ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    E poi c'è Katherine

    E POI C'E' KATHERINE

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Soprannominato da "Vanity Fair" 'Il .... [continua]

    Wasp Network

    WASP NETWORK

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    The Laundromat

    THE LAUNDROMAT

    76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - The Laundromat (lett. La lavanderia) .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Marriage Story

    MARRIAGE STORY

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Eurovision

    EUROVISION

    New Entry - 2020 .... [continua]

    J'accuse (L'ufficiale e la spia)

    J'ACCUSE (L'UFFICIALE E LA SPIA)

    New Entry - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - Dal .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Personaggi dietro le quinte > RANGO - La ILM porta fotograficamente in vita un mondo reale popolato da personaggi incredibili - Note di produzione

    Dietro le quinte: RANGO - La ILM porta fotograficamente in vita un mondo reale popolato da personaggi incredibili - Note di produzione (Film)

    Nella Galleria Fotografica le immagini del Red Carpet della World Première del 14 febbraio 2011 al Regency Village Theater di Los Angeles in occasione del lancio della nuova produzione e nella Galleria Video le interviste a Johnny Depp e al cast durante la manifestazione.

    LA REALTA' DI RANGO: LA ILM PORTA FOTOGRAFICAMENTE IN VITA UN MONDO REALE POPOLATO DA PERSONAGGI INCREDIBILI

    Quandò si trattò di scegliere lo studio d’animazione che convertisse in animazione il lavoro dei disegnatori e le performances degli attori immergendo il pubblico nella fantastica realtà di Rango… Gore Verbinski ancora una volta virò verso l’inatteso.
    Voleva che il pubblico si relazionasse in modo viscerale con le avventure di Rango – sentisse ogni spina dei cactus, ogni increspatura di colore di ogni vicolo, lo spigolo traballante di tutti gli edifici, e soprattutto, ogni battito del cuore dei personaggi. Quindi, piuttosto che scegliere tra i soliti sospetti, Verbinski andò dai pensatori-digitali che già conosceva della ILM, Industrial Light & Magic. Naturalmente, la ILM non è sconosciuta al pubblico per la sua magia digitale. Fondata da George Lucas per creare gli innovativi effetti speciali della sua saga ‘Guerre Stellari’, la ILM ha realizzato anche alcuni degli effetti speciali più amati dai - cinefili per film come ‘Terminator’, ‘Jurassic Park’, ‘The Mask’, ‘Iron Man’,
    Transformers’ e ‘Avatar’. Verbinski stesso ha collaborato a stretto contatto con la ILM per generare i personaggi computerizzati de ‘Pirati dei Caraibi: La Maledizione Del Forziere Fantasma’ e 'Pirati dei Caraibi: Ai confini del Mondo’.
    Ma la ILM non si era mai avventurata prima in un vero e proprio lungometraggio d’animazione e per Verbiski questo ha rappresentato un vero e proprio vantaggio. “Dal momento che non avevo mai fatto un film d'animazione prima e la ILM neppure, sapevamo almeno che ne sarebbe derivato un risultato diverso da qualsiasi altro”, dice Verbinski. "Non volevo che il personaggio di Rango risultasse come disarticolato dalla voce di Johnny Depp, volevo che Rango sembrasse Johnny Depp, e la ILM sapeva come rendere quel tipo di realismo”.
    Alla ILM però prima dovettero riprendersi dallo shock dell’offerta. “Sono un grande fan dell’animazione, ma ammetto eravamo un pò scettici”, ricorda il supervisore agli effetti visivi John Knoll, che aveva collaborato con Verbinski ai Pirati. “Poi abbiamo visto i disegni dei personaggi e degli ambienti sorprendenti e… bene abbiamo accettato. Abbiamo visto il potenziale di questa storia che era davvero speciale, ed è ciò che amiamo fare”.
    Il progetto sarebbe diventato ciò che Knoll chiama ‘buster-paradigma’ per la ILM, cioè l’apportare modifiche ai metodi di lavorazione della società cambiandone la mappatura e spingendo gli artisti verso luoghi fino ad allora inesplorati. “Amiamo I progetti che ci costringono a ri-delineare i nostri confini”, spiega Knoll. “Il livello di interazione e gli effetti richiesti dai disegni diRangoci hanno ispirato a chiederci: Come possiamo pensare in modo differente dal modo in cui lavoriamo di solito e farlo nella maniera più efficiente e creativa possible?”.
    Aggiunge il supervisore agli effetti visivi Tim Alexander, che ha supervisionato ogni singolo frame: “Eravamo in grado di tradurre la nostra esperienza dai film live-action all’animazione. Gore ha voluto fosse ricreato un ambiente molto ricco e articolato di cui il pubblico avrebbe potuto sentirne il calore, il sapore della polvere, la grinta e la sporcizia, – come se davvero avessimo girato un film in mezzo al deserto.
    La scala su cui ci siamo mossi per questo film è stata la più grande con la quale ci fossimo mai misurati, questo significava che dovevamo guardare veramente al nostro flusso di lavoro e trovare nuovi modi per razionalizzare le nostre procedure abituali
    ”.
    La fiducia che la ILM avrebbe preso questa palla e avesse iniziato a giocarci era a portata di mano. Afferma lo sceneggiatore John Logan: “L’unico motivo per cui abbiamo creato personaggi così complessi era perchè sapevamo che la ILM sarebbe stata in grado di animarli. Abbiamo parlato molto delle anime e delle interiorità dei personaggi, e alla ILM avrebbero capito. In primo luogo, gli attori hanno dovuto creare qualcosa di onesto e vero ma poi gli animatori hanno dovuto creare qualcosa di altrettanto onesto e vero, questo è più articolato della tecnologia". Il processo alla ILM è iniziato con l’opera del visual-designer Crash McCreery, che ha disegnato le opere d’arte con un tatto ‘fotografico’ che ha poi spinto tutta la creatività della ILM. “Gore ha voluto che tutto venisse approcciato da angolazioni diverse, ed è l’angolo in cui sono avvezzo a lavorare” scherza McCreery. “Appena Gore mi ha nominato la parola Western, la mia mente è subito corsa a Sergio Leone e a quella granulosa sensibilità, che non si vede spesso nell’animazione, ma che ci attraeva enormemente entrambi”.
    Quando si è sviluppato il personaggio principale, Rango, che appare in più di 1000 frames digitali, McCreery ha usato ogni possible risorsa per raffinare il look della lucertola. “Abbiamo esaminato tutto, dai diversi tipi di texture per le diverse specie di lucertola a Don Knotts”, spiega McCreery. “Abbiamo voluto che Rango fosse il più attraente possibile agli occhi del pubblico, ma al tempo stesso abbiamo lasciato come una tela bianca sul viso per le espressioni vocali ed emotive che Johnny avrebbe impresso”.
    La visione di Polvere di McCreery pose un’altra torsione nella concezione della sgangherata città costruita dai pionieri, con tutto quello che potevano trovare. ”Da lontano Polvere appare come la tipica città del selvaggio West, ma quando ti avvicini vedi che le cose sono fatte con bastoni di ghiacciolo, bombolette spray, vecchi pneumatici e tutto quel genere di cose. La città è un altro dei personaggi del film”, dice.
    Una volta che la ILM ha iniziato a lavorare all’art, una delle più grandi sfide è stata la grandezza del cast. “Spesso, i film animati hanno solo alcuni personaggi principali, mentre inRangone abbiamo almeno 60 e sono tutti molto complessi, e tutti hanno dei primi piani”, osserva Tim Alexander. “Per fortuna, i nostri animatori si sono innamorati della loro unicità”. Hal Hickel, che ha affilato i suoi denti alla Pixar di ‘Toy Story’, prima di entrare alla ILM, dice: “Ero così eccitato; sono stati già fatti un paio di Western d’animazione, ma conRangoil discorso è del tutto nuovo. Eppure, strani come sono i personaggi, riescono a trasportare in un mondo realistico come se si potessero davvero toccare, quasi che con i loro odori e i loro respiri fossero seduti di fronte a voi!”.
    Hickel e il team di animatori di 55 persone furono ispirati dallo spirito di dare le sfumature viste nelle registrazioni HD delle performances degli attori. Viste le prestazioni attoriali, si decise di puntare su una tonalità rara nell’animazione: la comicità sottile. “Le performances degli attori non rappresentavano i cartoni animati ma piuttosto quell’umorismo stilizzato che cercavamo”, commenta Hickel. “C’è un sacco di quiete in questi personaggi, questo stride con gli animatori, che di solito preferiscono dar movimento alle cose! Ma abbiamo scoperto che, mantenendo le cose il più semplici possible, quella quiete sarebbe saltata fuori”. Verbinski ha costantemente spinto gli animatori a dare più verve ai personaggi. “Gore aveva scelto la sua parola preferita: Fuzz (pelliccia)”, osserva Hickel. “Ogni volta che voleva le cose più strane e divertenti, diceva ‘Dammi un 10% in più di pelliccia!!!’. L’emotività è stata molto importante per lui”.
    Per Hickel, la cosa che dà un’impostazione al film non è tanto la tecnologia quanto i sentimenti allucinati e dal cuore grande. “Le innovazioni apportate da questo film sono più di natura creativa che non tecnologica”, conclude. “E’ stato l’avvicinarsi al progetto in maniera differente da come l’avrebbero fatto altri animatori. Abbiamo speso molto tempo a parlare dei problemi tecnici ma molto più tempo a parlare di quale cosa avrebbe reso quella scena più divertente o più movimentata. Quella è stata la parte più impressionante. Verbinski non ha solamente voluto che i personaggi avessero una consistenza viscerale e un’emotività volubile come gli attori umani – lui ha voluto che Rango fosse girato come un vero film con tutti i crismi, forgiando le atmosfere con le luci e le lenti adatte”.
    Mentre gli animatori sperimantavano un aspetto fresco e fotografico, lo stile ha preso una vita propria. Tim Alexander spiega: “Abbiamo basato tutto quanto fatto sulla realtà. Abbiamo anche fatto viaggi nel deserto per vedere come avrebbe funzionato la luce e che tipo di esposizione avremmo usato se realmente avessimo girato all’aperto. Tutte le telecamere son state coinvolte, come in un vero live-action. Ad esempio, nel saloon, ogni dettaglio è stato curato in profondità e ogni ripresa è singolarmente illuminata e fotografata. Il risultato è divertente, un ambiente sgangherato che ricordaC’era Una Volta Il West’”. Roger Deakins, il 9 volte nominato all’Oscar®, direttore della fotografia, rinomato per la sua capacità di scolpire le immagini con la luce, è entrato in ‘Rango’ come consulente, esternando brillanti idee visive al team della ILM. “E’ stato incredibile avere Roger a nostra disposizione”, dice Alexander. “Potevamo mostrargli una scena e lui diceva ‘Questo è come l’avrei girata se fossi stato in un film live-action’, e questo aveva enorme influenza sul nostro lavoro. Dava moltissimi suggerimenti terrificanti e ci lasciava vedere attraverso i suoi occhi”.
    L’ironia è che l’enfasi tra Verbinski e la ILM, sugli elementi della realtà, ha creato un mondo onirico in cui si svolge la ricerca di Rango e del suo Io. Riassume Alexander: “La nostra speranza era quella di creare un'esperienza molto sensoriale, in cui sarebbe stato possibile percepirne la trama attraverso la pelle di questi personaggi, in cui sarebbe stato possibile avvertire la sabbia che soffia in giro per il deserto e dove si sentisse l'amore, sempre presente nel viaggio di Rango".

    Dal >Press-Book< di Rango

    1 | 2 | 3 | 4 | 5

    Galleria Video:

    Rango - L'arrivo dei 'Talent' sul Red Carpet della World Première del 14 febbraio 2011 al Regency Village Theater di Los Angeles (versione originale)

    Rango - Intervista a Johnny Depp, voce originale di 'Rango/Lars', sul Red Carpet della World Première del 14 febbraio 2011 al Regency Village Theater di Los Angeles (versione originale)

    Rango - Intervista a Isla Fisher, voce originale di 'Borlotta', sul Red Carpet della World Première del 14 febbraio 2011 al Regency Village Theater di Los Angeles (versione originale)

    Rango - Intervista ad Abigail Breslin, voce originale di 'Priscilla', sul Red Carpet della World Première del 14 febbraio 2011 al Regency Village Theater di Los Angeles (versione originale)

    Rango - Intervista al regista Gore Verbinski sul Red Carpet della World Première del 14 febbraio 2011 al Regency Village Theater di Los Angeles (versione originale)

    <- torna all'elenco dei personaggi dietro le quinte

    Il signor diavolo

    IL SIGNOR DIAVOLO

    Un ritorno ai demoni del passato del regista Pupi Avati al romanzo gotico e a .... [continua]

    Fast & Furious - Hobbs & Shaw

    FAST & FURIOUS - HOBBS & SHAW

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dall'8 Agosto

    Quale futuro per la saga 'Fast & Furious'?
    [continua]

    Hotel Artemis

    HOTEL ARTEMIS

    RECENSIONE - Oltre 27 anni dopo Il silenzio degli innocenti Jodie Foster ritorna nel mondo .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]

    Felice Estate!

    FELICE ESTATE/HAPPY SUMMER!

    .... [continua]