ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    The Deep Blue Sea-Il profondo mare azzurro

    THE DEEP BLUE SEA-IL PROFONDO MARE AZZURRO

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Nomination ai Golden Globe 2013: 'Migliore Attrice in .... [continua]

    Il sesso degli angeli

    IL SESSO DEGLI ANGELI

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 21 Aprile .... [continua]

    Blonde

    BLONDE

    New Entry - Vietato ai minori di 17 anni - E' lo stesso regista .... [continua]

    The Palace

    THE PALACE

    New Entry - Mickey Rourke nel nuovo dramma di Roman Polanski .... [continua]

    Io e Lulù

    IO E LULU'

    New Entry - Debutto alla regia di Channing Tatum (con Red Carolin) per uno .... [continua]

    Black Phone

    BLACK PHONE

    New Entry - Ethan Hawke diretto di nuovo da Scott Derrickson (Sinister) per un .... [continua]

    Memory

    MEMORY

    New Entry - Liam Neeson sicario alla sua ultima missione ma, persino un assassino .... [continua]

    Secret Team 355

    SECRET TEAM 355

    Aggiornamenti freschi di giornata! (15 Maggio 2022) -
    Spy Thriller per Jessica ....
    [continua]

    The Boys in the Boat

    THE BOYS IN THE BOAT

    New Entry - George Clooney torna alla regia con biopic sportivo degli anni Trenta.
    [continua]

    L'arma dell'inganno-Operazione Mincemeat

    L'ARMA DELL'INGANNO-OPERAZIONE MINCEMEAT

    Dal Bari Film Festival - Un'operazione pionieristica e cruciale per le sorti della Seconda guerra .... [continua]

    Home Page > Photo Gallery > Words and Pictures

    WORDS AND PICTURES: CLIVE OWEN E JULIETTE BINOCHE PER LA PRIMA VOLTA INSIEME SUL GRANDE SCHERMO IN UNA SPIRITOSA COMMEDIA ROMANTICA

    Dal Toronto International Film Festival 2014 - RECENSIONE - Dal 13 NOVEMBRE

    "Volevo trovare un modo per avvicinarmi ai miei studenti di letteratura inglese e di essere fonte di ispirazione per loro. Per fare ciò, facevo leggere loro opere di scrittori che usavano il linguaggio in modo sorprendente, perché cerchi sia di dare loro gli strumenti per saper scrivere, sia di esortarli a farlo. Ho anche avuto modo di vivere l’ambiente della sala insegnanti, e di capire il funzionamento dell’intera infrastruttura sociale e politica di una scuola. Questa esperienza mi è rimasta impressa, anche se successivamente mi sono occupato di altro. Una delle prime idee che ebbi fu quella di usufruire di un linguaggio ricercato per creare dei personaggi sofisticati ed intelligenti, che potessero lottare, corteggiare e sedurre stuzzicandosi e usando un eloquio di cui potessi andar fiero e che mi permettesse di veicolare il messaggio attraverso le parole. Questa, però, era solo una parte della mia idea iniziale; l’altra parte riguardava i protagonisti, che vedevo come insegnanti che stavano affrontando problematiche serie nella loro vita. Non si trattava solamente di chiedersi se due personaggi potessero mettersi insieme, ma anche se sarebbero riusciti a superare ciò che impediva loro di vivere appieno la loro vita. Questo fu l’inizio del processo di scrittura. Pensavo che non avrei più scritto sceneggiature, ma questa idea continuava ad ossessionarmi. Dovevo scrivere questa storia e farne un film. Ci volle un po’ prima che il progetto venisse realizzato, ma ne è valsa la pena... Avevo messo i miei personaggi davanti ad un arduo percorso. Jack
    Marcus teme di aver perso lo stimolo alla scrittura, così come quello all’insegnamento; in un certo senso, quindi, ha perso il senso di identità. Oltre a
    questa paura, o forse proprio per questo, Jack è un alcolizzato, anche se nega di
    esserlo. Per quanto riguarda Dina Delsanto, lei è un’artista e deve affrontare una malattia, l’artrite reumatoide, che le toglie letteralmente il pennello di mano. Si tratta di battaglie ardue per entrambi, e mi piace definire il film come la storia di un amore che supera ogni dannata cosa. Non è una commedia romantica, ma c’è molto humour e Owen e Binoche recitano meravigliosamente... C’è una dicotomia tra immagine e parola, noi cerchiamo di vedere come Jack sia appassionato alla scrittura e quanto Dina ami la pittura. Lo scontro è allo stesso tempo divertente e intenso, ma la vera lotta è all’interno di questi due personaggi. La maggior parte del mio lavoro riguarda la lotta: non importa cosa stanno affrontando, le persone spesso hanno paura di aprirsi agli altri e instaurare legami; sentirsi isolati dà più sicurezza. Essere isolati è una specie di morte, così si preferisce aprirsi e legarsi, ma questo fa paura. La lotta è sempre alla base del mio lavoro
    ".
    Lo sceneggiatore Gerald Di Pego

    "Si tratta di una buona sceneggiatura, scritta in modo intelligente; merce rara al giorno d’oggi. Quando si afferma che il film parla di parole ed immagini, non si tratta di frasi fatte; le parole sono usate in modo magistrale, e c’è veramente una storia da raccontare. La sceneggiatura racconta un amore genuino, veri dilemmi e problematiche difficili da risolvere; è quindi ricca di temi. Si tratta di un ottimo soggetto e di una sceneggiatura ben strutturata. Il rischio che si corre con un soggetto del genere è quello di realizzare un film semplicistico riguardo all’arte, quando in realtà il film non parla solo di questo, ma esplora anche la vita di due persone che stanno affrontando un momento difficile della loro esistenza: lei ha dei problemi fisici che le impediscono di fare le cose che prima facevano parte della sua quotidianità, mentre lui si è reso conto di non essere lo scrittore talentuoso che pensava, e ha difficoltà nell’accettare questa realtà. Il loro incontro li fa tornare a vivere... Si tratta di una storia d’amore inconsueta. In un film come 'Words and Pictures', è importante che ci sia chimica tra i due protagonisti, ed in questo caso c’è eccome. C’è un’intesa incredibile tra i due personaggi, che si percepisce in ogni scena. Traspaiono chiaramente le emozioni che l’uno suscita nell’altra. È evidente che siano fatti l’uno per l’altra e che avranno sempre un rapporto
    elettrizzante. Lo stesso vale per Clive e Juliette... Sono un romantico, ma bisogna fare attenzione. Voglio che le emozioni siano autentiche, e non artificiali. Le devi sentire davvero, come succede nella vita reale
    ".
    Il regista Fred Schepisi