ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Sniff

    SNIFF

    New Entry - Helen Mirren femme fatale 'The Spider', al fianco di Al Pacino, .... [continua]

    Dune 2

    DUNE 2

    New Entry - .... [continua]

    Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli

    SHANG-CHI E LA LEGGENDA DEI DIECI ANELLI

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 1° Settembre

    In termini di ciò che verrà dopo ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Elizabethtown

    Dalla 62a Mostra alla sala cinematografica : ORLANDO BLOOM, KIRSTEN DUNST e SUSAN SARANDON protagonisti in ELIZABETHTOWN

    Un film in cui le lacrime vengono asciugate dalle risate… proprio come piaceva a lui (il defunto padre del regista). Lui e mia madre definivano questo tipo di film ‘pane e cioccolata’, dal titolo di un film grazie al quale si sono innamorati. Ma anche io, da regista, prediligo le storie che combinano entrambi gli elementi facendoti conoscere personaggi autentici e coinvolgendoti nelle loro vite: il tipo di personaggi di cui senti poi la mancanza una volta finito il film… L’esperienza di Drew/Orlando Bloom che scopre come la morte modifichi drasticamente la personalità dei suoi cari e anche l’immagine che lui aveva del padre, è la stessa che ho vissuto in prima persona. E anche la madre, interpretata da Susan Sarandon , è molto simile a mia madre, che per elaborare il lutto si iscrisse a una scuola di recitazione…”.
    Il regista Cameron Crowe

    (Elizabethtown, USA 2005; commedia; 133’; Produz.: Paramount Pictures Corporation; Distribuz.: UIP)

    Locandina italiana Elizabethtown

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Elizabethtown

    Titolo in lingua originale: Elizabethtown

    Anno di produzione: 2005

    Anno di uscita: 2005

    Regia: Cameron Crowe

    Sceneggiatura: Cameron Crowe

    Cast: Orlando Bloom (Drew Baylor)
    Kirsten Dunst (Claire Colburn)
    Susan Sarandon (Hollie Baylor, madre di Drew)
    Judy Greer (Heather Baylor, sorella di Drew)
    Jessica Biel (Ellen)
    Alec Baldwin (Phil)
    Bruce McGill (Bill Banyon)
    Paul Schneider (Cugino di Drew)

    Musica: Nancy Wilson

    Costumi: Nancy Steiner

    Scenografia: Clay A.Griffith

    Fotografia: John Toll

    Scheda film aggiornata al: 29 Dicembre 2012

    Sinossi:

    "Una lettera d’amore per ritrovare la forza di vivere: è la storia di un’inaspettata avventura sentimentale che nasce e si sviluppa sullo sfondo del funerale di un patriarca del Kentucky, allestito nei minimi particolari. Al centro della storia c’è un uomo che inizia a conoscere veramente il padre e a ritrovare le proprie radici solo dopo aver fatto l’esperienza del fallimento della propria esistenza e della morte del genitore. In questo percorso è aiutato da una hostess irrefrenabilmente ottimista che incontra sull’aereo e poi nel viaggio verso Elizabethtown, Kentucky".

    Dal >Catalogo Ufficiale della 62a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica<

    Commento critico (a cura di Patrizia Ferretti)

    IL REGISTA CAMERON CROWE CATTURA L’ESSENZA DELLA VITA ATTRAVERSO UN VIAGGIO IN CUI LE LACRIME VENGONO ASCIUGATE CON IL SORRISO. UN INUSITATO VIAGGIO A RITROSO, CHE PARTE DALLA FINE PER APPRODARE ALL’INIZIO: DA UN CATASTROFICO MOTIVO DI INSUCCESSO, UN FIASCO COMPLETO, E UN LUTTO IMPROVVISO DA METABOLIZZARE, SI RINASCE A VITA NUOVA, E IN UN MODO PERALTRO DEL TUTTO INASPETTATO. UN VIAGGIO AMMORTIZZATO SULLA SCENEGGIATURA DI UNA COMMEDIA FLUIDA ED EFFERVESCENTE CONCEPITA COME PARTITURA MUSICALE

    Quale potrà essere l’effetto di un fiasco completo, la quintessenza dell’insuccesso di un giovane ragazzo, Drew (Orlando Bloom) che ha impiegato ben otto anni a perfezionare il disegno per il brevetto di una scarpa che ha valso infine alla ditta produttrice una perdita valevole la modifica cifra di un miliardo di dollari? Una perdita destinata ad incoronarlo sovrano del fallimento in materia di business con tanto di servizio stampa in prima pagina. E soprattutto, quando già

    si è sull’orlo del suicidio programmato, con tanto di preparativi in corso, che cosa potrà mai aggiungere l’ulteriore, inaspettata e devastante notizia della morte del proprio padre? Potrà sembrare strano ma la morte di Mitch Baylor padre di Drew e marito di Hollie, interpretata da una sempre più smagliante e disinvolta Susan Sarandon, carica di una verve spontanea e naturale davvero invidiabile, questa volta alle prese nientemeno che con il ballo del tip tap, avvia sia per il figlio, sull’orlo di un precipizio esistenziale, che per lei, donna ormai sola, che si ritrova giocoforza a dover rimettere insieme i cocci della propria esistenza di vedova, uno straordinario e quasi surreale percorso verso l’essenza della vita e una sorta di rinascita e di crescita positiva. Il film, diretto da Cameron Crowe, il regista di Jerry Maguire e Vanilla Sky, si nutre delle cadenze umoristiche della commedia brillante che vela ma non

    annulla un sostrato di sofferta malinconia, esorcizzato attraverso questo percorso, guidato con tanto di mappa. Non una mappa qualunque: un puzzle di foto, indicazioni, musica e quant’altro, una mappa comunque straordinariamente efficace, perché concepita con tessere di autentico amore e partecipe coinvolgimento emotivo da parte di una giovane assistente di volo, Claire (Kirsten Dunst), letteralmente ‘precipitata’ nella vita di Drew come un ciclone improvviso quanto rivitalizzante.

    La confezione fluida del film, dalla sceneggiatura zampillante concepita come partitura musicale, trova complici ideali nei giovani interpreti, Orlando Bloom che permea il suo personaggio di una sottesa, mesta malinconia, quanto di ingenuo e innocente stupore, e la stessa Kirsten Dunst, semplicemente solare e avvolgente come sempre in ogni suo ruolo, necessaria e opportuna partner come l’acqua nel deserto. In questo percorso di rivalsa ricostruttiva dei protagonisti, a dispetto delle varie disfatte personali, è certo che lo spettatore italiano si ritroverà a fare i conti

    con una cultura che non gli appartiene. Difficilmente dalle nostre parti potrebbe verificarsi che, nel corso della commemorazione del proprio defunto marito, alla moglie possa venire in mente di fare menzione pubblica dell’erezione del vicino nel bel mezzo di un abbraccio per sentite condoglianze. That’s America!

    Links:

    • Cameron Crowe (Regista)

    • Susan Sarandon

    • Kirsten Dunst

    • Jessica Biel

    • Orlando Bloom

    • Alec Baldwin

    • Bruce McGill

    • Judy Greer

    • 62a Mostra: Lido di Venezia, 4 settembre 2005 PRESS CONFERENCE & DINTORNI : Elizabethtown per la regia di CAMERON CROWE (Interviste)

    1

    Galleria Video:

    elizabethtown.mov

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Dune

    DUNE

    Tra i più attesi!!! - 78. Mostra del Cinema di Venezia (Fuori Concorso, .... [continua]

    Supernova

    SUPERNOVA

    Dalla Festa del Cinema di Roma (15-25 Ottobre 2020) - Dal 16 Settembre

    [continua]

    La ragazza di Stillwater

    LA RAGAZZA DI STILLWATER

    Cannes 2021 - Matt Damon padre disposto a tutto per amore della figlia Abigail .... [continua]

    The Night House - La casa oscura

    THE NIGHT HOUSE - LA CASA OSCURA

    Dal Sundance Film Festival 2020 in prima mondiale - Rebecca Hall protagonista in un .... [continua]

    Il collezionista di carte

    IL COLLEZIONISTA DI CARTE

    Venezia 78. - In Concorso - Dal 3 Settembre .... [continua]

    No Time To Die

    NO TIME TO DIE

    L'ultimo Bond con il volto di Daniel Craig ha come antagonista Rami Malek (Bohemian Rhapsody) .... [continua]

    Respect

    RESPECT

    New Entry - Dal 30 Settembre .... [continua]