato, mentre combatte per Walter, e altri come lui, con le probabilità - e il sistema - contro.

    See Synopsis:

    Just Mercy shadows world-renowned civil rights defense attorney Bryan Stevenson as he recounts his experiences and details the case of a condemned death row prisoner whom he fought to free.

    A powerful and thought-provoking true-story, "Just Mercy" follows young lawyer Bryan Stevenson (Jordan) and his history-making battle for justice. After graduating from Harvard, Bryan might have had his pick of lucrative jobs. Instead, he heads to Alabama to defend those wrongly condemned, with the support of local advocate Eva Ansley (Larson.) One of his first, and most incendiary, cases is that of Walter McMillian (Foxx,) who, in 1987, was sentenced to die for the notorious murder of an 18-year-old girl, despite a preponderance of evidence proving his innocence and the fact that the only testimony against him came from a criminal with a motive to lie. In the years that follow, Bryan becomes embroiled in a labyrinth of legal and political maneuverings and overt and unabashed racism as he fights for Walter, and others like him, with the odds-and the system-stacked against them

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Il cinema ha lastricato chilometri di celluloide, per raccontare, a vario titolo, quanto siano stati bistrattati uomini e donne di colore anche nel recente passato. Eppure, una storia come questa, non fosse attestato il fatto che il film è tratto da una storia vera, sembra tanto surreale da lasciare senza parole. Abusi di potere ai più alti livelli di quella che dovremmo chiamare Giustizia all’altezza dello Stato dell’Alabama negli Stati Uniti, in tempi pressoché contemporanei, lasciano ancora oggi sconcertati come non mai. E la riflessione abbraccia più binari: stabilire la colpevolezza o l’innocenza di un individuo in relazione ad un crimine consumato sul territorio; il modo di condurre o, per meglio dire, non condurre, indagini con la corrispettiva gestione legale; la legittimazione e perpetrazione del grado di punizione con la reclusione nel Braccio della morte, in attesa dell’esecuzione della pena capitale. Reclusione oltretutto non di rado indebita come attestato dal

    caso in questione che purtroppo non è l’unico. Alcuni Stati in America mantengono viva questa ‘pratica incivile ed indigena’ della pena di morte, e, a quanto pare, ne abusano a piacimento scavalcando ogni legge ad uso e consumo dell’odio razziale che gode ancora di ottima salute. C’è da non crederci.

    Ma la storia riveste ancor più interesse se vista dall’ottica di quel ragazzo di colore neolaureato ad Harvard che migra proprio nello Stato dell’Alabama con l’obiettivo di aiutare e difendere chi non può permetterselo. E non è tanto il come lo fa, ma il perché lo fa. Le sue origini, che lo vedono bambino cresciuto tra le strade più povere dove ha condiviso momenti più o meno spensierati con altri coetanei, gli stessi che ora ritrova come condannati, rappresentano una motivazione senza pari per quello che si sente spinto a fare, sia sul piano legale che su quello umano. Sa

    bene che per questa gente lui rappresenta l’unica chance possibile. E le raccomandazioni della madre di fare attenzione, cosciente degli ostacoli che incontrerà il suo ragazzo, prendono drammaticamente corpo una volta sul posto. Quel che succede, a cominciare alla reception del carcere di massima sicurezza dove si presenta, quando viene denudato (ed umiliato) con la scusa di perquisizione come da protocollo (illegale ovviamente) fa accartocciare le viscere di una rabbia affogata nell’impotenza. E scoprire come e quando questo ragazzo, dalla fede incrollabile nella giustizia vera, riesca o non riesca nel suo intento, mentre lo seguiamo ‘arrampicarsi sugli specchi’ dell’impossibile, tra minacce ed intimidazioni a più livelli, è un qualcosa di importante da conoscere a fondo, in tutte le sue scomode verità, spudoratamente insabbiate ad oltranza.

    Non ci sono volti attoriali di particolare spicco ne Il diritto di opporsi, per il quale il regista Destin Daniel Cretton (The Glass Castle) ha scelto

    di porre sotto i riflettori più la sostanza e la portata dei fatti - già un’enormità di per sé - che l’iconismo degli interpreti (o l’enfasi delle note musicali), su cui tra tutti si distingue il condannato Walter McMillian (per gli amici Johnny D.) di Jamie Foxx, con la difesa ‘green’ di cui sopra, incarnata dall’avvocato Bryan Stevenson di Michael B. Jordan, assistito da una giovane donna e madre di grande coraggio e determinazione come la Eva di Brie Larson. Resta poi qualche dubbio su certe dinamiche processuali della difesa che non chiamano in causa, come prove schiaccianti, certe registrazioni riesumate negli archivi, prove che avrebbero tagliato la testa al toro sul caso. Non mancano d’altra parte momenti di grande intensità sul filo di un’umanità che va oltre, oltre ogni cosa, ogni sbarra, ogni punizione e costrizione, perché le ali del pensiero congiunto sanno come andare oltre. Un andare

    oltre che pone sulla stessa lunghezza d’onda queste povere anime (il caso del veterano di guerra in Vietnam ricorda, per certi versi, il John Coffey de Il miglio verde di Frank Darabont). Per contraltare, Tim Blake Nelson con il suo ‘dissociato’ freak Ralph Myers, la spunta sull’insolenza canonica di sceriffi, polizia e avvocati al seguito, servi di un sistema incancrenito in ideologie primordiali sostenute dalla menzogna. Il film non poteva ispirarsi ad una storia vera senza farci conoscere i veri protagonisti ed informare sui rispettivi destini reali, che si fanno strada tra i titoli di coda, insieme alle info sull’andamento legislativo attuale. E ci sentiamo privilegiati nel coinvolgimento.

    Un film dunque consigliato a chi ha ancora voglia di riflettere su temi annosi come il razzismo e la persecuzione senza limiti e confini, del tipo che travalica ogni giustizia vera, per accoccolarsi nella putrida melma della congiura, del complotto e di

    un linciaggio di cui non si sentiva certo nostalgia ma che, evidentemente, non conosce declino.

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)









    trailer ufficiale:



    trailer (sub ITA):

    Links:

    • Jamie Foxx

    • Michael B. Jordan

    • Brie Larson

    1 | 2

    Galleria Video:

    Il diritto di opporsi - trailer 2

    Il diritto di opporsi - trailer (versione originale sottotitolata)

    Il diritto di opporsi - trailer (versione originale) - Just Mercy

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Forrest Gump

    FORREST GUMP

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - 'Celluloid Portraits Vintage' - .... [continua]

    The Terminal

    61a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica - Lido di Venezia - Tom Hanks è l’inossidabile perno della nuova “commedia umana” spielberghiana

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - Steven Spielberg si ispira ad .... [continua]

    La guerra di Charlie Wilson

    TOM HANKS PATRIOTTICO E SOLIDALE DEPUTATO TEXANO AI TEMPI DELLA GUERRA FREDDA. AL SUO FIANCO, IL COLLEGA AGENTE CIA PHILIP SEYMOUR HOFFMAN E L'AMICA JULIA ROBERTS. MIKE NICHOLS LI SOSTIENE CON IL SUO COCKTAIL DI UMORISMO, INTELLIGENZA E SENSIBILITA'

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - 'CELLULOID PORTRAITS' rende Omaggio .... [continua]

    Captain Phillips - Attacco in mare aperto

    CAPTAIN PHILLIPS-ATTACCO IN MARE APERTO: ISPIRATO AL PRIMO VERO DIROTTAMENTO DI UNA NAVE DA CARICO STATUNITENSE IN DUECENTO ANNI DI STORIA NAVALE. TOM HANKS VESTE I PANNI DEL CAPITANO RICHARD PHILLIPS PER PAUL GREENGRASS

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - 3 NOMINATIONS ai GOLDEN .... [continua]

    Saving Mr. Banks

    SAVING MR. BANKS: TOM HANKS DIVENTA WALT DISNEY PER JOHN LEE HANCOCK IN UNA STORIA CHE RACCONTA IL SUCCESSO DI MARY POPPINS A DISPETTO DELLA SUA RECALCITRANTE AUTRICE PAMELA L. TRAVERS (EMMA THOMPSON)

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - RECENSIONE ITALIANA IN ANTEPRIMA e .... [continua]

    Sully

    SULLY

    Seconde visioni - Cinema sotto le stelle: 'The Best of Summer 2017' - .... [continua]

    The Post

    THE POST

    L'Omaggio di CelluloidPortraits a Tom Hanks - RECENSIONE - Tra i .... [continua]