ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il .... [continua]

    Wasp Network

    WASP NETWORK

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    The Laundromat

    THE LAUNDROMAT

    76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - The Laundromat (lett. La lavanderia) .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Marriage Story

    MARRIAGE STORY

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Eurovision

    EUROVISION

    New Entry - 2020 .... [continua]

    J'accuse (L'ufficiale e la spia)

    J'ACCUSE (L'UFFICIALE E LA SPIA)

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Personaggi dietro le quinte > L'APPRENDISTA STREGONE - Il Manuale del Mago e una Guida per Apprendisti

    Dietro le quinte: L'APPRENDISTA STREGONE - Il Manuale del Mago e una Guida per Apprendisti (Film)

    MAGIA - UNA GUIDA PER APPRENDISTI

    Nel film L’apprendista stregone, l’attore Jay Baruchel ha il ruolo di Dave Stutler, un giovane studente di fisica che scopre non solo di essere un discendente di Merlino, il più grande mago di tutti i tempi, ma anche di essere in procinto di fare lui stesso un corso rapido di magia per salvare il mondo dalla distruzione imminente. Fortunatamente per Dave (e per il mondo), il maestro perfetto arriva nella forma di Balthazar Blake (Nicolas Cage). Balthazar è un mago maestro che ha passato la maggior parte degli ultimi mille anni a cercare l’apprendista giusto ed è un esperto di grandi incantesimi come la gravità inversa, che permette di lanciare le vittime contro il soffitto, e di telecinesi, ovvero la capacità di spostare oggetti distanti solo con la forza del pensiero. Chi non vorrebbe far spostare oggetti distanti senza doversi alzare dal divano o dal letto? Purtroppo, però, la maggior parte degli aspiranti maghi non ha un maestro tutto suo come Balthazar Blake che insegna loro le prime nozioni di magia. Nessun problema! Magari non diventerete proprio esperti di incantesimi di gravità inversa o di telecinesi, ma potrete ugualmente iniziare - il vostro apprendistato di magia con la nostra fondamentale guida per apprendisti stregoni, che comprende tutto, dalla scelta della bacchetta giusta alla traccia del proprio cerchio magico.

    Lo sapevate?

    Non vi aiuterà a salvare New York, ma almeno potrete far colpo sugli amici dicendo loro che la parola “mago” deriva dal greco “mageia”, il nome dei sacerdoti di Zoroastro o Zarathustra, antico fondatore persiano di una religione che risale ad oltre 2500 anni fa. I maghi evocavano spiriti e morti, divinavano il futuro e operavano prodigi con l’aiuto di spiriti benefici e malefici.

    Prendetela con calma

    I maghi utilizzano i loro poteri per qualsiasi cosa: per cambiare la propria forma fisica (pratica nota come metamorfosi), per curare le verruche, per diventare invisibili, per scacciare i demoni, per incanalare l’energia positiva o per evocare le anime morte [vedi “negromanzia” di seguito]. Come vedrete ne L’apprendista stregone gli aspiranti troppo ambiziosi possono mettersi in tanti guai. Iniziate con un incantesimo innocente, come ad esempio portare buona fortuna ad un amico, oppure il tipo di magia dimostrata dai prestigiatori, come far scomparire una moneta (ma evitate di segare in due una persona).

    L'abbigliamento giusto

    Tradizionalmente i maghi vestono lunghe tuniche svolazzanti e cappelli a punta (ricordate Merlino?). Balthazar Blake però ha scelto un look gotico più contemporaneo, ovvero un soprabito in pelle lungo quasi fino ai piedi, e scarpe che Dave chiama “da vecchietto”. Dave invece preferisce felpe e scarpe da ginnastica, un’ottima scelta per apprendisti maghi: i cappelli a punta forse darebbero troppo nell’occhio a scuola o per la strada o ad una festa con gli amici.

    La divinazione

    “Divinazione” è un termine generale per indicare una varietà di tecniche per predire il futuro o l’ignoto. L’astrologia, l’uso di sfere di cristallo [vedi di seguito], e la predizione del futuro, realizzata spesso con l’aiuto dei tarocchi (cartomanzia) o perfino di foglie di tè, sono i metodi più noti per predire il futuro. Altri metodi comprendono la “geomanzia” (prevedere il futuro gettando a terra del terriccio ed interpretandone le linee e le forme che ne risultano); “idromanzia” (lo studio delle forme e dei movimenti dell’acqua); e “piromanzia’ (lo studio delle forme e dei disegni tracciati da fuoco e fiamme). Ma la più strana di tutte dev’essere la tecnica nota come “scapulomanzia”: vedere il futuro attraverso le fessure delle ossa di bovini o di gusci di tartaruga.

    Incantesimi

    Gli incantesimi possono essere corti come una sola parola presa da un’antica lingua, come il latino, il greco o l’ebraico, oppure una parola inventata che ha significato soltanto per i maghi e la loro cerchia ristretta. L’incantesimo forse più famoso di tutti i tempi è “abracadabra.” Oggi viene utilizzato dai prestigiatori nei loro spettacoli, ma la frase risale almeno al 2o secolo d.C. e fu a lungo ritenuta utile nella cura della febbre.

    L'invisibilità

    Molti incantesimi ricadono nella categoria di “magia psicologica” e sono destinati a far fare agli altri la volontà del mago o del suo cliente: gli incantesimi d’amore sono il classico esempio. “La magia illusionistica” prevede incantesimi per creare straordinari effetti visivi, come l’apparizione di una spada che pende sopra la testa di qualcuno o un orologio con le lancette che girano all’impazzata. I maghi utilizzano la magia illusionistica probabilmente più utile in assoluto, cioè per rendersi invisibili.

    Sfere di cristallo

    Le sfere di cristallo, a volte di vetro, sono da sempre utilizzate per scrutare il passato, il presente o il futuro: si dice che l’uso di cristalli per tali scopi risalga ai druidi, popolazione dell’antica Inghilterra.

    Simboli

    Ogni mago che si rispetti deve essere un esperto nell’uso di simboli mistici da impiegare per proteggere chi li usa o per aumentare i poteri magici. Quelli più noti sono la stella a cinque punte o il pentacolo, una stella a cinque punte cerchiata. Tali simboli si possono disegnare per terra o riportare sulla tunica o sul cappello a punta del mago.

    Cerchi magici

    Il cerchio magico è uno spazio tracciato per terra con gesso o sale per definire un’area destinata ad una cerimonia magica. Si crede che il cerchio protegga da forze maligne chi vi sta all’interno e viene spesso marcato con simboli come candele, che rappresentano i quattro punti cardinali e i quattro elementi della terra (a nord), aria (a est), acqua (a ovest) e fuoco (a sud). Ognuno di questi elementi è anche associato ad un colore particolare: rosso per il fuoco, blu per l’acqua, giallo per l’aria e verde per la terra. Mai dire che state “disegnando” un cerchio magico. I professionisti dicono che stanno “tracciando un cerchio”.

    Bacchette magiche

    Le bacchette magiche possono essere di legno, di metallo o di pietra, perfino di cristallo o di avorio (anche se al giorno d’oggi non riusciamo ad immaginare un mago ambientalista che desideri una bacchetta fatta d’avorio). I maghi e le streghe di oggi si chiamano Wicca e utilizzano bacchette per incanalare l’energia e per aiutare a promuovere la guarigione e a fare incantesimi. Potete realizzare la vostra bacchetta magica con un ramo preso da qualsiasi albero, anche se si preferiscono la quercia o il nocciolo. Si può anche comprare una bacchetta online, anche se Balthazar Blake probabilmente non approverebbe.

    La negromanzia

    Possiamo star certi che Balthazar non approverebbe nemmeno la “negromanzia”, la pratica di evocare gli spiriti dei morti per ottenere informazioni su eventi passati o futuri oppure per farsi aiutare ad ottenere qualcosa in particolare.

    La regola d'oro

    Come Balthazar Blake, i maghi devono sempre usare i loro poteri per il bene, anche se, come Balthazar fa notare a Dave, la magia è anche molto divertente. Studiate e applicatevi con passione e magari anche voi un giorno potrete salvare il mondo dalla distruzione o almeno passare un bel pomeriggio divertente rendendovi invisibili.

    IL MANUALE DEL MAGO

    Diventare un mago maestro richiede molto tempo, ma nel nuovo film di Disney, L’apprendista stregone, Balthazar Blake (Nicolas Cage) ha solo pochi giorni per insegnare al suo apprendista Dave Stutler (Jay Baruchel) trucchi di magia che richiederebbero dieci anni per impararli. Nemmeno noi abbiamo dieci anni a disposizione, ma possiamo certamente farvi cominciare mostrandovi qualche trucco per principianti!

    La moneta salterina

    Prendete due monete e mettetele al centro della mano. Provate a tenere la moneta sulla mano sinistra posizionata fra il terzo e il quarto dito, e la moneta nella mano destra, proprio sotto la base del pollice. Posate le mani con i palmi rivolti in alto ad una distanza di 30 cm l’una dall’altra. Voltate rapidamente entrambe le mani simultaneamente in modo che i vostri pollici si tocchino e quindi allontanate le mani. La moneta nella mano destra salterà automaticamente sotto la mano sinistra (anche se per riuscirci occorre esercitarsi un po’). Alzate la mano destra, che mostrerete al vostro pubblico, il quale esprimerà sorpresa alla sparizione della moneta. Voltate poi l’altra mano per rivelare entrambe le monete che appariranno magicamente sotto la mano sinistra.
    Nella galleria fotografica trovate la sequenza delle immagini dimostrative (da Foto 1 a Foto 3).

    La moneta che scompare

    Prendete una moneta ed appoggiatela al centro di un pezzo di carta, ripiegate quindi il bordo inferiore verso l’alto, lasciando circa 1 cm di carta lungo il bordo superiore. Ripiegate quindi ciascun lato attorno alla moneta verso il retro. Ora prendete il bordo superiore da 1 cm e ripiegatelo verso il retro. Il pacchetto appare ben chiuso, ma in realtà, c’è un’apertura lungo il bordo superiore.
    Voltate il pacchetto in modo che la moneta scivoli fuori dal fondo del pacchetto e dentro la mano. Ora strappate il pacchetto e mostrate al pubblico che la moneta è scomparsa!
    Nella galleria fotografica trovate la sequenza delle immagini dimostrative (da Foto 4 a Foto 10).

    Abracadabra!

    Prendete un mazzo di carte da gioco e distribuitele a faccia in giù formando 3 mazzi di sette carte ciascuno. Chiedete ad un membro del pubblico di scegliere un mazzo, una carta e quindi di memorizzarla, senza prenderla dal mazzo e senza dirvi qual'è! Prendete il mazzo contenente la carta scelta e state attenti a posizionare quel mazzetto al centro dei tre mazzi. Distribuite di nuovo le carte in tre mazzi di sette, aprendo ogni mazzo a ventaglio, mostrando le carte al pubblico (rivolte verso il pubblico in modo che voi non riusciate a vederle) e chiedete al pubblico di controllare se la carta prescelta si trova in quel determinato mazzo. Riponete di nuovo il mazzo fra gli altri due. Distribuite di nuovo le carte, ripetendo le azioni precedenti, ricordandovi di rimettere il mazzo prescelto nel centro. Ora, dicendo abracadabra (o qualsiasi parola a dieci lettere, magari il vostro nome se ci sta? L-A-T-U-A-C-A-R-T-A È?) e contate le carte, sfogliandole. Dopo aver distribuito le dieci carte, girate l’undicesima, che sarà quella scelta dal vostro pubblico!
    Nella galleria fotografica trovate la sequenza delle immagini dimostrative (da Foto 11 a Foto 13).

    I quattro cattivi ragazzi

    Estraete tutti e quattro i Jack dai mazzi di carte, oltre ad altre tre carte (qualsiasi). (Fig. 14) Quindi mettete le tre carte diverse sotto il primo Jack, in modo che pare che stiate tenendo in mano solo quattro Jack. (Fig. 15). Quindi procedete a raccontare una storia al vostro pubblico... Quattro monelli (i Jack) decidono un giorno di marinare la scuola e andare a visitare la fabbrica di caramelle (il mazzo di carte).
    Mettete tutte le carte che avete in mano a faccia in giù sopra il mazzo (Fig 16). Un ragazzo (il Jack che sta in cima) deve fare da ‘guardia’, quindi prendetelo e mettetelo sul tavolo, a faccia in su. (Fig. 17). Poi prendete la carta che sta in cima al mazzo, e il secondo ‘ragazzo’ va al pian terreno a cercare la cioccolata (prendete questa carta, che sarà una delle carte qualsiasi e fatela scivolare a faccia in giù sul fondo del mazzo). Il terzo ‘ragazzo’ va al piano di mezzo per trovare i lecca-lecca (infilate la carta che sta in cima nella metà del mazzo). (Fig. 18).
    Il terzo ragazzo va all’ultimo piano per cercare le caramelle (posate la prossima carta vicino alla cima del mazzo, ma NON fra le prime tre carte). Ma aspettate, “Arriva qualcuno!” avverte la ‘guardia’. E tutti e tre i ‘ragazzi’ scappano via… sfogliate i tre Jacks dalla cima per mostrare al pubblico (Fig. 19 e 20). Sembrerà che i Jacks si siano arrampicati fino in cima al mazzo. E se qualcuno vi accusa di aver imbrogliato e di avere un mazzo pieno di Jacks, aprite il mazzo a ventaglio per dimostrare di aver ragione! (Fig. 21).
    Nella galleria fotografica trovate la sequenza delle immagini dimostrative (da Foto 14 a Foto 21).

    Consigli preziosi

    • Non rivelate MAI i trucchi a nessuno!
    Anche se vi scongiurano in tutti i modi. Il trucco farà il giro e si rovinerà e voi non diventerete mai un mago maestro come Balthazar!

    • Non rifare lo stesso gioco. MAI
    I vostri amici e parenti sono furbi e scopriranno il trucco. E allora non riuscirete mai a diventare un mago apprendista come Dave, per non dire poi un vero mago!

    • L’esercizio è un buon maestro
    Esercitatevi, esercitatevi ed ancora esercitatevi, e quando credete di essere pronti per dimostrare i vostri giochi, esercitatevi ancora! Più siete sicuri di voi stessi e convinti delle vostre capacità, più il pubblico crederà in voi. Esercitarsi davanti a uno specchio è un buon modo per trovare le angolature giuste e il modo migliore di posizionare le mani, le carte, ecc. Provate un po’ a recitare e a fare anche il rumore del pubblico.

    • FORMATE IL VOSTRO CIRCOLO MAGICO
    Trovate dei maghi come voi che hanno voglia di imparare e incontratevi magari una volta alla settimana per scambiarvi trucchi ed esercitarvi tra di voi. In questo modo potete imparare i trucchi in un circolo di persone fidate.

    Per questa guida abbiamo intervistato Matt Cuttle. Per ulteriori informazioni visitate il sito di Matt.

    1 | 2 | 3 | 4

    <- torna all'elenco dei personaggi dietro le quinte

    Il signor diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Un ritorno ai demoni del passato del regista Pupi Avati al romanzo gotico e a .... [continua]

    Fast & Furious - Hobbs & Shaw

    FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'8 Agosto

    Quale futuro per la saga 'Fast & Furious'?
    [continua]

    Hotel Artemis

    HOTEL ARTEMIS

    RECENSIONE - Oltre 27 anni dopo Il silenzio degli innocenti Jodie Foster ritorna nel mondo .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]