ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Comedians

    COMEDIANS

    New Entry - Gabriele Salvatores traspone sul grande schermo l'omonima e celebre pièce teatrale .... [continua]

    Casa della notte

    CASA DELLA NOTTE

    New Entry - Dal Sundance Film Festival 2020 in prima mondiale - Rebecca .... [continua]

    Swan Song

    SWAN SONG

    New Entry - .... [continua]

    Valley of the Gods

    VALLEY OF THE GODS

    New Entry - L’uomo più ricco sulla terra. Un giovane scrittore in crisi. Un’ancestrale .... [continua]

    Another Round Remake

    ANOTHER ROUND REMAKE

    New Entry - Leonardo DiCaprio acquisisce i diritti per il remake americano dell'originale danese .... [continua]

    The Nest - L'inganno

    THE NEST - L'INGANNO

    New Entry - Dal 14 Maggio on demand su: Sky Primafila, Chili, Google Play, .... [continua]

    Blacklight

    BLACKLIGHT

    New Entry - Liam Neeson torna a collaborare con il regista Mark Williams dopo .... [continua]

    Nomadland

    NOMADLAND

    Oscar 2021 - VINCITORE di 3 Premi: 'Miglior Film'; 'Miglior Regia' (Chloé Zhao), 'Miglior .... [continua]

    The Song of Names - La musica della memoria

    THE SONG OF NAMES-LA MUSICA DELLA MEMORIA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal SAN SEBASTIÁN 2019 - Clive Owen .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Noi credevamo

    NOI CREDEVAMO: LA STORIA PIU' SCONOSCIUTA DELLA NASCITA DEL PAESE, DEI CONFLITTI IMPLACABILI TRA I 'PADRI DELLA PATRIA', DELL'INSANABILE FRATTURA TRA NORD E SUD, DELLE RADICI CONTORTE SU CUI SI E' SVILUPPATA L'ITALIA IN CUI VIVIAMO

    Di nuovo nelle sale il film simbolo dei 150 anni dell'UNITA' D'ITALIA - Dalla 67. Mostra del Cinema di Venezia - RECENSIONE IN ANTEPRIMA -

    "In Italia nel 2011 ricorrerà il centocinquantesimo anniversario dell’unità del paese, un tema oggi cruciale e molto discusso. 'Noi credevamo' tratta di alcuni aspetti della lotta che si è combattuta per realizzare questa unità, ma non è un film di occasione. L’ho immaginato sette anni fa, e non avrei mai creduto che la sua realizzazione avrebbe necessitato di tempi così lunghi. In tanti vi abbiamo lavorato ostinatamente per anni: ora che il viaggio è approdato fatalmente a questa data e alla mostra di Venezia, città simbolo di quella lotta, non possiamo che esserne felici".
    Il regista e co-sceneggiatore Mario Martone

    (Noi credevamo ITALIA/FRANCIA 2009; drammatico; 204'; Produz.: Palomar / Les Films d'Ici, in collaborazione con Rai Cinema / Rai Fiction / arte France Cinéma e con il supporto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC) / Film Commission Torino-Piemonte / Apulia Film Commission / Regione Puglia / Regione Piemonte; Distribuz.: 01 Distribution)

    Locandina italiana Noi credevamo

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Trailer

    Titolo in italiano: Noi credevamo

    Titolo in lingua originale: Noi credevamo

    Anno di produzione: 2009

    Anno di uscita: 2010

    Regia: Mario Martone

    Sceneggiatura: Mario Martone e Giancarlo De Cataldo

    Soggetto: Liberamente ispirato a vicende storiche realmente accadute e al romanzo di Anna Banti “Noi credevamo”

    Cast: Luigi Lo Cascio (Domenico)
    Valerio Binasco (Angelo)
    Francesca Inaudi (Cristina di Belgiojoso giovane)
    Guido Caprino (Felice Orsini)
    Renato Carpentieri (Carlo Poerio)
    Ivan Franek (Simon Bernard)
    Andrea Bosca (Angelo giovane)
    Edoardo Natoli (Domenico giovane)
    Luigi Pisani (Salvatore)
    Stefano Cassetti (Carlo Rudio)
    Michele Riondino (Saverio)
    Franco Ravera (Antonio Gomez)
    Andrea Renzi (Sigismondo di Castromediano)
    Anna Bonaiuto (Cristina di Belgiojoso)
    Toni Servillo (Giuseppe Mazzini)
    Cast completo

    Musica: Hubert Westkemper

    Costumi: Ursula Patzak

    Scenografia: Emita Frigato

    Fotografia: Renato Berta

    Montaggio: Jacopo Quadri

    Effetti Speciali: Ivan Tozzi (effetti visivi)

    Makeup: Vittorio Sodano

    Casting: Paola Rota e Raffaele Di Florio

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    Tre ragazzi del sud Italia, in seguito alla feroce repressione borbonica dei moti che nel 1828 vedono coinvolte le loro famiglie, maturano la decisione di affiliarsi alla Giovine Italia di Giuseppe Mazzini. Attraverso quattro episodi che corrispondono ad altrettante pagine oscure del processo risorgimentale per l’unità d’Italia, le vite di Domenico, Angelo e Salvatore verranno segnate tragicamente dalla loro missione di cospiratori e rivoluzionari, sospese come saranno tra rigore morale e pulsione omicida, spirito di sacrificio e paura, carcere e clandestinità, slanci ideali e disillusioni politiche.

    Commento critico (a cura di SONIA CINCINELLI)

    In Noi credevamo, Mario Martone porta in scena la storia di tre rivoluzionari, Domenico, Angelo e Salvatore che maturano la decisione di affiliarsi alla Giovine Italia di Giuseppe Mazzini, attraverso quattro episodi riferiti all'unità d'Italia il regista esplora gli stati d'animo dei protagonisti sospesi tra rigore morale e pulsione omicida. Tutto questo li rende schizzofrenici nella completa coerenza delle loro scelte. Una pellicola che ha avuto una lunga gestazione con lunghi anni di duro lavoro. Film in concorso al sessantasettesimo Festival di Venezia in odore di premio, proprio per gli eventi attuali che hanno investito l'opera di Martone. Infatti in corrispondenza dell'inizio del Festival, è stato ucciso Angelo Vassallo il sindaco di Pollica, in provincia di Salerno, da nove proiettili sparati da efferati sicari camorristi. Il sindaco, obbiettivo della malavita organizzata per le sue politiche progressiste, era stato invitato al Festival di Venezia per presentare proprio il film di Martone,

    ma misteriosamente il primo cittadino di Pollica ha chiesto di essere sostituito per l'evento. Semplici coincidenze?

    Noi credevamo è un kolossal ed un affresco vivido di un'epoca con un'attenzione particolare ai mutamenti della psicologia dei personaggi coinvolti nell'azione. Ironia della sorte anche uno dei protagonisti si chiama Angelo come il sindaco ucciso. Negli occhi dell'Angelo cinematografico ritroviamo la stessa voglia di cambiare il mondo dello sventurato sindaco. Valerio Binasco, che interpreta Angelo adulto, attraversa magistralmente tutti gli stati d'animo contrastanti di un rivoluzionario diviso moralmente. Binasco è l'attore che convince di più insieme a Tony Servillo che interpreta Giuseppe Mazzini, delude un po' l'interpretazione di Luigi Lo Cascio.

    Molto più di una lezione di Storia quella di Martone e il montaggio di Jacopo Quadri conferisce il giusto ritmo all'opera che, anche se molto lunga, non getta lo spettatore nella narcolessia totale. Imponente e realistica la scenografia di Emita Frigato che sta

    dimostrando di meritare un posto di riguardo nella storia del cinema. La sceneggiatura del film è stata liberamente ispirata a vicende storiche realmente accadute e all'omonimo romanzo di Anna Banti. Questo elemento è molto importante, in quanto è necessario portare alla luce una letteratura che per troppo tempo la Storia ha sepolto perché fatta di uomini e per gli uomini. Esplorando gli eventi storici anche dal punto di vista dei “personaggi minori”, che poi non lo sono per niente, si scopre che la Storia è fatta da donne straordinarie, innovatrici e geniali: come Anna Banti e tante altre scrittrici, giornaliste, poetesse, pensatrici e anche donne di cinema, come giornaliste cinematografiche e registe. Si tende a ricordare spesso le donne solo per le loro professioni di attrici e modelle, ma queste sono molto di più.

    Così il compito di Martone si rivela ben fatto e necessario in un Italia che ha bisogno

    di capire e ricordare il passato. Anche se il cinema oggi non ha più il potere di educare le masse (come fino agli anni Cinquanta) si spera che almeno i cinefili e il pubblico sensibile capiscano la lezione perché una vicenda come quella del sindaco di Pollica non si ripeta mai più.

    Pressbook:

    PRESSBOOK in ITALIANO

    Links:

    • Mario Martone (Regista)

    • Francesca Inaudi

    • Anna Bonaiuto

    • Toni Servillo

    • Luca Barbareschi

    • Michele Riondino

    • Renato Carpentieri

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Noi credevamo - trailer

    Noi credevamo - trailer HD

    Noi credevamo - clip 1

    Noi credevamo - clip 2

    Noi credevamo - clip 3

    Noi credevamo - clip 4

    Noi credevamo - clip 5

    Noi credevamo - clip 6

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Una donna promettente

    UNA DONNA PROMETTENTE

    Oscar 2021: VINCITORE del Premio alla 'Miglior Sceneggiatura Originale' (Emerald Fennell) - Oscar .... [continua]

    Un altro giro

    UN ALTRO GIRO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Oscar 2021: VINCITORE del Premio al 'Miglior Film Internazionale' (dedicato .... [continua]

    The Father - Nulla è come sembra

    THE FATHER - NULLA E' COME SEMBRA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (8 Maggio 2021) - Oscar 2021 - VINCITORE di .... [continua]

    The Invisible Woman

    THE INVISIBLE WOMAN: RALPH FIENNES TORNA ALLA REGIA CON UN DRAMMA NEL QUALE INTERPRETA CHARLES DICKENS

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - La segretissima storia d'amore di Charles Dickens .... [continua]

    Honest Thief

    HONEST THIEF

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Liam Neeson rapinatore di banche pronto a .... [continua]

    L'amico del cuore

    L'AMICO DEL CUORE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 18 Marzo .... [continua]

    Morgan

    MORGAN

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Un essere artificiale a rischio pone un .... [continua]