ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    La donna alla finestra

    LA DONNA ALLA FINESTRA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (28 Febbraio 2020) - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    Honey Boy

    HONEY BOY

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Premiato al Sundance Film Festival .... [continua]

    The Roads Not Taken

    THE ROADS NOT TAKEN

    Berlinale 2020 - Concorso .... [continua]

    Onward - Oltre la magia

    ONWARD - OLTRE LA MAGIA

    New Entry - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 16 Aprile .... [continua]

    Killers of the Flower Moon

    KILLERS OF THE FLOWERS MOON

    New Entry - Nuovo 'crime movie' all'orizzonte per Martin Scorsese con Leonardo DiCaprio e .... [continua]

    Judy

    JUDY

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - VINCITORE Premio Oscar .... [continua]

    Il diritto di opporsi

    IL DIRITTO DI OPPORSI

    Ancora al cinema - Dal Toronto International Film Festival il 6 settembre 2019 .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Personaggi dietro le quinte > ROBIN HOOD - 'Il making of di Robin' - Note di produzione

    Dietro le quinte: ROBIN HOOD - 'Il making of di Robin' - Note di produzione (Film)

    Se guardiamo alla storia di Robin Hood – ed io sono un appassionato di questa leggenda – vediamo che si racconta da oltre mille anni, ed è probabilmente una delle leggende più antiche in lingua inglese, racconta Russell Crowe. E nel corso del tempo, di volta in volta ha cambiato forma, passando da ballata, a leggenda, è stata utilizzata come uno strumento politico, uno strumento della Chiesa, è diventata un gioco di società, ma quello che abbiamo cercato di fare noi è una cosa differente. L'idea di base – rubare ai ricchi per donare ai poveri – rimane la stessa; ciò che cambia è il modo in cui viene messa in pratica.

    Nella nostra storia ci soffermiamo sulla metafora dietro questo concetto piuttosto che sul 'eccoti dieci denari, vai a comprarti una pecora e tanti auguri…' Il nostro Robin cerca piuttosto di ridurre libertà e dei privilegi della monarchia e dell'aristocrazia, e restituire al popolo i suoi diritti.

    Crowe interpreta il ruolo di Robin Longstride, un soldato che è stato a lungo lontano dalla Patria avendo combattuto nelle Crociate con Re Riccardo Cuor di Leone, scomparso di recente. Longstride e i suoi compagni d'armi – Will Scarlett (Scott Grimes), Little John (Kevin - Durand) e Allan A'Dayle (Alan Doyle) – stanno viaggiando attraverso la Francia quando si imbattono nel morente Sir Robert Loxley, ferito in un'imboscata.

    Loxley stava facendo ritorno in Inghilterra per riportare la corona di Re Riccardo al suo erede, il Principe John (Oscar Isaac), e, prima di morire, chiede a Robin di portare a termine il suo compito, ed anche di riportare a suo padre, Sir Walter Loxley (Max Von Sydow), a Nottingham, la sua spada.

    Quando Longstride e i suoi uomini fanno ritorno in Inghilterra e portano a termine la missione, trovano il paese sull'orlo dell'abisso, con la popolazione vessata da tasse così alte da non permetterle di sopravvivere, e rumori di una rivolta capeggiata dai Baroni del nord.

    Robin si reca a Nottingham dove incontra la vedova di Loxley, Lady Marion (Cate Blanchett), ed il padre di lei, e scopre la verità sulla sua propria infanzia e sul padre che ha perso all'età di soli cinque anni. Così si ritrova ad armarsi a favore della gente ridotta in miseria portando a compimento quel fato che era già suo dalla nascita. Inoltre, è anche attratto dalla bella vedova, Lady Marion.

    Robin Hood è uno dei miti del folklore inglese che si tramandano da più tempo ed è una storia che ha affascinato Crowe sin dai tempi della sua infanzia in Australia.

    Mi ricordo della serie televisiva con Richard Greene che, a vederla oggi sembra così scontata e uguale in ogni episodio, racconta l'attore. E ho visto il film con Errol Flynn quando ero molto piccolo, e anche quello con Douglas Fairbanks Jr. Ci sono stati così tanti Robin Hood che non hanno avuto un gran successo dal punto di vista commerciale, che la TV australiana trasmetteva il sabato mattina.

    Tutti cadono nella trappola del 'se fai Robin Hood devi fare questo e quello…' Invece no, non c'è bisogno di ripetere sempre le stesse cose. Puoi prendere il periodo, il messaggio centrale della storia, e poi raccontarla da un diverso punto di vista. La nostra storia è molto complessa – parla delle circostanze, di un'esperienza personale, e di una storia d'amore che nasce e si evolve, e non è solo appiccicata lì. Questo tizio per noi è uno che va alla ricerca di se stesso, che sta cercando di capire chi sia e cosa debba e voglia fare.

    Crowe e Scott hanno entrambi contribuito molto alla stesura della sceneggiatura – sebbene, come sottolinea l'attore, non si tratti di una cosa inusuale quando lavorano insieme. E' stato un pò sempre così, racconta sorridendo Crowe. Già quando giravamo 'Il gladiatore', lavoravamo insieme ad alcune scene la sera prima del giorno delle riprese. Ed è stata esattamente la stessa cosa per 'Robin Hood'. Ma questo è normale per me e Rid – lavoriamo in questo modo.

    Prima degli inizi delle riprese, Crowe e gli attori che interpretano i suoi Merry Men – Scott Grimes, Kevin Durand e Alan Doyle – si sono sottoposti ad un rigido regime di training.

    Durand e Doyle sono andati a stare nella fattoria di Crowe nel New South Wales, in Australia, per allenarsi insieme ad alcuni esperti nell'uso delle armi e dell'arco –capacità che era fondamentale acquisire per poter recitare in un film su Robin Hood. Grimes non ha potuto farlo a causa dei vincoli che lo costringevano a rimanere negli USA per le riprese della serie ER, ma ha comunque intrapreso un addestramento simile negli Stati Uniti prima di recarsi in Gran Bretagna ed unirsi agli altri.

    E' stato un pò come prendere parte ad un campo di addestramento militare, racconta Durand delle settimane trascorse alla fattoria di Crowe. Ed è quello che sognano un pò tutti i ragazzi – rimettersi in forma, passare del tempo coi tuoi amici, ed imparare a maneggiare propriamente delle armi che avremmo poi utilizzato nel film.

    Il mio personaggio, Little John, usa quest'arma dalla testa d'ascia – è piuttosto impressionante. Ma mi sono anche allenato molto al tiro con l'arco, come tutti gli altri. Facevamo ginnastica, correvamo, e facevamo lunghi percorsi in bicicletta, oltre ad osservare tutti una dieta personalizzata.

    E quando abbiamo girato il film ci è servito tantissimo perché tra noi si era stabilito un legame molto forte.

    In effetti, il legame tra Crowe e gli attori che interpretano i suoi Merry Men risale a molti anni addietro. Nel 1999 Crowe è stato interprete del film sull'hockey 'Mystery Alaska' insieme a Durand e a Grimes, e conosceva Doyle, un musicista canadese al suo primo ruolo di attore in 'Robin Hood', da diversi anni.

    Nel film, questi uomini si conoscono da anni, ed hanno combattuto insieme, e sanno che se restano uniti sono fortissimi. Sono legati da una profonda amicizia e da un grande senso di lealtà.

    Ed il fatto che siamo tutti amici anche fuori dallo schermo, ha contribuito a rendere realistica l'atmosfera del film. E' tutto più credibile, spiega Durand.

    Crowe è noto per la sua capacità di calarsi completamente in un ruolo – trasforma il suo corpo per esigenze di copione, come quando è ingrassato di molti chili per il ruolo di 'The Insider - Dietro la verità' (ottenendo una candidatura all'Oscar), e, più di recente, per interpretare quello di un agente della CIA nel film di Scott 'Nessuna verità'. Ha messo su un sacco di muscoli per interpretare 'Il gladiatore', e si è allenato all'inverosimile per poter interpretare il ruolo di Jim Braddock in 'Cinderella Man'.

    Per 'Robin Hood', si è allenato duramente ma con grande piacere, soprattutto per quel che riguardava il tiro con l'arco, uno sport che gli riesce particolarmente bene. E' stato un pò come imparare a giocare a golf, cosa che ho fatto per 'The Insider - Dietro la verità', spiega Russell.

    E a dire il vero, mi piace molto. E' uno sport fantastico. Ho detto al mio maestro di tiro con l'arco, 'Mi piace quando la freccia viene scoccata e vola in alto…' Mi piace vederla partire dall'arco… e lui mi ha risposto 'beh, allora si vede che questo è il tuo sport…'.

    Ed abbiamo fatto molto di più di quello che pensavamo di dover fare nel film, come delle riprese nelle quali scoccavamo veramente una freccia che andava a colpire il bersaglio prestabilito, oppure andare a caccia con la MDP appesa ad un albero a 100 metri di distanza e tu che ti concentri su una cosa piccolissima e vedi la freccia che parte e... 'whoosh!'... finisce dritta in macchina. Ma puoi riuscire a fare una cosa simile solo se ti prepari veramente in questo sport. E' bello, è veramente bello….

    Robin Hood è un vero colossal, spiega il produttore Charles Schlissel, e racconta una delle leggende più note di tutti i tempi. Il tema principale de 'Il gladiatore' era quello di un uomo che stava cercando la pace e di tornare a casa. Quello del nostro film è quello di un uomo che sta cercando di trovare il proprio destino. Robin ci riesce, scopre il suo passato e il suo futuro - è una storia fantastica raccontata da un regista meraviglioso che lavora con alcuni dei migliori attori che ci siano. Ed è esattamente questo che vogliamo che la gente venga a vedere al cinema.

    1

    Galleria Video:

    Robin Hood - Video saluto di Russell Crowe registrato in occasione dell'uscita in DVD da Universal Pictures Italia a Roma e, precisamente, all’interno del Colosseo, un luogo particolarmente caro all’attore!

    <- torna all'elenco dei personaggi dietro le quinte

    Il richiamo della foresta

    IL RICHIAMO DELLA FORESTA

    RECENSIONE - Dal 20 Febbraio

    "'Il Richiamo della Foresta' è entrato a far parte ....
    [continua]

    Bad Boys for Life

    BAD BOYS FOR LIFE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 20 Febbraio

    "La vita è già difficile di per ....
    [continua]

    Cats

    CATS

    Trasposizione contemporanea del celebre musical di Broadway - Dal 20 Febbraio .... [continua]

    Gli anni più belli

    GLI ANNI PIU' BELLI

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dal 13 Febbraio

    "'Gli anni più ....
    [continua]

    Sonic - Il film

    SONIC - IL FILM

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 13 Febbraio

    "Mi sono assicurato che ci fossero alcune ....
    [continua]

    Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn

    BIRDS OF PREY E LA FANTASMAGORICA RINASCITA DI HARLEY QUINN

    Una sorta di 'sequel-ma-non-proprio', piuttosto 'spin-off', al femminile di Suicide Squad con protagonista Margot Robbie .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Di nuovo al cinema dal 6 Febbraio 2020 - VINCITORE di 2 Premi OSCAR .... [continua]