ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Last Christmas

    LAST CHRISTMAS

    New Entry - Dal 14 Novembre .... [continua]

    Richard Jewell

    RICHARD JEWELL

    New Entry - USA: Dal 13 Dicembre .... [continua]

    Tornare

    TORNARE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (15 Ottobre 2019) - New Entry - Film di .... [continua]

    Black Bird

    BLACK BIRD

    New Entry - Da Dicembre

    "Ero a una cena con Christian Torpe, lo ....
    [continua]

    Military Wives

    MILITARY WIVES

    New Entry - 14. Mostra del Cinema di Roma (17-27 Ottobre 2019) - .... [continua]

    The Report

    THE REPORT

    New Entry - In Pre-Apertura alla 14. Festa del Cinema di Roma (17-27 .... [continua]

    Gli anni più belli

    GLI ANNI PIU' BELLI

    New Entry - Dal 13 Febbraio 2020

    "Con la sua meravigliosa canzone inedita ....
    [continua]

    Home Page > Movies & DVD > La talpa

    LA TALPA: GARY OLDMAN VIVE SULLA CELLULOIDE L'EPOCA DELLA 'GUERRA FREDDA' VESTENDO I PRURIGINOSI PANNI DI UN VETERANO AGENTE DEL SERVIZIO SEGRETO INGLESE PROSSIMO ALLA PENSIONE, CON L'ULTIMO INCARICO DI SCOVARE UNA 'TALPA' SOVIETICA

    68. Mostra del Cinema di Venezia (31 Agosto-10 Settembre 2011) IN CONCORSO - RECENSIONE IN ANTEPRIMA - Dal 13 GENNAIO

    "Quando ho conosciuto John le Carré, aveva già le idee molto chiare sulla versione cinematografica del suo 'Tinker, Tailor, Soldier, Spy'. "Cerca di non copiare il libro pari pari né tantomeno la serie TV, tanto esistono già. Non voglio interferire, ma puoi chiamarmi ogni volta che avrai qualche dubbio". Credo di avergli obbedito alla lettera. Ovviamente è impensabile riproporre in un film tutti i dettagli di un libro di 349 pagine, ma se ne possono riprendere le fila, i temi e i momenti salienti, cercando di descrivere quello che vi si legge. Abbiamo fatto un film che parla di lealtà e ideali - valori estremamente attuali, forse perché al giorno d'oggi sono così rari?'".
    Il regista Tomas Alfredson

    (Tinker, Tailor, Soldier, Spy; GRAN BRETAGNA/FRANCIA 2011; Thriller; 127'; Produz.: Studio Canal/Working Title Films; Distribuz.: Medusa)

    Locandina italiana La talpa

    Rating by
    Celluloid Portraits:



    See SHORT SYNOPSIS
    Trailer

    Titolo in italiano: La talpa

    Titolo in lingua originale: Tinker, Tailor, Soldier, Spy

    Anno di produzione: 2011

    Anno di uscita: 2012

    Regia: Tomas Alfredson

    Sceneggiatura: Bridget O'Connor e Peter Straughan

    Soggetto: Adattamento dal romanzo Tinker, Taylor, Soldier, Spy (1973) di John Le Carré, primo episodio della 'trilogia di Smiley' o 'trilogia di Karla'.

    Cast: Tom Hardy (Ricki Tarr)
    Gary Oldman (George Smiley)
    Colin Firth (Bill Haydon - nome in codice Tailor 'il sarto')
    Ciaran Hinds (Roy Bland - nome in codice Soldier 'il soldato')
    John Hurt (Controllo)
    Benedict Cumberbatch (Peter Guillam)
    Toby Jones (Percy Allenine - nome in codice Tinker 'lo stagnaio')
    Mark Strong (Jim Prideaux)
    Stephen Graham (Jerry Westerby)
    Stephen Rea (Laura Carmichael)
    Roger Lloyd-Pack (Simon McBurney)
    David Dencik (Toby Esterhase - ribattezzato Poor Man 'il povero')
    Svetlana Khodchenkova (Irina)
    Amanda Fairbank-Hynes (Belinda)
    Jamie Thomas King (Kasper)

    Musica: Alberto Iglesias

    Costumi: Jacqueline Durran

    Scenografia: Maria Djurkovic

    Fotografia: Hoyte Van Hoytema

    Montaggio: Dino Jonsäter

    Effetti Speciali: Mark Holt (supervisore)

    Makeup: Alison Hanken

    Casting: Jina Jay

    Scheda film aggiornata al: 25 Novembre 2012

    Sinossi:

    IN BREVE:

    Il thriller che segue un agente segreto inglese, George Smiley (Gary Oldman), prossimo al pensionamento, alle prese con il mondo della Guerra Fredda. Il suo ultimo compito è quello di scovare una talpa sovietica nel Circus, il più alto grado del British Intelligence Services…

    SHORT SYNOPSIS:

    In the bleak days of the Cold War, espionage veteran George Smiley is forced from semi-retirement to uncover a Soviet agent within MI6's echelons.


    IN DETTAGLIO:

    L’anno è il 1973. La Guerra Fredda di metà 20° secolo continua a inficiare le relazioni internazionali. Il Secret Intelligence Service (SIS) inglese, altrimenti noto come MI6, nome in codice Circus, sta faticosamente tentando di tenersi al passo con lo spionaggio degli altri paesi e di garantire la sicurezza al Regno Unito. Il capo del Circus, noto come Controllo (John Hurt), manda personalmente l’agente speciale Jim Prideaux (Mark Strong) in Ungheria. Ma la missione di Jim va sanguinosamente a monte e Controllo è obbligato ad uscire dal Circus – e anche il suo fidato luogotenente, George Smiley (Gary Oldman), una spia in carriera con sensi affilati come rasoi.
    Separato dalla moglie assente Ann, Smiley viene convocato a colloquio dal sottosegretario Oliver Lacon (Simon McBurney); è riassunto in segreto dietro ordine del governo poichè vi è il serpeggiante timore che il Circus sia stato compromesso da tempo da un agente doppiogiochista, o talpa, al servizio dei sovietici, che mette a rischio l’Inghilterra. Aiutato dall’agente più giovane Peter Guillam (Benedict Cumberbatch), Smiley passa al setaccio le attività del Circus passate e presenti. Cercando di snidare e smascherare Tinker,Taylor, Soldier, Spy, Smiley è tormentato dal ricordo dei rapporti dei decenni passati con l’ombroso capo dello spionaggio russo Karla.
    La pista del Tinker, Taylor, Soldier, Spy non dà risultati finchè, a sorpresa, l’agente indipendente Ricki Tarr (Tom Hardy) contatta Lacon. Mentre è in missione sotto copertura in Turchia, Ricki si innamora di una donna sposata e tradita, Irina (Svetlana Khodchenkova), che dichiara di essere in possesso di informazioni importanti. Nel frattempo, Smiley scopre che Controllo aveva ristretto il campo dei sospettati di essere Tinker, Taylor, Soldier, Spy a cinque uomini. Si tratta dell’ambizioso Percy Alleline (Toby Jones), cui aveva dato il nome in codice Tinker (lo stagnaio); Bill Haydon (Colin Firth), raffinato e sicuro di sè, soprannominato Tailor (il sarto); il vigoroso Roy Bland (Ciarán Hinds), chiamato Soldier (il soldato); lo zelante Toby Esterhase (David Dencik), ribattezzato Poor Man (il povero); e.. Smiley stesso.
    Prima ancora che la sorprendente verità venga svelata, il tributo emotivo e fisico dei protagonisti intrappolati nel gioco di spie internazionale subirà un’incredibile escalation…

    Commento critico (a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Già il titolo, Tinker, tailor, soldier, spy, al di là della semplificazione italiana La talpa, ammicca ad un qualcosa di particolarmente intricato, complesso ma anche sofisticato quanto la fonte cui si è ispirato: l'omonimo classico della narrativa di spionaggio di John Le Carrè. Classico che ha già nel suo background di fonte di ispirazione la serie televisiva Spycon (1973) in sette episodi. Il dettaglio non è di poco conto in quanto già il romanzo, di improbabile adattamento cinematografico nella sua veste integrale da 'sciarada narrativa', nell'occasione di rielaborazione per il piccolo schermo aveva avuto l'opportunità di tempi ben più dilatati: sette episodi non sono le due ore al cinema. E l'intrigo, decisamente Internazionale - e come poteva essere diversamente? Lo è sempre in una buona storia di spionaggio che si rispetti - ha per sfondo la Guerra Fredda all'anno 1973. Il fatto che nell'adattamento per la celluloide, lo sguardo

    su un tema come questo, normalmente 'gestito' volentieri da anglo-americani, con il regista di Lasciami entrare Tomas Alfredson, arrivi dalla Svezia, paese a metà strada tra America e Russia, storicamente neutrale nei rispetti delle due storiche 'antagoniste' di quegli anni, ha forse fatto la differenza: ha dato il là ad una cifra stilistica ibrida, per così dire, tra quella 'bergmaniana' dominante i personaggi e la classicità pittorica della fotografia con cui peraltro flirtano anche le musiche di Alberto Iglesias. Non personaggi qualsiasi ma delle vere e proprie icone, con la predominanza schiacciante, in un ruolo del tutto inedito per lui, di Gary Oldman. Icona di caratteri ben più estroversi e aggressivi (il terrorista di Air Force One) o fascinosamente malefici (il Dracula coppoliano) qui, con George Smiley, Oldman inaugura con orgoglio - finalmente un'opportunità di questo genere! - il suo ruolo più silente e calmo, al top di un autocontrollo

    totale, che per lo più risponde ai suoi interlocutori con gesti e sguardi minimalisti, criptici da rasentare l'impenetrabilità. Non è un caso che si faccia la sua conoscenza attraverso un primissimo piano della sua nuca prima che lo si possa guardare negli occhi, secondo un'implicita metafora dell'identità top secret all'interno del SIS (Secret Intelligence Service).
    Così Alfredson, dopo un'impegnativa ricerca di una sintesi possibile in quel rebus letterario redatto da Le Carrè, l'ha trovata nel filo conduttore dell'atmosfera rarefatta di ambientazioni d'epoca, per lo più di interni, patinati ed estremamente ricchi di un arredo minimalista, studiato accuratamente e ricreato secondo l'ottica di un'attenzione maniacale al dettaglio, tale da richiamare alla memoria certa pittura fiamminga: le pedine della scacchiera non sono che l'esempio più macroscopico ma il sottotesto in tal senso è tanto generoso quanto sottile, alle volte impalpabile. Un filo conduttore che va a completare, in un certo qual modo,

    quel filo tensivo, all'apparenza impassibile, che va a dar vita ad un'introspezione altrettanto minimalista, sussurrata tra le righe anche da altri grandi e inquietanti personaggi, tra cui quelli condotti da John Hurt e da Colin Firth, tutti chiamati in causa nell'interminabile ed estenuante gioco del 'chi è chi'. E, a proposito di gioco, non è un caso che il titolo originale sia ispirato ad una filastrocca inglese per bambini Tinker, tailor, soldier, sailor, rich man, poor man, beggar man, thief (stagnaio, sarto, soldato, marinaio, ricco, povero, straccione, ladro). Un gioco che nel film è ovviamente tutt'altro che innocente, là dove quei nomi equivalgono al codice di identificazione di 'pedine-pilota': non a caso il nome dell'ombroso capo dello spionaggio russo Karla sia collocato sulla Torre. Ma lo scaccomatto in questo gioco alle spie internazionali giungerà solo alla fine e non prima di averci fatto assaporare una stillicida escalation. Escalation dove indubbiamente

    l'azione fisica cede il passo a quella mentale delle elucubrazioni di pensiero magari sul filo dei ricordi - è il caso di Smiley/Oldman - non disgiunti da un da farsi interiorizzato e custodito gelosamente nella cassaforte dell'impenetrabilità individuale. Impenetrabilità che non muta neppure in seno a quelle rare occasioni di riunione collettiva per lo più di lavoro o di intrattenimento, come ad esempio il party natalizio che vive sulla celluloide grazie ad una licenza narrativa dal libro e che torna più volte in primo piano proprio nei rigurgiti di memoria di Smiley, infaticabile e oltremodo acuminato detective di pensiero. Ma neppure queste occasioni di ritrovo servono a fiaccare l'evidente condizione di solitudine ed isolamento, di sacrificio personale che alimenta e tiene in vita i nostri protagonisti. Eppure, malgrado tutto questo, allo spettatore digiuno sia del best seller di Le Carrè che della serie televisiva a questo ispirata, popolare negli anni

    Settanta, non sarà tanto facile farsi strada nel reticolo delle infinite nervature, un vero e proprio dedalo, che sostengono la spina dorsale di questa sinuosa 'spy story'. Il rischio di qualche temporaneo impantanamento non è del tutto da escludere.

    Pressbook:

    PRESSBOOK ITALIANO di LA TALPA
    ENGLISH PRESSBOOK of TINKER, TAILOR, SOLDIER, SPY

    Links:

    • Tomas Alfredson (Regista)

    • Colin Firth

    • Mark Strong

    • Ciaran Hinds

    • Toby Jones

    • John Hurt

    • Gary Oldman

    • Benedict Cumberbatch

    • Stephen Graham

    • Tom Hardy

    • Svetlana Khodchenkova

    • Dalla 68. Mostra del Cinema di Venezia - IL BEST SELLER DI JOHN LE CARRE' SI TRADUCE NELL'OMONIMA 'SPY STORY' IN CELLULOIDE - 'LA TALPA' ('TINKER, TAYLOR, SOLDIER, SPY') - DI TOMAS ALFREDSON, NELLA CUI BLASONATA SQUADRA (COLIN FIRTH, JOHN HURT, TOM HARDY E MARK STRONG) SI DISTINGUE UN INEDITO GARY OLDMAN IN PUNTA DI DIAMANTE PER CRIPTICA INTROSPEZIONE. Dal 13 Gennaio al cinema (Anteprime)

    1 | 2

    Galleria Video:

    Tinker, Tailor, Soldier, Spy - trailer (versione originale)

    Tinker, Tailor, Soldier, Spy - trailer HD (versione originale)

    TOP 20

    Dai il tuo voto


    <- torna alla pagina Movies & DVD

    Le verità

    LE VERITA'

    Già Film d' Apertura alla 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO - .... [continua]

    Gemini Man

    GEMINI MAN

    Dramma d'azione Sci-Fi diretto da Ang Lee (I Segreti di Brokeback Moutain, Vita di Pi), .... [continua]

    Non succede, ma se succede...

    NON SUCCEDE, MA SE SUCCEDE...

    Charlize Theron e Seth Rogen per la prima volta insieme nella commedia di Jonathan Levine .... [continua]

    Ad Astra

    AD ASTRA

    Dalla 76. Mostra del Cinema di Venezia - Tra i più attesi!!! - .... [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Da Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dopo Django .... [continua]

    Yesterday

    YESTERDAY

    Dal Taormina Film Festival 2019 - Dal 26 Settembre .... [continua]

    Rambo: Last Blood

    RAMBO: LAST BLOOD

    Trentasette anni dopo il primo film, arriva il quinto capitolo del franchise cult con cui .... [continua]