ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Duke

    THE DUKE

    New Entry - 2020 .... [continua]

    AnneFrank - Vite parallele

    #ANNEFRANK - VITE PARALLELE

    Helen Mirren ripercorre, attraverso le pagine del diario, la vita di Anne Frank, con l'aiuto .... [continua]

    Zombieland-Doppio colpo

    ZOMBIELAND-DOPPIO COLPO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (13 Novembre 2019) - Dal 14 Novembre .... [continua]

    A Special Relationship

    A SPECIAL RELATIONSHIP

    New Entry - Rachel Weisz indossa i panni di Elizabeth Taylor in un biopic .... [continua]

    Terminator - Destino oscuro

    TERMINATOR - DESTINO OSCURO

    Siete sopravvissuti al Giorno del Giudizio. Benvenuti nel nuovo mondo. James Cameron torna in veste .... [continua]

    Il segreto della miniera

    IL SEGRETO DELLA MINIERA

    Dal 31 Ottobre

    "Il segreto della miniera è un’opera bella e preziosa che, attraverso ....
    [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Alice nella Città - Dal .... [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Lawless

    LAWLESS: IL REGISTA DI 'THE ROAD' JOHN HILLCOAT APRE UNA FINESTRA SULL'ERA DEL PROIBIZIONISMO, ISPIRATA ALLA VERA STORIA DEL NONNO DELLO STESSO ROMANZIERE MAT BOUNDURANT. UNA STORIA DI FRATELLANZA, AVARIZIA E MORTE CHE VEDE PROTAGONISTI SHIA LABEOUF, GARY OLDMAN, TOM HARDY, JESSICA CHASTAIN, MIA WASIKOWSKA E GUY PEARCE

    RECENSIONE ITALIANA e PREVIEW in ENGLISH by LESLIE FELPERIN (www.variety.com) - Dal 65. Festival del Cinema di CANNES - Dal 29 NOVEMBRE

    (The Wettest County in the World; USA 2012; noir drammatico; 120'; Produz.: Annapurna Pictures/Benaroya Pictures/Blum Hanson Allen Films/Benaroya Pictures/Pie Films Inc./Red Wagon Productions; Distribuz.: Koch Media)

    Locandina italiana Lawless

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Lawless

    Titolo in lingua originale: The Wettest County in the World

    Anno di produzione: 2012

    Anno di uscita: 2012

    Regia: John Hillcoat

    Sceneggiatura: Nick Cave

    Soggetto: Dal romanzo The Wettest County in the World di Matt Bondurant.

    Cast: Tom Hardy (Forrest Bondurant)
    Jessica Chastain (Maggie)
    Gary Oldman (Il gangster Floyd Banner)
    Shia LaBeouf (Jack Boundurant, il più giovane dei tre fratelli)
    Mia Wasikowska (Bertha Minnix, la sorella di un predicatore mennonita di cui Jack è innamorato)
    Guy Pearce (Il Deputato Charlie Rakes)
    Noah Taylor (Gummy Walsh)
    Jason Clarke (Howard Bondurant)
    Dane DeHaan (Cricket Pate, il miglior amico di Jack)
    Lew Temple (Abshire)
    Alex Van (Tizwell)

    Costumi: Margot Wilson

    Scenografia: Chris Kennedy

    Fotografia: Benoît Delhomme

    Montaggio: Dylan Tichenor

    Makeup: Sabine Roller

    Casting: Francine Maisler

    Scheda film aggiornata al: 12 Dicembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Basato sulla vera storia del nonno di Matt Bondurant e due prozii, The Wettest County in the World è un avvincente racconto di fratellanza, avarizia e morte. La storia narra di tre fratelli che vedono il proprio commercio di contrabbando di liquori minacciato a Frankilin County durante l’era del proibizionismo.

    IN DETTAGLIO:

    Nel 1929, in piena epoca proibizionista, i tre fratelli Bondurant diventano noti in tutta la contea di Franklin, in Virginia, per aver ereditato dal padre il controllo del contrabbando di alcolici. A occuparsi in prima persona degli affari e dei rapporti con la malavita è il cinico e feroce Forrest (Tom Hardy), il maggiore dei tre, mentre Howard (Jason Carke) sembra disinteressarsi a ogni attività a causa dei fantasmi che continuano a tormentarlo dopo aver preso parte alla prima guerra mondiale e il piccolo Jack (Shia LaBeouf), amante del lusso sfrenato e delle belle donne, sogna di mettersi in proprio e rendersi indipendente da Forrest. Impegnati a respingere gli attacchi dell'agente speciale Charlie Rakes (Guy Pearce), i Bondurant finiscono con l'essere coinvolti in un susseguirsi di innamoramenti, tragedie familiari e omicidi che mandano in rovina l'impero costruito dal padre.

    SHORT SYNOPSIS:

    A crime-drama centered on a family of Depression-era bootleggers in the American South.

    Commento critico (a cura di ENRICA MANES)

    Basato sul romanzo La contea più fradicia del mondo di Matt Bondurant, nipote di quel Jack che si colloca fra i protagonisti della vicenda messa in scena nel film di Nick Cave, Lawless si colloca nel filone di genere a metà fra gangster story e western, con la particolarità di essere ambientato nella Virginia degli anni del proibizionismo, quindi decisamente ad est.
    C’è chi suggerirebbe il termine “eastern” a sottolineare la novità e il coraggio di trattare un tema che nel cinema non è di certo nuovo, eppure mentre la storia scorre, l’effetto è davvero ben riuscito, quasi gradevole, non fosse per le sparatorie che costringono a non usare questo aggettivo, tuttavia, questo essere in parte storia e in parte cammeo, basato sulla vita vera di tre contrabbandieri di alcol negli Stati Uniti degli anni ’30, fra grande crisi e proibizionismo, e narrata dagli occhi e dalla voce in parte fuoricampo

    del giovane Jack (Shia LaBeouf), fa di Lawless un film dall’impronta australiana come il suo regista. Fosse stato tutto made in Usa, anche la sceneggiatura avrebbe peccato di mania di protagonismo e dell’insistere su un eroe in particolare, scegliendo uno dei fratelli come punto di riferimento per lo spettatore, invece qui Cave riesce nella non facile impresa di mettere sotto i riflettori tre caratteri diversi dei tre fratelli Bondurant, il silenzioso Howard, lo scorbutico e fortissimo Forrest e il giovane Jack.

    Controverso nell’interpretazione e nella valutazione della critica, Lawless propone, ciascuna a modo proprio queste tre figure che ci appaiono come in un dagherrotipo d’epoca e concorrono a mettere a fuoco non soltanto aspetti della personalità umana, ma anche a tratteggiare con acume alcuni tipi del western classico, grazie al talento di attori che lasciano il segno come Hardy, Clarke e Pearce.

    Nel complesso di un’ambientazione molto accurata e attenta al dettaglio,

    non manca il bar con veranda, nemmeno la donna al bancone, rigorosamente rossa di capelli, gli inseguimenti per le strade sterrate con potenti auto truccate – se ne vedono davvero poche di così belle nei gangster movie - e il giovane intraprendente che eredita l’arte di famiglia e si mette in prima persona per la caccia al “cattivo”, entrando in contatto con il mondo criminale della città. Un personaggio, quello di Jack, che ricorda a tratti il Billy Bathgate (Loren Dean) di Robert Benton a sua volta tratto dall’omonimo romanzo di E.L.Doctorow, che come quello che porta la firma di Matt Bondurant, non ha avuto più successo della versione cinematografica; eppure le tessere della trama combaciano senza stridere, nemmeno quando si affacciano le figure dei gangster, di uno sceriffo intransigente e per nulla stereotipato ma anzi simbolo di una società che Lawless mostra in tutte le sue sfaccettature, dalla

    campagna alla comunità parrocchiale, dai traffici illegali agli scontri fra cittadini e polizia, toccando persino l’allora ancora molto delicato tema del rapporto fra neri e bianchi, fino ad arrivare alla serie di vendette che in un gangster movie non possono mancare.

    Un ultimo punto inoltre, a sottolineare la scelta non scontata della colonna sonora, curata dallo stesso Cave.

    Secondo commento critico (a cura di LESLIE FELPERIN, www.variety.com)

    Moonshine, machismo and rivers of gore make for a heady brew in "Lawless," Australian helmer John Hillcoat's stylishly assembled Prohibition-era gangster pic, and his second American-set film after 2009's post-apocalyptic ramble "The Road." Redolent of Hillcoat's previous collaborations with musician-screenwriter Nick Cave, this classy genre piece doesn't quite leave an emotional burn in the gut the way "The Proposition" did, but for those with a strong stomach for onscreen violence, it will hit the spot. The Weinstein Co. rolls out the barrel this fall.

    It's 1931, two years shy of the repeal of Prohibition, and the prolific liquor production in Franklin County, Va., has earned it the sobriquet "the wettest county in the world." That's also the title of the semi-fictional 2009 source book by Matt Bondurant, chronicling the legendary exploits of his grandfather Jack and and two great-uncles, Forrest and Howard.

    A close-knit family after the Spanish flu epidemic killed

    off their parents and nearly took Forrest two years back, the three "difficult to kill" brothers run a deep-woods restaurant/feed store/gas station that serves as a front for their real business, distributing cases of hooch around the area. Bull-necked, basso-voiced middle son Forrest (Tom Hardy) is the brains of the operation, while shell-shocked, dipsomaniac war vet Howard (Jason Clarke) rides shotgun as backup muscle. As the youngest and least given to stabbing and beating people, Jack (Shia LaBeouf) is usually stuck in the role of driver or lookout, but longs to win his brothers' respect.

    After years of keeping the local law safely in their pockets, the Bondurant boys find their apple-brandy cart upset when special deputy Charley Rakes (Guy Pearce) arrives in town from Chicago to crack down on the local trade. Of all the colorful characters the protean and ever-welcome Pearce has played, Rakes may be his most

    baroque creation yet: A fastidious dandy with a taste for dove-gray gloves, invisible eyebrows and hair ruthlessly parted and slicked back to make him look like Dagwood on steroids, Rakes is a total psychopath, particularly prone to violence when anyone needles his sore spot and dares to call him a nancy.

    Early on in the proceedings, Rakes gives Jack a major ass-whupping, and the brothers vow revenge. The tit-for-tat tactical strikes between the two sides gradually escalate, doled out in regular screenwriting beats. One of the worst sees two of Rakes men slitting Forrest's throat (miraculously, he survives) and raping Maggie Beauford (Jessica Chastain), a former Chicago fan dancer who's now working as a waitress at the brothers' station in order to escape some never-specified problems up north.

    Cave's adaptation doesn't do an entirely satisfying job of servicing all the characters and storylines. Howard isn't much more than a ghostly,

    civil presence throughout, and the film rather criminally underuses Gary Oldman as notorious gangster Floyd Banner, who gets a fabulous entrance but then is more or less forgotten. One is reminded that "Boardwalk Empire" has mined similar territory already, but with the luxury of 26 hours of television at its disposal to develop its characters.

    The love stories -- between Forrest and Maggie, and between Jack and pixie-ish church girl Bertha (Mia Wasikowska) -- provide some sweet respite between bouts of bloodshed, but the women aren't integral to the story. Fortunately, the actresses have enough charisma, as well as two of the finest complexions in the biz, to stand up to the strong male cast.

    Technical package is faultless, from Benoit Delhomme's painterly, brown-hued lensing on the new Arri Alexa digital camera and Dylan Tichenor's fluid editing to Chris Kennedy's finely textured production design. Particularly worthy of note is the

    subtlety of Margot Wilson's costumes; the mint-colored frock Chastain gets to wear for her entrance is cut to period specs yet right on trend for 2012, and putting Forrest in a wheat-colored cardigan to give him a professorial, almost foppish air is a small stroke of genius.

    Cherry on top is an inventive score composed by Nick Cave and Warren Ellis and performed by the Bootleggers, a lineup that includes Bad Seed Martyn Casey and Groove Armada's George Vjestic; together they deliver an insinuating hillbilly-punk sound that's neither period pastiche nor anachronism, but something deliciously other. A cover of Lou Reed's "White Light/White Heat," sung by bluegrass singer Ralph Stanley, reps one of several highlights. Integrated seamlessly with the sound design and editing, the music feels of a piece with the film's impressive total effect.

    Links:

    • John Hillcoat (Regista)

    • Shia LaBeouf

    • Gary Oldman

    • Guy Pearce

    • Jason Clarke

    • Mia Wasikowska

    • Jessica Chastain

    • Tom Hardy

    • Dane DeHaan

    • 65. Festival del Cinema di CANNES (16-27 Maggio 2012) DAILY 19 MAGGIO - LA SCELTA DI 'CELLULOIDPORTRAITS': 'LAWLESS' di JOHN HILLCOAT (Speciali)

    • Lawless (BLU-RAY + DVD)

    1 | 2 | 3 | 4

    Galleria Video:

    Lawless - trailer 2

    Lawless - trailer

    Lawless - trailer (versione originale) - The Wettest County in the World

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Edward Norton si fa .... [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, 17-27 Ottobre 2019) .... [continua]

    Attraverso i miei occhi

    ATTRAVERSO I MIEI OCCHI

    Kevin Costner presta la voce al cane Enzo, protagonista in questa storia che scommette su .... [continua]

    The Irishman

    THE IRISHMAN

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni Servillo in coppia nel nuovo .... [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 anni dalla sua terrificante permanenza .... [continua]

    Downton Abbey

    DOWNTON ABBEY

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - RECENSIONE - Dal .... [continua]