ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Felice Estate!

    ..

    Home Page > Movies & DVD > Limonov: The Ballad

    LIMONOV:THE BALLAD

    Da Cannes 77. - in Concorso - Il progetto del film ha visto un passaggio di prese in carico non proprio usuale. Inizialmente doveva dirigerlo Saverio Costanzo che ha poi passato la mano. La scelta è caduta allora su Pawel Pawlikowski che ha scritto una sceneggiatura che è stata utilizzata da Kirill Serebrennikov dopo che il regista polacco ha maturato l'idea di non riuscire ad apprezzare fino in fondo la figura di Limonov - Dal 19 Settembre

    (Limonov; Italia, Francia, Spagna 2014; Biopic; 138'; Produz.: Wildside, Chapter 2, FremantleMedia España, France 3 Cinéma, Vision Distribution, Hype Studios; Distribuz.: Vision Distribution)

    Locandina italiana Limonov: The Ballad

    Rating by
    Celluloid Portraits:




    Titolo in italiano: Limonov: The Ballad

    Titolo in lingua originale: Limonov

    Anno di produzione: 2014

    Anno di uscita: 2024

    Regia: Kirill Serebrennikov

    Sceneggiatura: Pawel Pawlikowski, Ben Hopkins, Kirill Serebrennikov

    Soggetto: Ispirato al romanzo biografico di Emmanuel Carrere (pubblicato da Adelphi) e diventato presto bestseller internazionale. Annunciato l'acquisto dei diritti a Cannes 66.

    PRELIMINARIA - IL LIBRO:

    Limonov non è un personaggio inventato. Esiste davvero: "è stato teppista in Ucraina, idolo dell'underground sovietico, barbone e poi domestico di un miliardario a Manhattan, scrittore alla moda a Parigi, soldato sperduto nei Balcani; e adesso, nell'immenso bordello del dopo comunismo, vecchio capo carismatico di un partito di giovani desperados. Lui si vede come un eroe, ma lo si può considerare anche una carogna: io sospendo il giudizio" si legge nelle prime pagine di questo libro. E se Carrère ha deciso di scriverlo è perché ha pensato "che la sua vita romanzesca e spericolata raccontasse qualcosa, non solamente di lui, Limonov, non solamente della Russia, ma della storia di noi tutti dopo la fine della seconda guerra mondiale". La vita di Eduard Limonov, però, è innanzitutto un romanzo di avventure: al tempo stesso avvincente, nero, scandaloso, scapigliato, amaro, sorprendente, e irresistibile. Perché Carrère riesce a fare di lui un personaggio a volte commovente, a volte ripugnante - a volte perfino accattivante. Ma mai, assolutamente mai, mediocre. Che si trascini gonfio di alcol sui marciapiedi di New York dopo essere stato piantato dall'amatissima moglie o si lasci invischiare nei più grotteschi salotti parigini, che vada ad arruolarsi nelle milizie filoserbe o approfitti della reclusione in un campo di lavoro per temprare il "duro metallo di cui è fatta la sua anima", Limonov vive ciascuna di queste esperienze fino in fondo...

    (Libro sul film: Limonov di Emmanuel Carrère, 356 pp, collana Fabula, 2012, 19 E.)

    Preliminaria - Un progetto passato di mano in mano:

    Eduard Limonov (1943-2020) è stato un personaggio folle e controverso. Il romanzo ispirato alla sua vita, Limonov di Emmanuel Carrère (2011), è stato un caso letterario. Si parlava da anni di una versione cinematografica: era un progetto di Saverio Costanzo, che poi ha preferito concentrarsi per anni su un altro universo letterario popolarissimo, i romanzi di Elena Ferrante. È subentrato il regista polacco Pawel Pawlikowski che ha scritto una sceneggiatura che è stata utilizzata poi da Kirill Serebrennikov, dopo che Pawlikowski ha maturato l'idea di non riuscire ad apprezzare fino in fondo la figura di Limonov.

    Cast: Ben Whishaw (Eduard Limonov)
    Masha Mashkova (Anna)
    Tomas Arana (Stephen)
    Sandrine Bonnaire
    Odin Lund Biron (Ethan)
    Louis-Do de Lencquesaing
    Viktoria Miroshnichenko (Elena)
    Ivan Ivashkin (poeta)
    Victor Solé (Carlos)
    Corrado Invernizzi (Lonya)
    Alexander Prince Osei (Chris)

    Musica: Massimo Pupillo

    Fotografia: Roman Vasyanov

    Montaggio: Yuriy Karikh

    Scheda film aggiornata al: 30 Maggio 2024

    Sinossi:

    In breve:

    Il film racconta la scandalosa storia del poeta radicale sovietico Eduard Limonov (Ben Whishaw). Dopo aver raggiunto una certa fama in patria, si trasferì a New York, dove visse anche come senzatetto, per poi tornare in Europa, a Parigi. Qui Limonov entrò nei circoli letterari francesi e ricevette perfino la cittadinanza.
    Al suo ritorno, dopo la caduta dell'URSS, venne definito un antieroe politico, ma fu attivissimo in politica specialmente in campo bellico.

    In altre parole:

    Ä–duard Limonov (Ben Whishaw), un teppista di strada nell'Ucraina sovietica del dopoguerra, diventa un poeta autodidatta a Mosca negli anni del Disgelo; emigrato a New York, perde tutto e passa da barbone a maggiordomo in casa di milionari; raggiunge la fama in Francia scrivendo schiettamente delle sue vicissitudini e appetiti sessuali; cacciato dai salotti letterari dopo aver combattuto in Jugoslavia al fianco di criminali di guerra serbi, torna infine nella Russia post-sovietica, fondando un partito "nazional-bolscevico" e diventando inaspettatamente uno dei riferimenti dell'opposizione a Putin.

    Links:

    • Ben Whishaw

    1

    Galleria Video:

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Fly Me To The Moon - Le due facce della luna

    Una storia d'amore ambientata negli anni Sessanta, durante la corsa allo spazio tra gli Stati ..

    Cult Killer

    In Anteprima al Filming Italy Sardegna Festival 2024 - Antonio Banderas ed Alice Eve ..

    La memoria dell'assassino

    Dal 4 Luglio - Dal Toronto Film Festival 2023 - Michael Keaton si mette ..

    Inside Out 2

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 19 Giugno

    "... personalmente provo molta ansia, come penso ..

    A Family Affair

    Dal 28 Giugno in streaming su Netflix - RECENSIONE - Nicole Kidman e Zac Efron ..

    Hit Man - Killer per caso

    Dal 27 Giugno - Designato 'Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – ..

    Il diritto di uccidere

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Helen Mirren, colonnello militare dell'intelligence, conduce un'operazione remota con ..