ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Star Wars: L'ascesa di Skywalker

    STAR WARS: L'ASCESA DI SKYWALKER

    Tra i più attesi!!! - La celebre saga volge al termine - Dal 18 .... [continua]

    Si vive una volta sola

    SI VIVE UNA VOLTA SOLA

    Aggiornamenti freschi di giornata! (10 Dicembre 2019) - Un film corale e una storia .... [continua]

    Cetto c'è, senzadubbiamente

    CETTO C'E', SENZADUBBIAMENTE

    Il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l'indimenticabile personaggio creato e interpretato da .... [continua]

    L'ufficiale e la spia

    L'UFFICIALE E LA SPIA

    RECENSIONE - VINCITORE del Leone d'Argento - Gran Premio della Giuria - a [continua]

    Home Page > Movies & DVD > Warm Bodies

    WARM BODIES: STORIA D'AMORE ZOMBIE CHE AMMICCA AL 'ROMEO E GIULIETTA' DI SHAKESPEARE

    RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 7 FEBBRAIO

    (Warm Bodies; USA 2013; Commedia Horror romantica; 97'; Produz.: Summit Entertainment/Make Movies/Mandeville Films; Distribuz.: Lucky Red)

    Locandina italiana Warm Bodies

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: Warm Bodies

    Titolo in lingua originale: Warm Bodies

    Anno di produzione: 2013

    Anno di uscita: 2013

    Regia: Jonathan Levine

    Sceneggiatura: Jonathan Levine

    Soggetto: Tratto dall'omonimo romanzo di Isaac Marion (pubblicato in Italia da Fazi Editore)

    PRELIMINARIA:

    WARM BODIES è nato da un breve racconto di sette pagine pubblicato online con il titolo “Sono uno zombie pieno d’amore” che, ricevendo consensi su Internet da parte di un pubblico molto vasto, ha incoraggiato il suo autore Isaac Marion ad ampliarlo fino a farlo diventare il suo romanzo di esordio, pubblicato nel 2010.

    Cast: Nicholas Hoult (R)
    Teresa Palmer (Julie)
    Dave Franco (Perry Kelvin)
    John Malkovich (Generale Grigio)
    Analeigh Tipton (Nora)
    Rob Corddry (M)
    Cory Hardrict (Kevin)
    Diana Laura (Zombie)
    Debbie Wong (ragazza che ride)
    Keeva Lynk (piccola ragazza)
    Patrick Sabongui (Zombie cacciatore)

    Musica: Marco Beltrami e Buck Sanders

    Costumi: George L. Little

    Scenografia: Martin Whist

    Fotografia: Javier Aguirresarobe

    Montaggio: Nancy Richardson

    Casting: Joanna Colbert e Richard Mento

    Scheda film aggiornata al: 25 Febbraio 2013

    Sinossi:

    Un virus misterioso ha sconvolto la nostra civiltà, trasformando le sue vittime in mostri divoratoridi carne umana, senza ricordi della propria vita passata. L’umanità superstite vive rinchiusa inbunker blindatissimi, nel terrore.Tutto cambia quando una squadra di umani in ricognizione alla ricerca di cibo si imbatte in ungruppo di zombie affamati e a caccia di prede: uno di loro, R (Nicholas Hoult), resta fortementecolpito da Julie (Teresa Palmer), la ragazza di una delle sue vittime e, invece di mangiarne ilcervello, decide di salvarla dalla furia dei compagni.Col passare dei giorni, la convivenza con Julie produce in R cambiamenti fino ad allora impensabili,che lo portano a credere che quel legame possa rappresentare la salvezza per l’umanità e i suoisimili: una salvezza ostacolata però da una parte da temibili "Ossuti" e dall’altra dall’esercitoguidato da Grigio (John Malkovich), il padre di Julie.Rivisitando in chiave moderna una classica love story, Warm Bodies racconta un’apocalisse zombiein una prospettiva sorprendentemente romantica, e insieme ricca di azione e di humour,ricordandoci anche cosa significa pensare, agire, amare da esseri umani.

    SHORT SYNOPSIS:

    After a zombie becomes involved with the girlfriend of one of his victims, their romance sets in motion a sequence of events that might transform the entire lifeless world.

    Commento critico (a cura di TYAR CIANGOLA)

    'WARM BODIES: DAI VAMPIRI AGLI ZOMBIE PASSANDO DA SHAKESPEARE'

    Nelle sale il film dei produttori di Twilight.
    Ci sono film che mi dividono a metà. Una parte di me si oppone tenacemente al cedere all’estenuante pubblicità, innescando un meccanismo di difesa/ripicca. L’altra parte di me, però, cede sempre al richiamo (chè altrimenti a cosa servirebbe il marketing se non convincesse anche il più tenace degli scettici?) e alla fine non può fare a meno di sapere quello di cui parleranno tutti domani. Warm Bodies è uno di quei film. Tratto dal romanzo d’esordio di Isaac Marion e adattato da Jonathan Levine, regista di 50 e 50, la pellicola nasce sotto la stella (buona?!) di Twilight. Se un tale abominio fosse possibile, si potrebbe quasi dire che è la sua versione zombie. Stesso produttore, stessa matrice letteraria e, di sfondo, lo stesso argomento: amore tra diversi. Nel caso, appunto, tra uno

    zombie e una viva. Del resto, questa virata da un mostro all’altro era prevedibile dopo che negli ultimi sei anni l’argomento vampiri è stato sviscerato e, soprattutto, dopo il successo televisivo di The Walking Dead.

    Ma cominciamo: lo scenario iniziale è apocalittico. Dopo un olocausto non chiaramente specificato, il mondo è diviso tra pochi vivi, barricati al centro della città, e un esercito di non-morti. Tra questi, R. – un Nicholas Hoult che è quanto di più sconcertante il film propone. L’avevamo lasciato bambino intelligente ma irrimediabilmente out e vestito con un accostamento di colori sgargianti. E lo ritroviamo alto e dinoccolato, con tutte le carte in regola per essere il futuro idolo delle adolescenti.
    R. è uno zombie come gli altri, mangia i vivi per poter alimentare la sua non-vita. Ma una voce nella sua testa (rappresentata da un fuori campo affascinante e schivo) gli ricorda che può

    essere qualcosa di più, che c’è stato un tempo in cui egli era qualcosa di più, che non è solo un essere che ciondola, letteralmente, per nutrire una fame svogliata.
    A dare manforte a questa voce, finora sopita, arriva lei: Julie (Teresa Palmer). E non lasciatevi sfuggire il sottile, sottilissimo richiamo alla storia d’amore meno sdoganata degli ultimi secoli. Lui R. - Lei Julie. R. e Julie… chè Romeo e Giulietta non avevano di che lamentarsi: loro differivano nelle famiglie in lotta, ma almeno erano entrambi vivi quando si innamorarono.
    Lei viene inviata con una squadra di rifornimento al di fuori della cinta di protezione: uno sciame di non-morti li attacca. R. uccide il fidanzato di Julie e ne divora il cervello, ma quando vede lei, in una curiosa frazione di secondo, decide non solo di risparmiarle la stessa sorte, ma di aiutarla a salvarsi. Da

    qui, il film vaga attraverso una strana, fiorente relazione tra la giovane e il suo salvatore barcollante.
    Lei imparerà presto a riscaldarsi vicino a lui, e lui inizierà a sentirsi meno… morto. Questa è, di base, la ‘lezione’ centrale del film: che i non-morti possono essere resi alla vita attraverso il calore e l’affetto e, forse, perché no, anche attraverso l’amore. L’originalità del tema è quasi stravolgente: se proprio volessimo trovare una metafora, l’amore che scioglie le differenze e le glacialità caratteriali più infime è un tema antico come l’uomo. Ma non è questa, non è la mancata originalità (del resto d’amore si parlò, si parla e si parlerà sempre) la falla di Warm Bodies. Il vero problema è la superficialità. In quale universo di trame, che siano cinematografiche, televisive e letterarie, un ragazzo mangia il cervello del fidanzato dell’amata e lei è disposta a fuggire con lui…a fidarsi? Nelle

    favole. Nei film d’animazione siamo avvezzi ad assistere ad eventi cruenti che vengono dimenticati nel nome di un nascituro amore. Alle favole siffatte pecche di emotiva superficialità vengono condonate in favore dell’anelato lieto fine. Warm Bodies non fa eccezione, se si riesce a considerarlo come una favola. Solo a questo patto, si può apprezzare la performance di Hoult che è allo stesso tempo affascinante e sommesso, intelligente senza eccedere mai nel superbo, dolce anche se goffo. Solo a questo patto, si può tifare per i non-morti.
    La voce fuori campo riesce ad esplicitare la maggior parte del suo sviluppo caratteriale e a raccontare la sua evoluzione nel mondo dei vivi e con Julie. Nel frattempo, comincia a cambiare anche l’aspetto fisico di R. A distinguerlo, chiaramente, dagli altri zombie è la prontezza e la vivacità degli occhi, e comincia a recuperare gradualmente le funzionalità basilari muovendo verso una maggiore complessità

    non solo fisica, ma anche mentale ed emozionale. Questo elemento di cambiamento viene sottolineato da una fotografia semplice ma funzionale. Il gusto del colore di tutto il film è caratterizzato da uno spostamento visivo che enfatizza i toni spenti della vita dei non-morti e li mette a contrasto con uno scenario luminoso nelle sequenze con i due giovani, fornendo una metafora che risulta ben costruita, anche se un po’ troppo palese.

    C’è un accenno di trama secondaria che si snoda al di là della storia d’amore. Julie è in contrasto con suo padre (John Malkovich), leader militante dei sopravvissuti e ‘’Capuleti’’ della situazione. Lo spunto è buono, ma Warm Bodies cade anche in questo caso, inciampando sulla strada delle convenzioni, soprattutto verso la fine quando ormai il leitmotiv narrativo ‘romeo e giulietta’ sarebbe chiaro a chiunque, eppure il film continua a ribadirlo pedissequamente.
    A salvare l’intera pellicola è il cast

    che vanta attori di primo livello, come John Malkovich, anche se fa il minimo indispensabile, e volti in ascesa che, tutto sommato, riescono a convincere: i due protagonisti, senza dubbio, ma anche le loro due spalle, Analeigh Tipton e Rob Corddry. La vera medicina, però, capace per brevi istanti di far dimenticare la nenia della trama è la regia, coadiuvata da una sceneggiatura solida e da dialoghi divertenti.
    In versione Cartoon gli avremmo perdonato tutto, con un 8 pieno. Se non altro, però, Warm Bodies ci lascia con il fiato sospeso su un aspetto: la lotta per il cuore delle fanciulle vive di tutto il mondo che troveranno in R. una valida alternativa ad Edward Callen. Vampiro Vs Zombie. Chi vincerà?
    In Breve: R. è un ragazzo in piena crisi esistenziale: è uno zombie. Non ha ricordi né identità, non gli batte più il cuore e non sente il sapore

    dei cibi, ma nutre molti sogni. La sua capacità di comunicare col mondo è ridotta a poche, stentate sillabe, ma dentro di lui, sopravvive un intero universo di emozioni. Un giorno, mentre ne divora il cervello, R assaggia i ricordi di un ragazzo. Di lì a poco, per lui cambierà ogni cosa; intreccia una relazione con la ragazza della sua vittima, Julie, e sarà per lui un'esplosione di colori nel paesaggio grigio e monotono che lo circonda. Perché l'amore per lei lo trasformerà in un uomo (e in un morto) diverso, più combattivo e consapevole. Di qui avranno inizio una guerra feroce contro i suoi compagni d'un tempo e una rinascita dalle conseguenze inimmaginabili.

    Bibliografia:

    Nota: Si ringraziano Lucky Red e Maria Rosaria Giampaglia (QuattroZeroQuattro)

    Pressbook:

    PRESSBOOK in ITALIANO di WARM BODIES

    Links:

    • John Malkovich

    • Rob Corddry

    • Cory Hardrict

    • Teresa Palmer

    • Nicholas Hoult

    • Dave Franco

    • Analeigh Tipton

    • Diana Laura

    • Debbie Wong

    • Keeva Lynk

    • Patrick Sabongui

    Altri Links:

    - Incontro con R - Conosci i personaggi

    1 | 2

    Galleria Video:

    Warm Bodies - trailer

    Warm Bodies - trailer (versione originale)

    Warm Bodies - spot 'Qualcosa di umano'

    Warm Bodies - clip 'I primi 4 minuti'

    Warm Bodies - clip 1

    Warm Bodies - clip 2

    Warm Bodies - clip 3

    Warm Bodies - intervista video al regista Jonathan Levine (versione originale sottotitolata)

    Warm Bodies - intervista video a Nicholas Hoult 'Chi è R' (versione originale sottotitolata)

    Warm Bodies - intervista video a Nicholas Hoult 'R e Julie' (versione originale sottotitolata)

    Warm Bodies - intervista video a Nicholas Hoult 'I rapporti col cast' (versione originale sottotitolata)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Che fine ha fatto Bernadette?

    CHE FINE HA FATTO BERNADETTE?

    Aggiornamenti freschi di giornata! (11 Dicembre 2019) - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    L'inganno perfetto

    L'INGANNO PERFETTO

    RECENSIONE - Dal Torino Film Festival 2019 - I leggendari attori Helen Mirren e .... [continua]

    Qualcosa di meraviglioso

    QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO

    RECENSIONE - Dal 5 Dicembre .... [continua]

    Un giorno di pioggia a New York

    UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK

    Elle Fanning, Jude Law, Rebecca Hall e Selena Gomez nella nuova commedia di Woody Allen .... [continua]

    Frozen II - Il segreto di Arendelle

    FROZEN II - IL SEGRETO DI ARENDELLE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 27 Novembre

    "Elsa è un personaggio affascinante con la ....
    [continua]

    Le Mans '66 - La grande sfida

    LE MANS '66 - LA GRANDE SFIDA

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 14 Novembre

    "'Le Mans ’66 – ....
    [continua]

    Parasite

    PARASITE

    Ancora al cinema - VINCITORE della PALMA d'ORO al 72. Festival del .... [continua]