ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Un altro giro

    UN ALTRO GIRO

    Dal 20 Maggio al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: VINCITORE del .... [continua]

    Frammenti dal passato-Reminiscence

    FRAMMENTI DAL PASSATO-REMINISCENCE

    New Entry - Un thriller Sci-Fi come debutto alla regia di Lisa Joy (cognata .... [continua]

    No Sudden Move

    NO SUDDEN MOVE

    New Entry - USA: Dal 1° Luglio .... [continua]

    Mothering Sunday

    MOTHERING SUNDAY

    New Entry - In anteprima mondiale a Cannes 2021 .... [continua]

    Lei mi parla ancora

    LEI MI PARLA ANCORA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Pupi Avati torna dietro la macchina da .... [continua]

    Eternals

    ETERNALS

    New Entry - Angelina Jolie e Salma Hayek tra gli altri 'eroi', nel nuovo .... [continua]

    Home Page > Flash News

    67° Festival del Cinema di Berlino (9-19 febbraio) - Berlino apre con fuga 'Django'. Esodo sinti 'attuale'

    10/02/2017 - La sua musica piaceva pure ai nazi, anche se i tedeschi cercarono di toglierle il respiro, con le regole: il pubblico ariano non andava 'corrotto' con arte di dubbia provenienza. Proibito il blues, l'assolo sarà tollerato solo se molto breve, evitare assolutamente il "presto". La Berlinale 2017 apre con "Django", la storia vera del jazzista francese di origine sinti, Django Reinhardt, costretto alla fuga, durante la seconda guerra mondiale. Come cieco in mezzo alla brutalità dell'epoca, completamente assorto nella sua musica, il chitarrista geniale sente alla fine quasi il dovere di mettere in salvo il suo talento e scappa - dalla Parigi che lo idolatrava come re dello swing - verso la Svizzera. Sullo sfondo l'esodo dei sinti, perseguitati dal regime di Adolf Hitler. E nel paese che nel 2015 ha accolto oltre un milione di profughi, per l'emergenza siriana, questo racconto risulta, come ha detto il regista, Etienne Comar Biopic "attuale".

    Anche oltre le aspettative: "non l'ho scelto per questo motivo" il parallelismo coi temi di oggi è emerso "durante il lavoro". E infatti: "statements politici da parte di artisti, il tema pericoloso delle identità nazionali, profughi senza patria, che non possono andare da nessuna parte, migranti illegali, che vengono arrestati. Si potrebbe quasi intendere Django come un film attuale". L'interpretazione di Reda Kateb, nei panni del protagonista, riesce a dare intensità e un volto inedito a una pellicola, che per molti aspetti sembra invece già vista. "A un certo punto mi ero quasi convinto di essere davvero io Django", ha detto incontrando la stampa Kateb, che ha ringraziato la comunità sinti di avergli "trasmesso questa sensazione".

    "Non era un eroe, ha fatto quello che poteva, con quello che aveva", spiega il regista a proposito dell'uomo che si presta a suonare per gli odiati tedeschi, soltanto per permettere la fuga di un soldato inglese ferito, contrattando in cambio la possibilità di scappare con la sua famiglia. Particolarmente intense le scene girate fra i nomadi, una comunità autentica portata sul set con la sua lingua e la sua arte. "Sono quasi tutti musicisti e sono fra gli ultimi a parlare manouche, un mix di romani e tedesco.
    Il dialetto che gli attori parlano nel film
    ". Django lo parla con la madre, ad esempio, Vie Bimbam Merstein.

    L'impegno politico della berlinale, anche quest'anno, è stato una "promessa" del direttore artistico Dieter Kosslick: a chi gli ha chiesto se il suo festival prenderà posizione contro Donald Trump, infatti, ha risposto qualche giorno fa che "il programma della berlinale basta come protesta".

    E fra i 'dissidenti' del nuovo presidente, è arrivato oggi a Berlino per l'occasione, la star di Hollywood Richard Gere, ricevuto da Angela Merkel in cancelleria, per affrontare il tema della tutela del Tibet. L'attore presenta domani il suo film, The dinner. Con 1600 ospiti invitati al gala inaugurale di stasera, la Berlinale è però anche il momento mondano più atteso della città.

    E il presidente della giuria, Paul Verhoeven (Basic Instinct), ha sottolineato l'importanza del materiale cinematografico: "Spero che i membri della giuria faranno attenzione innanzitutto alla qualità dei film - ha detto oggi insediandosi - senza pregiudizi politici".
       
    (ANSA CINEMA)

    Flash News recenti

    19/06/2021 - Scarlett Johansson, 'Io Black Widow sola e fragile'. L'attrice parla del film in sala dal 7 luglio con Disney [leggi...]

    19/06/2021 - A Laura Pausini Nastro d'argento per Io sì. Migliore canzone originale. La cantante: 'W il cinema italiano' [leggi...]

    19/06/2021 - 'A Quiet Place II', l'orrore del silenzio raddoppia. In sala thriller-horror di Krasinski con Emily Blunt [leggi...]

    18/06/2021 - Golden Globes - Bufera Golden Globes, si spacca la Foreign Press Association. Si dimettono due membri. Pianificano nuova organizzazione [leggi...]

    18/06/2021 - Cannes 2021 - Il cinema per il clima in sette titoli. Da An Inconvenient Truth di Al Gore (2007) alla selezione 2021 [leggi...]

    17/06/2021 - Cannes 2021 - Il poster è Spike Lee tra le palme della Croisette. Comunica l'impazienza di tornare a guardare i film [leggi...]

    17/06/2021 - 'Dune' in prima mondiale alla 78/a Mostra di Venezia. Fuori concorso, proiezione il 3 settembre [leggi...]

    16/06/2021 - A Colin Firth il Nastro d'argento europeo. Serata di premiazione il 22 giugno a Roma [leggi...]

    15/06/2021 - 'Bullet Train' con Brad Pitt e Sandra Bullock uscirà nel 2022. Film azione basato su libro Maria Beetle di Kōtarō Isaka [leggi...]

    14/06/2021 - Cannes 2021 - Giuria 'Un Certain Regard', Andrea Arnold presidente. La regista inglese guida un team senza italiani [leggi...]

    La vita che verrà - Herself

    LA VITA CHE VERRÀ - HERSELF

    Dal 17 Giugno - Dalla 15. Festa del Film di Roma - Selezione Ufficiale .... [continua]

    Valley of the Gods

    VALLEY OF THE GODS

    Dal 3 Giugno - L’uomo più ricco sulla terra. Un giovane scrittore in crisi. Un’ancestrale .... [continua]

    Comedians

    COMEDIANS

    Dal 10 Giugno - Gabriele Salvatores traspone sul grande schermo l'omonima e celebre pièce teatrale .... [continua]

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    Dal 24 Giugno - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Quelli che mi vogliono morto

    QUELLI CHE MI VOGLIONO MORTO

    Dal 3 Giugno in esclusiva digitale - RECENSIONE - Adattamento cinematografico del romanzo di Michael .... [continua]

    Crudelia

    CRUDELIA

    Craig Gillespie dirige Emma Stone nei panni di una giovane Crudelia De Mon. L'origin story, .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    Dal 20 Maggio al cinema in versione originale e dal 27 in italiano - RECENSIONE .... [continua]