ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile personaggio creato e interpretato da .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 14 Novembre

    "'Le Mans ’66 – ....
    [continua]

    Il diritto di opporsi

    IL DIRITTO DI OPPORSI

    New Entry - Dal Toronto International Film Festival il 6 settembre 2019 - .... [continua]

    While at War

    WHILE AT WAR

    New Entry - 17 Noninations ai Goya Awards 2020 - Alejandro Amenábar torna .... [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del .... [continua]

    Zombieland - Doppio colpo

    ZOMBIELAND - DOPPIO COLPO

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Novembre .... [continua]

    La famiglia Addams

    LA FAMIGLIA ADDAMS

    Ancora al cinema - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - [continua]

    Le ragazze di Wall Street

    LE RAGAZZE DI WALL STREET

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma .... [continua]

    Joker

    JOKER

    Ancora al cinema - VINCITORE del LEONE D'ORO DI VENEZIA 76 - [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La spia - A Most Wanted Man

    LA SPIA - A MOST WANTED MAN: NELLA SPY STORY TRATTA DAL ROMANZO DI JOHN LE CARRÈ 'YSSA IL BUONO' E DIRETTA DALL’AFFERMATO FOTOGRAFO E REGISTA ANTON CORBIJN ('CONTROL', 'THE AMERICAN') L'ULTIMA INTERPRETAZIONE DA PROTAGONISTA DEL COMPIANTO PHILIP SEYMOUR HOFFMAN

    Dal IX. Festival Internazionale del Film di Roma - Evento Speciale - RECENSIONE - PHILIP SEYMOUR HOFFMAN in MEMORIAM - Dal 30 OTTOBRE

    "Una delle cose interessanti di LA SPIA è che non ha un reale antagonista. Ci sono molte persone tutte convinte di fare la cosa giusta ma le loro motivazioni sono tutte diverse. Il conflitto tra loro nasce intorno ad un obiettivo centrale, che è il ricercato che tutti vedono da prospettive diverse e vogliono per differenti ragioni".
    Il produttore Stephen Cornwell

    "Non saprei da che parte iniziare quando penso a ciò che ci ha lasciato in eredità, che è immenso sia per portata che per profondità… Era il miglior caratterista che io riesca a immaginare. La sua forza consisteva in un'immersione totale nel ruolo ed in una completa assenza di vanità. Al contempo, odiava ciò che amava, che era la sua maledizione – si faceva a pezzi per le sue interpretazioni".
    Il regista Anton Corbijn sull'attore Philip Seymour Hoffman

    (A Most Wanted Man; REGNO UNITO/USA/GERMANIA 2013; Thriller; 121'; Produz.: Amusement Park Films/Demarest Films/Film4/The Ink Factory/Potboiler Productions/Senator Film Produktion/Senator Film; Distribuz.: Notorious)

    Locandina italiana La spia - A Most Wanted Man

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: La spia - A Most Wanted Man

    Titolo in lingua originale: A Most Wanted Man

    Anno di produzione: 2013

    Anno di uscita: 2014

    Regia: Anton Corbijn

    Sceneggiatura: Andrew Bovell

    Soggetto: Da un romanzo omonimo (in Italia è uscito con il titolo di Yssa il buono, 2008) di John le Carré.

    Cast: Philip Seymour Hoffman (Günther Bachmann)
    Robin Wright (Martha Sullivan)
    Rachel McAdams (Annabel Richter)
    Willem Dafoe (Tommy Brue)
    Daniel Brühl (Max)
    Grigoriy Dobrygin (Issa Karpov)
    Nina Hoss (Erna Frey)
    Mehdi Dehbi (Jamal)
    Homayoun Ershadi (Dr. Faisal Abdullah)
    Vicky Krieps (Niki)
    Kostja Ullmann (Rasheed)
    Martin Wuttke (L'Ammiraglio)
    Rainer Bock (Dieter Mohr)
    Derya Alabora (Leyla Oktay)
    Neil Malik Abdullah (Guardia del corpo del Dr. Faisal Abdullah)

    Musica: Herbert Grönemeyer

    Costumi: Nicole Fischnaller

    Scenografia: Sebastian T. Krawinkel

    Fotografia: Benoît Delhomme

    Montaggio: Claire Simpson

    Makeup: Valeska Schitthelm e Jenna Smith

    Casting: Jina Jay

    Scheda film aggiornata al: 13 Novembre 2014

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Dopo essere stato torturato quasi a morte, Yssa (Grigory Dobrygin), immigrato clandestino metà ceceno e metà russo, arriva in Germania per rintracciare il ricco banchiere Tommy Brue (Willem Dafoe) e dare una svolta al destino sfortunato ereditato dal padre. Pur non conoscendo Brue, Yssa è in possesso di una parola d'ordine di cui il banchiere conosce il significato. Giunto ad Amburgo, conosce Mulik, un giovane musulmano di seconda generazione che vive sulla propria pelle i pregiudizi post attacco alle Torri Gemelle e che lo accoglie in casa. Dopo essersi rivolto all'avvocatessa Annabel Richter (Robin Wright) per contattare Brue, Yssa finisce però nel mirino dei servizi segreti tedeschi, sospettato di terrorismo, e di quelli russi per via di vecchi traffici del passato.

    SYNOPSIS:

    A Chechen Muslim illegally immigrates to Hamburg, where he gets caught up in the international war on terror.

    When a half-Chechen, half-Russian, tortured half-to-death immigrant turns up in Hamburg's Islamic community, laying claim to his father's ill gotten fortune, both German and US security agencies take a close interest: as the clock ticks down and the stakes rise, the race is on to establish this most wanted man's true identity - oppressed victim or destruction-bent extremist?

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    IN UN CAPOLAVORO DI PURA ARTE CINEMATOGRAFICA COME QUESTO 'LA SPIA' DI ANTON CORBIJN UN PHILIP SEYMOUR HOFFMAN IMMENSO, MONUMENTALE, INCONTENIBILE, DECLINATO SULL'INFINITO

    Per questo action thriller politico La spia - A Most Wanted Man tratto da un altro romanzo ad alta tensione dello scrittore britannico John Le Carrè (La talpa), mi piace iniziare con una considerazione espressa dallo stesso regista Anton Corbijn (Control, The American) nei riguardi di Philip Seymour Hoffman, che qui prende commiato dal suo affezionatissimo pubblico planetario con quella che purtroppo si classifica quale sua ultima performance. Ruolo semplicemente 'monumentale' in ogni senso: nel senso della scrittura che lo vuole al centro di ogni scena, e ovviamente nel senso del suo potere unico al mondo, di radicare sul grande schermo in ogni fotogramma, con l'immensità introspettiva di una potenza irradiante, come un rampicante sul muro caricato con l'humus di un fertilizzante magico in grado di stimolare la

    crescita miracolosa. Quel che si dice il nocciolo di un frutto tutto polpa e succo, da bollino Gold per qualità e perfezione.

    "Era un gigante sotto ogni aspetto e la sua scomparsa non è solo una gigantesca perdita per il mondo intero e per tutti gli amanti dell'arte, ma anche ad un livello umano. Era un essere umano al 200%, con tutti i difetti e le lotte interiori che ne conseguono – e da questo deriva la grande arte, mi piace pensare".

    E' questo un passaggio che, fuor dai denti dell'ampollosa retorica post-mortem, coglie l'anima dell'Arte in generale e in particolare di quella del nostro caro Seymour, cui il film è doverosamente dedicato. Se fino ad oggi lo abbiamo idolatrato per il peso genuino, schietto e sincero con cui sapeva calibrare i suoi svariati personaggi in celluloide, questa sua ultima, davvero 'incontenibile', performance, ne La spia, ce lo farà rimpiangere

    amaramente rendendoci ancor più cara e preziosa, come una reliquia, la sua memoria.

    Va d'altra parte detto che Philip Seymour Hoffman si è qui trovato a sua volta ben rincalzato al centro di una storia di per sé densa e tosta in contenuti, portati in trionfo da una sceneggiatura (Andrew Bovell) e una regia (Anton Corbijn) nel modo più squisitamente impeccabile che ci si potesse aspettare. Lo stesso non può dirsi del film La talpa (pure tratto da Le Carrè ma diretto da Tomas Alfredson), esasperato nell'intreccio ed esasperante nella realizzazione, malgrado le indiscutibilmente talentuose prove di recitazione. La spia di Corbijn si fregia di quel tocco di gran classe, fatto di senso della misura, di infinitesimale calibrazione, di un intreccio complicato ma sempre raggiungibile e comprensibile dall'alto della sua innervata tensione, vitale dall'inizio alla fine. Un tocco fatto di compensazione tra quel poco di azione che può concedersi una

    'spy story' ad altissimo tasso cerebrale, fatto di silenzi, di pause e di elucubrazioni mentali che mentre tallonano 'l'uomo più ricercato' si soffermano su morale e legittimità del modo di operare nel corso di indagini e spionaggio, cedendo generosamente il passo del protagonismo agli scrupoli di coscienza che qui prendono anima e corpo con un certo peso. Un tocco fatto di originalità e di tutta quella naturale genialità artistica che emerge dall'intrigante inizio, dalla stessa 'indiretta' e 'minimalista' entrata in scena di Philip Seymour Hoffman, dallo spettacolare finale in cui si annida un'involontaria metafora dell'addio che colpisce al cuore, ma anche di tutto il caleidoscopio di palpitanti scorci chiaroscurati in primissimo piano, delle numerose riprese da tergo o di sofisticati sotto in su, e di tutto ciò che ci parla con elegante discrezione da ogni angolo di ogni singolo fotogramma. Il tocco impeccabile che affiora da fotografia e musica (con

    una fugace ma significativa incursione di Bach, suonato al pianoforte da Günther/Hoffman), pronte ad amalgamarsi in un impasto che porta a lievitazione naturale una storia intrigante, di gran fascino, malgrado la sua scottante anima politica all'ombra del post 11 Settembre. Tutto scivola leggero, grazie anche alla navigazione di squadra mai così perfettamente allineata - Willem Dafoe, Rachael McAdams e Robin Wright tra gli altri - verso la ventilata, ambita, spiaggia di approdo: quella che dovrebbe dovuto "rendere il mondo più sicuro", quella che avrebbe dovuto dare il senso pieno a tanta strada percorsa sul filo del rasoio, pescando con paziente delicatezza, perché, come sentenzia Günther/Hoffman in punta di metafora: "Serve un pesce piccolo per prendere un barracuda e un barracuda per prendere uno squalo".

    E' questo il tocco che porta La spia di Corbijn, Hoffman & Co. nei nobili ranghi di quel genere di perfezione che caratterizza un capolavoro. E quando

    il cinema incontra l'Arte con la A maiuscola, come in questo caso - e di questi tempi non è cosa di tutti i giorni - è qualcosa che lascia davvero il segno. L'ARTE, quella vera, così come i veri grandi ARTISTI, sono per sempre!

    Perle di sceneggiatura

    (In una bettola):

    ROBIN WRIGHT (Martha): "Dovevamo venire proprio in un posto come questo?"
    PHILIP SEYMOUR HOFFMAN (Günther): "Io sono un cavernicolo, le camere con vista le lascio a voi"

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano Notorious Distribuzione, Ornato Comunicazione e Laura Poleggi (QuattroZeroQuattro)

    Pressbook:

    PRESSBOOK COMPLETO in ITALIANO di LA SPIA - A MOST WANTED MAN

    Links:

    • Anton Corbijn (Regista)

    • Robin Wright

    • Rachel McAdams

    • Philip Seymour Hoffman

    • Willem Dafoe

    • Rainer Bock

    • Vicky Krieps

    • Daniel Brühl

    • LA SPIA - A MOST WANTED MAN: NELLA SPY STORY TRATTA DALL'OMONIMO ROMANZO DI JOHN LE CARRÈ E DIRETTA DALL’AFFERMATO FOTOGRAFO E REGISTA ANTON CORBIJN ('CONTROL', 'THE AMERICAN') L'ULTIMA INTERPRETAZIONE DA PROTAGONISTA DEL COMPIANTO PHILIP SEYMOUR HOFFMAN, AL FIANCO DI RACHEL MCADAMS, ROBIN WRIGHT, WILLEM DAFOE E DANIEL BRUHL. Al cinema dal 30 Ottobre (Anteprime)

    1 | 2

    Galleria Video:

    La spia-A Most Wanted Man - trailer

    La spia-A Most Wanted Man - trailer (versione originale) - A Most Wanted Man

    La spia-A Most Wanted Man - spot TV

    La spia-A Most Wanted Man - clip 'Karpov'

    La spia-A Most Wanted Man - clip 'Clocks'

    La spia-A Most Wanted Man - clip 'Martha'

    La spia-A Most Wanted Man - clip 'Chase'

    La spia-A Most Wanted Man - clip 'GoodWill'

    La spia-A Most Wanted Man - intervista video a Philip Seymour Hoffman 'Günther Bachmann' (versione originale sottotitolata)

    La spia-A Most Wanted Man - intervista video al romanziere John le Carré (versione originale)

       CLIP in ITALIANO 'Clocks'

       CLIP in ITALIANO 'Martha'

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    L'inganno perfetto

    L'INGANNO PERFETTO

    Torino Film Festival 2019 - I leggendari attori Helen Mirren e lan McKellen recitano .... [continua]

    Qualcosa di meraviglioso

    QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO

    Dal 5 Dicembre .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella nuova commedia di Woody Allen .... [continua]

    Western Stars

    WESTERN STARS

    Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Tratto dall’omonimo album uscito nell’estate del .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è un personaggio affascinante con la ....
    [continua]

    Midway

    MIDWAY

    Quelli che... ci fermano a TRAILER e CLIP - Al pubblico l'ardua sentenza - .... [continua]

    Light of My Life

    LIGHT OF MY LIFE

    RECENSIONE - Dalla 14. Festa del Cinema di Roma - Sez. Alice nella .... [continua]