ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sleeping Dogs

    ANTEPRIMA - Russell Crowe detective della omicidi in pensione affetto da Alzheimer che torna su ..

    Un mondo a parte

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Riccardo Milani torna sul grande schermo con una storia che ..

    Cult Killer

    New Entry - Antonio Banderas ed Alice Eve in coppia sulla scia di un thriller ..

    Estranei

    Dal 24 Aprile in streaming su Disney+ - Dalla 21. Festa del Cinema di Roma ..

    Fly Me To The Moon: Le due facce della luna

    New Entry - Una storia d'amore ambientata negli anni Sessanta, durante la corsa allo spazio ..

    The Bikeriders

    New Entry - Il regista, sceneggiatore e soggettista Jeff Nichols ha rivelato che da cinque ..

    Untitled Noah Baumbach

    New Entry - Riprese a Montalcino (Siena) Toscana-Italia (Aprile 2024) ..

    Mothers' Instinct

    New Entry - Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye, Zero Dark City, The Help) ..

    Home Page > Cinespigolature > UNO STRANO DESTINO: DAI CINEMA ITALIANI AL TEATRO DI BROADWAY E RITORNO

    UNO STRANO DESTINO: DAI CINEMA ITALIANI AL TEATRO DI BROADWAY E RITORNO

    Il NINE di ROB MARSHALL si colloca sulla scia di questo inconsueto fenomeno di omaggi al mitico di FEDERICO FELLINI

    20/01/2010 - Pochi sono gli spettacoli di Broadway che vantano un soggetto così profondo e sensuale come NINE : una storia sull‘arte, sui sogni, sull‘amore, sull‘estasi emotiva e sull‘ispirazione cinematografica, che ora ritorna sul grande schermo grazie allo splendido adattamento del regista Rob Marshall, già noto per CHICAGO. Marshall mette in scena il dramma di un artista in crisi, ricorrendo al suo originale linguaggio cinematografico, caratterizzato da emozioni, musica, fantasia e fotografia 'sincopata', che riflette la vita interiore del regista Guido Contini e delle donne che ispirano le sue fantasie visive.

    Tutto è iniziato con Federico Fellini. Il suo capolavoro del 1963, premiato con l‘Oscar, , è il racconto coraggiosamente surreale e magico sulla crisi creativa di un regista, e fu uno dei film più commentati, analizzati e imitato di tutti i tempi. Vorticosa girandola di immagini che si intrecciano ai tormentati ricordi di un uomo di mezza età, ai suoi sogni, ai suoi voli pindarici, alla sua nostalgia, al suo umorismo e ai suoi demoni interiori, è da molti considerato il primo film che veramente rappresenta la sensazione della follia e della meraviglia della moderna condizione umana. E insieme agli altri film di Fellini, ha ispirato il pubblico di ogni parte del mondo, a voler entrare nel sensuale mondo di un film italiano.

    Da allora, tanti importanti registi contemporanei hanno reso omaggio a Fellini, ognuno a suo modo. Bob Fosse ha messo in scena tutta la sua vita nel surreale affresco di ALL THAT JAZZ, la storia a ritmo di danza di un brillante coreografo che soffre di autolesionismo e che deve fare i conti con il suo passato, con le donne della sua vita e con la sua mortalità. Assai diverso è l‘approccio di Woody Allen nel dolceamaro STARDUST MEMORIES, in cui interpreta un regista disilluso, affetto da allucinazioni e da apparizioni di fantasmi del passato con cui si confronta per trovare un senso al suo lavoro, alla sua vita e ai suoi grandi amori del passato.

    Ora è la volta di Rob Marshall, che rende omaggio a con NINE, tessendo una trama originale e creativa in cui mescola sapientemente elementi del teatro, del cinema e della musica.

    La versione di NINE a Broadway, scritta da Arthur L. Kopit con musica e parole di Maury Yeston, ha avuto inizio con la passione per Fellini.Yeston si era innamorato pazzamente di , la prima volta che lo aveva visto, quando era ragazzo. Diversi anni dopo, quando insegnava musica alla Yale University, negli anni '70, trasformò la storia del film su un musical teatrale che abbracciava più generi, e alla fine si recò a Roma per incontrare Fellini e ricevere la sua benedizione 'creativa'.

    Yeston decise di aggiungere l‘elemento della danza e della musica alla storia di un regista che lotta per trovare la sua visione, mentre si districa fra le donne della sua vita, in cerca di spiritualità e di appagamento creativo… e tutto questo avrebbe reso NINE indimenticabile.

    Quando la produzione debuttò al 46th Street Theatre il 2 maggio 1982, riscosse un incredibile successo. Diretto da Tommy Tune, NINE presentava l‘insolita combinazione di un attore maschio protagonista circondato da 24 attrici, ognuna delle quali simboleggiava un particolare lato femminile come il potere, la forza e la bellezza. Con le sue 729 repliche, lo spettacolo divenne il grande successo della stagione, e deliziò il pubblico con le sue scenografie moderne ed eleganti e i suoi trascinanti numeri musicali, aggiudicandosi ben cinque Tony Awards. Il fascino dello show continuò con il revival di Broadway, con altri due Tony Awards, innumerevoli tour e produzioni regionali.

    Tuttavia NINE era destinato ad attraversare un‘altra trasformazione artistica per tornare al suo elemento originale: il cinema. L‘idea prese forma quando Rob Marshall e Harvey Weinstein iniziarono a svolgere ricerche per realizzare il seguito di CHICAGO, la spettacolare storia del crimine ai tempi del Proibizionismo, che ha rivoluzionato il concetto di teatro mescolandovi musica e danza, e aggiudicandosi sei Oscar, compreso quello come 'Miglior Film'. Nel frattempo Marshall ha realizzato il suo premiato adattamento di MEMOIRS OF A GEISHA (Memorie di una geisha, vincitore di tre Oscar), ma alla fine del 2006, lui e Weinstein hanno annunciato che il loro prossimo progetto sarebbe stato NINE.

    Così come Fellini gli aveva personalmente concesso la piena libertà creativa di usare gli elementi di , come fossero l‘argilla dello scultore, per dare vita al lavoro teatrale, Yeston ha garantito a Rob Marshall la stessa libertà per dare al play una nuova vita sullo schermo.

    LA REDAZIONE

    Dal >Press-Book< di Nine

    1

    <-- Torna alla pagina Cinespigolature

    Cattiverie a domicilio

    RECENSIONE - Olivia Colman e Jessie Buckley - di nuovo insieme dopo La figlia oscura, ..

    Ex Machina

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - VINCITORE di 1 Premio OSCAR ai ..

    Cento domeniche

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dalla 18. Festa del Cinema di ..

    Coincidenze d'amore

    Meg Ryan torna alla regia dopo Ithaca (2015) e mantiene anche il ruolo di interprete ..

    Ghostbusters: Minaccia Glaciale

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'11 Aprile

    "Quello che ho imparato entrando in questo mondo ..

    Highwaymen - L'ultima imboscata

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un film drammatico sui Texas Ranger che ..

    Priscilla

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Da Venezia 80.: Coppa Volpi a Cailee Spaeny - ..