ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Matrix 4

    THE MATRIX 4

    New Entry - La regista e sceneggiatrice Lana Wachowski recluta di nuovo Keanu Reeves .... [continua]

    Cetto c'è senzadubbiamente

    CETTO C'E' SENZADUBBIAMENTE

    New Entry - Dal 21 Novembre .... [continua]

    I Am Patrick Swayze

    I AM PATRICK SWAYZE

    New Entry - Il doc televisivo in omaggio a Patrick Swayze, star di .... [continua]

    The Laundromat

    THE LAUNDROMAT

    76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - The Laundromat (lett. La lavanderia) .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Marriage Story

    MARRIAGE STORY

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Eurovision

    EUROVISION

    New Entry - 2020 .... [continua]

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il .... [continua]

    J'accuse (L'ufficiale e la spia)

    J'ACCUSE (L'UFFICIALE E LA SPIA)

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal .... [continua]

    Wasp Network

    WASP NETWORK

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > L'apprendista stregone

    L'APPRENDISTA STREGONE: UN'AVVENTURA FANTASTICA E ROMANTICA IN CUI UN MAGO E IL SUO SVENTURATO APPRENDISTA SI RITROVANO AL CENTRO DELL'ANTICO CONFLITTO FRA BENE E MALE

    RECENSIONE - Dal 18 AGOSTO

    "Ciò che è straordinario della storia è la piccola lezione sul voler fare le cose sempre nel modo più semplice, come per colmare il desiderio di ognuno di noi di voler crescere sempre troppo velocemente... 'L'Apprendista Stregone' ha molto dello stile Disney. E sapevo benissimo che avrei avuto a che fare con qualcosa che doveva essere eccellente, speciale, in perfetta linea con la Disney e la storia del film in se. Gli otto minuti di 'Fantasia' sono qualcosa di eccezionale ed essere parte di ciò era molto eccitante... Sia Balthazar sia Dave avrebbero preferito trovarsi in una situazione diversa. Balthazar ha bisogno di un apprendista, ma di sicuro non di Dave. Dave dall'altra parte non ha alcuna intenzione di voler aver a che fare con un matto che gli irrompe nella vita. Per questo si punzecchiano l'un l'altro, sebbene ad entrambi è molto chiara quale sia la giusta strada da intraprendere per illudere le altre persone. Dave è un intellettuale che vuole sempre arrivare alla verità profonda delle cose. Deve aprire gli occhi e capire che c'è un mondo di cui non conosceva l'esistenza, prenderne atto e valutarne tutte le potenzialità. Questa è la parte più bella dell'avventura di Dave”.
    Il regista Jon Turteltaub

    "La sfida è stata quella di cercare il modo di interpretare l'elemento magico e renderlo sullo schermo creando qualcosa di mai visto fino ad oggi, Dave Stutler è ancorato alla scienza ed impegnato nello studio della fisica. È razionale e cerca, in modo oggettivo, di spiegare ogni cosa in termini scientifici. E viene messo al fianco di Balthazar che invece vede tutto in termini magici. Questi due mondi sono in realtà un unico mondo, la stregoneria sta alla fisica come l'alchimia sta alla chimica. C'è una chiave guida con cui Balthazar spiega a Dave che tutto ciò che loro fanno con le arti magiche è in perfetta linea con le leggi della fisica, solo che lui ancora non conosce tutte queste leggi. Questa è l'idea creativa alla base del film. Amo la scienza e credo che attenersi ad essa in questo modo inaspettato permetta di creare qualcosa di eccitante per il grande schermo”.
    Il soggettista e sceneggiatore Matt Lopez

    "Amo il mondo della magia e l'idea di poter trasmettere tutto ciò al pubblico mi affascinava moltissimo. Mi sono sempre piaciute le storie un cui è presente l'ingrediente magico e 'L'Apprendista Stregone' è una delle storie più magiche di tutti i tempi. Sapevamo che sarebbe stato tremendamente eccitante sviluppare il progetto e il suo concept per riadattare la storia ai giorni nostri”.
    Il produttore Jerry Bruckheimer

    (The Sorcerer's Apprentice, USA 2010; Avventura fantastica; 111’; Produz.: Walt Disney Studios Motion Pictures International/Jerry Bruckheimer Films; Distribuz.: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia)

    Locandina italiana L'apprendista stregone

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: L'apprendista stregone

    Titolo in lingua originale: The Sorcerer's Apprentice

    Anno di produzione: 2010

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Jon Turteltaub

    Sceneggiatura: Doug Miro, Carlo Bernard e Matt Lopez

    Soggetto: PRELIMINARIA - LE ORIGINI, illustri precedenti:

    "... Tutto ha inizio con un poema scritto da Johann Wolfgang von Goethe, il grande scrittore tedesco, filosofo e naturalista che ha dato vita all'Apprendista Stregone, “Der Zauberlehrling”, un classico del 1797. Le quattordici strofe della ballata di Goethe sono narrate dallo stesso apprendista, che, dopo essere stato lasciato da solo dal suo vecchio maestro, cerca arrogantemente di dimostrare le sue abilità magiche. L'apprendista ordina ad un vecchio manico di scopa di munirsi di un secchio e di riempire una vasca da bagno per lui. La scopa animata non solo riempie la vasca, ma ogni contenitore o tazza che trova, causando un terribile disastro: un'inondazione. L'apprendista, non ricordandosi la formula magica per interrompere l'incantesimo, munito di ascia divide in due la scopa, creando così due manici animati. Alla fine viene salvato dal disastro dal rientro del vecchio stregone che rapidamente rimanda la scopa nell'armadio, dov'era riposta, con l'ordine di uscire solo quando lui, il vero mago, l'avrebbe richiamata di nuovo per farle compiere il suo dovere.

    Cento anni più tardi, dal compositore francese Paul Dukas, la ballata fu adattata in un componimento sinfonico di dieci minuti, L'Apprendista Stregone. Un successo immediato per le sue brillanti colorazioni musicali, l'eccellente ritmica e la meravigliosa e vivace “marcia dei manici di scopa”, lo scherzo musicale che è diventato il più famoso e inossidabile componimento di Dukas.

    Walt Disney lo ha riscoperto circa quarant'anni dopo, creando una versione animata per il suo capolavoro Fantasia, in cui il protagonista è Topolino nel ruolo dell'apprendista stergone. Nell'estate del 1937 mentre era da solo al Chasen’s restaurant di Beverly Hills, il Re dell'animazione invitò il famoso direttore d'orchestra Leopold Stokowski ad unirsi a lui e qualcosa di straordinario avvenne tra i due. Walt Disney, che aveva già utilizzato la musica come base fondamentale per la sua serie di film animati Silly Symphonies, sperava di collaborare con Stokowski per la realizzazione di un corto d'animazione tratto dall'Apprendista Stregone di Dukas. L'idea di unire la musica classica all'animazione fu poi estesa con la creazione del meraviglioso e allo stesso tempo ambizioso lungometraggio Fantasia. Il film, dalla durata di 125 minuti, inusuale anche per i moderni film d'animazione, ebbe la sua premiere il 13 novembre 1940 al Broadway Theatre di New York. La musica fu intensificata da un sistema sonoro multicanale, sviluppato appositamente per il film, chiamato Fantasound. Fantasia divenne il primo film commerciale ad esser proiettato in stereofonia. Il film è oggi considerato la testimonianza dell'ambizione artistica di Walt Disney e dell'incrollabile volontà di unire l'animazione all'arte di creare immagini in movimento, per dare vita a qualcosa che il pubblico non avesse mai visto o sentito fino ad allora. Fantasia è uno dei film selezionati dall' United States National Film Registry by the Library of Congress e l'Apprendista Stregone è considerato l'episodio migliore e più amato tra tutti.

    Oggi, 69 anni dopo l'uscita di Fantasia, Walt Disney Pictures e Jerry Bruckheimer Films hanno creato una nuova storia per il grande schermo. Ispirato a quanto c'è stato in passato, L'Apprendista Stregone del 2010 è una nuova avventura completamente nuova, in live-action. Il messaggio è semplice, divertente ma allo stesso tempo profondo (...) Il riadattamento cinematografico de L'Apprendista Stregone, nasce (...) da un appassionato ammiratore della versione Disney, Nicolas Cage (...).

    Dal >Press-Book< de L'apprendista stregone

    Cast: Nicolas Cage (Balthazar Blake)
    Jay Baruchel (Dave Stutler)
    Alfred Molina (Maxim Horvath)
    Monica Bellucci (Veronica)
    Teresa Palmer (Becky)

    Musica: Trevor Rabin

    Costumi: Michael Kaplan

    Scenografia: Naomi Shohan

    Fotografia: Bojan Bazelli

    Montaggio: William Goldenberg

    Effetti Speciali: John Frazier (supervisore effetti speciali), John Nelson (supervisore effetti visivi)

    Casting: Ronna Kress

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Balthazar Blake (NICOLAS CAGE) è un maestro della magia che vive nell’odierna Manhattan e che intende difendere la città dalla sua nemesi per eccellenza, Maxim Horvath (ALFRED MOLINA). Ma per farlo Balthazar ha bisogno di aiuto, e recluta quindi Dave Stutler (JAY BARUCHEL), uno studente americano che conduce una vita normalissima ma che possiede doti nascoste, sottoponendolo ad un folle addestramento per fargli apprendere il più in fretta possibile tutti i segreti della magia. In questo nuovo ruolo di APPRENDISTA STREGONE, Dave dovrà fare appello a tutto il suo coraggio per sopravvivere all’addestramento, arrestare le forze del male e conquistare il cuore della ragazza che ama.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    ALLA RICERCA DELLA MATRIOSKA PERDUTA… IL MERLINIANO NICOLAS CAGE ED IL MORGANIANO ALFRED MOLINA COMBATTONO CONVINCENTEMENTE LA LORO BATTAGLIA A COLPI DI MAGIA SUI DUE OPPOSTI VERSANTI DEL BENE E DEL MALE SECONDO I CANONICI STANDARD DI UN INTRAMONTABILE GENERE D’AVVENTURA, GENEROSAMENTE CONDITO CON GAG UMORISTICHE TIPICHE DELLA COMMEDIA, VENATA DI ROMANTICISMO ALLA INDIANA JONES, CARICANDO PERO’ SUGLI EFFETTI SPECIALI FINO A GENERARE INSISTENTEMENTE IL CAOS CHE, PER FORTUNA, NON SOFFOCA DEL TUTTO QUESTO OMAGGIO CONTEMPORANEO AL CELEBRE ‘FANTASIA’ DISNEYANO, FARCITO DI CITAZIONI DA GLORIOSI CLASSICI DI GENERE IN CELLULOIDE

    La fortuna di un film o di un genere cinematografico, non solo non è sempre legata alla novità, all’originalità o a inedite soluzioni tecnologiche, ma anzi, sempre più spesso sembra affondare le radici nella tradizione, nel classico, al punto da tradire nel pubblico la naturale inclinazione ad accordare entusiasmo sulla fiducia per ogni rivisitazione possibile sul genere. E L’apprendista stregone non

    solo non fa eccezione ma conferma la regola, come attesta l’affollamento di pubblico intervenuto alla prima proiezione del primo giorno di programmazione in un giorno infrasettimanale di un’afosa settimana ferragostana. E questo risulta ben comprensibile alla luce del fatto che L’apprendista stregone si riallaccia, più che ad un genere, ad un vero e proprio filone di genere, capitanato dall’intramontabile Indiana Jones - con gli illustri precedenti cui egli stesso si è abbeverato - fino a raggiungere i numerosi posteri letterari e cinematografici della trilogia de Il Signore degli anelli (anche L’apprendista stregone mantiene il McGuffin dell’anello oltre a quello della matrioska), di Percy Jackson, per citare soli alcuni esempi, nonché dello stesso ‘franchise’ National Treasure, che non a caso reca le stesse autorevoli firme dell’odierno Apprendista stregone: stiamo parlando di quel fortunato tandem intrecciato da Jerry Bruckheimer, vale a dire il ‘gotha’ della produzione hollywoodiana, con il regista Jon Turteltaub,

    per l’appunto già creatori di National Trasure (Il mistero dei templari, 2004) e National Treasure: Book of Secrets (National Treasure 2/Il mistero delle pagine perdute, 2007), pellicole per le quali avevamo già speso alcune parole sulla loro ‘dipendenza’ dall’avventura alla Indiana Jones, vale a dire l’avventura per eccellenza, virata sulla commedia venata di romanticismo.

    Così, nel caso de L’Apprendista Stregone, la priorità non era certo quella di creare una storia particolarmente innovativa o travolgente, quanto di riuscire a confezionare un dignitoso omaggio contemporaneo ad un classico di antiche origini (vedi nel dettaglio i Preminaria alla voce ‘Soggetto’ nella scheda film di ‘CelluloidPortraits’). Origini su cui grava la felice memoria nell’immaginario collettivo del popolarissimo e tanto amato Fantasia targato Walt Disney, cui non mancano esplicite citazioni - vedi ad esempio la sequenza delle scope corredata dello stesso motivo musicale - che si intrecciano volutamente e consapevolmente con altre: il tappeto animato

    in cui affonda il Maestro di magia merliniano Balthazar (veste che aderisce al camaleontico Nicolas Cage come una seconda pelle), e il modo in cui si trae fuori dall’impiccio, richiama per l’appunto la sequenza delle sabbie mobili di Indiana Jones e il Teschio di Cristallo, binario su cui L’apprendista stregone si allinea anche per il nervo stesso dell’intera storia: con il giovane ragazzo Dave (Jay Baruchel - Million Dollar Baby, Molto incinta, Tropic Thunder, Una notte la Museo 2-La fuga, Lei è Troppo per me) inizialmente imbranato - secondo il canonico imprinting per il quale Superman e Spiderman docent, dell’improbabile super eroe innescato nel contenitore di un’umanità molto ordinaria - che alla fine mostrerà di essere in grado di essere all’altezza della situazione fino a superare il Maestro (vedi la dinamica del padre Indiana Jones e di suo figlio). Binario su cui si innesta quello parallelo di un romanticismo soft

    in cui l’improbabile ‘conquistador d’amour’ alla fine centra il suo bersaglio, mentre in sottofondo spunta qua e là, in una sorta di scialbo e asettico cameo allargato, Monica Bellucci (Veronica), dall’alto di tutta la sua statuaria e auto referenziale bellezza (navigata peraltro nel ruolo dell’‘incantevole strega’ da Terry Gilliam all’epoca dei Grimm Brothers).

    Mentre lo sfruttamento della forza dei fulmini con il loro convogliamento energetico - la stregoneria ci ricorda Balthazar/Cage è un 50% di magia e un 50% di scienza - strizza l’occhio al mitico Ritorno al futuro di Robert Zemeckis e, in altri casi, ad esempio nel ruolo di specchi e immagini riflesse come accesso di veicolazione di andata e ritorno, a Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo sempre di Terry Gilliam. Un’altra classica costante è data invece dall’immancabile, e dunque irrinunciabile, presenza di una nemesi, ne L’apprendista stregone incarnata dallo stregone morganiano Maxim Horvath (Alfred Molina,

    ironia della sorte già traditore proprio alle spalle del primo Indiana Jones, ma anche navigato interprete da eccellere ormai in tutta naturalezza come contraltare del suo attuale antagonista). Nemesi tanto contrapposta a chi ha scelto di perseguire il Bene e di mantenere tale dritta (Balthazar/Cage) quanto strumentale allo scontato trionfo del medesimo Bene da cui proviene la nemesi stessa: quella sorta di neo Angelo caduto con cui Star Wars aveva già dato il la con il mitico Darth Veder (Lord Dart Fener, nato Anakin Skywalker) e il lato oscuro della Forza.

    Tutti piacevoli richiami in memoria per un’operazione, quella de L’apprendista stregone, fondamentalmente onesta e godibile, se non fosse per quell’insistito eccesso di caos roboante con cui si è voluto incrementare il già ben sovraccarico fardello di effetti speciali, alcuni anche molto belli, tra cui quelli che hanno animato le sequenze del confronto tra il giovane apprendista/sommo merliniano e Morgana.

    Ma produzione e regia hanno voluto mantenere ben stretto il loro tandem anche in una caduta di stile affine a quella in cui è incorso anche Steven Spielberg proprio con il IV atto di Indiana Jones, pellicola di cui L’apprendista stregone amplifica le note umoristiche della commedia, alitando sulle scoppiettanti scintille della farsa e della gag sempre pronta a smorzare i toni di un’avventura qui legittimamente - in fondo è di magia e stregoneria che stiamo parlando - di natura fantastico-surreale.

    Altre voci dal set:

    Il produttore JERRY BRUCKHEIMER:

    È la storia di due ricerche, quella di Balthazar che ripercorre il mondo attraverso i secoli per il suo apprendista e quella di Dave che riscopre il suo reale potenziale rispetto al suo essere uomo. Dave è uno studente serio e non ha bisogno o non vuole che Balthazar arrivi nella sua vita, nè vuole diventare uno stregone. Ma Balthazar è come una mosca che gli ronza intorno, tormentando il giovane ragazzo, fino a che lui non cede e diventa un personaggio magico. Ma se qualcuno si presentasse alla vostra porta e dicesse siete degli stregoni, neanche voi gli credereste. Ma nel corso della storia, si vede la relazione che si instaura tra i due e di come Balthazar trasmette a Dave la fiducia necessaria, non solo rispetto al suo essere mago, ma anche rispetto alla sua vita personale".

    Il co-sceneggiatore CARLO BERNARD:

    È una classica storia di un eroe. Il percorso di Dave è in ultima analisi quello di chi non crede in se stesso e non pensa di esser capace di poter compiere cose grandi e che riscopre, nel corso della storia, con sua grande sorpresa di essere in verità un vero eroe. Il suo rapporto sia con Balthazar sia con Becky è la chiave del suo cammino. Per noi, nella struttura narrativa è il filo conduttore della vicenda. Penso anche che Balthazar incarni l'idea che ci sono cose al di sopra dell'essere uomo. L'idea che esistono cose la cui importanza vada oltre quella del singolo individuo. Questo è il concetto di fondo, un guerriero che ha combattuto per mille anni".

    Links:

    • Nicolas Cage

    • Monica Bellucci

    • Jay Baruchel

    • Alfred Molina

    • Teresa Palmer

    • L'APPRENDISTA STREGONE - I personaggi del film (Dietro le quinte)

    • L'APPRENDISTA STREGONE - Note di produzione (Dietro le quinte)

    • L'APPRENDISTA STREGONE - Il kit magico dell'apprendista (Dietro le quinte)

    • L'APPRENDISTA STREGONE - Il lavoro più bello del mondo (Dietro le quinte)

    • L'APPRENDISTA STREGONE - Il Manuale del Mago e una Guida per Apprendisti (Dietro le quinte)

    Altri Links:

    - Sito ufficiale

    www.twitter.com/disneystregone

    www.facebook.com/apprendistastregoneitalia

    1 | 2 | 3 | 4

    Galleria Video:

    L'apprendista stregone - trailer 2.flv

    L'apprendista stregone - trailer.flv

    L'apprendista stregone - trailer (versione originale) - The Sorcerer's Apprentice.flv

    L'apprendista stregone - trailer HD (versione originale) - The Sorcerer's Apprentice.mp4

    L'apprendista stregone - featurette - il regista e i protagonisti parlano degli effetti speciali nella lotta del bene contro il male (versione originale sottotitolata).flv

    L'apprendista stregone - featurette - i talent raccontano che cosa ha significato per loro 'Fantasia', a partire dalla celeberrima scena delle scope (versione originale sottotitolata).flv

    L'apprendista stregone - featurette - i talent parlano degli effetti speciali e delle scene d'azione del film (versione originale sottotitolata).flv

    L'apprendista stregone - featurette - Nicolas Cage e Jay Barunchel parlano dei loro personaggi (versione originale sottotitolata).flv

    L'apprendista stregone - featurette - i protagonisti principali del film parlano dei loro personaggi (versione originale sottotitolata).flv

    L'apprendista stregone - featurette - i talent parlano della magia nel film e dei segreti delle riprese a New York (versione originale sottotitolata).flv

    L'apprendista stregone - il video degli One Republic 'Secrets' tratto dalla colonna sonora del film.flv

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Il Signor Diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Un ritorno ai demoni del passato del regista Pupi Avati al romanzo gotico e a .... [continua]

    Fast & Furious - Hobbs & Shaw

    FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'8 Agosto

    Quale futuro per la saga 'Fast & Furious'?
    [continua]

    Hotel Artemis

    HOTEL ARTEMIS

    RECENSIONE - Oltre 27 anni dopo Il silenzio degli innocenti Jodie Foster ritorna nel mondo .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]