ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Ex Machina

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - VINCITORE di 1 Premio OSCAR ai 'MIGLIORI EFFETTI SPECIALI' (MARK ..

    Civil War

    Aggiornamenti freschi di giornata! (10 Aprile 2024) - Nel nuovo action drama ambientato in un ..

    Cattiverie a domicilio

    Olivia Colman e Jessie Buckley - di nuovo insieme dopo La figlia oscura, opera prima ..

    Il gladiatore 2

    Aggiornamenti freschi di giornata! (12 Aprile 2024) - Ridley Scott torna sulle orme de Il ..

    Joker: Folie à Deux

    Aggiornamenti freschi di giornata! (11 Aprile 2024) - Joaquin Phoenix torna nei folli panni di ..

    Fly Me To The Moon: Le due facce della luna

    New Entry - Una storia d'amore ambientata negli anni Sessanta, durante la corsa allo spazio ..

    Untitled Noah Baumbach

    New Entry - Riprese a Montalcino (Siena) Toscana-Italia (Aprile 2024) ..

    Mothers' Instinct

    New Entry - Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye, Zero Dark City, The Help) ..

    La zona d'interesse

    Dal 14 Marzo in ben 537 sale italiane - OSCAR 2024: VINCITORE di 2 statuette: ..

    Dune - Parte 2

    RECENSIONE - Denis Villeneuve torna su Dune dirigendo l'atto secondo della saga sci-fi tratta dal ..

    Home Page > Movies & DVD > E' stata la mano di Dio

    E' STATA LA MANO DI DIO

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - BAFTA 2022: 2 Nominations, come 'Miglior Film Internazionale e 'Miglior Casting' - Da Venezia 78. - Dal 24 Novembre - Paolo Sorrentino torna nella sua Napoli, vent’anni dopo il suo esordio con L’uomo in più

    "Sono emozionato all’idea di tornare a girare a Napoli, vent’anni esatti dopo il mio primo film. 'È stata la mano di Dio' è, per la prima volta nella mia carriera, un film intimo e personale, un romanzo di formazione allegro e doloroso. Questo film, per me, significa tornare a casa"
    Il regista e sceneggiatore Paolo Sorrentino

    (The Hand of God; ITALIA 2020; biopic; 130'; Produz.: The Apartment/Fremantle; Distribuz.: Lucky Red (Netflix dal 15 Dicembre))

    Locandina italiana E' stata la mano di Dio

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: E' stata la mano di Dio

    Titolo in lingua originale: The Hand of God

    Anno di produzione: 2020

    Anno di uscita: 2021

    Regia: Paolo Sorrentino

    Sceneggiatura: Paolo Sorrentino

    Soggetto: Preliminaria - il Titolo:

    Il titolo è un chiaro riferimento a Diego Armando Maradona (uno dei miti dichiarati del regista) e alla storica frase pronunciata dal campione argentino in occasione di un clamoroso gol segnato di mano ai Mondiali del 1986.

    Cast: Filippo Scotti (Fabietto Schisa)
    Toni Servillo (Saverio Schisa)
    Teresa Saponangelo (Maria Schisa)
    Luisa Ranieri (Patrizia)
    Massimiliano Gallo (Franco)
    Renato Carpentieri (Alfredo)
    Marlon Joubert (Marchino Schisa)
    Betty Pedrazzi (Baronessa Focale)
    Biagio Manna (Armando)
    Ciro Capano (Capuano)
    Enzo Decaro (San Gennaro)
    Lino Musella (Marriettiello)
    Sofya Gershevich (Yulia)
    Birte Berg (Graziella)
    Alessandro Bressanello (Aldo Cavallo)
    Cast completo

    Musica: Lele Marchitelli

    Costumi: Mariano Tufano

    Scenografia: Carmine Guarino

    Fotografia: Daria D'Antonio

    Montaggio: Cristiano Travaglioli

    Effetti Speciali: Rodolfo Migliari, Pasquale Catalano e Fabio Traversari

    Makeup: Federico Carretti

    Scheda film aggiornata al: 18 Febbraio 2022

    Sinossi:

    In breve:

    Negli anni ottanta Fabietto Schisa è un diciassettenne napoletano la cui vita viene cambiata da due avvenimenti: l'arrivo di Maradona al Napoli prima e un grave incidente che interrompe la felicità familiare poi.

    Il film è ambientato negli anni Ottanta a Napoli e racconta la storia di un giovane di nome Fabio, noto come Fabietto (Filippo Scotti), che vive nel capoluogo partenopeo. Il ragazzo avrà l'occasione di vivere uno dei sogni più grandi degli amanti del calcio, quando giunge nella sua città il goleador Diego Maradona, ma a questa grande gioia si accompagnerà una tragedia inaspettata, che sconvolgerà la sua vita.

    Ma il destino gioca brutti scherzi e Fabietto avrà modo di imparare come, in questo caso, felicità e sconforto, gioia e tragedia siano intrecciate tra loro così tanto da determinare insieme il suo futuro...

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    “Ho fatto quello che ho potuto, non credo di essere andato così male” Diego Armando Maradona

    Potremmo dire che Diego Armando Maradona in E’ stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino c’entri ben poco. Il film non parla di questo se non tra le righe, perché per Napoli Maradona è stato indubbiamente un simbolo, un’ispirazione, l’icona della voglia di riscatto popolare. Beh, per Fabietto Schisa, il giovane protagonista di questa storia - storia che è l’Amarcord di un ritratto familiare con annessi e connessi - Diego Armando Maradona ha rappresentato qualcosa di più: gli ha salvato la vita. Anche questo in senso metaforico, cui fa riferimento il titolo stesso del film.

    E’ dunque in una di quelle famiglie allargate con parenti e conoscenti, nel cuore di Napoli, che cresce il giovane Fabietto: personaggio chiave, all’avanscoperta della vita con le sue passioni, ad esempio per l’avvenente e un po' pazza zia Patrizia

    (Luisa Ranieri), e per il calcio, che l’acquisizione di Maradona al Napoli rende un appuntamento immancabile. Personaggio chiave che purtroppo l’interprete Filippo Scotti ha reso fin troppo acerbo e imbambolato, quasi senza spina dorsale. La famiglia unita, con il padre Saverio (Toni Servillo), la madre Maria (Teresa Saponangelo) - unità incrinata da un tradimento che innesca nella moglie una di quelle sceneggiate napoletane, per l’appunto, in punta di isterismo - il fratello maggiore, e le numerose ingerenze quotidiane, tra cui la baronessa e la cosiddetta ‘signora gentile’ a puro titolo sarcastico. Personaggi del popolo che potrebbero essere affrescati su qualche quadretto locale per il verismo che li caratterizza. Un verismo in cui Sorrentino abbonda fino ad eccedere nelle stesse riprese, quasi in tempo reale: i tempi sono lunghi, ma grazie a Dio si pensa a smorzare la riflessione seria con un genere di umorismo che rispecchia alla perfezione il carattere

    napoletano. Gente del popolo - alcuni finiti in carcere - che ha dalla sua quella città che Sorrentino omaggia in ogni modo: riprese del mare, con i suoi scorci unici o del paesaggio cittadino, con i suoi vicoli, i suoi portoni, i suoi umori. Riprese che sono una vera e propria dichiarazione d’amore.

    Ora, in un omaggio di questo genere, di marca semiautobiografica, poteva mancare il cinema? Il cinema è la vera costante protagonista del film, al punto che, dopo un dramma improvviso che colpisce la famiglia Schisa, sarà il futuro del ragazzo. Un futuro che possiamo solo immaginare dai riflessi sul finestrino di un treno che porterà quel ragazzo a Roma.

    “Il cinema non serve a niente, ma ti distrae da una realtà scadente” disse Federico Fellini ad un giornalista. Sorrentino si ferma a pensare più e più volte sul registro cinema, attraversando il rito dei provini, facendo riecheggiare

    persino la voce chioccia del grande Maestro quando fa affiggere tutta una serie di immagini di star femminili su una bacheca. Il cinema in ogni sua venatura, in ogni passaggio, così come quello naturale osservato per strada tra la gente o in famiglia. Ritratti autentici e pulsanti, un pezzo di cuore che ti appartiene per la vita, anche se te ne sei andato altrove. Se non fosse stato per quella ‘mano di Dio’ quel ragazzo ancora acerbo, sarebbe rimasto ancora a lungo il cocco di mamma, e invece, quando si dice il destino! Un ragazzo tutto da farsi, innamorato del teatro, e se le citazioni di Fellini si sprecano, passando per il rustico ma schietto regista Antonio Capuano, e per l’adorata pellicola C’era una volta in America di Sergio Leone, una cosa è certa: “nessuno se ne va veramente da questa città”. Sorrentino mette in bocca queste parole al regista

    Antonio Capuano, ma suonano come un’autoconfessione d’amore sublimata dalle struggenti note di Pino Daniele nella mitica Napule sui titoli di coda.


    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)











    trailer ufficiale:



    teaser ufficiale:



    featurette 'Paolo Sorrentino presenta il film':

    Links:

    • Paolo Sorrentino (Regista)

    • Toni Servillo

    • Renato Carpentieri

    1 | 2

    Galleria Video:

    E' stata la mano di Dio - trailer 2

    E' stata la mano di Dio - trailer

    E' stata la mano di Dio - trailer (versione originale sottotitolata in inglese) - The Hand of God

    E' stata la mano di Dio - featurette 'Paolo Sorrentino presenta il film'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Cento domeniche

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 18. Festa del Cinema di ..

    Ghostbusters: Minaccia Glaciale

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'11 Aprile

    "Quello che ho imparato entrando in questo mondo ..

    Highwaymen - L'ultima imboscata

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un film drammatico sui Texas Ranger che ..

    Argylle - La super spia

    Dal 12 Aprile su Disney+ - RECENSIONE - Tra le varie spie, letterarie - l'Argylle ..

    Priscilla

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Da Venezia 80.: Coppa Volpi a Cailee Spaeny - ..

    Erano ragazzi in barca

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - George Clooney torna alla regia con biopic sportivo degli anni Trenta ..

    Road House

    JakeGyllenhaal ex combattente di arti marziali reclutato come buttafuori in una 'roadhouse' nelle Florida Keys ..