ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Yesterday

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal Taormina Film Festival 2019 - Dal 26 ..

    Untitled Maggie Gyllenhaal Project

    New Entry - Maggie Gyllenhaal torna alla regia con la rivisitazione del classico di Mary ..

    Small Things Like These

    Berlinale 2024 (Film d'Apertura il 15 Febbraio) "Con 'Small Things Like These', Tim Mielants racconta la ..

    Spaceman

    New Entry - Berlinale 2024 il 20 Febbraio - Dal 1° Marzo in streaming su ..

    Seven Veils

    New Entry - Berlinale 2024: il 22 Febbraio ..

    Love Lies Bleeding

    New Entry - Berlinale 2024 il 18 Febbraio ..

    The Outrun

    New Entry - Berlinale 2024 - Panorama ..

    Longlegs

    New Entry - Il regista Oz Perkins - figlio d'arte dell'attore Anthony Perkins, già protagonista ..

    The Instigators

    New Entry - Matt Damon e Casey Affleck nel cast - Affleck anche co-sceneggiatore - ..

    Home Page > Movies & DVD > Va dove ti porta il cuore

    VA' DOVE TI PORTA IL CUORE: DALLE PAGINE DI SUSANNA TAMARO ALLA REGIA DI CRISTINA COMENCINI CHE DA' ANIMA E CORPO AI MITICI PERSONAGGI LETTERARI DI OLGA GIOVANE (MARGHERITA BUY) E ANZIANA (VIRNA LISI), CON LA FIGLIA ILARIA (GALATEA RANZI)

    In Omaggio alla memoria di VIRNA LISI - I ‘RETRO MOVIES’ di ‘CelluloidPortraits’

    (Và dove ti porta il cuore ITALIA/FRANCIA GERMANIA 1996; drammatico sentimentale; 110'; Produz.: GMT Productions/Pro-ject Filmproduktion/Videa; Distribuz.: Eagle Pictures)

    Locandina italiana Va dove ti porta il cuore

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Va dove ti porta il cuore

    Titolo in lingua originale: Va' dove ti porta il cuore

    Anno di produzione: 1996

    Anno di uscita: 1996

    Regia: Cristina Comencini

    Sceneggiatura: Cristina Comencini, Roberta Mazzoni

    Soggetto: Ispirato all'omonimo romanzo di Susanna Tamaro, Va' dove ti porta il cuore (1994, Baldini & Castoldi Editore).

    PRELIMINARIA

    Incentrato sui sentimenti e gli affetti familiari, ha incontrato un grande successo di pubblico diventando un vero e proprio 'caso' letterario: scritto in forma epistolare, ha il suo cuore nella confessione che un'anziana signora fa alla propria nipote, facendo emergere una silenziosa menzogna che ha travolto la sua famiglia.

    Nonna e nipote sono vissute in due per parecchi anni. Diventata oramai quasi adulta, la ragazza decide di partire per l'America. Tra le due, che si sono separate in seguito ad un periodo di crisi, vige il patto di non contattarsi per un periodo più o meno lungo.
    Ormai malata, l'anziana (Olga) ritiene di non avere più abbastanza da vivere per rivedere sua nipote. D'altro canto, ella sente l'assoluto bisogno di confidare a sua nipote le sue sensazioni ed alcuni suoi segreti. Si pone dunque il dilemma se rompere il patto e cercare di contattare la giovane, oppure tacere, rischiando di fare un grave torto a sua nipote (la quale, al suo ritorno a casa, potrebbe chiedersi come mai nessuno l'abbia mai informata della malattia della nonna). Dato che entrambe le soluzioni sono assai insoddisfacenti, Olga decide di lasciare alla nipote per iscritto quanto ha da dire.
    Scrive così una lettera-diario indirizzata alla giovane. Anche ritornando dall'America dopo la morte di Olga, la ragazza sarà senz'altro in grado di trovare il diario e leggere il messaggio. Durante l'esposizione dei fatti viene tra l'altro descritta in maniera approfondita la figura di Ilaria, figlia di Olga e madre della ragazza.

    Cast: Virna Lisi (Olga anziana)
    Margherita Buy (Olga giovane)
    Galatea Ranzi (Ilaria)
    Massimo Ghini (Augusto)
    Tchéky Karyo (Ernesto)
    Valentina Chico (Marta)

    Musica: Claudio Capponi, Alessio Vlad

    Costumi: Antonella Berardi

    Scenografia: Paola Comencini

    Fotografia: Roberto Forza

    Montaggio: Nino Baragli

    Effetti Speciali: Franco Galiano

    Makeup: Luca Oblach

    Casting: Mirta Guarnaschelli

    Scheda film aggiornata al: 22 Dicembre 2014

    Sinossi:

    Sinossi del Libro:

    Figlia di genitori rigidi, Olga nasce a Trieste, in una famiglia borghese di origini ebraiche e cresce in semisolitudine senza sentirsi amata. Al momento di terminare gli studi al liceo, i genitori le negano la possibilità di frequentare l'università. Olga, spirito inquieto e intelligente, trascorre la sua giovinezza a casa con i genitori senza riuscire a trovare un fidanzato, immersa in un'idea romantica dell'amore, ma senza neanche fare nulla per cercarlo.

    Ormai quasi trentenne, accetta di sposarsi con Augusto, socio abruzzese del padre ma questi mostrerà poco interesse per Olga, preferendo invece dedicarsi alla sua passione per gli insetti. Il matrimonio di convenienza porta Olga ad un chiaro scetticismo nei confronti delle decisioni puramente razionali. La donna, trasferitasi a L'Aquila, diventa sempre più inquieta e depressa mentre il mondo è sconvolto dalla seconda guerra mondiale: alla fine della guerra apprende della distruzione della sua casa paterna e con il marito ritorna frettolosamente a Trieste dove acquistano una villetta alla periferia della città per accogliere i suoi genitori, ormai vecchi. La coppia si trasferisce definitivamente nel capoluogo giuliano.

    Prendendo come prestesto il mancato arrivo di un figlio (impossibile dato che fra Olga e Augusto non vi sono praticamente rapporti sessuali) Olga si reca per due settimane alle terme di Porretta, qui conosce un dottore di idee comuniste, Ernesto con il quale inizia ad intrattenere una relazione segreta. Olga, inizia a sentire il sentimento amoroso che aveva cercato per tutta la vita.

    Ritornata a Trieste, la donna scopre di essere incinta di Ernesto ma decide comunque di tenere la bambina che chiama Ilaria. Intanto prosegue la relazione segreta con Ernesto, con incontri clandestini ma una notte il medico si schianta contro un albero con la sua automobile e muore.

    Olga scopre la morte dell'amante dopo qualche mese e cade in una profonda depressione, tanto da iniziare a trascurare la figlia Ilaria che accusa il colpo e inizia a nutrire un profondo rancore verso la madre.

    Con l'aiuto di un gesuita tedesco, Olga inizia lentamente a riprendersi e avvia un percorso spirituale, ma deve scontrarsi con la sempre più crescente ostilità della figlia Ilaria. Quest'ultima con il preciso intento di allontanarsi dalla famiglia, s'iscrive alla facoltà di filosofia dell'università di Padova dove inizia a frequentare assiduamente gli ambienti del Sessantotto nonché i collettivi femminili imbevendosi delle nuove idee politiche con un preoccupante fanatismo.

    In questo periodo muore Augusto, malato da diversi anni. In punto di morte, Augusto confida ad Olga di aver sempre saputo che Ilaria non era sua figlia, gettando la donna in un profondo sconforto. Dopo la morte del marito, Olga tenta di recuperare il suo rapporto con Ilaria, ma quest'ultima è sempre più ostile nei suoi confronti tanto che giunge ad allontanarla forzatamente dalla sua casa di Padova.

    Ilaria lascia gli studi di filosofia che peraltro aveva seguito malamente e si unisce alla comunità di un santone che rende ancora più instabile la già fragile psiche della ragazza. Ilaria rimane incinta e alla madre racconta che il padre è uno studente turco (in realtà è un suo ex professore di filosofia).

    Ilaria e la piccola bambina vivono in una specie di comune guidata dal santone. Ilaria è sempre più fragile, ha sperperato tutti i suoi soldi, fa uso di droghe e psicofarmaci. Sommersa dai debiti, Ilaria si rivolge alla madre Olga chiedendole un grosso presito ma la madre per la prima volta in vita sua dice di no alla figlia: quest'ultima esplode in un pianto isterico, nasce una lite violenta e Olga, fuori di sè si lascia sfuggire il segreto sulla vera paternità di Ilaria: allorché quest'ultima fugge via disperata, schiantandosi contro una quercia poco dopo e morendo qualche giorno dopo all'ospedale.

    La piccola figlia di Ilaria, rimasta orfana, viene affidata alla nonna Olga. Olga, anche se anziana, cresce la nipote sviluppando con lei un rapporto affettuoso, favorita anche da una certa affinità di carattere.

    Durante l'adolescenza però la nipote, travagliata da una dura inquietudine, si scontra sempre più violentemente con la nonna, giungendo spesso a provocazioni arroganti e volgari.

    Superata la maturità, la nipote, indecisa sul suo futuro, sceglie di partire per l'America. Olga è colpita da un ictus e ormai, comprendendo di essere alla fine della sua vita, scrive una lunga lettera-diario alla nipote con lo scopo di svelarle tutti i segreti della sua vita ed esortandola sempre ad andare dove la porta il cuore.

    Sinossi del film:

    La nipote della protagonista Olga si chiama Marta ed è partita per l'America, dopo essere stata allevata per anni da Olga. A causa di alcune divergenze, tra nonna e nipote c'è l'accordo provvisorio di non contattarsi per un certo periodo. Sentendo di non avere più molto da vivere e giunta a poche settimane dalla sua morte, Olga sente tuttavia il bisogno urgente di confessare alla nipote Marta alcuni aspetti importanti della propria esistenza e della storia di famiglia. Per superare indirettamente il ponte del silenzio, decide di lasciarle il suo messaggio per iscritto.

    Il film riprende la trama e l'intreccio del libro con alcune modifiche minori: viene ad esempio rappresentata, poco dopo l'inizio, la morte della narratrice Olga. Dato che l'intera vita di Olga viene narrata nel film, è stata necessaria la collaborazione di tre attrici delle rispettive età.

    Come nel romanzo, i primi passaggi rappresentati sono quelli che indicano gli avvenimenti cronologicamente più recenti della storia. Compare infatti la figura di Olga intenta a scrivere i suoi ricordi in un suo diario-lettera, il cui contenuto viene esposto in due modi: visualizzando direttamente la scena con un flash-back, oppure indirettamente, rappresentando l'atto di scrittura di Olga: quest'ultimo viene di solito commentato dalla voce fuori campo di Virna Lisi che cita alla lettera alcuni stralci dal libro.

    Il film riprende l'approccio sentimentale del romanzo, arrivando addirittura ad amplificarlo in parecchie scene.

    L'ultimo stralcio del film è quello in cui la nipote, profondamente commossa dopo essere ritornata ed aver letto il diario-lettera della nonna ormai defunta, si ricorda del suo messaggio principale, che non è altro che quello espresso dal titolo del film.

    Il DVD:

    Best-seller di una storia tutta al femminile quella che vede protagoniste tre donne.
    C'è nonna Olga (Virna Lisi, Margherita Buy da giovane), che confida alle pagine di un diario la verità sul proprio passato, c'è la nipote Marta (Valentina Chico) che scopre il diario ed i suoi segreti, e c'è Ilaria (Galatea Ranzi), madre di Marta e figlia di Olga. Tre generazioni differenti di donne si intrecciano lungo il filo rosso della passione: prima addomesticata e poi negata. E invece, per l'appunto, si dovrebbe andare dove il cuore comanda. Sì, perché dal diario di Olga spunta fuori che la donna, nel fiore dei propri anni, si rassegnò a vivere accanto ad Augusto (Massimo Ghini), pur amando Ernesto (Tchéky Karyo): da questi ebbe proprio Ilaria. Quanti segreti, dietro la facciata familiare!

    In DVD, Va' dove ti porta il cuore offre un essenziale pacchetto linguistico, con audio in doppio italiano

    (2.0 e 5.1) e francese (5.1) e sottotitolazione pure in italiano.

    I contributi speciali si limitano ai crediti dei realizzatori del disco e ad un breve speciale dietro-le-quinte sul film, con interviste alla scrittrice Susanna Tamaro, alla regista Cristina Comencini e al cast (non sottotitolato).

    Links:

    • Cristina Comencini (Regista)

    • Galatea Ranzi

    • Margherita Buy

    1

    Galleria Video:

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Madame Web

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Spin-off di Spider-Man incentrato su una mutante chiaroveggente di nome Madame ..

    This Is Me... Now: A Love Story

    Dal punto di vista di Jennifer Lopez, questa è una storia d'amore come non ne ..

    Upgraded - Amore, Arte e Bugie

    San Valentino 2024 - RECENSIONE - Dal 9 Febbraio in streaming - Commedia romantica ..

    Finalmente l'alba

    Dal 14 Febbraio - Da Venezia 80.

    "Inizialmente volevo scrivere un film sull’omicidio ..

    Argylle - La super spia

    RECENSIONE - Tra le varie spie, letterarie - l'Argylle di Henry Cavill - o reali ..

    The Fanatic

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di ..

    The Old Way

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Primo western per Nicolas Cage, con la giovane dodicenne Ryan Kiera ..