ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sniff

    SNIFF

    New Entry - Helen Mirren femme fatale 'The Spider', al fianco di Al Pacino, .... [continua]

    Dune 2

    DUNE 2

    New Entry - .... [continua]

    Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli

    SHANG-CHI E LA LEGGENDA DEI DIECI ANELLI

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 1° Settembre

    In termini di ciò che verrà dopo ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Qualcosa nell'aria

    QUALCOSA NELL'ARIA: STORIA DEL RISVEGLIO POLITICO E SOCIALE DI UN GRUPPO DI GIOVANI UNIVERSITARI

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dalla 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (Lido di Venezia, 29 agosto – 8 settembre 2012) - PREMIO 'OSELLA' per la 'MIGLIORE SCENEGGIATURA' - Dal 17 GENNAIO 2013

    (Après Mai; FRANCIA 2012; Drammatico; 122'; Produz.: MK2 Productions/France 3 Cinéma/Vortex Sutra in associazione con Canal+/Ciné+ con il sostegno della Région Ile-de-France; Distribuz.: Officine UBU)

    Locandina italiana Qualcosa nell'aria

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Qualcosa nell'aria

    Titolo in lingua originale: Après Mai

    Anno di produzione: 2012

    Anno di uscita: 2013

    Regia: Olivier Assayas

    Sceneggiatura: Olivier Assayas

    Cast: Clement Metayer (Gilles)
    Lola Créton (Christine)
    Felix Armand (Alain)
    Carole Combes (Laure)
    India Menuez (Leslie)
    Hugo Conzelmann (Jean-Pierre)
    Mathias Renou (Vincent)
    Léa Rougeron (Maria)
    Martin Loizillon (Rackam il Rosso)
    Dolores Chaplin (Attrice Londres)
    Victoria Ley (Hippie)
    Félix de Givry (Christophe)

    Costumi: Jurgen Doering

    Scenografia: François-Renaud Labarthe

    Fotografia: Éric Gautier

    Montaggio: Luc Barnier

    Makeup: Stéphanie Aznarez

    Casting: Antoinette Boulat

    Scheda film aggiornata al: 29 Gennaio 2013

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Gilles (Clément Metayer) è uno studente parigino che viene contagiato dalla febbre politica dei primi anni '70 del dopo ‘maggio francese’, personaggio ispirato alla vita del regista. Ma la sua vera aspirazione è dipingere e realizzare film, nonostante i suoi compagni, totalmente assorbiti dall'impegno politico in senso stretto, non lo comprendano, così come la sua fidanzata Christine (Lola Créton).

    SHORT SYNOPSIS:

    An 18-year-old man reacts to the social changes of late 1960's Europe.

    Commento critico (a cura di ERMINIO FISCHETTI)

    Dopo il ritratto capillare del popolarissimo terrorista venezuelano Ilich Ramírez Sánchez, meglio conosciuto con il nome di Carlos, da cui prende anche il titolo la miniserie internazionale e super premiata recentemente realizzata (poi distribuita anche in sala in una versione rimontata), il regista francese Olivier Assayas racconta un altro aspetto degli anni Settanta con Qualcosa nell’aria. E per farlo trae in parte ispirazione dal suo vissuto attraverso la storia di un giovane studente parigino, Gilles, che acquisisce la sua coscienza politica negli anni immediatamente successivi al ’68. Siamo nel 1971, infatti, quando il clamore del maggio francese aveva già perso gran parte della sua visione. Gilles, come i suoi compagni, vive quegli anni nell’assoluta libertà e nel desiderio di cambiare e abbattere i costrutti borghesi, di cui lui stesso fa pienamente parte provenendo da una famiglia ricca di intellettuali, e sogna di fare il regista di un cinema d’avanguardia disdegnando

    suo padre che scrive sceneggiature di film di genere (proprio come quello del regista, Jacques Rémy, autore molto prolifico anche nel panorama del cinema italiano degli anni ’50 e ’60). Viaggia, scappa dalla sua città e dalla sua realtà per andare in giro per l’Europa dove si confronta sul ruolo della politica maoista piuttosto che su quella sovietica, sul cinema come mezzo elitario piuttosto che di massa, ma poi torna indietro. Come tutti quelli della sua generazione. Infrangendo i suoi stessi assoluti e incanalandosi nella normalità tanto a lungo ripudiata.

    Assayas coglie il tempo con occhio affettuoso ricalcando attraverso una narrazione fluttuante le derive culturali di quegli anni così intensi, affascinanti, complicati, ma soprattutto traditi dagli stessi protagonisti. Un cinema che parla di cinema facendone un discorso intellettuale, che ragiona sull’essenza della sua funzione, strumento di formazione di una nuova era. Espressione elitaria, mezzo di massa o blando linguaggio borghese?

    Assayas ragiona su tutto questo, ma non dà una risposta perché il suo film si perde nei meandri della debolezza narrativa, nell’incapacità di riuscire a caratterizzare i personaggi, privi di alcuna individualità. Ed è quantomeno anomalo per un regista del suo lignaggio e della sua attenzione. Infatti, Assayas non costruisce una storia lineare ma si sofferma nel seguire il protagonista e alcuni dei suoi amici nei loro vagabondaggi, fra discussioni, sentimenti, pensieri e spesso luoghi comuni legati a quegli anni, tra omaggi musicali, ricostruzione di collettivi e immagini di repertorio di cinema d’avanguardia.

    Qualcosa nell’aria è a conti fatti un’opera di formazione, che il regista sviluppa prendendo in gran parte spunto dal proprio vissuto di adolescente ed è forse questo il difetto che assurge nel film, che lo espelle dalla sua funzione divulgativa: la mancanza di distacco dell’occhio della macchina da presa, anche se può sembrare il contrario, la totale

    immersione in qualcosa di cui si fa parte, che è proprio, personale, tanto da perdersi nei meandri dell’incomunicabilità. Ma Assayas per quanto criptico è pur sempre Assayas, e se in questo caso non merita certamente alcun plauso, merita perlomeno la sospensione del giudizio per questo film, perché con lui qualcosa nell’aria c’è sempre.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano Studio PUNTO & VIRGOLA e INTER NOS Web Communication.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di QUALCOSA NELL'ARIA

    Links:

    • Olivier Assayas (Regista)

    • Lola Créton

    • India Menuez

    • Clement Metayer

    • Mathias Renou

    • Carole Combes

    • Felix Armand

    • Léa Rougeron

    • Hugo Conzelmann

    • Martin Loizillon

    1 | 2

    Galleria Video:

    Qualcosa nell'aria - trailer

    Qualcosa nell'aria - trailer (versione originale) - Après Mai

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Dune

    DUNE

    Tra i più attesi!!! - 78. Mostra del Cinema di Venezia (Fuori Concorso, .... [continua]

    Supernova

    SUPERNOVA

    Dalla Festa del Cinema di Roma (15-25 Ottobre 2020) - Dal 16 Settembre

    [continua]

    La ragazza di Stillwater

    LA RAGAZZA DI STILLWATER

    Cannes 2021 - Matt Damon padre disposto a tutto per amore della figlia Abigail .... [continua]

    The Night House - La casa oscura

    THE NIGHT HOUSE - LA CASA OSCURA

    Dal Sundance Film Festival 2020 in prima mondiale - Rebecca Hall protagonista in un .... [continua]

    Il collezionista di carte

    IL COLLEZIONISTA DI CARTE

    Venezia 78. - In Concorso - Dal 3 Settembre .... [continua]

    No Time To Die

    NO TIME TO DIE

    L'ultimo Bond con il volto di Daniel Craig ha come antagonista Rami Malek (Bohemian Rhapsody) .... [continua]

    Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto

    COME UN GATTO IN TANGENZIALE - RITORNO A COCCIA DI MORTO

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 26 Agosto - SEQUEL della commedia .... [continua]