ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Last Duel

    THE LAST DUEL

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Da Venezia 78. - (Fuori Concorso) - Dal .... [continua]

    Eternals

    ETERNALS

    16. Festa del Cinema di Roma (14-24 Ottobre 2021) (Film di chiusura) - Angelina .... [continua]

    Belfast

    BELFAST

    16. Festa del Cinema di Roma-Alice nella città (14-24 Ottobre 2021) - Kenneth Branagh .... [continua]

    Dream Horse

    DREAM HORSE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 1 Luglio .... [continua]

    No Time To Die

    NO TIME TO DIE

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - L'ultimo Bond con il volto di Daniel Craig ha .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Helen Mirren

    Il cinema di Helen Mirren

    Biografia

    (A cura di PATRIZIA FERRETTI)

    (Chiswick, Londra, INGHILTERRA 26 luglio 1945 - )

    Elena Lydia Mironoff (in arte Helen Mirren), volendo diventare un’attrice già da bambina, entra a far parte del National Youth Theatre e nel 1967 entra a far parte della Royal Shakespeare Company, con cui interpreta una serie di produzioni prestigiose come Troilo e Cressida (Cressida) e il Macbeth di Trevor Nunn (Lady Macbeth). Nel 1972 si unisce alla compagnia teatrale del noto regista Peter Brook, con cui gira il mondo. E va sottolineato il fatto che Helen Mirren ha una carriera teatrale (così come lo saranno quella televisiva e cinematografica) molto fortunata. Proprio negli anni Settanta, memorabili sono le sue interpretazioni in Teeth 'n' Smiles al Royal Court e in Il gabbiano al Lyric. Si guadagna poi l'apprezzamento della critica in Antonio e Cleopatra, accanto a Michael Gambon e in Specchio a due direzioni di Arthur Miller, Battaglia di angeli, Un mese in campagna (con cui debutta a Broadway e si guadagna una 'Nomination ai Tony Awards'), e Danza di morte, a Broadway, accanto a Ian McKellen. Più di recente interpreta Il lutto si addice a Elettra al National Theatre che le vale una 'Nomination all'Olivier Best Actress Award' - il Premio Olivier per la 'Migliore Attrice'.

    La sua carriera cinematografica inizia alla fine degli anni Sessanta, quando interpreta il film di Michael Powell L'età del consenso, accanto a James Mason; anche se il primo ruolo cinematografico di successo che la rende famosa è quello di Vittoria nel film The Long Good Friday (Venerdì maledetto, 1979) di John Mackenzie. La sua interpretazione di questa donna dura e sexy insieme, amante del gangster 'cockney' Bob Hoskins, viene osannata dalla critica che inneggia alla nascita di una nuova stella del cinema. Dopo la svolta di Venerdì maledetto la Mirren prosegue la sua fortunata carriera cinematografica interpretando una serie di film di successo, come il fantasy di John Boorman Excalibur (1981), nel quale interpreta Morgana, e il thriller irlandese di Neil Jordan Cal, in cui veste i panni di una donna matura innamorata di un uomo molto più giovane. Quest'ultima interpretazione le vale il Premio per la 'Migliore Attrice' al Festival di Cannes nel 1984. Successivamente continua a misurarsi con ruoli sempre diversi e impegnativi, con personaggi comunque forti, in film come Mosquito Coast di Peter Weir, a fianco di Harrison Ford, e in The Cook (Il cuoco), The Thief (Il ladro), His Wife and Her Lover (1989, Sua moglie e l'amante) di Peter Greenaway, Monteriano-Dove gli Angeli non osano mettere piede di Charles Sturridge, e Una scelta d'amore di Terry George che ha anche co-prodotto.

    Nei primi anni Novanta Helen Mirren interpreta la popolare e innovativa serie TV Prime Suspect - vincitrice di premi Emmy e BAFTA - in cui veste i panni dell'Ispettrice Capo Jane Tennison. Ha da poco terminato le riprese dell'ultima stagione della serie che segna la fine del suo personaggio. Del resto, per la televisione americana interpreta molti altri ruoli, tra cui in Losing Chase, per cui vince un Golden Globe nel 1996 come 'Migliore Attrice in un Film o Mini-Serie TV'. Mentre ottiene il primo grande successo internazionale e una candidatura all’Oscar come 'Migliore Attrice Non Protagonista' per The Madness of King George (1994, La pazzia di re Giorgio) di Nicholas Hytner - nel 1995 vince anche il Premio come 'Migliore Attrice' al Festival di Cannes - nel 1999 la Mirren vince un Premio Emmy per la 'Migliore Attrice' e una 'Nomination ai Golden Globe' per il suo ruolo di protagonista ancora in un film TV: The Passion of Ayn Rand. Seguono Door to Door ('Nomination Golden Globe', 'Emmy' e 'Screen Actors Guild'), The Roman Spring of Mrs Stone ('Nomination ai Golden Globe', 'Emmy' e 'Screen Actors Guild') e Elizabeth I, una co-produzione Channel 4/HBO, grande successo di critica sia in Inghilterra che negli Stati Uniti. Riceve una seconda candidatura all’Oscar nel 2001 per Gosford Park di Robert Altman e una 'Nomination ai Golden Globe' per il film di Nigel Cole Calendar Girls. Più di recente interpreta il film In ostaggio, accanto a Robert Redford.

    Oggi si guarda dunque a Helen Mirren come ad una delle attrici inglesi più popolari e apprezzate in tutto il mondo. Nella sua lunga e fortunata carriera che abbraccia, come si è detto, teatro, cinema e televisione, è diventata famosa per aver interpretato ruoli impegnativi con grande intensità per i quali ha ben meritato i numerosissimi premi che le sono stati assegnati negli anni. Il ruolo della Regina Carlotta nel su citato La pazzia di re Giorgio costituisce il primo ruolo come sovrana interpretato dalla Mirren prima di Elisabetta in The Queen di Stephen Frears, uno spaccato britannico all'indomani della tragica morte della principessa Diana, presentato, 'In Concorso', alla 63a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica al Lido di Venezia.

    Bibliografia: Venezia 61 Giuria in 61. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. La Biennale di Venezia, Milano 2004, p. 25 (Mondadori Electa editore); >Press-Book< di The Queen.

    Data di pubblicazione: (31 luglio 2006; 1° aggiornamento: (5 agosto 2006)

    <- torna alla pagina principale di Helen Mirren

    La Famiglia Addams 2

    LA FAMIGLIA ADDAMS 2

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 28 Ottobre .... [continua]

    A White White Day - Segreti nella nebbia

    A WHITE WHITE DAY - SEGRETI NELLA NEBBIA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (27 Ottobre 2021) - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 28 .... [continua]

    Rupture

    RUPTURE

    Dal 28 Ottobre .... [continua]

    La ragazza di Stillwater

    LA RAGAZZA DI STILLWATER

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Cannes 2021 - Matt Damon padre .... [continua]

    The Night House - La casa oscura

    THE NIGHT HOUSE - LA CASA OSCURA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal Sundance Film Festival 2020 in .... [continua]

    La vita che verrà - Herself

    LA VITA CHE VERRÀ - HERSELF

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 15. Festa del Film di .... [continua]

    Cry Macho

    CRY MACHO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il novantunenne Clint Eastwood torna dietro e davanti la macchina da .... [continua]