ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Aggiornamenti freschi di giornata! (21 Novembre 2019) - Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall .... [continua]

    On the Rocks

    ON THE ROCKS

    New Entry - 2020 .... [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma (Auditorium Parco della Musica, 17-27 .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Doctor Sleep

    DOCTOR SLEEP

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Sequel della storia di Danny Torrance, a 40 .... [continua]

    Motherless Brooklyn - I segreti di una città

    MOTHERLESS BROOKLYN-I SEGRETI DI UNA CITTA'

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Edward Norton si fa .... [continua]

    Home Page > Flash News

    71. Cannes - Un cerchio d'amore melò nella Guerra Fredda. Applausi per Cold War di Pawlikowski, premio Oscar con 'Ida'

    11/05/2018 - CANNES - Con Cold War di Pawel Pawlikowski, applaudito film in concorso oggi al Festival di Cannes, si racconta un cerchio d'amore melò che parte dalla Polonia, tra le macerie della seconda Guerra mondiale, e lì ritorna alla fine degli anni Sessanta. E questo attraversando Parigi, Berlino e Jugoslavia. Un film, in rigoroso bianco e nero, pieno di musica, da quella folkloristica polacca fino al jazz.

    Tutto inizia nella Polonia del '46 con minimaliste riprese di un gruppo di musiche e danze popolari: i Mazowsze. Da qui l'idea, dell'allora partito comunista, di rinnovare questo gruppo tramite un casting. Un modo per formare una nuova realtà artistica che fosse un biglietto da visita per la Polonia fedele ai valori comunisti. Qui si incontrano per la prima volta That Wiktor (Tomas Kot), musicista selezionatore del cast insieme a Irena (Agata Kulesza), e la bella popolana Zula (Joanna Kulig), il tutto, ovviamente, sotto la supervisione di un fedelissimo del partito: Kaczmarek (Borys Szcy). Per Wiktor è colpo di fulmine e Zula, tra opportunismo e vera fascinazione, ricambia. Questo è però solo l'inizio di una storia d'amore impossibile e piena di ostacoli. Tra Varsavia, Parigi e la Jugoslavia, i due si perdono, hanno altre storie, ma sono sempre come in un lungo inseguimento l'uno dell'altro. Lui si ritrova a un certo punto in galera per raggiungerla, mentre lei è ormai diventata una nota cantante. Ma, come accade nelle più belle storie d'amore, alla fine Wiktor e Zula si ritroveranno ancora insieme, in Polonia, dove tutto era cominciato.

    Girato nel formato accademico 1:33, il film, come era già per 'Ida' con il quale il regista ha vinto l'Oscar come miglior film straniero, è pieno di classicità, nostalgia, sguardi e attese. E non caso di nostalgia ha parlato Pawlikowski in conferenza stampa a Cannes, citando più volte il suo odio per i cellulari. "Sì - ha ammesso il regista - 'Cold War' è un film molto classico forse anche al di là di quanto non lo sia io, in fondo sono cresciuto con il cinema degli anni Cinquanta e Sessanta. Certo - ribadisce - volevo fare un film senza cellulari, una storia in cui ancora ci si guarda, si deve aspettare, non si è mai distratti. Comunque state tranquilli - ha sottolineato - non è certo la nostalgia dello stalinismo che mi porta così indietro nel tempo, ma piuttosto il rimpianto di come si viveva allora". A fine film la dedica ai suoi genitori entrambi scomparsi: "Mi sono ispirato a loro perché la loro storia d'amore è stata tempestosa. Si sono lasciati e ripresi mille volte e questo attraversando paesi e città. Loro erano fatti così".

    (ANSA CINEMA)

    Flash News recenti

    21/11/2019 - ‘Star Wars’ Composer John Williams Nabs 71st Grammy Nom 58 Years After His First [leggi...]

    21/11/2019 - Morto a 62 anni il regista brasiliano Fabio Barreto. Era in coma dal 2009. Diresse 'Lula, il figlio del Brasile' [leggi...]

    21/11/2019 - Un sequel per 'Joker'? Rumors da Hollywood. Incontro Todd Phillips con Emmerich di Warner Bros [leggi...]

    20/11/2019 - 'Ravenna Strikes Back', evento per fan di Star Wars. Modelli scala reale e costumi ufficiali. Ospite d'onore Tim Rose [leggi...]

    20/11/2019 - Ecco manifesto 'Tolo Tolo', Zalone in cammino nel deserto. Il film uscirà nelle sale il primo gennaio 2020 [leggi...]

    19/11/2019 - 'Cetto c'è' e questa volta è sovranista'. Albanese: 'Ormai la mia maschera superata dalla realtà' [leggi...]

    18/11/2019 - Successo a Hollywood per 'Il Traditore', parte la campagna. Anche Sorrentino a premiere del film di Bellocchio con Favino [leggi...]

    18/11/2019 - 'Le Mans 66' debutta in vetta al box office. Seguono 'Le ragazze di Wall Street' e 'Sono solo fantasmi' [leggi...]

    17/11/2019 - Box office Usa, primo 'Le Mans '66'. Seconda piazza per 'Midway', solo 8 milioni per 'Charlie's Angels' [leggi...]

    17/11/2019 - 'The Irishman', Zaillian a Capri 'award' per script. A dicembre omaggio a film Martin Scorsese aspettando gli Oscar [leggi...]

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile personaggio creato e interpretato da .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a Venezia 76. .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Sez. Alice nella Città - .... [continua]

    The Report

    THE REPORT

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Dal Sundance Film Festival .... [continua]

    Storia di un matrimonio

    STORIA DI UN MATRIMONIO

    Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - Si direbbe un nuova versione di .... [continua]

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del Cinema di Cannes - RECENSIONE .... [continua]