ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Vice-L'uomo nell'ombra

    VICE-L'UOMO NELL'OMBRA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (10 Dicembre 2018) - 6 Nominations ai Golden Globes .... [continua]

    Animali fantastici: I crimini di Grindelwald

    ANIMALI FANTASTICI: I CRIMINI DI GRINDELWALD

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 15 Novembre

    "Questa storia ....
    [continua]

    Troppa grazia

    TROPPA GRAZIA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - VINCITORE del Premio Label di Europa Cinémas .... [continua]

    Lo schiaccianoci e i Quattro Regni

    LO SCHIACCIANOCI E I QUATTRO REGNI

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Il nuovo lungometraggio live action Disney, diretto da .... [continua]

    Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi)

    MORTO TRA UNA SETTIMANA (O TI RIDIAMO I SOLDI)

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dalla XIII. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Jake Gyllenhaal

    Il cinema di Jake Gyllenhaal

    Biografia

    (Los Angeles, California USA 19 dicembre 1980 - )

    JACOB BENJAMIN GYLLENHAAL, in arte JAKE GYLLENHAAL, figlio del regista Stephen Gyllenhaal e della sceneggiatrice Naomi Foner, fratello dell’attrice Maggie Gyllenhaal, si diploma alla privata Harvard-Westlake High School nel 1998 e si ritira dalla Columbia University nel 2002, dopo due anni di frequenza. Era iscritto per l’appunto al I° anno della Columbia University quando ha interpretato il ruolo di Homer, a fianco di Chris Cooper, William Lee Scott, Chad Lindberg e Laura Dern, nell’acclamatissimo October Sky (1999), per la regia di Joe Johnston. Occasione che lo ha portato per la prima volta all’attenzione del grande pubblico per la sua commovente interpretazione nella storia, tratta da un evento reale, del trionfo del protagonista, dotato studente liceale della West Virginia rurale, che sembrava destinato a ripercorrere la dura vita del padre nelle miniere di carbone fin quando non rivolge lo sguardo in alto verso il cielo. I precedenti che lo hanno condotto a questo genere di successo ancora così giovane hanno inizio quando, durante gli studi alla Harvard Westlake School, partecipa a numerosi spettacoli teatrali prendendo anche parte al coro della scuola: è stato il cantante di un gruppo di musica rock e si è esibito al The Wiskey A-Go-Go e al Roxy. A teatro, Gyllenhaal fa il proprio debutto sul palcoscenico di Londra nel revival, di Kenneth Lonergan, di This is Our Youth, accanto a Hayden Christensen e Anna Paquin. La commedia, che ha suscitato le critiche positive di Broadway, è andata in scena per otto settimane nel West End di Londra: Gyllenhaal ha ricevuto eccezionali lodi da parte della critica, guadagnandosi un Evening Standard Theater Award come “Outstanding Newcomer” per il suo ruolo nei panni di un ragazzo ricco che indulge in furti, spaccio e consumo di droghe. Gyllenhaal è stato inoltre molto apprezzato in Lovely and Amazing, una commedia interpretata da Catherine Keener e Brenda Blethyn. Il film è stato proiettato al Toronto Film Festival nel 2001 di cui è diventato immediatamente uno dei più apprezzati. Gyllenhaal ha anche interpretato la commedia romantica della Walt Disney, Bubble Boy, accanto a Swoosie Kurtz e Marley Shelton. Tra i film di successo nel verde percorso di Gyllenhaal si annoverano Josh and S. A. M. e Dangerous Woman – Una donna pericolosa, al fianco di Debra Winger. Gyllenhaal è stato il figlio di Billy Crystal in Scappo dalla città - la vita l’amore e le vacche e quello di Robin Williams nell’acclamato episodio Bob Gun della serie televisiva Homicide: Life on the Street. Col suo pungente ritratto del personaggio che dà il titolo al film, Gyllenhaal ha ricevuto una Nomination per un Indipendent Spirit Award come ’Migliore Attore’ in Donnie Darko (2001), film che ha riscosso notevole consenso di critica. Tra i preferiti al Sundance Film Festival nel 2002, distribuito dalla Newmarket, opera prima dell’esordiente regista Richard Kelly, Donnie Darko abbina elementi di fantasia mistica, fantascienza e storia d’amore adolescenziale. Interpretato da Drew Barrymore (pure co-produttrice esecutiva), Jena Malone, Noah Wyle e Patrick Swayze, Donnie Darko ha dato vita ad un culto al di fuori di ogni aspettativa sin dal momento della sua uscita, portando alla ri-distribuzione di una Director’s Cut in selezionate città degli Stati Uniti il 23 luglio 2004.
    Nel 2002, Gyllenhaal è poi protagonista di un altro film pure ammirato al Sundance: The Good Girl, dove ritrae un giovane che si innamora ed intraprende una infuocata relazione con una donna sposata (Jennifer Aniston). Per la sua interpretazione di Holder Worther, Gyllenhaal è stato assimilato all’Holden Caulfield’ dei giorni nostri, riuscendo ancora una volta ad elevare un film fino allo status di cult. Questa commedia dark distribuita dalla Fox Searchlight, è stata diretta da Miguel Arteta, ed è interpretata anche da John Reilly, Zooey Deschanel e Tim Blake Nelson.
    Nell’autunno del 2002 Gyllenhaal è protagonista, accanto a Dustin Hoffman, Susan Sarandon e Holly Hunter, di Moonlight Mile, distribuito dalla Touchstone. Il film, scritto e diretto da Brad Simberling, è ambientato nel New England all’inizio degli anni Settanta ed esplora i temi del lutto e dell’afflizione quando la fidanzata del personaggio interpretato da Gyllenhaal viene uccisa. Nel noto film della Fox diretto da Roland Emmerich, The Day after Tomorrow, Gyllenhaal recita infine a fianco di Dennis Quaid nel futuristico film che ritrae gli effetti devastanti del riscaldamento globale della terra. The Day After Tomorrow è stato distribuito in tutto il mondo il 28 maggio 2004. Quest’anno (settembre 2005) è presente alla 62a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica al Lido di Venezia con ben due pellicole: l’adattamento cinematografico della Miramax della commedia Proof, vincitore del Premio Pulitzer per la regia di John Madden, in cui Gyllenhaal recita a fianco di Gwyneth Paltrow e Anthony Hopkins per raccontare la storia di una figlia che viene in soccorso del padre, professore di matematica, quando questi lentamente perde contatto con la realtà, e l’adattamento della Focus Features di Brokeback Mountain, per la regia di Ang Lee, in grado di fare molto rumore in anteprima all’interno dell’industria cinematografica, in cui Gyllenhaal interpreta l’ambito ruolo di Jack accanto a Heath Ledger, in una storia che ha come perno l’intenso rapporto tra due allevatori di bestiame del Wyoming.

    Bibliografia: >Press-Book< di October Sky; >Press-Book< di Donnie Darko; >Imdb.com<

    Data di pubblicazione: (26 agosto 2005)

    <- torna alla pagina principale di Jake Gyllenhaal

    Macchine mortali

    MACCHINE MORTALI

    Dal 13 Dicembre .... [continua]

    Un piccolo favore

    UN PICCOLO FAVORE

    Colpi di scena a cavallo di un mistero: una blogger e madre single (Anna Kendrick) .... [continua]

    Alpha - Un'amicizia forte come la vita

    ALPHA - UN'AMICIZIA FORTE COME LA VITA

    RECENSIONE - Ambientato 20mila anni fa, durante l'ultima Era glaciale, Alpha racconta un'avvincente storia di .... [continua]

    Colette

    COLETTE

    36. TFF - Keira Knightley nei panni dell'iconica scrittrice francese Colette - RECENSIONE - .... [continua]

    Bohemian Rhapsody

    BOHEMIAN RHAPSODY

    Tra i più attesi!!! - Un racconto realistico ed elettrizzante degli anni precedenti alla .... [continua]

    Roma

    ROMA

    RECENSIONE - LEONE d'ORO alla 75. Mostra del Cinema di Venezia - Con .... [continua]

    Se son rose

    SE SON ROSE

    RECENSIONE - Dal 29 Novembre

    "... una figlia quindicenne vede che il padre ha ....
    [continua]