ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Home Page > Movies & DVD > Causeway

    CAUSEWAY

    Oscar 2023: Nomination al Miglior Attore Non Protagonista (Brian Tyree Henry)
    - RECENSIONE - VINCITORE come 'Miglior Opera Prima BNL BNP PARIBAS' alla 17. Festa del Cinema di Roma - in Concorso al Progressive Cinema - L'esordio alla regia per Lila Neugebauer vede protagonista Jennifer Lawrence - Dal 4 Novembre (Internet)

    (Causeway; USA 2022; Drammatico; 92'; Produz.: A24, Excellent Cadaver, IAC Films, IPR.VC; Distribuz.: Apple TV+)

    Locandina italiana Causeway

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Short Synopsis

    Titolo in italiano: Causeway

    Titolo in lingua originale: Causeway

    Anno di produzione: 2022

    Anno di uscita: 2022

    Regia: Lila Neugebauer

    Sceneggiatura: Luke Goebel, Ottessa Moshfegh, Elizabeth Sanders

    Cast: Jennifer Lawrence (Lynsey)
    Brian Tyree Henry (James)
    Linda Emond (Gloria)
    Stephen McKinley Henderson (Dr. Lucas)
    Jayne Houdyshell (Sharon)
    Russell Harvard (Justin)
    Joshua Hull (Addetto alla sicurezza)
    Fred Weller (Rick)
    Sean Carvajal (Santiago)
    Will Pullen (Bro)
    Neal Huff (Neuropsicologo)
    Jaylen Moore (Leader del Team)
    Rebecca Chulew (Lavoratrice alla mensa)
    Han Soto (Fisioterapista)
    Sue-Lynn (Specialista Rivera)

    Musica: Alex Somers

    Costumi: Heidi Bivens

    Scenografia: Jack Fisk

    Fotografia: Diego García

    Montaggio: Robert Frazen, Lucian Johnston

    Effetti Speciali: Matt Kutcher (supervisore)

    Makeup: Ashley Treadaway e Remi Savva (direzione); Dina Sliwiak e Robin Fredriksz (per Jennifer Lawrence)

    Casting: Ellen Chenoweth

    Scheda film aggiornata al: 30 Gennaio 2023

    Sinossi:

    In breve:

    E' la storia di una soldatessa americana, che dopo aver subito una lesione cerebrale mentre combatteva in Afghanistan, fa ritorno a casa, a New Orleans. Oltre a dover affrontare le conseguenze fisiche, la donna si ritrova a fare i conti con traumi psicologici e la difficoltà riscontrata nel dover riadattarsi alla vita a casa in quello che sembra un arduo percorso in salita.
    Il film esplora come un soldato si ritrovi a far fronte a quello che ha vissuto dopo il combattimento, analizzando come talvolta siano le sofferenze e le incomprensioni delle loro vite a spingerli ad arruolarsi.

    In dettaglio:

    Jennifer Lawrence interpreta Lynsey, ingegnere militare tornata negli Stati Uniti dall'Afghanistan con una lesione cerebrale debilitante in seguito all'esplosione di un ordigno. Nel recupero, che è lento e doloroso, deve re-imparare a camminare e riaddestrare la memoria aiutata da una custode chiacchierona, ma tenera (Jayne Houdyshell). Quando torna a casa a New Orleans, però, si trova ad affrontare ricordi ancora più angosciosi e impegnativi di quelli che ha vissuto mentre era in servizio: una resa dei conti con la sua infanzia. Rimasta con la madre (Linda Emond), con cui ha un rapporto teso, Lynsey vorrebbe solo tornare al suo lavoro di ingegnere, ma il suo medico (Stephen McKinley Henderson) è diffidente e così, nel frattempo, trova lavoro come pulitrice di piscine. Quando il suo camioncino si rompe, incontra James Aucoin (Brian Tyree Henry), che lavora in un'autofficina e le offre un passaggio a casa; lentamente i due iniziano a fare affidamento l'una sull'altro per avere compagnia e trovare conforto e Lynsey scopre che anche James sta reprimendo i traumi del proprio passato.
    L'amicizia nascente tra queste due anime danneggiate costituisce il centro e il cuore del primo lungometraggio di Lila Neugebauer: una storia tranquilla, ma devastante, e soprattutto edificante, sul venire a patti con sé stessi e sull'andare avanti.

    Short Synopsis:

    A US soldier suffers a traumatic brain injury while fighting in Afghanistan and struggles to adjust to life back home.

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Ogni regista sa che Jennifer Lawrence è una garanzia e che ha tutte le carte in regola oramai da moltissimo tempo (The Burning Plain - Il confine della solitudine, Un gelido inverno-Winter’s Bone) per fare da pilastro a qualsiasi storia in cui il tormento interiore regni sovrano. E lo sa bene dunque anche la regista teatrale statunitense Lila Neugebauer che, da come gira la macchina da presa, volteggiando su di lei, fa affidamento su quel copione parallelo che è in grado di esprimere la protagonista con il solo linguaggio del corpo e della mente. Qui, ora, in Causeway, la Lawrence si è pure caricata il peso oggettivo di un tormento fisico e non possiamo che restare a guardarla incantati mentre esprime il groviglio di problematiche che fermentano dentro e fuori di sé: con la sua Lynsey, ingegnere militare già operativa in Afghanistan, che, onore al merito, con l’esplosione di un

    ordigno si è guadagnata una lesione cerebrale alquanto invalidante, Jennifer Lawrence incarna a 360° quella ‘strada rialzata, ovvero in salita, del titolo del film, che, in realtà, sembra far riferimento ad una località. In quel recupero lento e doloroso - a tratti simile a quello di Harrison Ford in A proposito di Henry (Regarding Henry), ma epurato da battute o qualsiasi edulcorante narrativo -Lynsey/Lawrence ha davanti a sé un nuovo arazzo esistenziale da ricamare, mentre passo dopo passo, rivela nuove e vecchie priorità. I personaggi satellite che le ruotano intorno, fin dai suoi primi passi del lento recupero assistito, quando si presenta di spalle, in una sorta di estraniamento dalla realtà, contribuiscono a far affiorare il suo vero profilo, con le vere motivazioni che l’hanno spinta a lasciare casa e famiglia per andare in Afghanistan, dove ha peraltro intenzione di tornare una volta guarita. L’incontro con il meccanico di colore

    James (Brian Tyree Henry), sortirà in una reciproca crescita interiore, in odore di risanamento, basata sul mutuo soccorso e su qualche confessione a cuore aperto in grado di cambiare le cose per entrambi. Anche se non mancano ambiguità e tratti talmente indefiniti da creare inevitabili coni d’ombra. Il film ha comunque il pregio di assestare la sua punteggiatura più sui vuoti e le mancanze che sulla ricerca di qualcosa, mentre Lynsey/Lawrence e James/Henry sostano spesso sulle sponde del rispettivo disagio personale, per ragioni diverse eppure condivisibili.

    Prende così sempre più forma l’affresco ammaccato dell’amicizia sincera di due anime danneggiate che, ad un certo punto, inciampa nella sua stessa elettiva peculiarità, intorbidandosi nelle acque di una piscina al chiar di luna. E questo perché permane in entrambi quel genere di confusione affettiva che non può che sfociare in un animato litigio. Ma il carattere ‘indie’ di questa pellicola non si fa

    scrupolo di definire un bel niente, a parte il far luce sull’evoluzione affettiva a carattere familiare: la decisione di Lynsey/Lawrence, proprio in groppa a quel litigio, di incontrare dopo molto tempo il fratello tossico in carcere, e la loro conversazione nel linguaggio dei segni, restano indubbiamente il climax di questo piccolo e vibrante Causeway, che respira a pieni polmoni una elegia del dolore sua propria e che forse, proprio per questo è stato premiato alla 17 Festa del Cinema di Roma come ‘Migliore Opera Prima’.

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)








    trailer ufficiale:

    Links:

    • Jennifer Lawrence

    1| 2

    Galleria Video:

    Causeway - trailer 2

    Causeway - trailer

    Causeway - trailer (versione originale)

    Causeway - featurette 'Intervista video a: regista, cast e produzione' (versione originale)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Fly Me To The Moon - Le due facce della luna

    Una storia d'amore ambientata negli anni Sessanta, durante la corsa allo spazio tra gli Stati ..

    Cult Killer

    In Anteprima al Filming Italy Sardegna Festival 2024 - Antonio Banderas ed Alice Eve ..

    La memoria dell'assassino

    Dal 4 Luglio - Dal Toronto Film Festival 2023 - Michael Keaton si mette ..

    Inside Out 2

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 19 Giugno

    "... personalmente provo molta ansia, come penso ..

    A Family Affair

    Dal 28 Giugno in streaming su Netflix - RECENSIONE - Nicole Kidman e Zac Efron ..

    Hit Man - Killer per caso

    Dal 27 Giugno - Designato 'Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – ..

    Il diritto di uccidere

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Helen Mirren, colonnello militare dell'intelligence, conduce un'operazione remota con ..