ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    7 Sconosciuti a El Royale

    7 SCONOSCIUTI A EL ROYALE

    FILM DI APERTURA alla XIII. Festa del Cinema di Roma (18 - 28 ottobre .... [continua]

    Ben is Back

    BEN IS BACK

    Aggiornamenti freschi di giornata! (18 Ottobre 2018) - XIII. Festa del Cinema (18 .... [continua]

    Benvenuti a Marwen

    BENVENUTI A MARWEN

    Aggiornamenti freschi di giornata! (17 Ottobre 2018) - Steve Carell perde la memoria per .... [continua]

    Tito e gli alieni

    TITO E GLI ALIENI

    New Entry - I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Dal 35. Torino Film Festival .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > L'uomo sul treno - The Commuter

    L'UOMO SUL TRENO - THE COMMUTER

    RECENSIONE - Dal 25 Gennaio

    "'L’uomo sul treno – The Commuter' pone una domanda al pubblico: se qualcuno ti chiedesse di fare qualcosa di apparentemente insignificante, ma di esito incerto, in cambio di un considerevole compenso economico, lo faresti? Questa è la scelta filosofica che il nostro personaggio principale – un uomo di sessant’anni che è stato appena licenziato, non ha risparmi ed è indebitato fino al collo – si trova ad affrontare. Sta pensando solo a se stesso o sta prendendo in considerazione le possibili conseguenze morali di quello che gli viene richiesto? Questa è la domanda che vogliamo si faccia il pubblico... È il sequel spirituale di 'Non-Stop'. Quando c’è un mistero che si dipana intorno al personaggio principale, l’impatto diventa più forte se lui è un uomo qualunque. Una modalità molto Hitchcockiana – pensate a 'Intrigo internazionale', 'La signora scompare' o 'La finestra sul cortile' – e come in 'L’altro uomo', noi volevamo che un uomo normale si trovasse di fronte a una scelta morale. Quanto è disposto a fare per soldi senza conoscere le conseguenze di quello che sta per fare? Quando degli eventi straordinari capitano a persone normali, è importante che le prime scelte che questi personaggi fanno, siano quelle con cui noi, come pubblico, ci troviamo d’accordo e che poi l’azione subisca un incremento plausibile, proprio sulla base di queste scelte... Mi piacciono i film che sono girati dal punto di vista del personaggio principale, così sappiamo esattamente quello che lui sa, nello stesso momento in cui lo scopre. Il pubblico è con lui ad ogni passo della storia, quindi apprendiamo che la sua famiglia è in pericolo solo quando lo scopre anche lui. Volevamo tenere la telecamera sul treno, lasciando trapelare che la sua famiglia è in pericolo senza però mostrarlo. Questo è un altro espediente tipicamente Hitchcockiano e ha guidato lo stile visivo, perché dovevamo assicurarci che vi fossero sempre sufficienti avvenimenti sul treno che giustificassero la nostra presenza lì"
    Il regista Jaume Collet-Serra

    (The Commuter; FRANCIA/REGNO UNITO/USA 2017; Action Thriller; 104'; Produz.: Ombra Films/StudioCanal/The Picture Company; Distribuz.: Eagle Pictures)

    Locandina italiana L'uomo sul treno - The Commuter

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Short Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: L'uomo sul treno - The Commuter

    Titolo in lingua originale: The Commuter

    Anno di produzione: 2017

    Anno di uscita: 2018

    Regia: Jaume Collet-Serra

    Sceneggiatura: Byron Willinger e Philip de Blasi

    Soggetto:

    Cast: Liam Neeson (Michael McCauley)
    Vera Farmiga (Joanna)
    Patrick Wilson (Alex Murphy)
    Sam Neill (Capitano Hawthorne)
    Elizabeth McGovern (Karen MacCauley)
    Jonathan Banks (Walt)
    Florence Pugh (Gwen)
    Dean-Charles Chapman (Danny MacCauley)
    Clara Lago (Eva)
    Roland Møller (Jackson)
    Ella-Rae Smith (Sofia)
    Shazad Latif (Vince)
    Killian Scott (Dylan)
    Andy Nyman (Tony)
    Nila Aalia (Sherri)

    Musica: Roque Baños

    Costumi: Betsy Heimann (per Liam Neeson); Jill Taylor

    Scenografia: Richard Bridgland

    Fotografia: Paul Cameron

    Montaggio: Nicolas De Toth

    Effetti Speciali: Stefano Pepin (supervisore); Jason McCameron (co-supervisore); Alistair Poulter

    Makeup: JoJo Williams

    Casting: Reg Poerscout-Edgerton

    Scheda film aggiornata al: 06 Marzo 2018

    Sinossi:

    In breve:

    Michael (Liam Neeson), venditore di assicurazioni, viene contattato da un misterioso sconosciuto, che lo costringe a scoprire l'identità di un passeggero nascosto sul treno che giornalmente prende per spostarsi prima che il mezzo giunga alla sua ultima fermata. Mentre lotta contro il tempo per risolvere l'enigma, Michael si rende conto di essere involontariamente parte di una cospirazione criminale in cui è in gioco la sua stessa vita e quella di tutti i passeggeri.

    Short Synopsis:

    A businessman is caught up in a criminal conspiracy during his daily commute home

    Michael is an insurance salesman who is on his daily commute home, when it quickly becomes anything but routine. After being contacted by a mysterious stranger, Michael is forced to uncover the identity of a hidden passenger on his train before the last stop. As he works against the clock to solve the puzzle, he realizes a deadly plan is unfolding and is unwittingly caught up in a criminal conspiracy. One that carries life and death stakes for himself and his fellow passengers

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Liam Neeson impeccabile nei panni di un uomo qualunque incastrato da eventi straordinari. Quel che si dice 'uno scenario tipicamente hitchcockiano', con una suspense incalzante, per quanto ad un certo punto degenerata in quel genere di azione inverosimile tipicamente hollywoodiano. E i round si sprecano mentre l'uomo qualunque si trasforma nel più temibile degli 'action heroes'

    L'elegante prologo all'insegna della routine quotidiana montata su spezzoni ad incastro non è degno del seguito. Che nell'insieme, intendiamoci, si lascia guardare. Per quanto non si tratti neppure di una trama inedita. Ma non si può fare a meno, soprattutto dalla metà in poi della storia, di assistere alle tipiche scene d'azione a carattere hollywoodiano. E per hollywoodiano oramai si intende il target commerciale che poco o nulla ha a che vedere con il realismo e molto più con lo spettacolo a buon mercato. E per una pellicola che ha consapevolmente l'ambizione di ricalcare il

    maestro dei maestri del noir non volge a favore. Non è un mistero che L'uomo sul treno - The Commuter brilli di luce riflessa. Hitchicockiana, naturalmente. Non manca l'intrigo, che è pure intrigante. A mancare forse è l'effetto sorpresa, sorpassato ben presto in salita da miss prevedibilità. E se il finale non è del tutto scontato risulta d'altra parte poco credibile. Il criminale di turno non torna mai sullo stesso treno per farsi beccare, andiamo! Così se l'avvio risulta del tutto plausibile, man mano che i fili della matassa si intrecciano tra loro in modo tale da imporre una lotta contro tutti per uscirne vivi, e soprattutto per salvaguardare la famiglia a rischio - altra nota ricorrente, come vero è da che thriller è thriller, Air Force One docet - il mordente cala e l'intrigo si disperde tra le 'botte da orbi' di una colluttazione sull'altra e una manciata di

    mosse acrobatiche surreali. Così Hitchcock incontra Indiana Jones. E come Gesù cammina sulle acque il nostro protagonista corre sulle rotaie del treno - che dovevano essere di gomma per non tranciare di netto! - e non solo. Vi ricorda niente questo?

    Il protagonista in questione è il Michael McCauley indossato ad hoc da Liam Neeson, ex poliziotto ed ora assicuratore fresco fresco di licenziamento, con un doppio mutuo da pagare e un figlio in odore di università (privata, cara assatanata!). Una proposta allettante sopraggiunta come per incanto a ripianare la disastrosa situazione finanziaria fa da esca al nostro malcapitato pesce che, d'altra parte, per un ex poliziotto come lui doveva risultare almeno 'sospetta', se non proprio 'indecente' e inaccettabile. Dunque, a guardar bene, anche la trama barcolla almeno un pò fin dall'inizio. Va da sé che Liam Neeson regge benissimo l'intero fardello sulle sue robuste spalle, da navigatissimo nel genere e

    ormai in collaudata sintonia con il regista spagnolo Jaume Collet-Serra. L'uomo sul treno-The Commuter suggella difatti la loro quarta collaborazione dopo i precedenti film di successo Unknown – Senza identità, Non-Stop e Run All Night –Una notte per sopravvivere. Navigatissimo nel ritrarre l'uomo ordinario, qualunque, accalappiato come un novellino e costretto a vedersi evitare un colossale disastro su un affollato treno di pendolari. Uomo qualunque risucchiato nel vortice di eventi del tutto straordinari certo, ma che nella realtà, da persona avveduta ed esperta quale si presenta, avrebbe forse gestito diversamente tutta la situazione. Si è parlato de L'uomo sul treno-The Commuter di una sorta di sequel del succitato Non-Stop - un incasso da oltre 222 milioni di dollari a livello mondiale nel 2014 - l'ambizione era evidentemente di replicare il precedente successo. Chissà magari succederà. O forse no. Ma guardando al film prima che al box office, in buona sostanza

    L'uomo sul treno si presenta come il modesto erede delle famose pellicole hitchcockiane de L'altro uomo e Intrigo Internazionale, di cui qui si calcano le orme: da thriller psicologico ad alta tensione, di fermata in fermata, mentre monta il dilemma morale del nostro protagonista preso al laccio dalla fascinosa Joanna, la donna che Vera Farmiga dota di quel sottofondo torbido e mellifluo che avrebbe messo sulla difensiva chiunque, prima che il tutto avesse luogo. Un dilemma morale simile per certi versi al The Box (2009) di Richard Kelly. Tutt'altra storia senz'altro, ma con cui d'altra parte L'uomo sul treno sembra condividere analogo dilemma morale, radicato, in entrambi i casi, nella consapevolezza che, sulla scia di una determinata scelta personale, qualcuno si farà molto male.

    Secondo commento critico (a cura di )






    Trailer Ufficiale Italiano:



    Clip 'Una piccola cosa':



    Clip 'Giornale':



    Clip 'Sospetti':



    Intervista al regista Jaume Collet-Serra (versione originale sottotitolata):



    Intervista a Liam Neeson (versione originale sottotitolata):



    Intervista a Vera Farmiga (versione originale sottotitolata):

    Commenti del regista

    "Volevo che la gente s’identificasse con il personaggio principale di questo film, in modo più forte rispetto ad altri film di Liam. Michael si sveglia ogni mattina ed esce a combattere per la sua famiglia e, non importa quanto sia difficile la battaglia, ne vale la pena perché serve a proteggere la sua famiglia, e questo è esattamente ciò che ognuno di noi fa quotidianamente. Ma un giorno gli arriva una proposta che lo mette tra l’incudine e il martello – gli vengono offerti dei soldi, ma lui sospetta che l’offerta abbia a che fare con qualcosa di sbagliato – e deve scoprire di cosa si tratta. Viene aiutato dagli altri passeggeri. Non hanno il controllo, non guidano il treno, ma trovano forza nell’unione"

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO de L'UOMO SUL TRENO - THE COMMUTER

    Links:

    • Liam Neeson

    • Vera Farmiga

    • Patrick Wilson

    • Sam Neill

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    L'uomo sul treno-The Commuter - trailer

    L'uomo sul treno-The Commuter - trailer (versione originale) - The Commuter

    L'uomo sul treno-The Commuter - clip 'Una piccola cosa'

    L'uomo sul treno-The Commuter - clip 'Giornale'

    L'uomo sul treno-The Commuter - clip 'Sospetti'

    L'uomo sul treno-The Commuter - intervista video al regista Jaume Collet-Serra (versione originale sottotitolata)

    L'uomo sul treno-The Commuter - intervista video a Liam Neeson 'Michael McCauley' (versione originale sottotitolata)

    L'uomo sul treno-The Commuter - intervista video a Vera Farmiga 'Joanna' (versione originale sottotitolata)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Searching

    SEARCHING

    Diretto e co-sceneggiato (con Sev Ohanian) dal giovane regista indiano-americano Aneesh Chaganty, qui al suo .... [continua]

    Halloween - La notte delle streghe

    HALLOWEEN - LA NOTTE DELLE STREGHE

    Uscita straordinaria: Dal 15 Ottobre 2018; Uscita originale Il 22 giugno 1979 .... [continua]

    A Star is Born

    A STAR IS BORN

    RECENSIONE - Dalla 75. Mostra del Cinema di Venezia - Remake di È nata .... [continua]

    Johnny English colpisce ancora

    JOHNNY ENGLISH COLPISCE ANCORA

    RECENSIONE - Terzo capitolo della saga comica di Johnny English, agente speciale dell'MI7 (Rowan Atkinson) .... [continua]

    Papa Francesco - Un uomo di parola

    PAPA FRANCESCO - UN UOMO DI PAROLA

    Da Cannes 71 - Sezione Speciale - RECENSIONE - Dal 4 Ottobre

    "Gli ....
    [continua]

    The Wife - Vivere nell'ombra

    THE WIFE - VIVERE NELL'OMBRA

    RECENSIONE - Dal 4 Ottobre

    "Per me, questo film è come la musica; il ....
    [continua]

    BlacKkKlansman

    BLACKKKLANSMAN

    VINCITORE del Grand Prix al 71. Cannes - RECENSIONE - Dal 27 Settembre
    [continua]