ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Comedians

    COMEDIANS

    New Entry - Gabriele Salvatores traspone sul grande schermo l'omonima e celebre pièce teatrale .... [continua]

    Casa della notte

    CASA DELLA NOTTE

    New Entry - Dal Sundance Film Festival 2020 in prima mondiale - Rebecca .... [continua]

    Swan Song

    SWAN SONG

    New Entry - .... [continua]

    Valley of the Gods

    VALLEY OF THE GODS

    New Entry - L’uomo più ricco sulla terra. Un giovane scrittore in crisi. Un’ancestrale .... [continua]

    Another Round Remake

    ANOTHER ROUND REMAKE

    New Entry - Leonardo DiCaprio acquisisce i diritti per il remake americano dell'originale danese .... [continua]

    The Nest - L'inganno

    THE NEST - L'INGANNO

    New Entry - Dal 14 Maggio on demand su: Sky Primafila, Chili, Google Play, .... [continua]

    Blacklight

    BLACKLIGHT

    New Entry - Liam Neeson torna a collaborare con il regista Mark Williams dopo .... [continua]

    Nomadland

    NOMADLAND

    Oscar 2021 - VINCITORE di 3 Premi: 'Miglior Film'; 'Miglior Regia' (Chloé Zhao), 'Miglior .... [continua]

    The Song of Names - La musica della memoria

    THE SONG OF NAMES-LA MUSICA DELLA MEMORIA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal SAN SEBASTIÁN 2019 - Clive Owen .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Re della terra selvaggia

    RE DELLA TERRA SELVAGGIA: BENH ZEITLIN DEBUTTA ALLA REGIA CON UNA STORIA DI SOPRAVVIVENZA NEL CUORE DI UN'INFANZIA DIFFICILE, QUANDO GLI EQUILIBRI DELLA NATURA E DELLA PERSONA SI INFRANGONO ALL'UNISONO

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 7 FEBBRAIO
    4 NOMINATION OSCAR 2013: 'MIGLIOR FILM', 'MIGLIOR REGISTA' (BENH ZEITLIN), 'MIGLIOR ATTRICE' (QUVENZHANÉ WALLIS); 'MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE' - FILM RIVELAZIONE DELL'ANNO 2012 (il film 'PIÙ PREMIATO AL MONDO' del 2012)

    (Beasts of the Southern Wild; USA 2012; Fantasy drammatico; 93'; Produz.: Cinereach/Court 13 Pictures/Journeyman Pictures; Distribuz.: Satine Film)

    Locandina italiana Re della terra selvaggia

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Re della terra selvaggia

    Titolo in lingua originale: Beasts of the Southern Wild

    Anno di produzione: 2012

    Anno di uscita: 2013

    Regia: Benh Zeitlin

    Sceneggiatura: Lucy Alibar & Benh Zeitlin

    Soggetto: Ispirato allo 'stage play' Juicy and Delicious di Lucy Alibar.

    Cast: Quvenzhané Wallis (Hushpuppy)
    Dwight Henry (Wink)
    Levy Easterly (Jean Battiste)
    Lowell Landes (Walrus)
    Pamela Harper (Little Jo)
    Gina Montana (Miss Bathsheba)
    Amber Henry (LZA)
    Jonshel Alexander (Joy Strong)
    Nicholas Clark (Il ragazzo con la campana)
    Joseph Brown (Winston)
    Henry D. Coleman (Peter T)
    Kaliana Brower (T-Lou)
    Philip Lawrence (Dr. Maloney)

    Musica: Dan Romer e Benh Zeitlin

    Costumi: Stephani Lewis

    Scenografia: Alex DiGerlando

    Fotografia: Ben Richardson

    Montaggio: Crockett Doob e Affonso Gonçalves

    Scheda film aggiornata al: 13 Febbraio 2013

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Hushpuppy (Quvenzhané Wallis) è un'intrepida bambina di sei anni che vive con il padre Wink (Dwight Henry) in una comunità ai margini del mondo. Quando Wink contrae una misteriosa malattia, la natura impazzisce: la temperatura aumenta, le calotte di ghiaccio si sciolgono, arriva un esercito di creature preistoriche chiamate “auroch”. Con le acque in aumento, l'arrivo degli auroch, e il peggioramento della salute di Wink, Hushpuppy decide di andare alla ricerca della madre perduta.

    SYNOPSIS:

    Faced with both her hot-tempered father's fading health and melting ice-caps that flood her ramshackle bayou community and unleash ancient aurochs, six-year-old Hushpuppy must learn the ways of courage and love.

    Hushpuppy, an intrepid six-year-old girl, lives with her father, Wink, in the Bathtub, a southern Delta community at the edge of the world. Wink's tough love prepares her for the unraveling of the universe; for a time when he's no longer there to protect her. When Wink contracts a mysterious illness, nature flies out of whack, temperatures rise, and the ice caps melt, unleashing an army of prehistoric creatures called aurochs. With the waters rising, the aurochs coming, and Wink's health fading, Hushpuppy goes in search of her lost mother.

    Commento critico (a cura di ERMINIO FISCHETTI)

    Come ogni anno c’è il “caso Sundance”. Un film indipendente uscito dalla fucina del festival di Robert Redford pronto per fare il giro del mondo in altri circuiti festivalieri, a vincere una marea di premi e ad entrare nella rosa dei finalisti del premio Oscar come Miglior Film. Molto spesso la sorpresa è vera e interessante. Nasce o viene scoperto un vero talento. Più spesso invece è tutto da manuale, tutto prevedibile, tutto preconfezionato, tutto furbesco. Quest’anno tocca a Beasts of the Southern Wild (in Italia il titolo è Re della terra selvaggia), primo lungometraggio del trentenne newyorkese Benh Zeitlin (bianco e privilegiato), che adatta una pièce teatrale della giovane Lucy Alibar (bianca e privilegiata), che collabora con lui anche all’adattamento filmico, che di candidature ne ha conquistate ben quattro e tutte di un certo peso (film, regia, sceneggiatura e attrice protagonista). Sottolineiamo che entrambi gli autori sono bianchi

    e privilegiati perché la storia è ambientata in un profondo sud, fatto di morte e disperazione, dove una bambina di cinque anni di colore viene preparata dal padre a vivere senza di lui all’interno di una piccola comunità paludosa chiamata La Grande Vasca, che sta per essere oggetto di una catastrofe di proporzioni bibliche dettate dallo scioglimento dei ghiacciai e da animali preistorici.

    Il giovane regista mescola realtà intensissima e drammaticissima con toni fantasy costruiti sul punto di vista della piccola bambina di cinque anni che deve affrontare materialmente e metaforicamente i mostri della vita, che affronta con coraggio, ma anche circospezione. Ma il risultato finale dell’opera è di un moralismo ricattatorio che obbliga lo spettatore a provare pena per la povera bambina (Quvenzhané Wallis è la piccola attrice che la interpreta, oltre ad essere con questo film a soli nove anni la più giovane attrice della storia degli Oscar ad

    essere candidata nella categoria di protagonista). Zeitlin irrita per la sua arroganza pseudo-autoriale, che mostra di voler raggiungere a tutti i costi, ma con risultati spesso confusi e poco inclini alla cura narrativa, e confeziona un prodotto che ammicca allo spettatore attraverso una fascinazione obbligata a causa del doppio registro narrativo. Ma a conti fatti Re della terra selvaggia è una favola, che sembra contornata di buone intenzioni, ma che risulta alla fin fine solo una storiella strappalacrime ideologica e falsa: quanto di più becero e ricattatorio si possa osservare nella natura delle cose, in quanto il giovane Zeitlin vuole a tutti i costi fare colpo con una storia che non c’entra assolutamente nulla con il suo background o nel migliore dei casi pecca per la sua ingenuità. E non stiamo dicendo che un’opera prima debba necessariamente essere un’autobiografia e dintorni. O che un privilegiato non possa raccontare qualcosa che

    non gli appartiene, salvo però farlo con onestà di prospettiva e di giudizio. Ma in questo caso sembra di trovarsi di fronte ad un prodotto molto simile all’altrettanto sopravvalutato “caso Sundance” del 2009, Precious. Ma qui è anche peggio, perché trattasi di una bambina di 5 anni totalmente pura e innocente e vittima comunque dei mali del mondo, ma allo stesso tempo inconsapevole di essi. Il ricatto è però lo stesso, la mediocrità esecutoria, nascosta dietro un desiderio di autorialità, affine. E Lee Daniels, il regista di quel film ha avuto vita breve: il suo film successivo è il pastrano kitsch e trash The Paperboy, un’epopea di fischi all’ultimo festival di Cannes. Vedremo cosa toccherà al giovane Zeitlin, che ha incamerato ben due nomination personali agli Oscar, nientemeno che regia e sceneggiatura, una cosa che ben più interessanti nomi del panorama indipendente stanno ancora aspettando da anni.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano lo Studio PUNTO&VIRGOLA e Inter Nos Web Communication.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di RE DELLA TERRA SELVAGGIA

    Links:

    • Dwight Henry

    • Quvenzhané Wallis

    • Re della terra selvaggia (BLU-RAY + DVD)

    1 | 2

    Galleria Video:

    Re della terra selvaggia - trailer

    Re della terra selvaggia - trailer (versione originale) - Beasts of the Southern Wild

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Una donna promettente

    UNA DONNA PROMETTENTE

    Oscar 2021: VINCITORE del Premio alla 'Miglior Sceneggiatura Originale' (Emerald Fennell) - Oscar .... [continua]

    Un altro giro

    UN ALTRO GIRO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: VINCITORE del Premio al 'Miglior Film Internazionale' (dedicato .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (8 Maggio 2021) - Oscar 2021 - VINCITORE di .... [continua]

    The Invisible Woman

    THE INVISIBLE WOMAN: RALPH FIENNES TORNA ALLA REGIA CON UN DRAMMA NEL QUALE INTERPRETA CHARLES DICKENS

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - La segretissima storia d'amore di Charles Dickens .... [continua]

    Honest Thief

    HONEST THIEF

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Liam Neeson rapinatore di banche pronto a .... [continua]

    L'amico del cuore

    L'AMICO DEL CUORE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 18 Marzo .... [continua]

    Morgan

    MORGAN

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un essere artificiale a rischio pone un .... [continua]