ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Dolittle

    DOLITTLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Il regista e sceneggiatore Stephen Gaghan (script di Traffic e script .... [continua]

    Mulan

    MULAN

    New Entry - Dal 25 Marzo .... [continua]

    Emma

    EMMA

    New Entry - Il film segna il debutto sul grande schermo della regista Autumn .... [continua]

    Nightmare Alley

    NIGHTMARE ALLEY

    New Entry - Guillermo del Toro firma la regia del remake di un .... [continua]

    A Quiet Place II

    A QUIET PLACE II

    New Entry - Sequel del thriller/horror A Quiet Place - Un posto tranquillo (2018), .... [continua]

    Ava

    AVA

    New Entry - Jessica Chastain assassina per Tate Taylor (Ma, La ragazza del treno) .... [continua]

    Ghostbusters: Legacy

    GHOSTBUSTERS: LEGACY

    New Entry - Si tratta del terzo capitolo dell'omonima saga, inaugurata nel 1984 con .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Ancora al cinema - Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è ....
    [continua]

    Cena con delitto - Knives Out

    CENA CON DELITTO - KNIVES OUT

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 37. Torino Film Festival .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Personaggi dietro le quinte > NIENTE PAURA - COME SIAMO, COME ERAVAMO E LE CANZONI DI LUCIANO LIGABUE - COSTITUZIONE: le regole che gli uomini si danno da sobri per camminare dritto quando saranno ubriachi

    Dietro le quinte: NIENTE PAURA - COME SIAMO, COME ERAVAMO E LE CANZONI DI LUCIANO LIGABUE - COSTITUZIONE: le regole che gli uomini si danno da sobri per camminare dritto quando saranno ubriachi (Film)

    LUCIANO LIGABUE: "Leggere semplicemente, i principi fondamentali, che sono i primi 12 articoli della Costituzione, oggi come oggi crea imbarazzo perché hai la sensazione che quegli articoli, che sono articoli pieni di buon senso, che in qualche modo promettevano un'idea di modernità, adesso invece che essere una carta dei diritti e dei doveri, sono una specie di manifesto dell'utopia".

    Costituzione: Art. 1 - L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.



    JAVIER ZANETTI: "Credo che chi fa grande il paese è il popolo. Il popolo che deve credere in se stesso e deve portare avanti una certa mentalità, in modo che chi governa possa ascoltare, e magari possa cambiare idea se ha un'idea sbagliata".

    Costituzione: Art. 2 - La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.



    PAOLO ROSSI: "Con l'avvento della televisione in Italia, c’è stata una trasformazione del popolo in pubblico, e il pubblico è un tifoso, non è molto preparato come tutti i tifosi, soprattutto sui problemi - che poi lo riguardano, ripeto il popolo è il pubblico ormai, vota da casa, applaude si indigna e poi va a dormire".

    Costituzione: Art. 28 - I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.



    GIOVANNI SOLDINI: "Credo nell'amore intanto, credo che bisogna alzarsi la mattina contenti, e cerco di farlo il più possibile; e poi credo nella giustizia, anche se magari invece non è sempre così, credo nei sogni, credo nella natura, alla fine, credo che la natura farà il suo corso".

    Costituzione: Art. 16 - Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche. Ogni cittadino è libero di uscire dal territorio della Repubblica e di rientrarvi, salvo gli obblighi di legge.



    UMBERTO VERONESI: "Quando mi chiedono noi religiosi, abbiamo un codice etico, religioso che rispettiamo, ma voi laici che codice etico avete?
    La Costituzione Italiana.
    La Costituzione Italiana è estremamente avanzata ed è sorprendente che sia uscita con questo equilibrio nel rapporto interumano di una civiltà avanzata, solidaristico ma anche incentivante l'attività individuale, ma soprattutto controllato da un organo giudiziario bene equilibrato
    ".

    Costituzione: Art. 32 - La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.



    DON LUIGI CIOTTI: "In questo momento credo che non sia stonato dire, anche se a qualcuno può disturbare, che bisogna parlare di resistenza, perché la resistenza ha la stessa radice latina di esistere, vuol dire esserci, vuol dire fare, vuol dire mettersi in gioco.
    La Costituzione ha bisogno dell'impegno per essere vissuta, di ciascuno di noi, per essere tradotta, per essere codificata, per essere immersa nelle fessure della società, oggi più che mai, e anche difesa. Insieme alla dichiarazione universale dei diritti umani, ha bisogno dell'impegno di ciascuno di noi
    ".

    Costituzione: Art. 4 - La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.



    CARLO VERDONE: "Mi indigna molto l'assenza di dignità. Mio padre qualche ore prima di morire si rivolgeva a mio figlio e diceva caro Paolo oggi il mondo ha perso tanta dignità io ti chiedo di diventare un uomo onesto, io non voglio che il tuo nome sia sui giornali o che tu diventi ricco, io voglio che tu sia ricco di dignità.
    Credo che gli accordi di Jimi Hendrix resteranno di estrema avanguardia per altri cinquant'anni, credo che sul comodino di ogni italiano ci dovrebbero essere le Lettere a Lucilio di Lucio Anneo Seneca, un grande indirizzo etico e morale, credo che più leggiamo i libri di Tiziano Terzani e più riusciamo a capire il senso della vita
    ".

    Costituzione: Art. 21 - Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.



    STEFANO RODOTA': "L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro, che cos'è il lavoro in quell'articolo? È il contrario del privilegio in primo luogo, e lavoro vuol dire questo, che ciascuno deve essere messo nella condizione di costruire liberamente la propria vita senza privilegi, senza nessun tipo di autoritarismo esterno; secondo, il lavoro è qualcosa che unisce le persone, è legame sociale".

    Costituzione: Art. 41 - L'iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali.



    FABIO VOLO: "Alla fine della vita di ognuno di noi, è giusto che uno venga giudicato per quello che ha fatto, ma io non metto in secondo piano per quello che avrebbe potuto fare e non ha fatto".

    Costituzione: Art. 36 - Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa. La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi.



    SABINA ROSSA: "Il 12 Dicembre 1969 ho avuto la mia prima lezione di storia e di politica. Il giorno della strage di Piazza Fontana. Io avevo compiuto da pochissimo 7 anni. Ricordo che ebbi un sussulto di gioia quando ci fu la notizia che il giorno dopo le scuole sarebbero state chiuse per il lutto nazionale. Mio padre mi dette un sonoro ceffone a quella mia esultanza, spiegandomi che erano morte diverse persone e che non si poteva in nessun modo, per nessun motivo gioirne".

    Costituzione: Art. 27 - La responsabilità penale è personale. L'imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva. Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato. Non è ammessa la pena di morte.



    BEPPINO ENGLARO: "Noi sappiamo che Nelson Mandela è stato in prigione 28 anni per indicare la parità di diritti tra bianchi e neri, la stessa cosa è successa ad Eluana: è stata imprigionata in rianimazione semplicemente per rivendicare gli stessi diritti che aveva quando era capace di intendere e di volere; per il fatto di essersi ritrovata improvvisamente in questa situazione, non li poteva perdere, non poteva essere discriminata. E’ stata prigioniera anche lei in questi 6.233 giorni per poter semplicemente dire no all'offerta terapeutica e lasciarsi morire".

    Costituzione: Art. 13 - La libertà personale è inviolabile.



    LUCIANA CASTELLINA: "(…) in Italia la democrazia è stata fatta dalla società civile, se non c'è più questa collettivizzazione, partecipazione della società civile non c'è più niente, e allora resta un vuoto riempito dal 'Grande Fratello', dalla televisione, da altre cose, e allora la democrazia non a caso soffre…
    Io mi sono impegnata in politica perché era la forma e l'espressione dell'amore per il prossimo cioè di pensare appunto non solo a se stessi ma anche agli altri, che poi è cambiata c'è stata la carità cristiana e c'è stata la amicizia politica di sinistra che era l'equivalente, forse un tratto distintivo dell'amore per me, ma anche per la mia generazione in generale, era l'amore per il prossimo, in una forma moderna che non era quella della carità ma era quella di farsi carico dei mali del mondo
    ".

    Costituzione: Art. 11 - L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.



    MARGHERITA HACK: "Quella di oggi è un' Italia particolarmente incivile, in cui non c'è più una discussione razionale fra chi la pensa in maniera diversa, in cui si ascoltano le ragioni degli altri. Ora si da su la voce a tutti, non si lascia parlare chi non la pensa come te, e quindi si sta imbarbarendo proprio, la vita politica e la vita sociale: la violenza, contro il diverso, contro chi è più debole, contro l'handicappato, contro l'extracomunitario, contro chi è diverso da te, contro i gay. Oggi non c'è più il manganello o l'olio di ricino, oggi c'è la televisione, la televisione diverte mentre il manganello o l'olio di ricino facevan male, e quindi è proprio questo obnubilamento delle coscienze che preoccupa, io non so come si possa ribellarsi a questo degrado della società italiana, come si ci ribella? Davvero bisogna fare la rivoluzione, ma chi la fa se tutti sono addormentati, se tutti vivono nel loro piccolo benessere?"

    Costituzione: Art. 3 - Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

    Dal >Press-Book< di Niente paura - Come siamo, come eravamo e le canzoni di Luciano Ligabue

    1 | 2

    <- torna all'elenco dei personaggi dietro le quinte

    Figli

    FIGLI

    Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea nell'ultimo film di Mattia Torre - Dal 23 Gennaio

    [continua]

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    Il quasi novantenne regista Clint Eastwood scova e pone sotto i riflettori un clamoroso caso .... [continua]

    Jojo Rabbit

    JOJO RABBIT

    RECENSIONE - Oscar 2020 - Sei Nominations tra cui 'Miglior Film' - Dal [continua]

    Piccole donne

    PICCOLE DONNE

    Tra i più attesi!!! - Nel nuovo adattamento del romanzo di Louisa May Alcott .... [continua]

    Tolo Tolo

    TOLO TOLO

    Dopo quattro anni di attesa Checco Zalone colpisce ancora, questa volta giocando al raddoppio: come .... [continua]

    Sorry We Missed You

    SORRY WE MISSED YOU

    RECENSIONE - Da 72. Cannes - Dal 2 Gennaio

    "Dopo 'Io, Daniel Blake', ....
    [continua]

    Pinocchio

    PINOCCHIO

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo anni di silenzio cinematografico Roberto Benigni .... [continua]