ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Longing

    LONGING

    New Entry - Richard Gere protagonista della pluripremiata dramedy - Longing alla lettera .... [continua]

    The Making of

    THE MAKING OF

    New Entry - Richard Gere in una storia romantica che intreccia vita reale e .... [continua]

    Proxy

    PROXY

    New Entry - Blake Lively protagonista in un Sci-Fi che inscena una nuova vita .... [continua]

    Bones And All

    BONES AND ALL

    Dalla 79. Mostra del Cinema di Venezia - Timothée Chalamet e Taylor Russell sono .... [continua]

    Glass Onion - Knives Out

    GLASS ONION - KNIVES OUT

    Sequel del film Cena con delitto-Knives Out (2019) con il ritorno del bizzarro detective Benoit .... [continua]

    Poker Face

    POKER FACE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (28 Novembre 2022) - Dalla 17. Festa del Cinema .... [continua]

    Black Beauty: Autobiografia di un cavallo

    BLACK BEAUTY: AUTOBIOGRAFIA DI UN CAVALLO

    I recuperati di CelluloidPortraits - Nell'ennesimo adattamento di un romanzo del 1877 scritto da .... [continua]

    Medieval

    MEDIEVAL

    RECENSIONE - Nella Boemia del XIV secolo il debole re Venceslao di Lussemburgo fatica a .... [continua]

    Causeway

    CAUSEWAY

    RECENSIONE - VINCITORE come 'Miglior Opera Prima BNL BNP PARIBAS' alla 17. Festa del .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Juliette Binoche

    Il cinema di Juliette Binoche

    Biografia

    (Parigi, FRANCIA, 9 marzo 1964 - )

    JULIETTE BINOCHE si impone all’attenzione del pubblico nel 1985 con Je Vous Salue Marie di Jean-Luc Godard e in quello stesso anno il suo successo in Francia è consacrato da Rendez-vous di André Téchiné. L’anno successivo l’attrice è protagonista di Mauvais Sang (Rosso sangue, 1986) ma la fama internazionale arriva nel 1988 con The Unbearable Lightness of Being (L’insostenibile leggerezza dell’essere) di Philip Kaufman.
    Negli anni Novanta la vediamo in Les Amants du Pont-Neuf (Gli amanti del Pont-Neuf, 1991), entrambi diretti da Leos Carax e Damage (Il danno, 1992) di Louis Malle, con Jeremy Irons, ed è la protagonista di Film Blu. Tre colori (1993) di Krzysztof Kieslowski. E’ apparsa anche in Red (Film rosso. Tre colori) e White (Film bianco. Tre colori), gli altri due film (1994) della trilogia del regista polacco, mentre l’anno successivo è in The Horseman on the Roof (L’ussaro sul tetto, 1995). Nel corso della sua carriera la Binoche ottiene otto Nominations al premio César, vincendone uno proprio per il primo film di questa trilogia: Film Blu. Il 1996 è un anno importante per Juliette Binoche. E’ l’anno in cui interpreta Un Divan à New York (Un divano a New York, 1996) al fianco di William Hurt, ma è soprattutto l’anno in cui vince l’Oscar®, il BAFTA, l’European Film Award, il ‘National Board of Review Award’ come ‘Migliore Attrice Non Protagonista’ e l’Orso d’argento al Festival di Berlino per l’interpretazione dell’infermiera Hana in The English Patient (Il paziente inglese) di Anthony Minghella. Collabora poi di nuovo con Téchiné per Alice et Martin (Alice e Martin, 1998), ed è Georges Sand/Baronessa Aurora nel drammatico Children of the Century (I figli del secolo, 1999). Nel 2000, il ruolo della protagonista in Chocolat le vale la Nomination all’Oscar, due candidature al premio dello ‘Screen Actors Guild’ e la terza Nomination al Golden Globe. Tra gli altri titoli di questo periodo ricordiamo: La Veuve de Saint Pierre (L’amore che non muore, 2000), Code Inconnu (Codice sconosciuto, 2000), la commedia Jet Lag (2002) che la vede a fianco di Jean Reno, Country of My Skull (In My Country, 2004) di John Boorman, Hidden (Niente da nascondere, 2005) di Michael Haneke, Mary (2005) di Abel Ferrara, presentato alla 62a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica al Lido di Venezia e Paris je t’aime (2006). Nello stesso anno è di nuovo diretta da Anthony Minghella per Breaking and Entering (Complicità e sospetti) dove dà il meglio di sé interpretando la bosniaca Amira, un’immigrata a Londra, a fianco di Jude Law e Robin Wright Penn. E sempre nel 2006 termina le riprese di Quelques Jours En Septembre di Santiago Amigorena, con John Turturro.

    Data di pubblicazione: (11 febbraio 2007)

    <- torna alla pagina principale di Juliette Binoche

    The Menu

    THE MENU

    Dai produttori Adam McKay e Betsy Koch di Don't Look Up e Fresh, un nuovo .... [continua]

    The Woman King

    THE WOMAN KING

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Con Viola Davis nel ruolo di Nasisca, generale dell’unità militare tutta .... [continua]

    Una notte violenta e silenziosa

    UNA NOTTE VIOLENTA E SILENZIOSA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 1° Dicembre .... [continua]

    Silent Night

    SILENT NIGHT

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Keira Knightley protagonista - al fianco di Lily-Rose Depp, Annabelle Wallis, .... [continua]

    Spirited - Magia di Natale

    SPIRITED-MAGIA DI NATALE

    Dal 18 Novembre su Apple TV+ - RECENSIONE - Nell'adattamento in chiave musicale del racconto .... [continua]

    Come per disincanto - E vissero infelici e scontenti

    COME PER DISINCANTO - E VISSERO INFELICI E SCONTENTI

    Dal 18 Novembre in streaming su Disney+ - Sequel metà animato e metà live action .... [continua]

    Black Panther: Wakanda Forever

    BLACK PANTHER: WAKANDA FOREVER

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 9 Novembre

    "Distruggi una cosa che non conta solo ....
    [continua]