ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Aggiornamenti freschi di giornata! (22 Ottobre 2019) - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto .... [continua]

    Dolittle

    DOLITTLE

    New Entry - Il regista e sceneggiatore Stephen Gaghan (script di Traffic e script .... [continua]

    L'uomo invisibile

    L'UOMO INVISIBILE

    New Entry - Dal 20 Marzo .... [continua]

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    37° Torino Film Festival (22-30 Novembre 2019) - VINCITORE del People's Choice Award al .... [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, 17-27 .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 .... [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 anni dalla sua terrificante permanenza all’Overlook Hotel in Shining - Dal 31 Ottobre

    (Doctor Sleep; USA 2019; Thriller Horror; 151'; Produz.: Intrepid Pictures, Vertigo Entertainment e Warner Bros.; Distribuz.: Warner Bros. Pictures Italia)

    Locandina italiana Doctor Sleep

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See Synopsis
    Trailer

    Titolo in italiano: Doctor Sleep

    Titolo in lingua originale: Doctor Sleep

    Anno di produzione: 2019

    Anno di uscita: 2019

    Regia: Mike Flanagan

    Sceneggiatura: Mike Flanagan

    Soggetto: Basato sull'omonimo romanzo di Stephen King.

    Preliminaria - La trama del libro:

    Anni dopo gli avvenimenti che portarono all'incendio dell'Overlook Hotel, in cui perse la vita il guardiano invernale Jack Torrance, il figlio Danny con la madre Wendy prendono alloggio in un modesto appartamento in Florida. Fin dai primi anni dopo la terribile esperienza al grande albergo in Colorado, Danny Torrance continua ad avere visioni, provocate dalla "luccicanza", dei vecchi ospiti dell'Overlook, specialmente della donna morta nella maledetta stanza 237 che si manifesta nel bagno della loro casa seduta sul water. Un giorno Danny chiama il vecchio amico Dick Hallorann, il cuoco afroamericano dell'albergo, lo porta a fare un giro per il mare. Dick porta con se un regalo per Danny, ma prima di aprirlo, decide di raccontargli la sua storia. Dick, quando era bambino, veniva molestato dal nonno pedofilo, che minacciava di rapirlo se avesse raccontato a qualcuno la verità. Dick, per paura, rifiutò di usare la sua "luccicanza" per comunicarlo, e non ne informò neanche la nonna.

    Poco tempo dopo, il nonno morì per un ictus. Sei mesi dopo il suo decesso, Dick si ritrovò il suo spettro sdraiato sul letto della sua camera, nudo con l'aspetto da morto vivente. Dick definisce gli spettri di questo genere sporcaccioni, spiegando che si tratta di persone morte in preda ad una forte rabbia che, rifiutandosi di passare nell'aldilà per paura di cosa li potrebbe attendere, spesso rimangono bloccati nel posto in cui sono morti e dopo un certo tempo svaniscono, ma ce ne sono alcuni che trovano il modo di prolungare la loro presenza restando attaccati a coloro che possiedono l'Aura, che per loro è come una fonte di nutrimento, servendosene per acquistare materialità fisica come falene attratte dalla luce. Dick tuttavia spiega che la "luccicanza" può essere usata anche come arma per fermarli.

    Poi Danny apre il regalo di Dick, che si rivela una piccola scatola in acciaio con una combinazione. Dick gli spiega di studiarla attentamente, per poi crearsene una virtuale nella sua mente. In questo modo, in caso uno degli spettri si fosse manifestato, Danny avrebbe trovato il modo di catturarli e rinchiuderli nella mente.

    Danny, nel passare degli anni, trova quasi tutti gli spettri dell'albergo e li rinchiude nelle scatole di "luccicanza", segregandoli in un angolo della mente. Il bambino domanda se ci fosse modo di cancellarli completamente togliendoseli dalla testa, ma il cuoco Halloran gli risponde in modo enigmatico che sarebbe stato meglio contenerli. Il piccolo Danny riprende così una vita all'apparenza normale.

    Gli anni passano e Dan cresce. Wendy intanto è morta e Dan, come il padre Jack, diventa nel tempo dipendente dall'alcol.

    Una mattina Dan si risveglia nel letto di una ragazza di nome Deenie, ragazza-madre e cocainomane. Quando Tommy, il figlio di lei, cerca di avventarsi sulla cocaina lasciata la sera prima dai due, al protagonista scatta una specie di campanello e scappa.

    Mesi dopo Dan si stabilisce a Frazier, dove conosce il vecchio Billy, e i due diventano subito amici. Danny avverte subito che anche Billy possiede un po' di "luccicanza", ed entrambi si comprendono fin da subito per via dei loro poteri. Inoltre il vecchio riesce a trovargli un lavoro come guidatore del trenino della microcittà di Frazier, ma il problema dell'alcolismo di Dan è sempre presente, al punto che il suo capo lo costringe a recarsi dagli Alcolisti Anonimi.

    Nel frattempo una ragazza di nome Andrea Steiner, che possiede la "luccicanza", viene adescata da una donna bellissima, di nome Rose Cilindro (così chiamata per via del cilindro che porta sempre in testa), che le propone di entrare nel "Vero Nodo". Andrea accetta, e dopo indicibili sofferenze diventa immortale e parte del gruppo.

    La storia si sposta al 2001. Nella cittadina di Anniston, poco lontano da Frazier, nasce una bambina nella famiglia italo-americana Stone, che viene chiamata Abra.

    La piccola mostra sin dall'inizio comportamenti fuori dal normale, che toccano il loro culmine l'11 settembre 2001: la bambina si sveglia nel cuore della notte piangendo e i genitori terrorizzati la portano al pronto soccorso, ma la situazione non cambia. La piccola Abra si calma non appena il secondo aereo di linea dirottato, lo United Airlines 175, si schianta contro la Torre Sud del World Trade Center.

    Intanto Dan ha iniziato a lavorare all'ospizio di Frazier, l'"Helen Rivington" dove, con la "luccicanza", dà conforto agli anziani in fin di vita, venendo per questo etichettato con il soprannome di "Dottor Sonno". Una notte Dan riceve la visita dello spirito di Deenie, morta nel frattempo, che lo avvisa di stare lontano dalla donna col cappello. Dan, spaventato, le urla di andarsene.

    I membri del Vero Nodo, invece, che si nutrono della "luccicanza" (che chiamano "vapore") per prolungare la propria vita ed essere immortali, trovano un ragazzino, lo torturano e gli succhiano via il vapore, per poi seppellirlo. Abra, dotata di una "luccicanza" potentissima, percepisce il Vero Nodo e spaventata si mette in contatto con Tony (vedi Shining).

    Il messaggio di Abra arriva a Dan, che preoccupato cerca di contattare Hallorann, senza successo.

    Dopo qualche anno, Abra e Dan finalmente si incontrano. La ragazzina racconta a Dan quello che ha visto e gli dice che deve sconfiggere il Vero Nodo, poiché Rose Cilindro ha percepito l'enorme forza della sua "luccicanza" e intende catturarla.

    Dan, nel frattempo, all'ospizio, aiuta la paziente più anziana a trapassare. Dopo il decesso dell'anziana signora accade una cosa strana: Dick Hallorann, morto da tempo, prende il corpo della donna e spiega a Dan che i membri del Vero Nodo sono "diavoli vuoti", e che sono malati. Essi si rivelano essere creature dalle fattezze umane, simili ai vampiri, che prolungano la propria esistenza nutrendosi della "luccicanza" altrui. Essi calcano la terra da più di cinquemila anni, fin da quando ancora c'erano le carovane. Per sconfiggerli Dan deve tornare alla sua infanzia, dove si nascondono tutti i demoni. Dopo aver comunicato questo a Dan, Hallorann abbandona il corpo.

    Il Vero Nodo percepisce la Luccicanza di Abra, e Rose cerca di stabilire un contatto con la ragazzina, ma Abra con uno stratagemma la attacca e fruga nella sua testa. Rose si risveglia, e ad attenderla c'è una brutta sorpresa. Nonno Zecca (membro più anziano del Nodo) ha contratto il morbillo da un ragazzo giocatore di baseball. I membri, preoccupati capiscono che l'unico modo per guarire è Abra, così partono alla ricerca della ragazzina.

    Dan e John Dalton, il pediatra di Abby a cui Dan, grazie alla "luccicanza", aveva dato una mano in passato, intanto trovano il guanto da baseball, e vanno a casa di Abra, dove li accoglie il padre di Abra, che, preoccupato per la figlia, si fa raccontare tutto. Intanto la nonna di Abra, Concetta Anderson, ammalata di cancro, viene raggiunta in ospedale da Dan. All'arrivo di Lucy (madre di Abra), Concetta è ormai spirata, ma Dan riferisce le ultime parole dell'anziana che, studentessa, aveva avuto una relazione con un uomo, il professore preuniversitario Jack Torrance, e che quest'ultimo era il padre di Lucy. Dan e Lucy sono quindi fratellastri.

    Abra contatta Rose e la sfida, proponendole uno scontro, solo tra loro due. Rose accetta e le dice di venire al campeggio Bluebell, proprietà del Nodo, sulle montagne rocciose.

    Dan e Abra stabiliscono un contatto, e la ragazzina, in forma incorporea, accompagnata da Dan e da Billy (che, come già detto, possiede un briciolo di "luccicanza") si reca sul tetto del mondo, dove anni prima sorgeva l'Overlook Hotel.

    Lo scontro sul tetto del mondo è brutale. il Nodo, decimato dalle malattie e attaccato dai fantasmi dell'Overlook che Danny libera dalla sua mente, perde. Rose, grazie al provvidenziale intervento del fantasma di Jack Torrance, cade dal tetto del mondo, e sfuma via, lasciando il cappello, impregnato di un'intensa magia nera, a cui Dan dà fuoco.

    Abra, Dan e Billy tornano ad Anniston vittoriosi.

    Il libro finisce con il quindicesimo compleanno di Abra e gli altrettanti anni di sobrietà di Dan, che è ritornato all'ospizio e ha ripreso il suo lavoro di medico.

    Cast: Rebecca Ferguson (Rose Cilindro)
    Ewan McGregor (Danny Torrance)
    Jacob Tremblay (Danny Torrance bambino)
    Zahn McClarnon (Crow Daddy)
    Bruce Greenwood (Dr. John Dalton)
    Carel Struycken (Nonno Flick)
    Emily Alyn Lind (Snakebite Andi)
    Kyliegh Curran (Abra Stone)
    Jocelin Donahue (Lucy)
    Nicholas Pryor (Eddie)
    Carl Lumbly (Dick Hallorann)
    Cliff Curtis (Billy Freeman)
    Chelsea Talmadge (Deenie)
    Selena Anduze (Apron Annie)
    Alex Essoe (Wendy Torrance)
    Cast completo

    Musica: The Newton Brothers

    Costumi: Terry Anderson

    Scenografia: Maher Ahmad ed Elizabeth Boller

    Fotografia: Michael Fimognari

    Montaggio: Mike Flanagan

    Makeup: Robert Kurtzman (direzione make up degli effetti speciali)

    Casting: Anne McCarthy e Kellie Roy

    Scheda film aggiornata al: 14 Novembre 2019

    Sinossi:

    Ancora irrimediabilmente segnato dal trauma che ha vissuto da bambino all’Overlook, Dan Torrance ha combattuto per trovare una parvenza di pace. Ma questa tregua va in frantumi quando incontra Abra, un’adolescente coraggiosa con un potente dono extrasensoriale, noto come la “luccicanza”. Riconoscendo istintivamente che Dan condivide il suo potere, Abra lo contatta, invocando disperatamente il suo aiuto contro la spietata Rose the Hat e i suoi seguaci, i membri del ‘True Knot’, che si nutrono della Luccicanza degli innocenti alla ricerca della loro immortalità. Formando un’improbabile alleanza, Dan e Abra si impegnano in una brutale lotta tra la vita e la morte contro Rose the Hat. L’innocenza di Abra e l’intrepida consapevolezza della sua Luccicanza costringono Dan a invocare i suoi stessi poteri come mai prima d’ora – affrontando immediatamente le sue paure e risvegliando i suoi fantasmi del passato.

    Synopsis:

    Years following the events of "The Shining", a now-adult Dan Torrence meets a young girl with similar powers as his and tries to protect her from a cult known as The True Knot who prey on children with powers to remain immortal.

    On highways across America, a tribe of people called The True Knot travel in search of sustenance. They look harmless-mostly old, lots of polyester, and married to their RVs. But as Dan Torrance knows, and tween Abra Stone learns, The True Knot are quasi-immortal, living off the "steam" that children with the "shining" produce when they are slowly tortured to death. Haunted by the inhabitants of the Overlook Hotel where he spent one horrific childhood year, Dan has been drifting for decades, desperate to shed his father's legacy of despair, alcoholism, and violence. Finally, he settles in a New Hampshire town, an AA community that sustains him, and a job at a nursing home where his remnant "shining" power provides the crucial final comfort to the dying. Aided by a prescient cat, he becomes "Doctor Sleep." Then Dan meets the evanescent Abra Stone, and it is her spectacular gift, the brightest shining ever seen, that reignites Dan's own demons and summons him to a battle for Abra's soul...

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Il solo pensare di dare un seguito ad un cult movie come lo Shining di Stanley Kubrick, ha tutto il potenziale di un’idea semplicemente folle. Non per Mike Flanagan (nutritosi a pane e horror: Oculus - Il riflesso del male, Il terrore del silenzio, Oujia-Il riflesso del male) che ci si è tuffato a capo fitto e, si direbbe, con le migliori intenzioni. Ma, in effetti, a ben vedere, il primo ad azzardare, è stato lo stesso autore di Shining: perché il Doctor Sleep letterario nasce per l’appunto dalla penna di Stephen King. E dunque, prima di esprimere giudizi sulla piega intrapresa nel seguito, ci sarebbe da considerare la scrittura che ha ispirato il corpo e l’anima del Doctor Sleep in celluloide: entrambi allineati sull’idea di fondo che torna sulle orme di Danny Torrance a quarant’anni dalla sua orrorifica permanenza all'Overlook Hotel. Poteva prospettarsi come un’impresa a dir poco titanica

    e probabilmente la realizzazione del film lo è stata. Diciamo che non era necessario darlo a vedere accordandosi su una dilatazione temporale inutile, soprattutto quando assestata sugli stessi registri. Probabile che la prolissità letteraria di Stephen King abbia trovato le parole giuste per spiegare meglio concetti analoghi, ma nel cinema la condensazione e la sintesi con il sostegno di immagini e montaggio orchestrati ad arte, è fondamentale perché si possano calibrare suspense e spessore emotivo. Come collegarsi allora a una pellicola tanto ‘ingombrante’ dal punto di vista artistico trovando la giusta intensità espressiva al naturale sviluppo di un simile evento?

    E’ bene precisare che forse il merito di spunti narrativi azzeccati ed efficaci, seppure non certo inediti allo sguardo odierno, si deve allo scrittore prima che al regista. Dopo l’apripista del cult Shining (1980), ne è passata di acqua sotto i ponti su certe tematiche, e fin dagli stessi anni Ottanta,

    ad esempio con i vari Poltergeist: per cui siamo ormai avvezzi a sentir parlare di ‘luccicanza’, dell’aura dei vivi che attrae le anime di morti rimasti intrappolati in quella sorta di limbo tra terra e al di là. Aura, o ‘luccicanza’ che dir si voglia, che queste anime ‘pendenti’ bramano e di cui si nutrono senza mai saziarsi del tutto in Doctor Sleep. Chissà quante volte avrete visto quelle spirali che potremmo definire il ‘fumo del respiro, essenza di vita’. Ma forse non avete mai visto intrappolare quel ‘vitale vapore’ in bombolette come scorta in caso di carestia! Beh, nel Doctor Sleep di Mike Flanagan diventano quasi la spina dorsale del film, tradotto in una sorta di ‘neo-vampirismo’ - peraltro di reminiscenza anche carpenteriana (Fantasmi da Marte) - che, unito a contaminazioni in stile ‘zombie’, declinati con stucchevoli motivi di ritorno, sentenziano l’asfissia di un sequel dal potenziale interessante. Ad

    esempio il motivo della ‘luccicanza’ esercitato dal protagonista nell’hospice con le persone a fine vita, con una gatta pronta a presenziare puntualmente quando qualcuno si avvicina a lasciare questo mondo, sarebbe forse stato un registro da valorizzare ulteriormente, giacché è pure il motivo che dà senso al titolo di libro e film: Doctor Sleep, il dottore - che poi dottore non è - del sonno, della dolce morte, ovvero il Danny Torrence di EwanMcGregor quarant’anni dopo. Un registro senz’altro più focale che non le morti inflitte ad oltranza, a seguito di tortura, a dei bambini innocenti, per ricavare la maggiore dose in miglior qualità possibile di ‘vapore’ o ‘aura’ che dir si voglia, come nutrimento per prolungare la vita. Opera costante di un gruppo malefico, ‘Nodo’, in cui eccelle, in punta di bellezza più che di autentica bravura, Rebecca Ferguson con la sua Rose Cilindro. Una setta di adepti perennemente

    affamati di ‘luccicanza’ e dunque a caccia di anime da ‘succhiare’.

    Si devono d’altra parte riconoscere a Flanagan un certo senso di responsabilità nel riallacciarsi al meglio dal punto di vista narrativo con il classico precedente: il prologo, ad esempio, che ci introietta nella nuova storia, è veramente ben orchestrato. Parsimoniose ‘fialette’ dell’originale Shining vengono poi iniettate nel nuovo tessuto narrativo con sostanziale efficacia in corso d’opera. Una finestra aperta sugli incubi del protagonista ormai adulto che, come c’era da aspettarsi - a seguito di quella terrificante esperienza dell’infanzia – si presenta abbastanza incasinato e disorientato, inzuppato di alcool e a un passo dalla deriva. Ma poi sulla sua strada compaiono Cliff (Billy Freeman), la piccola Abra (Kyliegh Curran) e il percorso riprende vita mentre si complica fino ad intorcinarsi su se stesso. I contatti tra Danny (un tiepido McGregor) e Abra per via telepatica, con messaggi sulla lavagna, mentali o

    tramite illusoria presenza corporea, riportano alla ribalta l’hotel degli orrori, per un ottimo motivo. E così come nel prologo, dopo una lunga - troppo - digressione centrale, in cui troneggiano collegamenti telepatici ad oltranza, in una sorta di caccia e colluttazione in cui la mente pilota il corpo, guadagniamo un finale che recupera una certa nobile dimensione, sull’onda lunga di un inaspettato, ‘visionario’ incontro, per una intrigante resa dei conti.

    Secondo commento critico (a cura di La parola al film)


    trailer ufficiale:



    teaser trailer ufficiale:

    Links:

    • Ewan McGregor

    • Bruce Greenwood

    • Cliff Curtis

    • Rebecca Ferguson

    • Jacob Tremblay

    • HAPPY HALLOWEEN 2019 - 'CelluloidPortraits' rende omaggio al cult 'Shining' di Stanley Kubrick con l'invito di andare al cinema per il 'Doctor Sleep' di Mike Flanagan (Speciali)

    Altri Links:

    Partecipa alla conversazione:

    #DoctorSleepILFILM

    1 | 2 | 3

    Galleria Video:

    Doctor Sleep - trailer 2

    Doctor Sleep - trailer

    Doctor Sleep - trailer (versione originale)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile personaggio creato e interpretato da .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a Venezia 76. .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Sez. Alice nella Città - .... [continua]

    The Report

    THE REPORT

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Dal Sundance Film Festival .... [continua]

    Storia di un matrimonio

    STORIA DI UN MATRIMONIO

    Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - Si direbbe un nuova versione di .... [continua]

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del Cinema di Cannes - RECENSIONE .... [continua]