ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Small Things Like These

    Berlinale 2024 (Film d'Apertura il 15 Febbraio) "Con 'Small Things Like These', Tim Mielants racconta la ..

    Spaceman

    Berlinale 2024 il 20 Febbraio - Dal 1° Marzo in streaming su Netflix ..

    Seven Veils

    Berlinale 2024: il 22 Febbraio ..

    Love Lies Bleeding

    Berlinale 2024 il 18 Febbraio ..

    The Outrun

    Berlinale 2024 - Panorama ..

    Longlegs

    New Entry - Il regista Oz Perkins - figlio d'arte dell'attore Anthony Perkins, già protagonista ..

    The Instigators

    New Entry - Matt Damon e Casey Affleck nel cast - Affleck anche co-sceneggiatore - ..

    L'imprevedibile viaggio di Harold Fry

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Una celebrazione della vita, un ritratto sincero dell'amore universale interpretato ..

    Anatomia di una caduta

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - VINCITORE della Palma d'Oro a Cannes 2023 - Dalla Festa ..

    Yesterday

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal Taormina Film Festival 2019 - Dal 26 ..

    Home Page > Movies & DVD > Love is All You Need

    LOVE IS ALL YOU NEED: IL PREMIO OSCAR PER 'IN UN MONDO MIGLIORE' SUSANNE BIER DEBUTTA NEL GENERE 'COMMEDIA ROMANTICA'.

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (Lido di Venezia, 29 agosto – 8 settembre 2012) - FUORI CONCORSO - Dal 20 DICEMBRE

    "Volevo realizzare un film sulle persone vulnerabili, sugli aspetti della vita che preferiremmo cancellare ma che, se rappresentati con umorismo, possono sollevarci il morale. Ida e Philip sono due protagonisti la cui vulnerabilità trasmette sia la gravità del soggetto che la leggerezza dell'umorismo. Li abbiamo trasportati nel luogo più romantico che si potesse immaginare, insieme a un gran numero di personaggi comici. Abbiamo usato l'umorismo e il romaticismo come mezzi, non per alleviare le loro pene, ma per definirle più chiaramente, per fare in modo che questi universi contrastanti si enfatizzassero a vicenda. In tal modo abbiamo potuto raffigurare ciscuno dei nostri personaggi, nella buona e nella cattiva sorte, con la precisione e la dolcezza che meritavano".
    La regista Susan Bier

    (Love is All You Need; DANIMARCA/SVEZIA/ITALIA/FRANCIA/GERMANIA 2012; commedia romantica; 112'; Produz.: Zentropa Productions/Zentropa International Sweden/Zentropa International Köln/Film i Väst/Lumière & Company/Lumière & Company/Teodora Film/Slot Machine/Liberator Productions; Distribuz.: Teodora Film)

    Locandina italiana Love is All You Need

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Love is All You Need

    Titolo in lingua originale: Love is All You Need

    Anno di produzione: 2012

    Anno di uscita: 2012

    Regia: Susanne Bier

    Sceneggiatura: Anders Thomas Jensen

    Cast: Pierce Brosnan (Philip)
    Trine Dyrholm (Ida)
    Kim Bodnia (Leif)
    Sebastian Jessen (Patrick)
    Molly Blixt Egelind (Astrid)
    Christiane Schaumburg-Müller (Thilde)
    Paprika Steen (Benedikte)
    Micky Skeel Hansen (Kenneth)
    Line Kruse (Bitten)
    Thomas Jessing (Turista)
    Ciro Petrone (Alessandro)

    Musica: Johan Söderqvist

    Costumi: Signe Sejlund

    Scenografia: Peter Grant

    Fotografia: Morten Søborg

    Montaggio: Pernille Bech Christensen

    Casting: Lene Seested

    Scheda film aggiornata al: 09 Gennaio 2013

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Philip (Pierce Brosnan), il proprietario di un’industria ortofrutticola con sede a Copenhagen, torna dopo tanti anni nella sua villa di Sorrento, un’elegante residenza immersa in una vasta e profumata limonaia. È proprio qui che il figlio di Philip, Patrick (Sebastian Jessen), ha deciso di sposarsi con Astrid (Molly Blixt Egelind)...

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Era nell'aria da tempo. Dopo tante storie cupe, drammi declinati su vasta e varia scala, ma sempre in quanto tali, la regista danese Susanne Bier (In un mondo migliore) - la cui solarità di persona richiama alla memoria più una giovane ragazza del Sud Italia che un'acclamata cineasta del Nord Europa - covava la commedia come un ardente desiderio, non intendendo d'altra parte rinunciare ad un'altra esplorazione dell'amore su più livelli, ma questa volta con humour assicurato. E l'aria tragicomica è proprio quella che spira su Love is All You Need, a dispetto dell'inizio: due donne (paziente e medico) si fronteggiano argomentando su aspetti e dinamiche di una malattia a terapia conclusa, in via di guarigione forse che si forse che no. Sequenza focale per preparare lo spettatore alla situazione tragicomica che la povera donna si ritroverà davanti agli occhi di lì a poco non appena tornata a casa, sperando

    di poter condividere col marito la bella notizia e le prospettive di una vita forse più serena degli ultimi tempi. E badate che Susanne Bier resta un'acuta 'psichiatra' anche quando abbraccia una commedia romantica, perciò non potrete obiettarle che si è divertita ad esagerare il profilo di questo marito, all'apparenza grottesco-surreale, (ma anche quello di una certa cognata non scherza!), perché ha dichiarato di essersi ispirata ad un caso reale. Quando si dice che la vita può superare la finzione! Incredibile ma vero, dunque. Così, mentre Guillermo Arriaga aveva toccato tematica analoga con il personaggio femminile incarnato da Kim Basinger in The Burning Plain sul piano del dramma pieno sia pure intessuto con altre dinamiche, Susanne Bier, ben padrona dei ferri del suo mestiere, questa volta si affida all'umorismo e al romanticismo, non tanto per sminuire in alcun modo la gravità del soggetto ed alleviare le pene dei personaggi, quanto

    semmai per dar loro più incisiva definizione e maggiore chiarezza.

    Quanto all'Italia, il successo riscosso (persino in Vaticano), con il suo precedente, acclamatissimo film, In un mondo migliore, potrebbe aver in qualche modo favorito la sua scelta, comunque, al di là di questo, un fatto è certo: per la sua prima commedia romantica l'Italia faceva al caso suo. In particolare Sorrento, là dove una rustica villa con stupefacente limonaia diventa la sede ideale per un matrimonio tra la figlia della nostra protagonista Ida, per la quale Susanne Bier è andata sul sicuro confermando l'attrice-feticcio Trina Dyrholm, e il figlio di un manager proprietario della limonaia. Chiamare Pierce Brosnan a ricoprire questo ruolo di padre può voler dire due cose: l'interesse da parte dell'attore di un'ulteriore opportunità per abbracciare un personaggio dominato dalla vulnerabilità di contro l'ombra lunga di James Bond (in fondo ha indossato i panni bondiani solo quattro

    volte!), cui si dice grato ma che continua a perseguitarlo (magari proprio per mezzo stampa), e una certa familiarità, per certi aspetti, con quanto da lui interpretato al fianco di Meryl Streep con Mamma Mia!. Capirete meglio perché dico questo dopo aver visto il film.

    Così Susanne Bier, pescando a modo suo tra la cornucopia dei simboli-clichè dell'Italia più solare e godereccia, tra tavole imbandite, scorci di mare con baie rocciose al bacio, cappuccini galeotti e perché no, un'inedita accoppiata musicale tra Ricchi e Poveri (Sarà perché ti amo) e la mitica Tintarella di Luna di Mina, inizia a tracciare il suo diagramma in cui i vari personaggi si ritrovano, date le circostanze e loro malgrado, a scoprire cose nuove, ancor prima di se stessi che degli altri, al punto che, quel che ha preso avvio all'inizio, non potrà che andare a finire da tutt'altra parte. Quale occasione migliore,

    se non quella di una grande riunione di più famiglie nel medesimo posto per i preparativi di un matrimonio? Potrà risultare inconsueto, ma anche la commedia può avere una struttura circolare e Love is all you Need di Susanne Bier ne è la dimostrazione vivente. Le tinte restano difatti forti, e molto più vicine al dramma che non alla commedia, all'inizio e alla fine di questa umoristica sinfonia dolce-amara a più voci. E siccome il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, nel pieno dell'ebollizione verranno a galla non pochi ingredienti a lungo rimasti sul fondo, ma a fine cottura, la pietanza così cucinata riserverà i nutrienti necessari per ogni esigenza, o quasi.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringrazia lo Studio PUNTOeVirgola.

    Links:

    • Susanne Bier (Regista)

    • Pierce Brosnan

    • Ciro Petrone

    • Trine Dyrholm

    • Sebastian Jessen

    • Molly Blixt Egelind

    • Christiane Schaumburg-Müller

    • Kim Bodnia

    • Paprika Steen

    • Micky Skeel Hansen

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Love is All You Need - trailer

    Love is All You Need - trailer (versione originale)

    Love is All You Need - clip 'Il tradimento'

    Love is All You Need - clip 'L'incontro'

    Love is All You Need - clip 'Arrivo a Sorrento'

    Love is All You Need - clip 'Tintarella di Luna'

    Love is All You Need - clip 'Sei meravigliosa'

    Love is All You Need - clip 'E' una parrucca'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    La zona d'interesse

    Bafta 2024: 'Miglior Film Britannico'; 'Miglior Film in Lingua Straniera'; 'Miglior Sonoro' (Johnnie Burn ..

    Emma e il giaguaro nero

    Dai creatori dei successi Il lupo e il leone e Mia e il leone bianco ..

    Land of Bad

    RECENSIONE - Russell Crowe nella terra dei cattivi con Liam e Luke Hemsworth - Dal ..

    Madame Web

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Spin-off di Spider-Man incentrato su una mutante chiaroveggente di nome Madame ..

    This Is Me... Now: A Love Story

    Dal punto di vista di Jennifer Lopez, questa è una storia d'amore come non ne ..

    Upgraded - Amore, Arte e Bugie

    San Valentino 2024 - RECENSIONE - Dal 9 Febbraio in streaming - Commedia romantica ..

    Argylle - La super spia

    RECENSIONE - Tra le varie spie, letterarie - l'Argylle di Henry Cavill - o reali ..